Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.
Aperto oggi: 00:00 - 23:59
Il meglio delle recensioni
Meglio andare preparati!

La nostra guida, Robert, è stato gentile davvero. Paziente. Ci ha sostenuto psicologicamente e Leggi il seguito

Recensito il 1 maggio 2019
ValeBi_28
,
Firenze, Italia
Alla scoperta della selvaggia lsola di La Digue

Ho contattato Robert tramite @ pochi giorni prima di partire dall'Italia ed è stato molto Leggi il seguito

Recensito il 30 aprile 2019
stefaniap605
da dispositivo mobile
Leggi tutte le 363 recensioni
  
traduzione di Google
Esperienze consigliate presso Isola La Digue e dintorni
a partire da 570,19 USD
Altre info
a partire da 250,88 USD
Altre info
a partire da 114,04 USD
Altre info
Recensioni (363)
Filtra recensioni
363 risultati
Valutazione
299
36
12
7
9
Tipo di viaggiatore
Periodo dell'anno
LinguaTutte le lingue
Altre lingue
Valutazione
299
36
12
7
9
Scopri i commenti dei viaggiatori:
Filtri selezionati
Filtra
Aggiornamento elenco in corso…
29 - 34 di 363 recensioni
Recensito il 1 marzo 2014 da dispositivo mobile

Abbiamo fissato con Robert appena arrivati a La Digue,lui ci ha informato sul programma e consigliato cosa portarci dietro.la mattina seguente con 15 minuti di ritardo partiamo per l'escursione insieme a una coppia di ragazzi tedeschi,non una semplice camminata nella foresta ma un vera e propria sfaticata passando tra le rocce e raggiungendo anse marron,una spiaggia bellissima raggiungibile solo via mare o a piedi,paradisiaca insomma!!!!lí,ci ha rifocillato con un bel vassoio di frutta fresca e lasciati riposare per un'ora e mezzo.prezzo giusto.consigliato!!!!!

Grazie, perlina64
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito il 18 dicembre 2013

Se andate a La Digue, di passaggio o per alcuni giorni, non potete non conoscere Robert Agnes. Robert è La Digue, una persona squisita e professionale che vi farà amare la sua isola come fosse la vostra.
Ci siamo affidati a lui per un'escursione indimenticabile: itinerario da Anse La Reunion alla piscina naturale di Anse Marron e poi fino Grand Anse da dove siamo ritornati con il taxi compreso nel prezzo del tour. Premetto che mio marito ed io, con le figlie di 18 e 9 anni non siamo dei camminatori, ma mai avremmo pensato di poter attraversare la foresta, o salire sopra rocce di granito o guadare tratti di spiaggia senza aver la minima paura di farci male. Dei provetti Indiana Jones con la bravura di Robert che controlla tutto, dall'acqua alta, alla scivolosità della roccia, ai rami sporgenti alla corrente del mare. Devo dire che questa escursione rimarrà impressa nel nostro cuore per sempre. Dopo aver costeggiato in bicicletta Anse la Reunion, abbiamo cominciato l’itinerario a piedi dall’entrata principale dell'Union Estate Park che è un parco protetto a cui si accede pagando circa 7 euro a persona (l'equivalente di 100 rupie Seychellesi) e dove Robert ci ha illustrato come vengono raccolti, sbucciati e accatastati i cocchi per l'esportazione e dove si possono ammirare le tartarughe giganti, le piantagioni di vaniglia, l'antico cimitero dell'isola, l'antico mulino per estrarre l'olio di copra dalle noci di cocco. All’interno del parco abbiamo visitato anche l'antica casa colonica dove vennero girate diverse scene del film "Emmanuelle" con Sylvia Kristel.
Costeggiando la bella spiaggia di Anse Union abbiamo raggiunto per prima Anse Source à Jean poi Point Source d'Argent fino ad arrivare alla mitica Anse Source d'Argent, la spiaggia delle Seychelles per eccellenza dove ci gustiamo la serenità di questo paradiso con il mare dai mille colori.
Dopo aver aggirato per un sentiero l’estremità sud della spiaggia, raggiungiamo altre bellissime calette fino a Anse Pierrot. Ci siamo inoltrati nella vegetazione selvaggia dell'isola per vari tratti oppure abbiamo costeggiato il mare saltando da una roccia all'altra. L'umidità e l'odore della terra bagnata nella foresta, fa da padrona, ma è impressionante vedere quanto possa essere fitta la vegetazione dove l'uomo passa raramente. Ogni tanto si sbuca sulla costa su qualche alto scoglio. Da qui si può ammirare il verde delle palme inchinarsi alla forza del mare, da rimanere senza fiato. Si prosegue con calma raggiungendo le sperdute spiagge di Anse Aux Cedres e Anse Bonnet Carré fino ad arrivare, dopo aver raggiunto Pointe Jacques, battuta dalle onde potenti. alla splendida piscina naturale Anse Marron. Qui abbiamo fatto una sosta di due ore tra tintarella, snorkeling tra pesci multicolori e relax allietati da un bel piatto di frutta fresca, pulita e tagliata da Robert e da spiedini di pollo (portato tutto in spalle nello zainetto, come nulla fosse). Abbiamo continuato all'interno della foresta dovendo passare anche stretti varchi nella roccia o tunnel naturali di liane. Per ricaricare le forze, Robert si è arrampicato su un albero a piedi nudi e ci ha procurato delle ottime noci di cocco che ha aperto con il machete porgendocele per poterci dissetare. Tutto semplice per lui, che con il passare delle ore più che una guida diventava un amico. L’ultimo tratto è stato il più impegnativo perché abbiamo dovuto attraversare degli enormi massi a pelo d’acqua prima che il salire della marea chiudesse il passaggio. Da lontano vediamo Point Camille e in breve raggiungiamo Grand Cap e arrivando, strisciando letteralmente tra le rocce fino a Anse Aux Songe e subito dopo a Point Canon. Da li Robert ci ha portato per un altro sentiero tra la folta vegetazione fin a farci conoscere la pianta della cannella. Peccato essere attaccati dalle zanzare, l'unica nota stonata della giornata. Ma Robert è provvisto anche di repellente!. Arrivati a Grand Anse abbiamo trovato ad aspettarci il taxi che era stato chiamato dalla nostra guida e che ci ha riportato all'entrata dell’'Union Estate Park dove avevamo lasciato le biciclette e dove abbiamo salutato questo uomo fantastico. Senza di lui non avremmo apprezzato fino in fondo, le bellezze dell'isola e l'ospitalità delle Seychelles. Attrezzatura necessaria suggerita da Robert:scarpe da ginnastica,sandali da spiaggia pantaloni lunghi, cappello ricambi e creme solari. Il ricordo dell’intero tour lo riporto volentieri in questi 48 scatti che riportano con il nome dei luoghi e spiagge visitate, l’intero percorso. Ora per noi Robert è più di un amico.

