Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.

“visita la casa del barone d'Erlanger prima di villa Rufolo a Ravello”

Palazzo Dar Nejma Ezzahra
Al n.1 in classifica su 8 Cose da fare a Sidi Bou Said
Dettagli sull'attrazione
Recensito 22 ottobre 2015

Per apprezzare la casa del barone Rodolphe d'Erlanger bisogna visitarla prima di villa Rufolo a Ravello almeno per il giardino e l'impatto panoramico.
Interessante l'architettura arabo islamica di inizio novecento e straordinaria la collezione di strumenti musicali.
Da non perdere il bagno e il sistema idraulico di rifornimento e riscaldamento dell'acqua.
Era sposato con una Barbiellini Amidei.

Data dell'esperienza: ottobre 2015
1  Grazie, fibrinogeno
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Scrivi una recensioneRecensioni (144)
Valutazione
Tipo di viaggiatore
Periodo dell'anno
Lingua
  • Altre lingue
Filtra

2 - 6 di 144 recensioni

Recensito 4 settembre 2014

circondata da bellissimi giardini (che come ovunque in tunisia peccano drammaticamente in quanto a manutenzione) la villa del barone di erlanger, di origini franco-tedesche e della sua nobile moglie italiana, a picco sul mare sul golfo di tunisi e in parte ispirata all'alhambra di granada, potrebbe apparire come un tentativo un po' kitsch di ricreare un paradiso orientalista; eppure l'effetto finale, il ricco e ricercatissimo arredamento decadente primi '900, la posizione magnifica, rende il tutto onestamente davvero affascinante. bellissimi i vari salotti, lo studio di pittura, il piccolo hamam, i moltissimi quadri alle pareti, le lampade e i tappeti. alla magica atmosfera del luogo purtroppo non giovano le orde di spaesati e urlanti crocieristi che condotti come branchi di pecore da guide implacabili che li sferzano a corsa da una stanza all'altra (ma cosa riusciranno a capire di un posto del genere?) e che soprattutto di mattina affollano come sciami di mosche impazzite le varie sale rendendo a volte persino impossibile scattare delle foto.

Data dell'esperienza: giugno 2014
1  Grazie, danielFlorence_Italy
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito 10 aprile 2014

Su un promontorio, a picco sul mare, ottima vista sulla città e sul Golfo di Tunisi, case bianche con portoni e finestre blu, caratteristica del Mdfiterraneo (anche in Grecia), è diventato un "quartiere residenziale" per eccellenza, nei pressi del Palazzo Presidenziale e delle rovine di Chartago.

Data dell'esperienza: aprile 2014
Grazie, Valter r
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito 9 dicembre 2013

Case bianche, portoni di un azzurro intenso, giardini di bouganvillee e piante di gelsomino. Questo paradiso dal sapore mediterraneo è Sidi Bou Said. La cittadina, le cui origini risalgono al XIII secolo, è un'ammirata attrazione turistica che può essere raggiunta anche tramite ferrovia da Tunisi. Sidi Bou Said deve la sua affascinante architettura caratterizzata dal colori bianco e blu al pittore francese d’Erlanger che intorno al 1920 decise di applicarli in tutte le costruzioni. E' tuttora considerata la città degli artisti, essendo stata da sempre una delle mete più amate di importanti artisti di tutto il mondo, tra cui Paul Klee. La cosa più piacevole da fare è passeggiare lungo le stradine del centro dove il colore bianco delle case si alterna ai colori vivaci dei portali finemente dipinti e lavorati, per poi concedersi una sosta al luogo più frequentato, il Café des Nattes, dove seduti ad uno dei graziosi tavoli si può gustare il tipico tè alla menta con pinoli. Il luogo affascinante e l'atmosfera rilassante rendono tale sosta obbligatoria. Meta obbligatoria in un giro della Tunisia, purchè si consideri che siamo pur sempre in un paese nordafricano e non ad Oslo e quindi venditori invadenti, pulizia così così, ecc.. Visita del 2012

Data dell'esperienza: gennaio 2013
1  Grazie, 368michelep
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Vedi altre recensioni
Recensito 9 dicembre 2013

L'unica cosa forse rimasta caratteristica del luogo sn le case bianche e le finestre azzurre....è un piccolo paesino in salita 30 minuti e fai il giro

Data dell'esperienza: giugno 2013
Grazie, Dimox
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.

Gli utenti che hanno visto Palazzo Dar Nejma Ezzahra hanno visto anche

Sidi Bou Said, Governatorato di Tunisi
Cartagine, Governatorato di Tunisi
 
Sidi Bou Said, Governatorato di Tunisi
Cartagine, Governatorato di Tunisi
 

Conosci Palazzo Dar Nejma Ezzahra? Condividi la tua esperienza!

Proprietari: qual è la vostra versione dei fatti?

Siete proprietari o gestori di questa struttura? Richiedete gratuitamente il profilo per tenerlo aggiornato, rispondere alle recensioni e tanto altro ancora.

Richiedete il vostro profilo