Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.
Hotel nelle vicinanze
Recensioni (891)
Filtra recensioni
891 risultati
Valutazione
531
202
85
38
35
Tipo di viaggiatore
Periodo dell'anno
LinguaTutte le lingue
Altre lingue
531
202
85
38
35
Scopri i commenti dei viaggiatori:
Filtra
Aggiornamento elenco in corso…
5 - 10 di 891 recensioni
Recensito il 17 maggio 2017 da dispositivo mobile

Ottima accoglienza in questo bell'albergo in cima a Positano. Molto gradevole l'accoglienza in questa perla della costiera amalfitana. Camere molto curate e struttura molto ben organizzata. Veramente bella la terrazza del bar con una vista mozzafiato.

Data del soggiorno: aprile 2017
Tipo di viaggio: Ha viaggiato con amici
3  Grazie, XWZJKW
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito il 24 aprile 2017

Mia moglie mi aveva chiesto da diverso tempo di portarla a Positano. Finalmente questo anno l'ho accontentata. Anche a me piace molto l'atmosfera speciale che si respira in questo posto e la vista panoramica che si gode, aprendo la persiana, con il sole davanti ed il mare luccicante. Abbiamo trovato un Hotel che ci offre tutto questo e di più. L'Hotel Villa Franca ha 44 camere, suddivise in standard, de luxe e suite, ha ben 5 piani e due ristoranti, e, meraviglia ha, sul tetto, una stupenda piscina stagionale con Spa ed hammam e massaggi a richiesta. Ogni camera è spaziosa e con bagni in marmo e balcone proprio. Gli asciugamani sono capienti e morbidi. L'Hotel è ricavato da una ex dimora privata, quindi quà e la sono visibili alcuni dei precedenti arredi, come i tavoli dei giochi di società. L'Hotel ha apertura stagionale, da fine marzo al 10 novembre, non accetta animali, ed ha l'aria condizionata centralizzata. Dispone anche di parcheggio custodito a pagamento e di servizio in camera. Wifi ai piani gratuito. Il ristorante Li Galli vi aspetta per una bellissima e buonissima cena, con un limoncello finale. E, dopo un sonno profondo e ristoratore nel completo silenzio (il traffico stradale è quasi nullo!), la mattina vi aspetta una buona ed abbondante colazione, con un eccellente caffè. L'Hotel gode di una vista insuperabile, essendo posto a dx sulla conca ricurva di Positano. Sono certo che vi piacerà così come è piaciuto a noi.

Consiglio sulle camere: Tutte le stanze hanno balcone proprio. Aria condizionata centralizzata.
Data del soggiorno: aprile 2017
  • Tipo di viaggio: Ha viaggiato in coppia
    • Qualità del sonno
    • Stanze
    • Servizio
5  Grazie, Giofriro F
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito il 30 gennaio 2017 da dispositivo mobile

Non ci sono parole, eccezionale! Da non andare via.. Contentissimi dell'esperienza! Gentilezza e cortesia voto 10, pulizia 20! Accoglienza impeccabile.. Consigliato da amici e consigliato sicuramente da noi a tutti! Bravi!

Data del soggiorno: luglio 2016
3  Grazie, Mariarita_09
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito il 6 ottobre 2016

Questa struttura ha suscitato in me sentimenti contrastanti perché, da un lato, è innegabile che l’hotel in sé sia strepitoso ed il mio soggiorno romantico di due giorni ad agosto, trascorso in compagnia di mio marito, sia stato splendido, dall’altro è altrettanto vero che la politica, a mio parere fortemente discriminatoria, che la direzione ha intenzione di applicare, a partire dal prossimo anno, nei confronti dei bambini al di sotto di 12 anni, che non dovrebbero più essere accettati come clienti, ha suscitato in me, come madre di una bimba di un anno e come persona, una decisa indignazione.