Data dell'esperienza: giugno 2013
7  Grazie, Rita_G_64
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito il 20 novembre 2013

Abbiamo contattato Robert tramite la reception del nostro hotel ed è venuto la sera stessa a parlarci dell'escursione, dicendoci che c'era la possibilità di farla già l'indomani. Ci ha spiegato tutto nei minimi dettagli: come si snoda il percorso, consigliandoci l'abbigliamento e le scarpe adatte, addirittura quanta acqua a testa portarci!! All'appuntamento il giorno dopo è arrivato con 15 min di ritardo, ma penso che per i seychellesi è una cosa più che normale!!! :D

L'escursione inizia nella piantagione dell'Union Estate che è a pagamento, noi avevamo già pagato il biglietto un paio di giorni prima e avendolo conservato, lo abbiamo mostrato all'entrata chiedendo gentilmente di poter entrare la seconda volta gratuitamente ed ha funzionato!

Vengono mostrate le piante di Vaniglia e spiegata la tecnica di impollinazione, il processo di produzione dell' olio di cocco (viene utilizzato un bue!) e man mano si arriva all'ingresso nella Spiaggia più famosa del mondo Anse Source d'Argent con i suoi affascinanti massi di granito dalle forme più curiose.
Dopo la Spiaggia ci si addentra nel bosco, dove Robert si arrampica sui tronchi lisci delle palme per prendere le noci di cocco (sia quelle verdi con polpa morbida, sia quelle mature che vediamo anche da noi). Oltre alle noci di cocco, raccoglie altri frutti nel bosco: il frutto a stella, le "mele" seychellesi - tutto questo verrà più tardi da lui affettato e servito su dei vassoi direttamente in spiaggia!

Il percorso è molto avventuroso, un continuo passare dal bosco alle rocce, dalle rocce all'acqua, dalle rocce al bosco e così via. Robert è molto attento e si ferma spesso per aspettare coloro che si fermano per una foto oppure propone delle fermate "pitstop" per tirare il fiato e bere un po' d'acqua.

Dopo circa 45 min si arriva alla meta Anse Marron, dove Robert, se ve lo sentite, vi aiuterà ad arrampicarvi su uno dei sassi più grandi! La Spiaggia è molto tranquilla con piscinette naturali di acqua cristallina dove è possibile sdraiarsi e rilassarsi mentre Robert prepara lo spuntino (oltre alla frutta, c'erano degli stuzzichini seychellesi: panzerotti ripieni di tonno e una specie di tortino salato piccante e uno anche dolce).

