Ristoranti: ecco una buona strategia per sfruttare Instagram

Due esperti di Instagram condividono le loro strategie per ottenere grandi risultati promuovendo il ristorante sul social network basato sulle fotografie.

Sin dal lancio nel 2010, Instagram è cresciuto fino a diventare una community che accoglie più di 150 milioni di iscritti.1 Questo social network basato sulle fotografie permette alle persone di condividere i momenti più significativi della loro vita, le loro avventure e sempre di più anche quello che mangiano.

Per saperne di più, ho parlato con due vere esperte di Instagram, Corina Newby e Arianna Marshall. Corina è una stratega del coinvolgimento, da due anni a capo del marketing e delle iniziative per i social media di Orderit.ca, agenzia di catering di Toronto, in Canada. Arianna è responsabile dei social media per Datz, un ristorante di Tampa, in Florida che ha creato un'attiva community con oltre 2.000 follower in soli tre anni.

Continuate a leggere per scoprire cosa pubblicare, come aumentare il numero di follower e perché è importante trovare persone che conoscano Instagram per gestire il vostro feed.

Un ottimo stimolante dell'appetito

Ho chiesto a questi due utenti esperti di Instagram di spiegarmi con una sola frase perché i ristoranti dovrebbero sfruttare questo social network. "Non c'è niente di più efficace delle immagini per stimolare l'interesse nel cibo", ha risposto Corina.

Arianna è d'accordo. Una bella foto di un buon piatto stimola le persone a volerlo assaggiare: "È come entrare in una salumeria a stomaco vuoto".

Cosa pubblicare: cibo e non solo

Per decidere cosa pubblicare, Arianna osserva le vendite del Datz. "Se vedo che persone apprezzano molto l'insalata di cavolo, puoi scommettere che pubblicherò delle foto dell'insalata di cavolo".

Instagram è anche un ottimo sistema per presentare un nuovo piatto del menù o un ingrediente speciale. Ma fate attenzione alla presentazione dei piatti. State creando delle aspettative.

"I clienti che entrano nel vostro ristorante si aspetteranno di trovare quello che hanno visto su Instagram", aggiunge Corina.

E il cibo è solo una faccia della medaglia. I post su Instagram sono anche un'opportunità per mostrare gli arredi, l'atmosfera e il personale del ristorante.  

Arianna pubblica foto degli chef del Datz che lavorano in cucina, del nuovo fornitore di birra che installa un barile o addirittura di un cameriere che indossa un costume prima di una festa a tema.

"Coinvolgete i clienti nel vostro mondo", dice.

Non si tratta solo di scattare una bella foto

Chi dovrebbe gestire il vostro account Instagram?

"Potrebbe essere lo chef o il proprietario. La cosa importante è che conosca Instagram e che lo utilizzi", sostiene Arianna.

Sfruttare il potere di Instagram significa molto più che scattare una bella foto. Occorre scrivere un commento accattivante, utilizzare hashtag che aumentano la visibilità (ne parleremo dopo) e seguire e coinvolgere attivamente gli altri utenti.

Se nessuno del vostro personale dispone delle competenze o dell'interesse per intraprendere questa attività, valutate la possibilità di rivolgervi a un consulente esterno per i social media. Il vostro team potrà collaborare raccogliendo le foto e l'esperto gestirà il profilo Instagram.

"Non chiedete al vostro chef di distrarsi dalla sua specialità, cucinare, per trafficare con il marketing sui social media", consiglia Corina.

Quando pubblicare i post

Le tempistiche perfette si basano sulla struttura e sul suo pubblico. I servizi come Statigr.am possono aiutarvi a capire quali momenti e quali giorni sono più seguiti dai vostri follower.

Per iniziare, Arianna consiglia di pubblicare al massimo due post al giorno. "Le persone smetteranno di seguirvi se affollate la loro timeline", dice.

Corina presta molta attenzione al numero di Mi piace e di condivisioni che ottiene. Con l'aumentare del coinvolgimento, provate a pubblicare post più spesso.

E ricordatevi, Instagram è una strada a doppio senso.

"Talvolta, spenderete meglio il vostro tempo mettendo Mi piace alle foto degli altri utenti", afferma.  "Un buon promotore su Instagram pianifica il tempo sia per la pubblicazione dei contenuti sia per interagire con gli utenti".

Passaparola!

Nel menù del Datz’ c'è una pagina dedicata alle foto pubblicate dai clienti su Instagram. La pagina pubblicizza il profilo del ristorante e incentiva i clienti a seguire la community. L'account Instagram e l'hashtag #datzforfoodies è citato in alto in tutte le pagine del menu.

Utilizzate gli #hashtag

Arianna consiglia di utilizzare hashtag significativi, come #cibo, #buonacucina, #mangiarebene e #foodie. Suggerisce inoltre di guardare i profili degli altri ristoranti per vedere quali sono i post più popolari.

Prestate particolare attenzione agli hashtag utilizzati dai ristoranti e dalle strutture della vostra zona. Potrebbe già esserci un hashtag popolare, ad esempio #RistorantiRoma o #ProdottiLocali, che potete utilizzare per attirare l'attenzione dei vostri affamati vicini.

Analisi del rendimento

Per analizzare il rendimento, Arianna sostiene che tra le strutture sia diffuso analizzare le iniziative sui social media alla stregua delle iniziative promozionali tradizionali.

"Di solito, compri un annuncio, inserisci un coupon e conti quante persone lo hanno utilizzato per stabilire il tasso di risposta. I social media però non funzionano così", afferma

"Ci vuole tempo perché i vostri sforzi producano un rendimento. I social media si basano sul servizio ai clienti. E sull'amicizia. Finché vedo il numero di follower crescere, so che stiamo facendo la cosa giusta".


  • 1. http://blog.instagram.com/post/69789416311/instagram-direct

Autore:

Helen Anne Travis

Helen Anne Travis

Blogger di viaggi

Leggete la biografia.

Ultimo aggiornamento: 1 maggio 2014