Procediamo però, con ordine, all’enunciazione dei fatti ed alle mie considerazioni sul soggiorno e sulla struttura. Dunque: ho prenotato un breve vacanza in questo hotel ad agosto con mio marito, dato che volevamo concederci una pausa romantica solo per noi e devo dire che, in questo senso, non sono rimasta delusa, anzi mi sarebbe piaciuto restare di più, ma le politiche di cancellazione poste in atto dal Villa Franca, che sono il primo oggetto della mia critica, mi hanno un po’ scoraggiata. Infatti ogni modifica o cancellazione di un soggiorno, effettuata 15 giorni prima della data di arrivo, comporta una penale dell’intero prezzo della vacanza. Ritengo tale politica, a tutela sicuramente degli interessi dell’hotel, poco favorevole per i clienti, perché, posto che chiunque prenoti un soggiorno abbia tutta l’intenzione di effettuarlo, le variabili e gli imprevisti che possono capitare nella vita di chiunque, atti a comportare un eventuale annullamento, o anche solo un cambio di datazione di un soggiorno, sono davvero molteplici, per cui pagare l’intero prezzo della vacanza, considerando anche la tariffa alta delle camere, mi sembra eccessivo. Il risultato è che molti clienti, soprattutto italiani, pur volendo risiedere in questo hotel si vedono costretti, a loro tutela, a ridurre quanto meno il numero delle notti di permanenza. Questo, almeno, è ciò che è accaduto a me. Avrei, infatti, volentieri e certamente trascorso quattro notti in tale struttura, anziché due (avendo una bimba piccola io e mio marito non ce la sentivamo di lasciarla con i nonni, cui pure è abituata, per più di quattro giorni), se la penale fosse stata relativa solo al costo della prima notte, come in tutti gli hotel in cui ho soggiornato prima d’ora.

Al di là di tale critica, che pure ho mosso direttamente alla reception alla mia partenza, devo costatare che il soggiorno è stato meraviglioso e perfetto da tutti i punti di vista. La struttura, situata in posizione strategica sulla sommità della collina di Positano, è davvero splendida con un arredamento curatissimo, estremamente raffinato e di classe che, nella costiera amalfitana, sicuramente non ha eguali. L’arredamento è in uno stile shabby chic, rivisitato in chiave moderna, interamente giocato sui toni del bianco, colore dominante, del grigio, tinta dei divani, del nero di varie poltrone e del verde acqua, nuance, quest’ultima, presente in molti quadri, nei cuscini e nelle ceramiche, di varie forme, usate come soprammobili. Le ampie sale dell’ingresso sono luminose con le maioliche bianche del pavimento, intervallate, qua e là, da inserti che formano degli ornamenti classici, eleganti con foglie d’acanto intrecciate, di color giallino, azzurro e verde chiaro, costituenti il leit motiv dei decori dell’hotel. Ovunque quadri moderni, alcuni con volti dipinti su sfondi dorati, a rendere calda l’atmosfera, altri di gusto impressionistico alla Monet, che riproducono i paesaggi marini e rocciosi della costiera amalfitana e delle isole, riuscendo mirabilmente a rendere i colori cangianti e trasparenti, nonché l’azzurro intenso che si mesce con il verde acqua, degli splendidi fondali marini della zona. A completare l’opera oggetti d’arte contemporanea sparsi ovunque per le sale: piccole sculture di bagnanti, che ricordano vagamente le pingui donne di Botero, appese con sottilissimi fili di nailon su alcune finestre, o sculture in bronzo, o ancora busti di donne dai capelli composti di spugne marine per finire con maioliche, vasi di varia forma o riproduzioni di ricci di mare, di un intenso colore verde mare, che rendono incantevole l’atmosfera. Nella sala principale, inoltre, troneggia un pianoforte a coda e sui tavolinetti bassi, posti fra i comodi divani, si trovano libri d’arte di pregio di ogni genere ed epoca. Al soffitto i ventilatori a pala di stile coloniale (che, sebbene in funzione, hanno una valore puramente ornamentale dato che c’è l’aria condizionata in tutta la struttura) si armonizzano mirabilmente con lampade bianche e nere, riprese, nel medesimo stile, anche alle pareti e su alcuni mobili. Le luci sono calde ed avvolgenti. L’atmosfera lussuosa ed elegante. Completano l’opera alcuni terrazzini vista mare: due nella sala colazioni, per offrire un scorcio fin dal mattino su un panorama delizioso, uno piccolo, laterale, contornato di verde, che ospita due tavolini a mezzaluna, ideali per sorseggiare un drink, e l’altro, rettangolare e più ampio, che è la sede del ristorante. Quest’ultimo, che si dispiega a partire dal salone principale ed è arredato nel medesimo stile, è incantevole ed offre una visuale davvero straordinaria. La terrazza nella quale è ospitato, coperta da una struttura in muratura e vetro che forma un finto pergolato richiudibile, adorno, nella parte alta, di piante e fiori rosa ed impreziosito da due lampadari laterali a gocce di cristallo, s’affaccia su un promontorio a picco sul mare ed offre una vista davvero mozzafiato sulla baia, per cui vale davvero la pena cenarvi. Se si arriva alle 20, quando è ancora giorno, si può inoltre godere del tramonto sul mare, in un’atmosfera davvero da sogno.

