Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.
Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.
Le recensioni più recenti. I prezzi più bassi. Il luogo perfetto dove prenotare gli hotel.

“E' sempre un piacere...” Punteggio 4 su 5
Recensione di LA FILOMA

LA FILOMA
Prenota con
LA FILOMA non è disponibile per l'orario richiesto. Scegli un altro orario o cerca ristoranti con disponibilità.
L'ora selezionata è già trascorsa.
Al n.30 in classifica su 650 Ristoranti a Parma
Certificato di Eccellenza
Fascia prezzo: 27 US$ - 49 US$
Cucina: Italiana
Maggiori dettagli sui ristoranti
Dettagli sui ristoranti
Per: Romantico, Occasioni speciali, Cucina locale, Incontri d'affari, Adatto ai bambini
Opzioni: Pranzo, Cena, Accetta American Express, Accetta Mastercard, Accetta Visa, Buffet, Connessione Wi-Fi gratuita, Bar completo, Seggioloni disponibili, Cena in sala privata, Accetta prenotazioni, Posti a sedere, Serve alcolici, Personale di sala, Accessibile in sedia a rotelle, Vino e birra
Descrizione: Ristorante “ LA FILOMA” Il 20 Marzo 1848 Parma combatteva e cacciava il Governo Austro-Borbonico di Carlo II per lasciare spazio ad una reggenza leale e non tirannica. Nel 1898, a memoria di questi eventi, Il Comune intitolava Borgo della Macina, dove sorgeva l’omonimo palazzo e si pagava la tassa sulle granaglie, come Borgo XX Marzo. E qui, già dai primi anni Venti del 1900, c’è una osteria, oggi ristorante, che non ha mai cambiato il nome femminile che porta : La Filoma. Lo vediamo in un palazzo antico, ricostruito nel Settecento dai Conti Sacco, immerso all’epoca nelle atmosfere letterarie arcadiche dei tempi illuminati da gentil intelligenza; ospitava un teatrino e già presagiva a luogo di raffinati intrattenimenti. Poi ecco che nel 1915 Augusto Cacciamani, con la moglie Filomena e quattro figli, si trasferisce da Vicopò a Parma e rileva una vecchia osteria che , a differenza di oggi, si apriva la lato interno del borgo. Da allora Filomena diventa “Filoma”, per quella sua imponenza di “donnone” tra i fornelli e anche perché così, se la Corale Verdi o i cori del Teatro regio, per avere un piatto di cappelletti a tarda notte, avessero dovuto intonarle una serenata, sarebbero riusciti a far meglio la rima nei ritornelli! Il locale, regno dei bolliti, delle punte al forno e delle lasagne, resta nelle mani di Filomena, agguantando per la “gola” alta e bassa società, fino al 1935 quando, allo scoppio della guerra, cede l’attività. Il ristorante viene gestito dai Signori Guasti fino al 1950 quando arriva Sergio Ravazzoni, che era stato il cameriere della grande cuoca, che in suo onore riporta il locale agli antichi fasti gaudenti, meritandosi la stellina Michelin, che da lì a poco sarebbe arrivata! Arrivando nell’atrio del palazzo sotto ad un lampione che ricorda le lanterne a gas di una volta c’è l’entrata del ristorante: agli occhi si presenta la ricchezza della storia di un ambiente, il profumo delle persone passate impresso nei broccati alle pareti, nei pavimenti lignei,nei soffitti, negli specchi antichi. Ci sono tre salette: quella appena all’entrata giallo oro Sala Specchi, a destra la Saletta delle Conchiglie tutta verde e in fondo a sinistra una piccola intima Saletta tutta in broccato Rossa. L’atmosfera che si respira è quella di cene di inizio del XX secolo, in particolare a Parigi, dove fra i fornelli della Belle Epoque c’erano magici Chef che preparavano preziosi e succulenti manicaretti a famosi personaggi dell’Arte e della Cultura. Tavoli rotondi grandi e piccoli, tovaglie di fiandra di tenui colori pastello che toccano terra, calici brillanti, pizzi e fiori freschi che dichiarano l’ospitalità dei maestri di cucina. Dopo essersi succedute altre due gestioni approda alla Filoma un personaggio ceduto dal Teatro alla Cultura Culinaria e il riferimento è alla grande e simpatica, soprano, Antonella Manotti; la quale sensibile appassionata della Cucina Parmigiana si diletta in collaborazione con dei bravi “rezdor” a proporre i piatti tradizionali Parmigiani presentati con cura e la classe che la contraddistingue. La cucina proposta dalla Sig.ra Antonella è proprio quella tipica Parmigiana: i cappelletti serviti con un ottimo brodo di manzo e cappone, i tortelli d’erbetta (“foghè in tal buter e sughè col formai”), la punta ripiena al forno; i gnoc condì col sufrit , la “Vecia” , le Lasagne con il ragù di Strolghino, le tagliatelle ai Funghi Porcini di Albareto ( tutta la pasta sfoglia viene impastata e tirata rigorosamente a mano), lo Stracotto di Manzo con la Polenta al Parmigiano, i guancialini di vitello al salmì di lambrusco, il Risotto alla Parmigiana al tartufo nero di Fragno e vestito con il Culatello, per non parlare poi della cura nella scelta dei salumi: Prosciutto Crudo di oltre 27 mesi di stagionatura, il Culatello della Bassa Prezzi: medio da 30 a 45 €. Escluse le bevande Menù degustazione a partire da €. 16,00 Orari: Aperto tutti i giorni sia a pranzo che a cena – 12,00-15,00 * 19,00 – 23,00 Martedi chiuso per riposo settimanale E’ gradita la prenotazione Ferie: Il Ristorante rimane chiuso il mese di Luglio Carte di Credito: Tutte ( no Diners ) Servizi: invariati
Pisa, Italia
2 recensioni
common_n_restaurant_reviews_1bd8 2 voti utili
“E' sempre un piacere...”
Punteggio 4 su 5 Recensito il 8 maggio 2012

