Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.

““Villa di delizie in terra di Niguarda””
Recensione di Villa Clerici

Villa Clerici
Al n.252 in classifica su 872 Cose da fare a Milano
Dettagli sull'attrazione
Recensito 4 maggio 2016

Villa di svago settecentesca della ricca ed influente famiglia Clerici (la stessa che dimorava nello sfarzoso palazzo affrescato dal Tiepolo in centro città). Purtroppo nel corso dei tempi la villa ha avuto vari proprietari e varie destinazioni con la conseguente spogliazione di tutti gli arredi e la scomparsa degli affreschi (solo alcune sale conservano ancora gli affreschi originari)e degli antichi giardini. Nonostante ciò è magnifica! Un luogo sorprendente che non ci si aspetta di trovare nel tessuto edificato della periferia di Milano. La villa è stata interamente restaurata tra il 1995 e il 2002. Lo spazio esterno è ora occupato da due parchi progettati nel dopoguerra: “ giardini all’italiana” con statue originali, anteriore alla villa, e “teatri”, posteriore. Quest’ultimo parco è stato realizzato in parte (anni 60-70) con materiali del XVI-VXII sec. provenienti dalle macerie dei bombardamenti. Molto scenografico! Nelle sue splendide sale la villa ospita la collezione permanente della Galleria d’Arte Sacra dei Contemporanei. La collezione, tra le più rappresentative del ‘900 sulle tematiche del sacro, spazia dalle sculture ai dipinti, dalle opere in vetro alle ceramiche, e include artisti quali Messina, Manzù, Funi, Carpi e Bodini. Ai lati del complesso della villa sono presenti due cappelle una delle quali accoglie molte opere di artisti che hanno collaborato con la GASC. La Galleria, che vive grazie alla dedizione dei suoi volontari, offre anche un percorso didattico per adolescenti, organizzato attraverso laboratori tesi ad avvicinare i giovani all' arte contemporanea. Ingresso libero.

1  Grazie, FabioNadia2014
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Scrivi una recensione
Recensioni (26)
Valutazione
Tipo di viaggiatore
Periodo dell'anno
Lingua

10 - 14 di 26 recensioni

Recensito 6 gennaio 2016

Nl cuor edi Niguarda, verso l'ingresso del Parco Nord/Bosco di Bruzzano (Via Terruggia) questa villa storic apoco conoscuta offre, oltre ad un grazioso parco, un museo di arte sacra ad ingresso gratutito che si snod ain sale storiche, concerti di buon livello e laboratori per bambini e famiglie, belli e gratuiti. Prenotazioni e pagamenti solo pe ri concerti

Grazie, Giglio A
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito 3 ottobre 2015 tramite dispositivo mobile

É una villa da visitare ed É adatta a tutti bambini compresi. Ha 2 anfiteatri stupendi ed É gestita da persone stupende. Ho assistito ad una rappresentazione di musica classica. Stupenda la musica ma entusiasmante sopratutto É il luogo. Andateci.

Grazie, Marco D
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito 30 giugno 2015 tramite dispositivo mobile

Da visitare, saloni bellissimi, profumo di nobiltà e semplicità allo stesso momento, i colori che rilassano, i giardini stupendi, i teatri romano e greco che fanno da sfondo...una villa bellissima, presentata ottimamente dalla sig.ra Barone.
Così bella da potercisi quasi sposare...

Grazie, polmarten
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito 18 maggio 2015

La famiglia Clerici amava le abitazioni lussuose e, certamente, non badava a spese né per costruirle né per decorarle: a questa famiglia apparteneva il Palazzo nel centro della città che Tiepolo fu chiamato a decorare nel 1740 con Il carro del sole (ancora visibile: www.ispionline.it) e per questa famiglia fu costruita – come “palazzo di delizia” – questa villa, sobria ma elegante, fuori dal centro. Se il palazzo di città, nonostante la decadenza della famiglia, è riuscito a salvarsi, lo stesso non è accaduto per la villa: nell’Ottocento, venne svuotata degli arredi per diventare una filanda; nel Novecento, divenne prima una fabbrica di materiali e apparecchi fotografici, poi sede della Casa di Redenzione Sociale e, dal 1955, sede della Galleria d’Arte Sacra dei Contemporanei (primo museo del genere in Italia).
La struttura originaria non è stata modificata in modo radicale: un corpo di fabbrica centrale disposto su tre livelli, alleggerito da un atrio aperto con due ali laterali che terminano in due cappelle (solo una ha mantenuto tale funzione ed è stata decorata da artisti del Novecento). All’interno, le sale inferiori – in cui sono esposte opere di autori importanti del Novecento, aventi soggetto sacro - conservano ancora affreschi di fine Settecento e la Sala degli Specchi è decorata in stile neoclassico; uno scalone monumentale (con telamoni simili a quello del palazzo in città) conduce alle sale del piano superiore un po’ più spoglie, ma con interessanti soffitti a cassettoni e decorazioni alle pareti.
La villa era circondata da un bellissimo giardino: nel dopoguerra Dandolo Bellini, cui si deve l’idea della Galleria di Arte sacra dei contemporanei, ha risistemato lo spazio antistante la villa, facendone un “giardino all’italiana, e ha riqualificato il parco posteriore – grandissimo - costruendo due scenografici teatri all’aperto.

Per quanto in posizione decentrata (è in zona Niguarda), Villa Clerici è facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici: basta prendere la MM3 – linea gialla, scendere a Maciachini e prendere il tram della linea 4 (fermata Niguarda Centro).
E con 2 euro e 50 centesimi si può ammirare un luogo unico; fino al 29 maggio, chi si reca a Villa Clerici per vedere la mostra di Aldo Carpi (che si sviluppa in tre sedi espositive diverse: Accademia di Brera, Memoriale della Shoah e – appunto – Villa Clerici) ha diritto all’accesso gratuito.

Dal 2.5.2015 al 31.10.2015, in occasione di EXPO Milano 2015, la Villa è visitabile dal giovedì al sabato, dalle 14.30 alle 18.30 (ultimo ingresso ore 18.00).

La Villa ospita anche Laboratori artistici per bambini e famiglie e concerti.

Tante occasioni, quindi, per visitare un luogo davvero particolare!

4  Grazie, Adrosas
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.

Gli utenti che hanno visto Villa Clerici hanno visto anche

 

Conosci Villa Clerici? Condividi la tua esperienza!

Proprietari: qual è la vostra versione dei fatti?

Siete proprietari o gestori di questa struttura? Richiedete gratuitamente il profilo per tenerlo aggiornato,
rispondere alle recensioni e tanto altro ancora.

Richiedete il vostro profilo