L’accoglienza al nostro arrivo ed il servizio sono stati parimenti al top. Appena giunti ci hanno offerto dell’acqua con limone a temperatura ambiente e dei dolcetti tipici per ristorarci dalla fatica del viaggio e dalla calura esterna, e, di seguito, dopo averci guidato ad una breve visita dell’hotel, ci hanno offerto, come benvenuto due calici di champagne che abbiamo amabilmente sorseggiato nell’intimo terrazzino a picco sul mare che ho descritto prima. Subito dopo, mentre un solerte facchino si occupava di portarci i bagagli in camera, la signorina della reception ci ha condotto nella nostra stanza. Avevamo prenotato una superior vista mare (dato che le classic erano terminate), ma ci hanno offerto un up-grade e ci hanno assegnato una splendida deluxe con la medesima visuale.

Inutile specificare la magnificenza, lo splendore e la comodità di tale sistemazione. A parte l’ampiezza della stanza e l’estrema pulizia, ciò che fa la differenza è la bellezza degli arredi, la scenografia che contorna il letto e la cura, estrema, di ogni dettaglio. Il letto matrimoniale, infatti, troneggia, con il suo delizioso digradare di ben quattro cuscini di varia foggia e dimensione, fra due colonne bianche ed è posto davanti ad un muro a trapezio che crea uno sfondo quasi teatrale e che trova il suo fulcro in uno scenico specchio ovale, contornato da decori, situati sulle maioliche bianche (poste sul medesimo muro), che ricreano una corona d’alloro verdeggiante con vari fregi gialli ed azzurri, atti a riprendere il tema decorativo dell’hotel, un motivo, questo, presente, qua e là, anche sui pavimenti di piastrelle bianche nella stanza, come nei corridoi esterni, come nella hall. Luci scenografiche interne e due lampade completano il finto proscenio, ulteriormente impreziosito anche da un’orchidea bianca, posta su uno dei due basamenti delle colonne, che diffonde una delicata fragranza nell’ambiente. La biancheria da letto è morbida, di ottima fattura e qualità ed il materasso è comodissimo. L’armadio, con un ulteriore tocco d’originalità, è una vera e propria cabina, ricavata dietro il muro a trapezio, cui si accede da un vano, posto accanto al letto, adorno di graziosi tendaggi d’un pallido giallino, ripresi sulla finestra che dà accesso all’ampio balcone. Quest’ultimo, che consente una strepitosa vista mare su due lati, non solo è amplissimo, ma è corredato di un tavolino con sedie, un ombrellone e due lettini con tanto di asciugamani per stendersi a prendere il sole in totale comfort, godendo nel contempo di privacy. La stanza offre, inoltre, tutte le comodità, compresi: la macchina per il caffè, con bevande annesse, ed un ampio divano a parete, perfettamente integrato nella stanza e parimenti decorato, che, all’occorrenza, potrebbe fungere anche da terzo letto. Il bagno, egualmente bianco, moderno, luminoso e pulito nasconde un’ultima piacevole sorpresa: la presenza di un’ampia finestra a parete, corredata di persiana regolabile, che offre un ulteriore meraviglioso scorcio sulla baia. Volendo, ci si può anche affacciare, dato che v’è un parapetto in ferro battuto che lo consente. Infine i prodotti da bagno, originali dell’hotel, sono ottimi, come delizioso è il profumo diffuso in tutta la struttura. Unica pecca: di notte nella nostra camera si sentiva un po’ il ronzio degli impianti esterni dei condizionatori che sono posti in basso sul lato mare nel muro sottostante al bagno.

