Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.
Il meglio delle recensioni
Un pezzo di storia

A poche centinaia di metri dall'ingresso della villa reale c'è questo monumento che racchiude un Leggi il seguito

Recensito il 20 febbraio 2018
Nicoletta-P-78
,
Buscate, Italia
...IN RICORDO DEL RE...

La Cappella Espiatoria, voluta da Vittorio Emanuele II, in memoria del Re che perse la vita in un Leggi il seguito

Recensito il 8 febbraio 2018
Gallinicoletta65
,
Pavia, Italia
Leggi tutte le 71 recensioni
  
Recensioni (71)
Filtra recensioni
71 risultati
Valutazione
23
29
14
3
2
Tipo di viaggiatore
Periodo dell'anno
LinguaTutte le lingue
Altre lingue
23
29
14
3
2
Scopri i commenti dei viaggiatori:
Filtra
Aggiornamento elenco in corso…
13 - 18 di 71 recensioni
Recensito il 2 luglio 2017

Per molti anni è stato davvero difficile visitare la Cappella Espiatoria, negli ultimi anni per troppo tempo abbandonata senza guardiani (e questo ha agevolato il furto di tre corone di bronzo a destra della scalinata). Da qualche tempo è stato nominato il guardiano, pertanto è aperta sia in settimana che di domenica (la prima e terza domenica del mese).
Il luogo, al di là dei legami storici, è architettonicamente parlando bellissimo: da non perdere i mosaici del sacello al primo piano oppure i soffitti della cripta.

Data dell'esperienza: luglio 2017
Grazie, BedrosianBaol
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito il 2 luglio 2017

La Cappella Espiatoria e' aperta e gratuita per i visitatori ogni prima e terza domenica del mese. Il 29 luglio di ogni anno poi e' possibile assistere alla cerimonia di commemorazione della morte del Re Umberto I di Savoia: un corteo in costume ricorda il monarca all'interno della cappella.
Per accedere: suonate il citofono posto a destra della cancellata di ferro battuto, vi aprira' la simpatica custode prodiga di informazioni storiche sulla cappella.
Salendo la scalinata principale, si accede alla cappella: stupiscono i mosaici dorati sui 4 lati della volta che ricordano i nomi dei Savoia beati o santi in specifici medaglioni a mosaici, sono pregevolissimi. Poi vi e' un piccolo altare e 4 finestre di puro alabastro.
Sul retro si scendono le scalinate e si accede alla cripta. Luogo di grande storia: un cippo di marmo e' posto nel luogo esatto in cui il Re fu colpito a morte nel 29 luglio 1900 dall'anarchico Gaetano Bresci. In quel luogo, si dice sia conservato ancora il fazzoletto intriso del sangue del Re morente. Il figlio di Umberto I, Vittorio Emanuele III volle che in quel luogo fosse costruita la Cappella Espiatoria. Nella cripta si vedono molte corone inviate ai tempi dai regnanti europei in cordoglio per la morte del Re. Le volte della cripta recano mosaici blu di volta stellata e il tipico motto dei Savoia ''Fert''.
Sembra di tornare indietro nel tempo di 120 anni.

Data dell'esperienza: luglio 2017
Grazie, PalombiG
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito il 26 giugno 2017

L'imponenza esterna non da senso a quanto trovi all'interno. Visitare Monza senza passare all'interno della Cappella espiatoria sarebbe un grande peccato. Il nostro gruppo è rimasto entusiasta, naturalmente la competenza della guida Signora Elena, ci ha coinvolti e ha fatto dimenticare a diversi che eravamo all'ora di pranzo. Da non perdere.
Füma.

Data dell'esperienza: giugno 2017
Grazie, luigifuma
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito il 30 maggio 2017

Il 29 luglio 1900 l'anarchico Gaetano Bresci uccise Re Umberto I mentre si stava recando ad una manifestazione sportiva. In questo luogo sorge la Cappella Espiatoria di Monza, visitabile alcuni giorni della settimana. L'ingresso è gratuito!
Curata nei minimi dettagli, il soffitto mostra mosaici in stile bizantino che richiamano simboli dei Savoia, nella cripta un cippo nero indica il punto dove fu ucciso il re.
Ogni anno, intorno al 20 luglio, le Guardie Reali del Pantheon commemorano il regicidio. Le due croci di alabastro vengono accese la sera del 29 luglio.
Per visitare il grandioso monumento nei giorni stabiliti, suonare alla custode.

Data dell'esperienza: maggio 2017
1  Grazie, Laura G
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito il 17 maggio 2017

Ammetto che ero scoraggiata dalle recensioni precedenti che la davano sempre chiusa e mi sono accinta a visitarla con la convinzione che non sarei riuscita ad accedervi. Invece, quando ci sono capitata io, era aperta!!! Cero, era una situazione un po' al limite, e mi è anche stata fatta una cortesia, fra questioni di sicurezza e agibilità ... Ma ci sono entrata e confermo che vale la pena!

Data dell'esperienza: giugno 2016
Grazie, gabrishelby
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Visualizza più recensioni