Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.
Aperto oggi: 09:00 - 19:00
Salva
Il meglio delle recensioni
Super!!

Esposizione affascinante, incantevole e sorprendente! Un'esperienza da non perdere sia per Leggi il seguito

Recensito 1 settimana fa
Silvia F
da dispositivo mobile
una bella giornata trascorsa con un gruppo di amici

un luogo magico con sorprese ad ogni stanza , soprattutto fondamentale l'appassionata didattica del Leggi il seguito

Recensito 3 settimane fa
hunter1954
Leggi tutte le 233 recensioni
  
Recensioni (233)
Filtra recensioni
233 risultati
Valutazione
224
8
0
1
0
Tipo di viaggiatore
Periodo dell'anno
LinguaTutte le lingue
Altre lingue
224
8
0
1
0
Scopri i commenti dei viaggiatori:
Filtra
Aggiornamento elenco in corso…
34 - 39 di 233 recensioni
Recensito il 3 giugno 2018

Il museo Cinema a Pennello è una perla nel cuore del territorio marchigiano. Attraverso le stanze del palazzo ottocentesco che lo ospita si possono ammirare bozzetti, manifesti e cimeli cinematografici dal valore inestimabile.
Solo un gesto di vero amore poteva creare un museo come questo, la dedizione del proprietario la si vede in ogni dettaglio e nelle parole che spende per descrivere ogni elemento della sua collezione.
Se siete amanti del cinema, ma alla fine anche se non lo siete, fate un salto e lasciatevi incantare.

Data dell'esperienza: giugno 2018
Grazie, Laura M
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito il 1 giugno 2018

Indescrivibile la bellezza di questo posto. A cominciare dalla splendida cornice del Palazzo che ospita il museo e l'incantevole paese in cui è ubicato. Il proprietario Paolo Marinozzi ci ha fatto da Cicerone mostrandoci le meraviglie che ha collezionato negli anni. Ci si perde così in due piani ricchi di bozzetti cinematografici, manifesti storici, cimeli dal valore inestimabile. Nelle stanze elegantemente arredate, ci si può tuffare nella storia del cinema italiano senza soluzione di continuità. Si passa dal bozzetto di "Amarcord" di Fellini all' "Accattone" di Pasolini, dalle commedie all'italiana con Mastroianni, Manfredi, Gassman, Sordi ad una sezione su Totò e ad una più recente su Carlo Verdone. E poi tanto cinema internazionale nelle edizioni dei manifesti disegnati in Italia, come quello di "Psyco" di Hitchcock o lo storico "Ombre Rosse" di Ford. E' un percorso cinematografico e storico affascinante, ma allo stesso tempo anche una galleria artistica notevole, con alcuni dipinti che sono veri e propri capolavori popolari, al di là del film che raffigurano. Un luogo che trasuda amore e passione, imprescindibile per chi ama il cinema e l'arte.

Data dell'esperienza: maggio 2018
Grazie, Cristian S
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito il 31 maggio 2018 da dispositivo mobile

Una visita emozionante, una scoperta felice, opere d’arte uniche al mondo al servizio del
cinema, un palazzo bellissimo, una famiglia fantastica Complimenti Paolo e Alessandro consiglio la visita. Nella foto sono con il grande Paolo Marinozzi, il regista Cristian Scardigno davanti il dipinto originale di Amarcord di Fellini a cura del grande pittore Giuliano Geleng, tra le opere del Museo del Cinema a Pennello di Palazzo Marinozzi a Montecò. Voto 10

Data dell'esperienza: maggio 2018
Grazie, Daniele U
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito il 30 maggio 2018 da dispositivo mobile

Nel cinema si può assaporare, tra il primo ed il secondo tempo, quell’emozione che quasi non riesci a percepire... ma che si completata tra una “pennellata” e l’altra!
Un museo, “CINEMA A PENNELLO”, che non ti aspetti.
In ogni bozzetto c’è da immergersi per catturare quanto di più li ha resi così unici.
Percepire le sensazioni, le emozione di ogni artista.
Tra la melanconia, la gioia, l’angoscia e la passione!!!!
Tornerò sicuramente a re immergermi in quei racconti che, il signor Paolo Marinozzi, come fosse un canzoniere mi ha fatto vivere.

Data dell'esperienza: maggio 2018
Grazie, Michela_osm
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito il 25 maggio 2018 da dispositivo mobile

Un’esperienza unica ed indimenticabile, abbiamo partecipato a questa visita sotto la guida del padrone di casa Marinozzi, una persona eccezionale che ha saputo emozionarci nell’illustrarci ogni singola opera di questo museo privato pieno di chicche e sorprese, siamo rimasti letteralmente senza parole davanti a tanta bellezza mentre ci arricchiva la visita con aneddoti meravigliosi, la passione che ha messo per tirare su questo museo si vede tutta ed è riuscito a regalare a tutti noi pezzi di storia che altrimenti sarebbe sicuramente andata persa o addirittura distrutta. Consigliatissimo

Data dell'esperienza: maggio 2018
Grazie, danielegardini
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Visualizza più recensioni