Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.

“Uno dei simboli di Monza, purtroppo un po' dimenticato ”

Cappella Espiatoria Monza
Al n.12 in classifica su 98 Cose da fare a Monza
Maggiori dettagli sull'attrazione
Dettagli sull'attrazione
Durata consigliata per la visita: Meno di 1 ora
Recensito 2 agosto 2017 da dispositivo mobile

La Cappella Espiatoria è uno dei simboli, anche se di carattere tragico, di Monza. In effetti, la cappella è stata realizzata dal Re d'Italia Vittorio Emanuele III per commemorare il padre, Umberto I, dopo l'assassinio avvenuto per mano di Gaetano Bresci, il 29 luglio 1900, proprio qui a Monza. Si trova vicino alla Villa Reale, merita quindi una visita, anche se solo dall'esterno.

Grazie, Antonio v
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Scrivi una recensioneRecensioni (68)
Valutazione
Tipo di viaggiatore
Periodo dell'anno
Lingua
  • Altre lingue
Filtra

9 - 13 di 68 recensioni

Recensito 21 luglio 2017

Tante volte siamo passati nei pressi della Cappella Espiatoria, di grande impatto storico, perché in quel punto, il 29 luglio 1900 venne assassinato re Umberto I, per mano di un anarchico toscano. La struttura del Sacello funebre,alto 35 metri e realizzato dal figlio, Vittorio Emanuele III secondo lo stile dell'epoca, non ci ha mai attratto più di tanto. Qualche giorno fa, ci siamo decisi ad effettuare questa visita, in un normale giorno feriale (il museo è aperto tutti i giorni da martedì a sabato, il 2° e il 4° lunedì del mese, la 1° e la 3° domenica del mese, dalle 9 alle 14. Io sono stata un venerdì alle ore 12.30). E' stata una rivelazione. Un monumento funebre con mosaici raffinati e di rara bellezza ornano la cappella superiore, con colori caldi, tanto oro, pietre preziose, in eccellente stato di conservazione. Una giovane architetto, che si reca lì tutti i giorni, per degli studi, ci ha spiegato ogni dettaglio. di questa opera incredibile. Siamo stati fortunati ad incontrarla. Tuttavia, il primo impatto è con una gentilissima custode, la sig.ra Ivana, molto disponibile, che ci ha introdotto nella stupenda cripta a forma di croce greca, con dieci finestrelle di alabastro. Le volte a mosaico sono stupende e raffigurano un cielo stellato, mentre la volta centrale ha un fondo rosso, con motivi floreali. Siamo stati contentissimi di aver effettuato questa visita, perchè se l'esterno è cupo e triste, l'interno è un tripudio di tinte e stili magnifici. Una pagina di storia triste, che rivive attraverso questa opera faraonica, realizzata in pochissimi anni, dopo l'assassinio del re. Visita consigliata. La Cappella osserva un periodo non lungo di chiusura estiva, per ferie dell'unica persona che la custodisce.

1  Grazie, Augusta Maria C
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito 2 luglio 2017

Per molti anni è stato davvero difficile visitare la Cappella Espiatoria, negli ultimi anni per troppo tempo abbandonata senza guardiani (e questo ha agevolato il furto di tre corone di bronzo a destra della scalinata). Da qualche tempo è stato nominato il guardiano, pertanto è aperta sia in settimana che di domenica (la prima e terza domenica del mese).
Il luogo, al di là dei legami storici, è architettonicamente parlando bellissimo: da non perdere i mosaici del sacello al primo piano oppure i soffitti della cripta.

Grazie, BedrosianBaol
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito 2 luglio 2017

La Cappella Espiatoria e' aperta e gratuita per i visitatori ogni prima e terza domenica del mese. Il 29 luglio di ogni anno poi e' possibile assistere alla cerimonia di commemorazione della morte del Re Umberto I di Savoia: un corteo in costume ricorda il monarca all'interno della cappella.
Per accedere: suonate il citofono posto a destra della cancellata di ferro battuto, vi aprira' la simpatica custode prodiga di informazioni storiche sulla cappella.
Salendo la scalinata principale, si accede alla cappella: stupiscono i mosaici dorati sui 4 lati della volta che ricordano i nomi dei Savoia beati o santi in specifici medaglioni a mosaici, sono pregevolissimi. Poi vi e' un piccolo altare e 4 finestre di puro alabastro.
Sul retro si scendono le scalinate e si accede alla cripta. Luogo di grande storia: un cippo di marmo e' posto nel luogo esatto in cui il Re fu colpito a morte nel 29 luglio 1900 dall'anarchico Gaetano Bresci. In quel luogo, si dice sia conservato ancora il fazzoletto intriso del sangue del Re morente. Il figlio di Umberto I, Vittorio Emanuele III volle che in quel luogo fosse costruita la Cappella Espiatoria. Nella cripta si vedono molte corone inviate ai tempi dai regnanti europei in cordoglio per la morte del Re. Le volte della cripta recano mosaici blu di volta stellata e il tipico motto dei Savoia ''Fert''.
Sembra di tornare indietro nel tempo di 120 anni.

Grazie, PalombiG
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Vedi altre recensioni
Recensito 26 giugno 2017

L'imponenza esterna non da senso a quanto trovi all'interno. Visitare Monza senza passare all'interno della Cappella espiatoria sarebbe un grande peccato. Il nostro gruppo è rimasto entusiasta, naturalmente la competenza della guida Signora Elena, ci ha coinvolti e ha fatto dimenticare a diversi che eravamo all'ora di pranzo. Da non perdere.
Füma.

Grazie, luigifuma
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.

Gli utenti che hanno visto Cappella Espiatoria Monza hanno visto anche

Monza, Provincia di Monza e Brianza
Monza, Provincia di Monza e Brianza
 
Monza, Provincia di Monza e Brianza
Monza, Provincia di Monza e Brianza
 

Conosci Cappella Espiatoria Monza? Condividi la tua esperienza!

Proprietari: qual è la vostra versione dei fatti?

Siete proprietari o gestori di questa struttura? Richiedete gratuitamente il profilo per tenerlo aggiornato, rispondere alle recensioni e tanto altro ancora.

Richiedete il vostro profilo