Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.

“Reperto notevole”
Recensione di Castelliere di Monrupino

Castelliere di Monrupino
Al n.3 in classifica su 5 Cose da fare a Monrupino
Maggiori dettagli sull'attrazione
Dettagli sull'attrazione
Durata consigliata per la visita: Meno di 1 ora
Recensito 6 aprile 2017

Per raggiungerlo si può arrivare da Trieste a bordo del bus 46 (fermata Rocca di Monrupino).Dalla fermata ci si inerpica brevemente entro un bosco e, traguardando il traliccio che domina l’altura, si arriva a destinazione, ovvero una duplice cinta di quelli che un tempo furono muraglioni, più largo quello sottostante e molto ridotto quello sovrastante. Lo stato di conservazione potrebbe essere migliore tenuto conto che l’opera è di ben quindici secoli anteriori alla nascita di Cristo.

1  Grazie, lorenzo p
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Scrivi una recensioneRecensioni (11)
Valutazione
Tipo di viaggiatore
Periodo dell'anno
Lingua
Filtra

4 - 8 di 11 recensioni

Recensito 25 febbraio 2017

Luogo tranquillo, da cui si gode un bellissimo panorama. I tre edifici presenti sono conservati molto bene. La chiesetta dedicata alla vergine Maria è visitabile e molto bella.

Grazie, ziapreferita
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito 12 ottobre 2016

Mi piace raccontare di questa visita dell’antico castelliere dal quale in una giornata splendida come questa abbiamo apprezzato e goduto della bellezza del panorama che spazia a 360 gradi dal carso Triestino alle vette delle dolomiti. La pace, il silenzio e il contesto di straordinaria bellezza naturale rendono il castelliere che si erge su una collina una tappa imperdibile in zona.
Il castelliere ha origini antichissime e si pensa venne costruito sui resti di uno preistorico ed è sempre stato abitato fino ai giorni nostri.
Ha un nome particolare se tradotto in lingua slovena Repentabor che è strettamente legato alla nascita del santuario consacrato nel 1512 alla Beata Vergine Maria Assunta. Infatti tabor sta per fortificazione ma Repena sta per coda, perché si narra che il luogo era inaccessibile per la presenza del demonio, ma durante una notte di tempesta la Madonna lo scaccio e gli abitanti al mattino trovarono sul grande tiglio la coda del diavolo .

Abbiamo scattato diverse fotografie che allego volentieri sia della antica cinta muraria in pietra che delle costruzioni tipiche in stile carsico, con tetto in pietra che costituivano l’abitato racchiuso dalle due cinta murarie . La chiesa dagli interni sobri presenta tuttavia una altare gotico come si vede nelle foto .

Se questa recensione vi è piaciuta, potete leggere le mie tante altre su Trieste e un mi fa piacere un click su : È Utile?

Grazie, Rita_G_64
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito 30 agosto 2016

Ogni volta che amici o conoscenti vengono a visitare Trieste "impongo" loro un giro sul nostro Carso. Faccio "bingo" se la giornata è limpida o se siamo in autunno avanzato quando la già splendida vista offre colori incredibili. La Rocca di Monrupino non solo è bella di suo ma è pure imperdibile per apprezzare il tutto. Quindi, visita obbligata a questa bellissima Rocca. Stavolta trovo pure aperta la chiesetta che tanta storia e arte tramanda (bellissimi pure gli interni). Immancabilmente poi, spiego, con semplicità e rispetto, la motivazione di tutte quelle scritte in sloveno. E' la lingua madre di questa zona e non solo questa; la "minoranza slovena" è nativa pure di molte zone della città di Trieste e parla, giustamente la sua lingua. Chi più, chi meno, tutti "capiscono". Ma un sassolino me lo tolgo, io triestino che conosco e apprezzo la comunità slovena (ne ho di amici ...e che amici! e quante meravigliose persone ho conosciuto in Carso e Slovenia!) mi chiedo: possibile che su quel meraviglioso colle che propone una vista strepitosa non ci sia una parola in italiano, una spiegazione del luogo? E ancora, anche le locandine in chiesa sono esclusivamente in sloveno: è vietato agli italiani sapere? Dai, Sindaco Pisani (persona bravissima), siamo nel 2016 ...apra agli italiani! Abbandoniamo le "ottusità" che sono degli "ignoranti" (di ogni parte).

Grazie, Claudio S
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Vedi altre recensioni
Recensito 13 gennaio 2016

Sicuramente non è una delle attrazioni principali della regione, ma è uno di quei piccoli tesori nascosti in qualche valle del Carso triestino, poco conosciuti anche dai locali e che meritano una visita. Arrivarci con l'auto non è difficile ci sono le indicazioni una volta raggiunto il paese di Opicina oppure col bus che vi porta nei pressi del castelliere o rocca di Monrupino. Arrivati in cima quel che attrae immediatamente è il panorama sulle valli circostanti, veramente stupendo. Gli edifici sono in tipico stile carsico, bassi e costruiti in pietra chiara interessante per chi vuol saperne di più sulla storia locale.
Consiglio la visita abbinandola ad un'altra sosta, magari in una osmizza della zona.

Grazie, shyguy1983
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.

Gli utenti che hanno visto Castelliere di Monrupino hanno visto anche

Trieste, Provincia di Trieste
Monrupino, Provincia di Trieste
 

Conosci Castelliere di Monrupino? Condividi la tua esperienza!

Proprietari: qual è la vostra versione dei fatti?

Siete proprietari o gestori di questa struttura? Richiedete gratuitamente il profilo per tenerlo aggiornato, rispondere alle recensioni e tanto altro ancora.

Richiedete il vostro profilo