I servizi offerti dal Villa Franca sono, per il resto, degni dei migliori cinque stelle: ogni mezz’ora c’è la navetta per raggiungere il centro e risalire e, nelle stanze, c’è il servizio di couverture serale, per cui la cameriera ripassa a controllare le camere, prepara il letto per la notte, cambia, eventualmente, gli asciugamani e lascia le informazioni meteo per il giorno successivo insieme ad un cioccolatino per ogni ospite sul rispettivo cuscino. Insomma in questo hotel ci si sente davvero coccolati e nulla è lasciato al caso. Inoltre ci sono: una piccola spa (anche se offre solo tisane, massaggi ed il bagno turco a pagamento) ed una stupenda piscina sul tetto dell’hotel che offre una vista spettacolare a 360 gradi sul mare e sul paesino di Positano. Qui è possibile nuotare in tutta tranquillità, prendere il sole, dato che ci sono comodi lettini gratuiti, ombrelloni ed anche cappelli di paglia, modello texano, di cui usufruire (sempre gratuitamente), pranzare, godendo di una vista mozzafiato, e degustare ottimi cocktail, che vale davvero la pena di provare, anche perché, oltre ad essere adorni di frutta, sono sempre accompagnati da stuzzichini sfiziosi ed originali. I nostri sono giunti accompagnati da foie gras e da bicchierini di succo di pomodoro con menta che, nella loro cremosità, creavano un mirabile contrasto al gusto lievemente alcolico e fruttato dei cocktail.

Inutile aggiungere che tutto il personale è gentilissimo, preparato, sempre disponibilissimo ad ogni richiesta, impeccabile e, cosa che non guasta mai, per lo più, anche giovane e di bella presenza.

La colazione è parimenti ricca di ogni delizia e di ottima qualità, sia per ciò che riguarda i dolci, sia per ciò che concerne le pietanze salate, calde e fredde. In particolare ogni mattina ci sono: l’angolo delle torte, con squisite creazioni pasticcere sempre diverse, la zona “dei classici”, con croissant caldi, dolcetti del luogo, frutta, yogurt, cereali, l’angolo del salato, con salmone affumicato, insalate, salumi e formaggi di ogni tipologia, comprese pizze e torte rustiche ed, infine, il tavolo dei prodotti tipici come la caciotta con le olive o il salame di Positano da accompagnare al pane casereccio. In più c’è l’angolo delle omelette, dove una cuoca solerte, proprio davanti ai vostri occhi, vi prepara al momento le uova a vostro piacimento. A tal proposito vi consiglio l’uomo in camicia, perché viene servito non troppo cotto su un crostone di pan carré abbrustolito con una foglia d’insalata ed è delizioso.

