Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.

“Un gioiello... forse nascosto a chi vive a Milano”
Recensione di Pinacoteca Ambrosiana

Pinacoteca Ambrosiana
Prenota in anticipo
Altre info
Da 20,75 USD*
Leonardo da Vinci's Codex Atlanticus Admission in Milan
Al n.31 in classifica su 954 Cose da fare a Milano
Certificato di Eccellenza
Maggiori dettagli sull'attrazione
Dettagli sull'attrazione
Durata consigliata per la visita: 1-2 ore
Descrizione del proprietario: La Pinacoteca Ambrosiana fu istituita nell’aprile del 1618, quando il Cardinale Federico Borromeo donò la sua collezione di dipinti, statue e disegni alla Biblioteca Ambrosiana, che aveva fondato nel 1607. All’interno del percorso espositivo della Pinacoteca, articolato in 24 sale, si possono ammirare alcuni dei più straordinari capolavori di tutti i tempi, come il Musico di Leonardo, la Canestra di frutta di Caravaggio, il Cartone preparatorio per la Scuola di Atene di Raffaello, l’Adorazione dei Magi di Tiziano, la Madonna del Padiglione di Botticelli e gli splendidi Vasi di fiori di Jan Brueghel. Oltre a opere di epoca rinascimentale, il museo annovera nelle sue collezioni importanti autori del Seicento lombardo – come il Morazzone, Giulio Cesare Procaccini, Daniele Crespi e Carlo Francesco Nuvolone – del Settecento, tra cui Giadomenico Tiepolo, Fra Galgario, Francesco Londonio, e un notevole nucleo di autori ottocenteschi e di primo Novecento quali Andrea Appiani, Francesco Hayez, Mosè Bianchi ed Emilio Longoni. Passeggiando tra una sala e l’altra si possono scoprire anche delle vere e proprie curiosità, come i guanti indossati da Napoleone a Waterloo, gli astrolabi e le sfere armillari della collezione Settala, o la teca contenente una ciocca di capelli di Lucrezia Borgia, davanti alla quale vennero a ispirarsi illustri poeti come Gabriele D’Annunzio e Lord Byron.
Recensito 14 gennaio 2012

Vivo nei dintorni di Milano da 10 anni, ma non ero mai stata all'Ambrosiana. Un gioiello moderno (l'illuminazione dei quadri e' favolosa) in un contesto antico e ricco di storia. Assolutamente da non perdere.
Una cosa particolare (ormai): non c'e' bookshop all'uscita (che si trova sul retro dell'edificio).
Durante la visita vedrete scorci della biblioteca e l'ultima sala dove sono custoditi i libri, ma il vero focus e' la pinacoteca; con l'audioguida (finalmente ad un prezzo giusto, 1 euro - anche perche' il biglietto di ingresso e' piuttosto caro) passano velocemente due ore. L'audioguida e' fatta molto bene: testi brevi e diretti, senza stancare l'ascoltatore.

2  Grazie, zolletta
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Scrivi una recensioneRecensioni (1.068)
Valutazione
Tipo di viaggiatore
Periodo dell'anno
Lingua
  • Altre lingue
Filtra

423 - 427 di 1.068 recensioni

Recensito 7 gennaio 2012

Abito a Milano da sempre e ho approfittato della mia passione per Leonardo da Vinci e dell'esposizione di alcuni fogli del suo codice per decidermi a visitarla. E' stata un'esperienza entusiasmante. Sono stata fortunata perchè praticamente non c'era nessuno e quindi abbiamo potuto goderci tutto con tranquillità. Non solo i quadri sono esposti in modo veramente ottimale: le luci, le ambientazioni, il modo di evidenziarli rende piacevole la visita. La struttura stessa con le sue sale, alcune delle quali molto belle sicuramente aiuta. Il personale, sempre discretamente presente è cortese e anche attento (una signora cortese si è accorta che avevamo saltato per errore un importante quadro e, per fortuna, ce lo ha fatto notare e ci ha dato anche utili consigli per la visita. Ottimo anche il supporto tecnologico nel sottolineare dei particolari delle varie opere. Stupenda l'ambientazione dei disegni di Leonardo. Tutto veramente perfetto e anche se il costo è un pò alto, dopo aver visto l'organizzazione e l'impegno che il mantenimento della mostra sicuramente comporta lo ritengo assolutamente giustificato.

