8 motivi per chiedere a tutti gli ospiti di scrivere una recensione

Quando gli ospiti ripartono, molte strutture chiedono loro di scrivere una recensione su TripAdvisor in modo che gli altri viaggiatori possano leggere opinioni autentiche prima di decidere dove prenotare. Qual è il fattore che contraddistingue le strutture che riescono meglio in questo ambito? A chi si rivolgono.

Le strutture che si limitano a chiedere il feedback esclusivamente agli ospiti che hanno avuto un'esperienza positiva non fanno di certo un favore né a sé né agli ospiti. Ricordate la regina cattiva di Biancaneve?  Ogni giorno chiedeva allo specchio magico chi fosse la più bella del reame ed era soddisfatta solo quando lo specchio rispondeva che era lei.  Alla fine, il suo rifiuto della verità le è costato caro.  Ecco 8 motivi per cui è nel vostro interesse chiedere a tutti gli ospiti di scrivere recensioni: 

1. Non abbiate la pretesa di sapere quello che le persone diranno.

Magari siete certi che un ospite abbia avuto un'esperienza favolosa presso la vostra struttura o al contrario molto negativa, ma in realtà non potete sapere su quali aspetti si soffermerebbe scrivendo una recensione.  Date agli ospiti la possibilità di sorprendervi. 

2. Più sono equilibrate le recensioni, più realistiche saranno le aspettative dei viaggiatori.

Temete che quella coppia che tanto si era lamentata delle dimensioni troppo piccole della camera potrebbe scriverne nella recensione?  Se le vostre camere sono davvero piccole, non è detto che sia una cosa negativa.  Gli ospiti che prendono in considerazione la vostra struttura devono sapere cosa aspettarsi, in tutti i sensi.  Se hanno delle aspettative realistiche, ci sono più probabilità che l'esperienza risulti soddisfacente.  

3. Se le recensioni sono tutte eccellenti non sembrano credibili.

Nessuno è perfetto e i viaggiatori lo sanno bene.  Se il 100% del feedback sulla struttura è eccezionale, potrebbero sorgere dei sospetti.  Un mix di opinioni invece è decisamente più credibile.

4. I viaggiatori tendono a concentrarsi sugli aspetti positivi. 

Quando il feedback è estremamente negativo, essi non vi prestano molta attenzione.  In una ricerca condotta da PhoCusWright nel 2013, il 66% degli intervistati ha affermato di ignorare i commenti estremamente negativi nel leggere le recensioni. 

5. Infondete fiducia.

Se vi accorgeste che, durante il soggiorno, un ospite non è soddisfatto della struttura, non fareste nulla a riguardo?  Se affrontate il problema, probabilmente questo verrà menzionato nella recensione. E se il viaggiatore sembra irragionevole nonostante il vostro tentativo di rimediare, anche il suo atteggiamento sarà chiaro a tutti. 

6. Non è possibile migliorare senza sapere cosa pensano tutti gli ospiti.

Se c'è un problema serio nella struttura, dovreste saperlo  Non potete migliorare se non sapete cosa pensano tutti gli ospiti. E se il feedback è negativo, scrivete una replica della direzione per far sapere a tutti come intendete rimediare. 

7. Mostrate di avere fiducia nel vostro prodotto. 

Invitando tutti gli ospiti a scrivere una recensione, dimostrerete la fiducia che voi stessi nutrite nel servizio che la struttura è in grado di fornire.  Se invece non siete sicuri al 100% dell'esperienza che la struttura può offrire, questo è solo un motivo in più per voler conoscere il feedback degli ospiti e individuare gli aspetti da migliorare. 

8. L'onestà è la chiave di volta.

Parlando di onestà, va detto che non è molto corretto selezionare il feedback in base alle opinioni espresse. TripAdvisor offre una piattaforma per condividere esperienze e opinioni a tutti i viaggiatori, e non solo ai viaggiatori selezionati dagli hotel.  Inoltre, chiedere il feedback a tutti vi aiuta a essere certi di rispettare il nostro regolamento anti-frode. 

Il tutto si riduce a una semplice formula: gli hotel di successo accolgono qualsiasi tipo di feedback e lo usano a proprio vantaggio per promuovere le strutture o per migliorarle.  Chiedete a tutti gli ospiti di scrivere una recensione, accettate tutte le opinioni e la vostra struttura potrà solo trarne vantaggio.   

Ultimo aggiornamento: 22 settembre 2014