In ultimo, cenare, almeno una volta, nel ristorante “Li Galli” del Villa Franca è un’emozione sensoriale decisamente da sperimentare. Anche se lo chef non è stellato, infatti, la sua cucina è degna di almeno due delle stellette della famosa guida Michelin. Io e mio marito ci siamo concessi una serata romantica che si è rivelata davvero splendida. Abbiamo scelto il menù degustazione di solo pesce a 120 euro ciascuno, composto da 7 portate cui sono stati aggiunti un entrèe, costituito da un’ostrica con gelèe di campari orange, il pre dessert di crema al cocco con spiedino di mango ed ananas ed i dolcetti finali, offerti a fine dessert. Il prezzo è un po’ alto, ma la cucina vale la qualità e la creatività delle pietanze. Le proposte assaggiate, infatti, si sono rivelate squisite con un’attenta calibratura dei sapori, che rendevano i cibi delicati ed insieme gustosi al punto giusto. Sicuramente degni di nota sono stati: il risotto alle arance con carpaccio di seppie nere e la capasanta arrostita con tartufo nero estivo e asparago di mare su patata viola. Ottimi anche i tre antipasti: il cocktail di gamberi con avocado, mela verde e sedano, il polpo arrosto con crema di patate gialle, patate viola e pesto di pomodorini essiccati e la passatina di fagioli con cozze ripiene, alici, asparagi e pomodorini cofit. Solo il pesce bandiera con la zuppa di olive verdi non ha pienamente soddisfatto i miei gusti in quanto il sapore delle olive era troppo forte e sovrastava quello del pesce. Degna di nota oltre all’atmosfera, resa maggiormente piacevole dalla musica jazz e rilassante che ha accompagnato il pasto, ed al panorama splendido all’imbrunire, che ho già descritto precedentemente, è stata anche la mise en place, curata nel dettaglio e di grande effetto con lampade al tavolo, bicchieri da acqua neri, sottopiatti con bordi neri e dorati ed orchidee bianche. Ogni pietanza viene servita, inoltre, con dei piatti differenti, di forme, dimensioni e cromie spesso originali ed in abbinamento alle realizzazioni culinarie presentate. Infine i cucchiai, a differenza delle altre posate, sono dorati con l’incisione, in filigrana, del disegno del paesino di Positano in cima al quale si colloca l’hotel, dei veri pezzi d’arte. L’unica critica che muovo al locale, quindi, è quella sul costo dell’acqua (di 8 euro a bottiglia) e del vino, entrambi oggettivamente troppo alti. Infatti nel menù non si trovano vini a meno di 40 euro e non parliamo di tipologie eccezionali, ma anche di vini locali campani o della semplice passerina Ciu ciu che, nelle marche, da dove proveniamo io e mio marito, costa non più di 13/20 euro nei ristoranti più chic, compresi quelli stellati. La serata è stata comunque estremamente romantica e complessivamente magnifica.

