Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.

“"il Club Restaurant di Pavia"”
Recensione di Osteria del Collegio - CHIUSO

Osteria del Collegio
Opzioni: Dopo mezzanotte, Accetta prenotazioni
Dettagli sui ristoranti
Opzioni: Dopo mezzanotte, Accetta prenotazioni
Recensito 1 febbraio 2013

Un ristorante che è ormai frequentato da abitués. Infatti l'accoglienza ed il servizio invogliano a ritornare. I titolari hanno creato un rapporto personale con i clienti con le loro mille attenzioni e pertanto sembra quasi di entrare in un club dato che spesso si incontranto altri avventori abituali. Il ristorante è in un seminterrato ed è il più bello di Pavia come location. Elegane e rustico-chic nel contempo. La cucina ha tendenza mediterranea dato che Federico Petti lo chef è di Benevento. Cura nelle cotture, e nella presentazione. Cantina selezionata con cura dai due fratelli sommeliers Carlo e Danilo Tacconi che amano in primis la Borgogna con i suoi grandi chardonnay e Pinot Noir ( Clos Vouget ed Echezeaux sono frequentemente in tavola). E poi i grandi Sauternes ma senza dimenticare i grandi italiani. Un locale in crescita a qualche anno dal vernissage. Da segnalare: una pausa pranzo completa a 15,00 euro. Due menù completi a 45 e 50 euro. Grande disponibilità a concordare cene e pranzi di lavoro e ricorrenze ( anche matrimoni)

    • Qualità/prezzo
    • Atmosfera
    • Servizio
    • Cibo
Grazie, Paolino M
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensioni (117)
Valutazione
Tipo di viaggiatore
Periodo dell'anno
Lingua
  • Altre lingue

47 - 51 di 117 recensioni

Recensito 24 gennaio 2013

E' un locale che ha aperto da circa tre anni. E' gestito da due fratelli sommeliers, Danilo e Carlo Tacconi. In cucina un giovane cuoco. Il locale è molto bello, mattoni a vista, un bar centrale come a dividere in due la sala. Bicchieri Riedel, e stoviglie adeguate. Oltre alla carta esiste la possibilità di optare per due menu degustazione: di carne a 45,00 euro e di pesce a 50,00 euro, sempre acqua, vino e caffè compresi. Grande gentilezza nell'accoglienza dei due titolari, grande attenzione nella scelta dei vini vista la loro estrazione di sommeliers. Una cucina ben presentata che meriterebbe un attimo di attenzione in più nei sapori e di ricchezza negli abbinamenti. Buone materie prime. Sicuramente uno dei migliori ristoranti di Pavia incredibilmente ignorato dalle guide gastronomiche a favore di indirizzi decisamente inferiori.

    • Qualità/prezzo
    • Atmosfera
    • Servizio
    • Cibo
Grazie, Alfredo M
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito 13 gennaio 2013 tramite dispositivo mobile

Caratteristica location che comporta qualche problema di leggero odore di muffa nell 'aria . Accoglienza gentile , ambiente formale . Buono il menu degustazione di terra , particolari alcuni accostamenti, interessante la carta dei vini . Ho trovato comunque grande disponibilità ad accontentare la clientela . Conto adeguato .
Giudizio complessivo positivo .

    • Qualità/prezzo
    • Atmosfera
    • Servizio
    • Cibo
1  Grazie, Lucapv
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito 6 gennaio 2013 tramite dispositivo mobile

Non mi dilungo sulla location già descritta in altre recensioni, preciso solo che non è affatto clausfrofobica.
In due abbiamo preso un menù degustazione di mare ed uno di terra così composti:
- degustazione di mare:
- carpaccio di tonno: senza infamia e senza lode
- risotto Milano Tokyo: ottimo risotto con zafferano e tonno rosso, veramente gustoso
- fusilloni di gragnano con gamberi di fiume: ottimi anche questi gamberi molto buoni
- darma di pesce stella con verdure grigliate: buon pesce ed ottima cottura un po' più di fantasia nel piatto non guastava
- bavarese di cachi con salsa ai cachi: in una sola parola perfetto! Poi che le persone alle quali piacciono i cachi...

- degustazione di terra:
- culatello di zibello: ottima materia prima
- risotto carnaroli con fois gras e mirtilli: perfetta la cottura del riso e l'abbinamento
- tagliatelle ai funghi porcini: ottime
- filetto di vitello in manto di speck: veramente succulento
- mousse di cioccolato fondente

Infine per testare anche la cucina al di fuori dei menù degustazione abbiano ordinato un "guancia a guancia" guancia di vitello con chiodini e guancia di manzo al Nebiolo: fantastico piatto!

In conclusione è stata un'ottima cena: ottima location, servizio eccellente che è indubbiamente il punto forte del ristorante.
È sicuramente un buon punto di partenza e si colloca tra i due migliori ristoranti a Pavia, ci sono margini di miglioramento per esempio curando meglio il pane (offrendo magari diverse tipologie), introducendo la piccola pasticceria a fine pasto e rivisitando l'offerta degustazione perché l'impressione che ho avuto è che i piatti alla carta siano più elaborati di quelli dei menù degustazione.
Magari sostituire gli attuali con un menù tradizione (con i piatti tipici pavesi) e un menù creativo (con piatti originali e fantasiosi) potrebbe essere un'idea.
Comunque ottimo ristorante con servizio d'eccelenza!
Bravi!

    • Qualità/prezzo
    • Atmosfera
    • Servizio
    • Cibo
Grazie, edelrich
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito 2 gennaio 2013

Era la sede - mi pare di ricordare - di un collegio universitario intitolato a don Riboldi. Poi le vicende edilizie curial-pavesi lo hanno visto scivolare verso destinazioni più commerciali. Et voila... oggi, nel sotterraneo, un ristorante di lusso che piace alla gente che piace. Nulla indurrebbe a calarsi nella vecchia cantina se non la curiosità o la voglia di esserci. Superato il senso di claustrofobia da miniera, si scopre un ambiente piacevole con tavoli non stipati e visibile sforzo verso l'eleganza. Cortesia tutta pavese, conto milanese. Ai piacioni piace davvero: "che ottimo pesce!". Per alcuni ce n'era proprio bisogno in città, per altri era meglio il vecchio Riboldi. Ma oggi - si sa - aprire un ristorante pare debba considerarsi una valida alternativa ai bot. Che siano annuali, triennali o decennali si vedrà. Alla faccia dello spread!

    • Qualità/prezzo
    • Atmosfera
    • Servizio
    • Cibo
2  Grazie, ilsignorg_0
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.

Gli utenti che hanno visto Osteria del Collegio hanno visto anche

Pavia, Provincia di Pavia
 
Pavia, Provincia di Pavia
 
Pavia, Provincia di Pavia
 

Proprietari: qual è la vostra versione dei fatti?

Siete proprietari o gestori di questa struttura? Richiedete gratuitamente il profilo per tenerlo aggiornato,
rispondere alle recensioni e tanto altro ancora.

Richiedete il vostro profilo