Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.
Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.
Le recensioni più recenti. I prezzi più bassi. Il luogo perfetto dove prenotare gli hotel.

“bello da vedere” Punteggio 5 su 5
Recensione di Museo di Bevagna

Museo di Bevagna
Al n.7 in classifica su 22 Cose da fare a Bevagna
Dettagli sull'attrazione
padova
Contributore livello
10 recensioni
common_n_attraction_reviews_1bd8 9 voti utili
“bello da vedere”
Punteggio 5 su 5 Recensito il 2 giugno 2012

tuuto il paesino con le mura e le porte, il teattro, i laboratori.

Visitato a Maggio 2012
È utile?
Grazie, olliPadova
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Scrivi una recensione

46 recensioni dei viaggiatori

Valutazione dei visitatori
    24
    16
    3
    1
    2
Data | Punteggio
  • Francese per primo
  • Inglese per primo
  • Italiano per primo
  • Olandese per primo
  • Tutti
  • Tutte le più recenti in italiano
Italiano per primo
Aosta, Italia
Contributore livello
15 recensioni
5 recensioni per questa attrazione
common_n_attraction_reviews_1bd8 13 voti utili
“Un valore aggiunto al viaggio in Umbria!!”
Punteggio 5 su 5 Recensito il 9 maggio 2012

Nel preparare il viaggio in Umbria avevamo trovato delle indicazioni sulle botteghe degli antichi mestieri di Bevagna. Ci siamo passati nel pomeriggio del 30/4 e abbiamo avuto la fortuna di poter visitare la "cartiera" (lavorazione della carta bambagina) e la cereria (foto)-(produzione delle candele in pura cera d'api). Un'esperienza bellissima. Ambienti e macchinari ben ricostruiti e artigiani del mestiere veramente eccezionali nella loro disponibilità a spiegare. Soprattutto il titolare della cartiera ci ha veramente conquistati per la semplicità e la passione con le quali ci spiegava ogni singola fase del processo di lavorazione. In aggiunta ci ha fatto anche una presentazione di quella che sarà la festa della città nel mese di giugno "Il Mercato delle Gaite". La breve illustrazione, anche brevemente mimata e recitata, è stata così realistica da trasmetterci una gran voglia di vedere questa festa (con gara dei mestieri medievali). Non mancate di fare tappa a Bevagna. (ps ci sono anche le botteghe del Dipintore e il Setificio che erano chiuse).

Visitato a Aprile 2012
È utile?
Grazie, kronox58
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
scorpione da Firenze
Contributore livello
88 recensioni
55 recensioni per questa attrazione
common_n_attraction_reviews_1bd8 65 voti utili
“Il Mercato delle Gaite”
Punteggio 4 su 5 Recensito il 2 maggio 2012

Ogni anno, a fine giugno, la cittadina cambia volto e si anima: un'intera settimana, infatti è dedicata a una delle più curate rievocazioni medievali alle quali (e sono tante, vi assicuro) ho avuto occasione di partecipare. Niente "baracconate", qui, ma una festa particolare alla creazione della quale le "Gaite" (è il nome degli antichi quartieri: San Giovanni, San Giorgio, San Pietro e Santa Maria, ognuno con i suoi colori e il suo gonfalone) lavorano alacremente tutto l'anno. Sostanzialmente è una gara che si svolge in più settori: Tiro con la balestra, Mestieri (2 per Gaita), Cena medievale, Mercato, Ognuno degli ultimi tre, accompagnato da musiche e spettacolo, viene valutato da una giuria di specialisti che darà un punteggio in base all'attinenza storica e alla gradevolezza. In quei giorni (ma soprattutto la sera) potrete vedere girare adulti e bambini in costume, visitare i mestieri e i mercatini, mangiare nelle taverne dove ogni Gaita presenta fra l'altro anche il "piatto gara", quello cioè che viene presentato alla giuria. La sera della premiazione la tensione vibra nell'aria ed eslpode in grandi urla di incoraggiamento da parte dei sostenitori alla Gaita alla quale hanno dedicato cuore e fatiche. Finita la festa, Bevagna ritorna ad assumere il volto della cittadina di provincia, bella ma un po' sonnolenta, in attesa della prossima festa. Attenzione: i mestieri sono visitabili tutto l'anno, basta informarsi all'ente turismo!