2  Grazie, silvana g
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito 6 gennaio 2012

era tempo che volevo visitare la pinacoteca ambrosiana e considerando che abito a poco più di 20 km di distanza una tale mancanza era davvero notevole. Ho preso quindi l'occasione dell'esposizione del codice atlantico di leonardo e della contemporanea esposizione della "Natività Mistica " di Botticelli per farmi questo giro. Ho anche unito nel giro (biglietto cumulativo) la Sacrestia del Bramante (presso Santa Maria delle Grazie) perchè è la seconda sede per l'esposizione del codice leonardesco. Per la qualità e la quantità delle opere esposte ognuno potrà verificare di persona che non esserci mai stato è davvero mortificante, come mortificante è stato vedere le pochissime persone presenti nonostante il giorno di festa (06/01/2012). In questi ultimi anni ho visitato parecchi musei italiani e non e l'Ambrosiana per le sue caratteristiche, la sua qualità e il buon servizio rappresenta un fiore all'occhiello per Milano.
Già durante una telefonata precedente per alcuni chiarimenti ho trovato competenza e precisione così come all'arrivo e durante il percorso del museo. Le bellissime sale appagano la vista che così permettono anche di apprezzare meglio le opere contenute. Una nota in particolare la riservo per la sala che contiene, secondo me, il "pezzo" migliore e vale a dire il cartone della "Scuola di Atene" di Raffaello. L'opera della notevole dimensioni (8x3 mt) può essere gustata nella sua interezza grazie agli spazi disponibili e la presenza di poltrone permette di potersi soffermare tutto il tempo necessario per coglierne la bellezza. Anche il pannello digitale posto frontalmente aiuta a capire e apprezzarne meglio i singoli dettagli. Ottima è anche la sistemazione dei fogli del codice atlantico in un’enorme sala della biblioteca che ne valorizza ancora di più i contenuti. In questo caso però devo porre l’accento su una pecca è cioè i pochi secondi che si hanno per leggere sul display digitale i commenti ai singoli fogli. I secondi sono 10 e sinceramente ritengo che debbano essere aumentati per permettere di collegare quanto si vede al contenuto del foglio.
Un’altra pecca è il povero book shop che ad esempio non mette in vendita un catalogo delle opere presenti e che anche del codice di Leonardo presenta pochi pezzi. Nella Sacrestia del Bramante ad esempio i fogli (naturalmente copie) presenti erano solo quattro.
Dello stesso livello di qualità è stata la visita alla suddetta Sacrestia che con la visita alla adiacente chiesa chiude un pomeriggio carico di emozioni che non pensavo di ricevere quando ho programmato questa visita. Quindi il mio consiglio per milanesi o semplici turisti è di non lasciarsi scappare simile occasione. Tra l’atro è possibile, ma in questo caso è d’obbligo la prenotazione, visitare in questo “mini tour” anche la sala che contiene “L’ultima cena” che è proprio presso Santa Maria delle Grazie

1  Grazie, luigib55
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito 23 dicembre 2011

Dopo aver acquistato il non proprio economico biglietto online, finalmente ci siamo decisi ad andare, un un freddo pomeriggio invernale, a visitare questo museo. Devo ammettere che la visita ci è piaciuta molto piu di quanto mi aspettassi...i famosissimi capolavori di caravaggio, Raffaello, Leonardo, Botticelli, pur essendo fortemente impressi nella nostra mente per averli visti decine di volte in tv o sui libri, visti dal vivo fanno un effetto unico emozionando lo spettatore per parecchi minuti. Un museo che ogni amante dell'arte non dovrebbe assolutamente perdere

1  Grazie, lulu187849
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Vedi altre recensioni
Recensito 10 dicembre 2011

Ieri sera mi sono lasciata alle spalle una Milano natalizia ma molto inquinata e preoccupata e mi sono tuffata in un mondo meraviglioso di quadri e libri inestimabili. A chi non è mai andato alla Pinacoteca Ambrosiana consiglio di vedere assolutamente tre cose: la canestra di frutta di Caravaggio (la nuova illuminazione la fa risaltare in una maniera splendida), il bozzetto della scuola di Atene di Raffaello (attenzione che la luce è volutamente fioca per preservare i disegni) e il codice Atlantico di Leonardo di cui sono riuscita a vedere alcune pagine per la prima volta. Grandi emozioni che giustificano il costo del biglietto di entrata (15 E). Non mi hanno fatto impazzire i due quadri del Botticelli della esposizione temporanea (di cui uno proveniente da Londra) ma sono comunque interessanti.

1  Grazie, mariaregina7
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.

Gli utenti che hanno visto Pinacoteca Ambrosiana hanno visto anche

 

Conosci Pinacoteca Ambrosiana? Condividi la tua esperienza!

Proprietari: qual è la vostra versione dei fatti?

Siete proprietari o gestori di questa struttura? Richiedete gratuitamente il profilo per tenerlo aggiornato,
rispondere alle recensioni e tanto altro ancora.

Richiedete il vostro profilo