Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.

“Una faticaccia ricompensta”
Recensione di Raggaschlucht

Raggaschlucht
Al n.1 in classifica su 5 Cose da fare a Flattach
Certificato di Eccellenza
Dettagli sull'attrazione
Recensito 31 ottobre 2012

Il posto è veramente unico: una forra, un orrido, percorso da un torrente rombante. Se siete in zona lo consiglio, nonostante il percorso, tutto in salita su scale e passerelle, non sia proprio facile

Grazie, RuggeroP
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Scrivi una recensioneRecensioni (160)
Valutazione
Tipo di viaggiatore
Periodo dell'anno
Lingua
  • Altre lingue
Filtra

39 - 43 di 160 recensioni

Recensito 31 agosto 2012

Ero già stata a visitare questo canyon anni fa, ma sono tornata per gustare di nuovo lo splendido scenario che propone. La passeggiata dura in tutto un'ora (con bimba di 7 anni a seguito), i gradini sono facili e non è particolarmente difficoltosa. Consiglio scarpe da trekking, in alcuni punti il fondo è scivoloso.

2  Grazie, Barbara M
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito 20 luglio 2012

Il torrente Raggabach in migliaia di anni ha formato questa forra naturale, a mio parere una delle più belle delle Alpi. Si cammina su passerelle tra le pareti rocciose verticali, in alcuni punti non si vede neanche il cielo, sembrano quasi grotte.. Il torrente tra una cascata e l'altra sprigiona un venticello che è un toccasana per la camminata, soprattutto se la fate in estate. Devo dire che è stata la camminata più bella che ho mai fatto e ne ho fatte abbastanza in giro per le Alpi orientali. L'atmosfera sembra romantica... Vale la pena farla anche se non vi piace camminare, perchè di bellezze come queste c'è ne sono davvero poche! Il percorso è sempre in salita dentro la forra, finchè si arriva sopra le pareti che prima vi accostavano, la salita si fa in circa un ora e mezza fermandosi a fare foto, poi il ritorno è con un sentiero largo (mulattiera) tra il bosco, in alcuni punti è abbastanza ripido ma ci sono dei cavi che fanno da passamano che facilitano il tutto. Comunque niente di pericoloso. Il ritorno in mezz'ora vi riporta al punto di partenza. Al ritorno consiglio di fermarsi a mangiare al "Re del Tortellino", un ottimo ristorante bolognese nel cuore della Carinzia, che troverete in parte al parcheggio. Il Raggaschlucht è a pagamento, ma con la Karnten Card l'entrata è gratuita quindi non saprei dirvi i prezzi. Comunque è una forra che dà emozioni, fatela!

3  Grazie, Simone C
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Queste recensioni sono state tradotte automaticamente dall'inglese. Mostrare la traduzione automatica?
Recensito 2 settimane fa da dispositivo mobile

Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Vedi altre recensioni
Recensito 2 agosto 2017 da dispositivo mobile

Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.

Gli utenti che hanno visto Raggaschlucht hanno visto anche

 

Conosci Raggaschlucht? Condividi la tua esperienza!

Proprietari: qual è la vostra versione dei fatti?

Siete proprietari o gestori di questa struttura? Richiedete gratuitamente il profilo per tenerlo aggiornato, rispondere alle recensioni e tanto altro ancora.

Richiedete il vostro profilo