In difesa di un futuro migliore per balene e delfini

Siamo impegnati a migliorare gli standard del benessere degli animali nell’industria del turismo a livello globale. Crediamo che ogni attrazione che prevede la presenza di animali abbia la responsabilità di accertarsi che quegli animali siano trattati con rispetto e dignità e che i loro bisogni siano opportunatamente soddisfatti e gestiti.

Come parte di questo impegno, nel 2016 abbiamo lanciato la nostra Policy sul Welfare degli Animali e abbiamo smesso di vendere biglietti per esperienze di viaggio specifiche in cui i viaggiatori entrano in contatto con animali selvatici in cattività o specie a rischio. Nel 2018 abbiamo esteso la policy con il fine di non vendere più biglietti per spettacoli e performance dove animali selvaggi in cattività o a rischio di estinzione sono forzati a esibirsi in acrobazie umilianti o ad assumere comportamenti innaturali.

Oggi, ampliamo nuovamente la policy.

Non venderemo più esperienze prenotabili di attrazioni che continuano a contribuire alla cattività delle future generazioni di cetacei (balene, delfini e focene). Chiuderemo inoltre qualunque ulteriore relazione commerciale con questo tipo di strutture.

Nei prossimi mesi i prodotti attualmente in vendita che violano le nuove regole saranno rimossi dal nostro sito. L’obiettivo è di rimuovere tutti prodotti che violano la nostra policy entro la fine dell’anno.

Per leggere la Policy completa sul Welfare degli Animali cliccare qui.

Questa modifica fa seguito a un dettagliato processo di consultazioni con diversi esperti tra cui biologi marini, zoologi e ambientalisti e ha tenuto conto delle prove scientifiche e delle argomentazioni presentate dalle varie parti coinvolte.

In definitiva abbiamo concluso che balene e delfini non prosperano in cattività. Le prove sono tante e convincenti. Sono animali molto intelligenti e con bisogni complessi e il loro ambiente naturale insieme alla loro abitudine di nuotare in spazi vasti e allo stato brado non può essere replicato in strutture sulla terra ferma e in piccoli spazi marini recintati.

Nel prendere questa decisione abbiamo anche tenuto in considerazione i cambiamenti delle abitudini e delle esigenze dei consumatori. Un recente sondaggio su oltre 5.000 viaggiatori di TripAdvisor ha svelato che il 42% dei rispondenti ritiene che delfini e balene non dovrebbero essere tenuti in cattività per nessun motivo mentre più dell’80% crede che questi animali non dovrebbero essere tenuti in cattività per fini di intrattenimento. L’annuncio di oggi riflette le preoccupazioni dell’ampia community di viaggiatori e mette TripAdvisor dal lato giusto della storia.

Speriamo che questa generazione di balene e delfini in cattività sia l’ultima.

Per proteggere il futuro non possiamo ignorare il presente. Attualmente più di 2.000 balene, delfini e focene sono tenuti in cattività in diverse strutture nel mondo. Sfortunatamente, nella maggior parte dei casi non è possibile liberare questi animali nel loro ambiente naturale, quindi abbiamo creato la policy tenendo in considerazione i bisogni e le vite sia dell’attuale popolazione tenuta in cattività sia delle generazioni future.

Non abbiamo dubbi sul fatto che molte delle strutture che tengono questi animali in cattività li abbiano profondamente a cuore e prendano seriamente la responsabilità del loro benessere.  Tuttavia, se balene e delfini sono tenuti in una piscina sulla terra ferma o in una zona recintata di mare allora la realtà è che nessun allevamento di animali è in grado di riprodurre le condizioni in cui questi animali possono prosperare. Sono animali molto intelligenti che necessitano di spazio per immergersi e cacciare e di interazione con altre specie marine. Per questo incoraggiamo le strutture a essere complici, e non ostacoli, di questo cambiamento positivo.

E cambiare è possibile. Sappiamo che modelli alternativi come i “santuari di mare” possono soddisfare i bisogni di balene e delfini in cattività e assicurare loro una qualità di vita migliore. La nostra policy ha quindi l’obiettivo di incoraggiare l’industria a muoversi verso questi modelli. Per l’attuale generazione di balene e delfini in cattività crediamo che i “santuari di mare” siano la migliore soluzione a lungo termine.

Siamo pronti a lavorare insieme alle attrazioni per migliorare le vite di balene e delfini attualmente in cattività e nel contempo proteggere le generazioni future per far sì che possano vivere in libertà nel loro ambiente naturale. L’annuncio di oggi è un significativo passo avanti. Speriamo che anche altre realtà dell’industria del turismo ci seguano.