Visitato a Giugno 2011
È utile?
1 Grazie, melegueta
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Contributore livello
34 recensioni
3 recensioni per questa attrazione
common_n_attraction_reviews_1bd8 20 voti utili
“Un tuffo nel passato”
Punteggio 5 su 5 Recensito il 4 dicembre 2011

Le sale del museo (museo civico, pinacoteca, lapidario romano) sono state ricavate nell'antico palazzo comunale.
Tutto molto curato e ben tenuto.
Molto gentile e disponibile il personale che lo cura.
Oltre al museo abbiamo visitato anche lo stabile con i mosaici romani delle antiche terme del municipium di Mevania e il teatro Torti (nella piazza principale), guidati da una gentilissima operatrice del museo.
Abbiamo anche avuto la fortuna di poter visitare, fuori stagione, le botteghe degli antichi mestieri: la bottega del dipintore, l'antica cereria, l'erboristeria, il setificio e la cartiera. Tutte queste botteghe sono state ricreate con un'ambientazione medievale dalle varie "gaite" dell'antico borgo. Lodevole l'iniziativa, la fedeltà della ricostruzione e la passione che gli abitanti del luogo hanno per mantenere vive queste tradizioni che fanno parte del loro bagaglio umano e culturale.
Dev'essere qualcosa da non perdere la Festa delle gaite di fine giugno: vorrei davvero andarci!

Visitato a Novembre 2011
È utile?
1 Grazie, filza
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
scorpione da Firenze
Contributore livello
88 recensioni
55 recensioni per questa attrazione
common_n_attraction_reviews_1bd8 65 voti utili
“Se il Museo è nella media, la cittadina merita una visita”
Punteggio 3 su 5 Recensito il 23 novembre 2011

Il Museo non è niente di speciale, anche se ci sono dei pezzi interessanti. La cittadina, invece, è decisamente affascinante, con le porte che si aprono nei tratti sopravvissuti della cortina muraria medievale, i suoi vicoli stretti fra antiche mura e la bella piazza della Cattedrale. Se ci andrete, non scordate di visitare (prenotazioni al Museo) i resti delle terme romane con un bellissimo mosaico in bianco e nero. Le parti mancanti, sono ancora nascoste sotto le case adiacenti e il pavimento stradale, così come in molti garages sono visibili i resti dell'"opus reticulatum" romano. A Bevagna c'è anche un anfiteatro romano, metà del quale è utilizzato come ristorante e l'altra come "mostra" di oggetti d'artigianato, così come nell'antico Palazzo dei Priori è stabile una cartiera funzionante in tutto simile a quella di Fabriano. Perché i Bevanati hanno a fine giugno una festa in cui, fra l'altro, si riscoprono gli antichi mestieri, il "Mercato delle Gaite". Ma il mio appuntamento irrinunciabile è una sosta nella chiesa di San Silvestro, in piazza della Cattedrale. Quieta, antichissima, è stupenda nella sua asimmetria e rasserenante nella sua semplicità

Visitato a Giugno 2011
È utile?
2 Grazie, melegueta
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.

Gli utenti che hanno visto Museo di Bevagna hanno visto anche

Bevagna, Provincia di Perugia
Bevagna, Provincia di Perugia
 
Bevagna, Provincia di Perugia
Bevagna, Provincia di Perugia
 

Conosci Museo di Bevagna? Condividi la tua esperienza!

Proprietari: qual è la vostra versione dei fatti?

Siete proprietari o gestori di questa struttura? Richiedete gratuitamente il profilo per tenerlo aggiornato,
rispondere alle recensioni e tanto altro ancora.

Richiedete il vostro profilo