Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.
Aperto oggi: 00:00 - 23:59
Prenota in anticipo
  
traduzione di Google
Modi per scoprire Eyup
a partire da 138,50 USD
Altre info
a partire da 100,00 USD
Altre info
a partire da 46,93 USD
Altre info
Recensioni (184)
Filtra recensioni
184 risultati
Valutazione
106
63
12
1
2
Tipo di viaggiatore
Periodo dell'anno
LinguaTutte le lingue
Altre lingue
Valutazione
106
63
12
1
2
Scopri i commenti dei viaggiatori:
Filtra
Aggiornamento elenco in corso…
3 - 8 di 184 recensioni
Recensito il 1 settembre 2015

Vale la spesa venire in questo quartiere per vedere ed assaporare la vera Istanbul, quella al di fuori dei bus pieni di turisti in batteria. Qui, oltre a monumenti di tutto rispetto come la omonima moschea, ci sono le viuzze piene di botteghe e piccoli ristori, tutti tipici ed autentici.

Data dell'esperienza: settembre 2015
Grazie, pierreboy
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito il 30 maggio 2015

Da non perdere Eyüp ASSOLUTAMENTE...!!!
la moschea di Eyüp e la tomba di Eyüp, dedicata a uno dei compagni di Maometto che perse la vita presso Costantinopoli nel corso della prima spedizione (673-677). La moschea fu costruita otto secoli dopo sul luogo di sepoltura di Eyüp, ritrovato casualmente. è la moschea più sacra di Istanbul e la tomba di Eyüp (ubicata nel complesso della moschea e ora in fase di restauro) rappresenta uno dei luoghi sacri per la religione islamica preceduto solo dalla Mecca e da Gerusalemme. è per questo che si respira un’atmosfera particolare..
Da non perdere poi il viaggetto sulla funivia che sale sulla collina di Pierre Loti. Da qui si gode di una spettacolare vista sul Corno d’Oro. Consigliato soprattutto al tramonto.
Consigliatissimooooooooo!!!

Data dell'esperienza: maggio 2015
1  Grazie, Antonio P
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito il 20 aprile 2015

A ridosso del Corno d’Oro si incontra il quartiere di Eyüp. Quartiere caotico e noto per la famosa Moschea di Eyüp, la più sacra di Istanbul in quanto si dice ospita la tomba del
compagno del Profeta Maometto. Dalla piazza principale di Eyüp si dirama una strada affollatissima di gente e negozietti di tutti i generi dove però spiccano quelli alimentari con fantastici panifici. Da visitare, magari dopo una "discesa" dal corno d'oro lungo le mura che costeggiano il cimitero. Se fate questa strada soffermativi su le varie scritte fatte sul muro, molto interessanti!

Data dell'esperienza: marzo 2015
1  Grazie, antonio p
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito il 3 novembre 2014

Il quartiere, che si estende dal Corno d'Oro fino in pratica alla costa del Mar Nero, è indubbiamente uno dei più vivaci e veri della città, oltre che un punto di riferimento molto significativo per la comunità musulmana.

Per raggiungere Eyup vi consiglio il traghetto da Eminonu, o via terra con i mezzi o taxi...ma è una soluzione meno pratica e meno suggestiva.

L'anima del quartiere è l'omonima moschea edificata dal sultano Mehmet II il Conquistatore nel periodo ottomano per commemorare un luogo che raccoglieva fedeli da tempo immemorabile.

Tuttavia la moschea che ammiriamo oggi, circondata da minareti ed in un bel marmo bianco, risale solo al XIX secolo, ma è particolare perché non raggiunta dalle orde dei turisti e molto frequentata dai fedeli.

Vi segnalo anche di visitare nel cortile la tomba di Eyup (il santo a cui il luogo è dedicato) con i suoi resti ed un'impronta di un piede di Maometto: il sito è molto facile da trovare grazie all'affluenza dei fedeli ed alla sontuosa inferriata.

Da qui, se avete voglia e tempo, visitate anche il quartiere con vecchie case in legno; la frenetica zona della moschea comprese le immancabili bancarelle con oggetti religiosi; il vicino cimitero musulmano ed arrivate a piedi (altrimenti c'è anche la teleferica) fino alla terrazza panoramica del Pierre Loti Cafè per ammirare un altro scorcio della città e della sua immensa periferia.

Vi consiglio la visita (ingresso gratuito) della moschea e della zona solo se siete interessati ad un luogo molto più religioso e vero che turistico e se, soprattutto, avete tempo a disposizione, perché prima in città ci sono molte altre attrazioni (imperdibili!) da ammirare.

Data dell'esperienza: maggio 2014
2  Grazie, DeGustibus67
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito il 1 giugno 2014

Da eminonu prendiamo il traghetto per Eyup. Il tragitto dura circa 20 minuti ed è molto bello vedere il corno d’oro da questa prospettiva. Fa freddo ma ci vestiamo bene e stiamo sul ponte esterno, che comunque è coperto, e ci scaldiamo con cay
che il barista volante vende direttamente sul ponte girando tra i passeggeri col suo bel cabaret turco, urlando “ cay, cay cay”. Arriviamo a Eyup, proprio all’ora della preghiera. E’ stata una esperienza veramente suggestiva. Tutta la piazza antistante la Moschea era chiusa da transenne e mentre il Muezzin recita la
preghiera i fedeli si alzano e poi si inginocchiano all’unisono. L’esperienza è incredibile, non ci sono turisti a parte noi e notiamo che anche i poliziotti che dovrebbero vigilare sulla sicurezza di questa moltitudine di persone, in realtà stanno partecipando alla preghiera e seguendo il Muezzin. Ci mettiamo in un angolo ad aspettare la fine della preghiera. Non appena finita, tutti si alzano contemporaneamente, raccolgono i tappeti e si sparpagliano. Noi compriamo dei dolcetti e andiamo a prendere la funivia per il Pierre Loti Cafè. Facciamo un sacco di fila, si vede che oggi è un giorno festivo per i musulmani, sembra un po’ una nostra domenica. Arriviamo su e con un po’ di fortuna troviamo un tavolino, mangiamo i nostri dolcetti e ci facciamo portare due tea alla mela, guardando il panorama insieme ad una moltitudine di famigliole che si rilassano qui dopo la preghiera. Scendiamo a piedi attraversando il suggestivo cimitero che occupa tutta la collina di Eyup, fino ad arrivare nuovamente alla moschea, che adesso riusciamo a visitare nonostante il gran numero di persone che nel cortile prega davanti al reliquiario del profeta Giobbe.

Data dell'esperienza: aprile 2014
2  Grazie, cicciazza
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Visualizza più recensioni