Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.

“Tesori unici universali, purtroppo poco valorizzati”
Recensione di Pinacoteca Ambrosiana

Pinacoteca Ambrosiana
Prenota in anticipo
Altre info
Da 19,49 USD*
Leonardo da Vinci's Codex Atlanticus Admission in
Al n.37 in classifica su 1.015 Cose da fare a Milano
Certificato di Eccellenza
Maggiori dettagli sull'attrazione
Dettagli sull'attrazione
Durata consigliata per la visita: 1-2 ore
Descrizione del proprietario: La Pinacoteca Ambrosiana fu istituita nell’aprile del 1618, quando il Cardinale Federico Borromeo donò la sua collezione di dipinti, statue e disegni alla Biblioteca Ambrosiana, che aveva fondato nel 1607. All’interno del percorso espositivo della Pinacoteca, articolato in 24 sale, si possono ammirare alcuni dei più straordinari capolavori di tutti i tempi, come il Musico di Leonardo, la Canestra di frutta di Caravaggio, il Cartone preparatorio per la Scuola di Atene di Raffaello, l’Adorazione dei Magi di Tiziano, la Madonna del Padiglione di Botticelli e gli splendidi Vasi di fiori di Jan Brueghel. Oltre a opere di epoca rinascimentale, il museo annovera nelle sue collezioni importanti autori del Seicento lombardo – come il Morazzone, Giulio Cesare Procaccini, Daniele Crespi e Carlo Francesco Nuvolone – del Settecento, tra cui Giadomenico Tiepolo, Fra Galgario, Francesco Londonio, e un notevole nucleo di autori ottocenteschi e di primo Novecento quali Andrea Appiani, Francesco Hayez, Mosè Bianchi ed Emilio Longoni. Passeggiando tra una sala e l’altra si possono scoprire anche delle vere e proprie curiosità, come i guanti indossati da Napoleone a Waterloo, gli astrolabi e le sfere armillari della collezione Settala, o la teca contenente una ciocca di capelli di Lucrezia Borgia, davanti alla quale vennero a ispirarsi illustri poeti come Gabriele D’Annunzio e Lord Byron.
Recensito 11 gennaio 2018

Per i tesori artistici ospitati è straordinaria, purtroppo è quasi dimenticata e quindi poco frequentata. I gestori si sono chiesti perché qui mancano le code? Il costo eccessivo per la visita? la illuminazione inadeguata? la scarsa illustrazione delle opere? un book shop inqualificabile (mentre è qui che i musei traggono un'altra importante fonte di incassi). Necessiterebbe di un piano di marketing a 360°.

Grazie, milano49
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Scrivi una recensioneRecensioni (1.118)
Valutazione
Tipo di viaggiatore
Periodo dell'anno
Lingua
  • Altre lingue
Filtra

26 - 30 di 1.118 recensioni

Recensito 9 gennaio 2018

Quando alle mostre al Palazzo Reale ci sono file interminabili, qui c'è pochissima gente. Contiene molti pezzi di pregio e, soprattutto la prima parte, è allestita in maniera da permettere una visione ideale dei quadri, come raramente si trova in Italia.

Grazie, luigibK8259HP
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito 12 dicembre 2017 da dispositivo mobile

Il titolo è giustificato dal fatto che, oltre alla più conosciuta pinacoteca di Brera, c'è anche questo museo in centro a Milano, a due minuti dal duomo, forse meno conosciuto.
Abbiamo partecipato alla visita guidata di MilanoGuide, una visita di due ore (abbondanti) in cui ci sono state spiegate molte delle opere presenti e l'idea di base su cui è costruito il museo.
Molto belle le opere presenti, come il ritratto del musico di Leonardo, il Codice Atlantico dello stesso (fantastico) o La canestra di Caravaggio; abbelliti anche da una spiegazione molto dettagliata.
Consigliato! Per la vastità di opere, e la povertà di informazioni reperibili vicino alle opere d'arte, conisglio di partecipare a una visita guidata

Grazie, Stefano B
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito 11 dicembre 2017

Intendiamoci, solo una a caso delle opere esposte varrebbe un museo ed il prezzo richiesto. Solo mi rendo conto che per famiglie possa essere impegnativo entrare a 15 euro a persona. È un museo dove ti aspetteresti una coda fuori per tutto il giorno invece non è così e ogni volta che ci torno mi meraviglio per questo, forse è il costo d’ingresso o per scarsa promozione non so. Parliamo del Codice Atlantico dii Leonardo o La Canestra di frutta” del Caravaggio e delle meraviglie del Luini. Da urlo davvero. Il museo va valorizzato.

Grazie, Matlifaiqualcosa
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Vedi altre recensioni
Recensito 6 dicembre 2017 da dispositivo mobile

Tante sale e tante belle opere da vedere, in una location interessante e particolare, soprattutto la sala finale con il codice atlantico e la canestra di Caravaggio, che da sola vale il biglietto. Non ci sono depliant per supportare la visita, ma il personale è stato gentilissimo e molto disponibile ad aiutarci per il giusto percorso di visita.

Grazie, Antonella N
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.

Gli utenti che hanno visto Pinacoteca Ambrosiana hanno visto anche

 

Conosci Pinacoteca Ambrosiana? Condividi la tua esperienza!

Proprietari: qual è la vostra versione dei fatti?

Siete proprietari o gestori di questa struttura? Richiedete gratuitamente il profilo per tenerlo aggiornato, rispondere alle recensioni e tanto altro ancora.

Richiedete il vostro profilo
;