Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.

“La chiesa più bella del mondo”

Santa Maria del Calcinaio
Al n.16 in classifica su 43 Cose da fare a Cortona
Dettagli sull'attrazione
Recensito 9 agosto 2017

L'interno, non ne ho visti di paragonabili (a parte S. Spirito, a Firenze) sembra uno spazio urbano.... le finestre incorniciate, col timpano..... e tutta quella luce; ci si potrebbe vivere.

Grazie, Tebaldo48
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Scrivi una recensioneRecensioni (85)
Valutazione
Tipo di viaggiatore
Periodo dell'anno
Lingua
  • Altre lingue
Filtra

10 - 14 di 85 recensioni

Recensito 20 giugno 2017

La chiesa, visibile dall’alto dal belvedere di piazza Garibaldi, sorge a circa 3 km da Cortona.

Costruita a cavallo tra il XV e XVI secolo, mostra all’interno un pregevole altare del ‘500, originali vetrate del de Marcillat, la venerata immagine della Madonna del Calcinaio (XIV sec.) ed una cupola ottagonale che sormonta la pianta a base latina.

Da visitare se avete tempo a disposizione durante il soggiorno cortonese

Grazie, DeGustibus67
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito 14 maggio 2017

Si vede bene arrivando a Cortona da Camucia e è una sosta da fare sia per la bellezza del posto che la costruzione

Grazie, Gianca1966
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito 2 maggio 2017

Sembra abbandonata, sono capitata li al tramonto e devo dire che e' un po inquietante, rimane fuori delle mura di cortona,ma vale la pena di vederne l architettura

Grazie, giacinta2015
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Vedi altre recensioni
Recensito 28 aprile 2017

Secondo la tradizione nella domenica di Pasqua dell'anno 1484, un'immagine della Madonna col Bambino, dipinta su di una parete di una vasca utilizzata per la concia del cuoio e denominata calcinaio per via della calce viva usata a questo scopo, iniziò ad operare miracoli. Fu così che ebbe origine l'attuale chiesa. Quell'immagine ancora oggi venerata come sacra è visibile nell'altare maggiore a sua volta posizionato molto probabilmente sul luogo dell'antico tabernacolo. La struttura della chiesa è imperniata su di una navata affiancata da due cappelle laterali e formata ancora da un transetto e una cupola all'intersezione dei bracci uguali del presbiterio. All'interno tra le varie opere d'arte presenti si segnala una pala del fiorentino Jacone risalente agli anni 1528-1530. L'opera raffigura la Madonna in trono e il Bambino tra i santi Giovanni Evangelista, Tommaso di Canterbury (patrono dell'arte dei calzolai), Rocco e Giovanni Battista.

Grazie, sal4848
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.

Gli utenti che hanno visto Santa Maria del Calcinaio hanno visto anche

Cortona, Provincia di Arezzo
 
Cortona, Provincia di Arezzo
Cortona, Provincia di Arezzo
 

Conosci Santa Maria del Calcinaio? Condividi la tua esperienza!

Proprietari: qual è la vostra versione dei fatti?

Siete proprietari o gestori di questa struttura? Richiedete gratuitamente il profilo per tenerlo aggiornato, rispondere alle recensioni e tanto altro ancora.

Richiedete il vostro profilo