Fin qui, dunque, tutto splendido. Al check out, quindi, pienamente soddisfatti paghiamo il conto e ci regalano anche una boccetta di profumo per ambienti come ricordo di Villa Franca: “Wow”, penso “Non vedo l’ora di ritornare, magari nei prossimi anni, con mia figlia” ed, a questo proposito, chiedendo informazioni sulle condizioni ed i costi del soggiorno dei bambini, mi sento rispondere che dal prossimo anno la struttura non accetterà più bimbi al di sotto dei 12 anni e qui….lo confesso, mi sento gelare. Non perché non amino i bambini, mi spiegano, ma per motivi di sicurezza, data la presenza di oggetti d’arte, con i quali si potrebbero far male e delle scale. Resto basita. Ora che il target dell’hotel sia quello di ospitare coppie si capisce facilmente, dato che non è amplissimo ed è molto romantico, ma che discrimini ed escluda famiglie con figli al di sotto dei 12 anni non si può proprio sentire. Vorrei far notare alla direzione dell’hotel, infatti, che un figlio non è un cane (e qui chiedo scusa agli animalisti perché non voglio di certo sminuire il valore dei nostri amici a quattro zampe, né discriminare gli animali, ma voglio solo esprimere un concetto con una certa forza), ma una persona e che, sebbene abbia delle peculiarità e richieda particolari attenzioni, non è di certo ingestibile al di sotto dei 12 anni e non può essere escluso da un esercizio pubblico. Inoltre le scale sono presenti anche negli asili e nelle scuole, quindi, non mi pare che possano essere un ostacolo alla presenza dei piccoli, tanto più che nella struttura c’è anche un ascensore, grande abbastanza perfino per ospitare una carrozzina o un passeggino. Inoltre se la gestione di un bimbo al di sotto dell’anno può comunque comportare qualche difficoltà in un qualunque hotel, di certo ciò non vale per bambini al di sopra di questa età. Circa gli oggetti d’arte presenti, poi, solo le maioliche sono poste alla facile portata di un bambino, ma qui la discriminante sta nell’intelligenza del genitore ed nell’educazione impartita. Ovvio che un genitore debba vigilare sul figlio, ma credo ciò sia scontato. Del resto se ci dovessimo preoccupare della possibilità di rompere qualcosa da parte di un minore dovremmo impedirne l’ingresso in ogni negozio di oggetti fragili, il che mi sembra assurdo. Sono, tra l’altro, stata anche in diversi altri hotel cinque stelle che avevano collezioni d’arte, come il Waldorf Astoria di Roma o l’hotel Castagnola au lac di Lugano solo per fare degli esempi (che cito perché li ho già recensiti), e nessuna di tali strutture si sognerebbe mai di instaurare una tal politica, che ritengo fortemente discriminatoria e lesiva dei diritti del cliente (oltre al fatto che mi fa tornare alla mente sgradevoli reminiscenze del periodo nazista). Inoltre dei ragazzini di 6, 7 ed 8 anni erano presenti in hotel. Erano educatissimi e non hanno dato alcun problema. Trovo tale idea assolutamente assurda, controproducente, nociva per l’immagine stessa dell’Italia, soprattutto all’estero (tanto più che la clientela di tale struttura è prevalentemente straniera), e contraria ai diritti del cliente. MI AUGURO PERCIÒ, VIVAMENTE, CHE RIVALUTINO CON ATTENZIONE TALE POSIZIONE ED ABBANDONINO TALE MALSANA IDEA. Chiudo con una provocazione: ma se per assurdo William e Kate prenotassero un soggiorno con i loro bambini in tale struttura, davvero la direzione negherebbe l’accesso al piccolo George, cioè a colui che sarà un giorno il futuro re d’Inghilterra, solo perché, ad oggi, non ha ancora compiuto 12 anni? Direi che i proprietari dovrebbero meditare.

In conclusione attribuisco a tale struttura il punteggio massimo, VALUTANDO SOLO ED ESCLUSIVAMENTE il soggiorno che quivi ho trascorso, ma se dovessi giudicare la politica discriminatoria dei bambini, che MI AUGURO DECIDANO DI NON ATTUARE, dovrei attribuirle un punteggio sotto lo zero!

Data del soggiorno: agosto 2016
  • Tipo di viaggio: Ha viaggiato in coppia
    • Qualità/prezzo
    • Stanze
    • Servizio
4  Grazie, Francis333
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito il 15 agosto 2016 da dispositivo mobile

Posto meraviglioso Personale cordiale e professionale,cuccina strupetosa ,piatti molto raffinati .
Assolutamente da visitare,credo che sia il posto più bello di Positano.
Abbiamo passato una settimana da sogno era tutto perfetto ......
Lo consigliamo

Data del soggiorno: agosto 2016
Tipo di viaggio: Ha viaggiato in coppia
Grazie, Souad L
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Visualizza più recensioni