Dopodiché si continua sempre attraverso sassi, acqua e bosco fino ad arrivare a Grand l'Anse, poi un altro pezzo sali e scendi più un pezzo di boscaglia fittissima (bisogna essere piegati in due per attraversarlo) per arrivare a Grande Anse, da dove il taxi (compreso nel prezzo) vi riporta all ingresso nel parco.

Un grande ringraziamento a Robert che oltre a farci da guida ha saputo trasmetterci anche l'amore per questa magnifica isola facendoci apprezzare ancora di più suo carattere selvaggio!

Data dell'esperienza: novembre 2013
1  Grazie, Veronica M
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito il 7 ottobre 2013

é stata 1 esperienza meravigliosa visitare il sud dell'isola con una guida esperta, simpatica e disponibile come Robert! Da non perdere sono l'escursione ad Anse Marron e Nid d'aigle (il punto più alto dell'isola) con finale su una delle spiagge più belle "Anse Coco". Robert si muove sulle rocce da vero professionista, ed è sempre pronto ad aiutare le persone nei passaggi più difficili. Ti porta su delle rocce che solo con il suo aiuto puoi raggiungere, per vedere dei panorami fantastici. E per finire ti prepara dei piatti di frutta per pranzo che sono delle opere d'arte!!! Da non perdere!!!

Data dell'esperienza: settembre 2013
1  Grazie, AriannaCascinelli
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito il 29 settembre 2013

Ho contattato Robert via telefono dopo aver avuto informazioni da una coppia in hotel. Loro si erano trovati molto bene e lo consigliavano, avevano pagato 35 euro a testa e Robert provvedeva anche ad un pranzo a base di frutta.Avevo un po' di dubbi perché i miei compagni di viaggio (marito e cognati) non erano interessati e quindi ero sola. Al telefono Robert mi chiede dove alloggio (10 minuti a piedi da Anse Source d'Argent) e senza molti altri chiarimenti mi da appuntamento per il giorno seguente davanti alla banca Barclays alle 8 e 35. La mattina seguente mi chiama alle otto dicendomi che serviva la bici, così affitto la bici (costo 7 euro) e vado all'appuntamento. Robert arriva, in ritardo di una quindicina di minuti seguito da una ragazza, sola anche lei, e da una giovane coppia. Iniziamo e finiamo di pedalare in meno di tre minuti fino al raggiungimento dell'eliporto situato poco prima dell'ingresso di Anse Source d'Argent quindi Robert scende e ci dice di lasciare le bici. Lasciare le bici?????? Mi ha fatto prendere la bici per fare 500 mt?? Boh, comincio ad innervosirmi, probabilmente faccio una brutta faccia così lui decide di farci arrivare in bici fino ad Anse Source D'Argent, circa 300 mt più in la, li abbiamo dovuto pagarci l'ingresso (anse Source d'Argent e' a pagamento) altri 7euro circa, e sono arrivata a 14 euro. A questo punto, dato che avevo avuto informazione del prezzo non direttamente da lui, gli chiedo il costo e lui ci dice che fa 40euro, sbotto, gli dico che ieri la sua tariffa era stata di 35 inoltre che avrebbe dovuto comunicarmi che erano da aggiungere sia l'ingresso alla spiaggia che la bici. Lui mugugna un po' poi ci dice che vanno bene 35. Ecco, la parte negativa della giornata e' concentrata nella prima ora, e sicuramente ha innervosito oltre a me anche Robert, ma penso che avrebbe dovuto darmi maggiori ragguagli visto che io ero stata informata sui costi da ragazzi che avevano fatto l'escursione solo il giorno prima. Per il resto l'escursione e' stata bellissima, e Anse Marron un posto da sogno. Robert e' una guida preparata, conosce molto bene l'isola le piante e gli animali che la popolano. Ama sicuramente la sua terra e la rispetta. Il percorso non è facilissimo e consiglio di portare delle scarpette per camminare in acqua, le scarpe da ginnastica non sono adattissime perché ci sono molti passaggi in acqua soprattutto se si trova l'alta marea. Arrivati ad Anse Marron Robert prepara la frutta, non sarete in grado di mangiarla tutta, meravigliosa. Si staziona in paradiso circa due ore e poi si riparte fino a raggiungere Grande Anse, passando attraverso un percorso magnifico. Consiglio questa escursione assolutamente! E' necessario sapere e avere le giuste informazioni prima, la spesa a mio parere deve essere chiara, in fondo si parla di circa 50 euro per mezza giornata, che a mio parere non sono pochi.

Data dell'esperienza: agosto 2013
Grazie, patrizia g
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Visualizza più recensioni