Siamo tornati alla Filoma dopo dieci anni. Tutto ancora come lo ricordavamo: un ambiente di grande fascino, tavoli ben distanziati, tutto molto curato, le buonissime specialità di Parma (assolutamente da provare i tortelli) e un Lambrusco da favola. Rapporto qualità-prezzo buono.Speriamo di tornare prima che passino altri dieci anni.

  • Visitato a Marzo 2012
    • Punteggio 4 su 5
      Qualità/prezzo
    • Punteggio 4 su 5
      Atmosfera
    • Punteggio 4 su 5
      Servizio
    • Punteggio 4 su 5
      Cibo
È utile?
1 Grazie, Alessia F
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Scrivi una recensione

362 recensioni dei viaggiatori

Valutazione dei visitatori
    187
    113
    35
    18
    9
Riassunto punteggio
    Cucina
    Servizio
    Qualità/prezzo
    Atmosfera
Data | Punteggio
  • Francese per primo
  • Inglese per primo
  • Italiano per primo
  • Norvegese per primo
  • Portoghese per primo
  • Russo per primo
  • Spagnolo per primo
  • Tedesco per primo
  • Tutti
  • Tutte le più recenti in italiano
Italiano per primo
Grosseto, Italia
Contributore livello
85 recensioni
62 recensioni di ristoranti
common_n_restaurant_reviews_1bd8 50 voti utili
“...manca quella marcia in piu'”
Punteggio 3 su 5 Recensito il 28 marzo 2012

Scelgo questo ristorante in base a una vecchia guida michelin e tutto sommato non posso dire di essere stato male... buono il culatello, ottimi i tortelli di montagna e da provare gli gnocchi al tartufo. Squisito il sufflè un po' meno la crema del millefoglie. Non intrigante la carta dei vini e manca al locale, nonostante la posizione e lo stile retro', quella brillantezza che lo renderebbe un posto unico. Servizio gentile e molto simpatico lo chef!!!
Con qualche euro in meno nel conto sarebbe stato meglio :)

  • Visitato a Marzo 2012
    • Punteggio 2 su 5
      Qualità/prezzo
    • Punteggio 4 su 5
      Atmosfera
    • Punteggio 3 su 5
      Servizio
    • Punteggio 4 su 5
      Cibo
È utile?
Grazie, Oste_Mordace
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
FIRENZE
Contributore livello
18 recensioni
11 recensioni di ristoranti
common_n_restaurant_reviews_1bd8 15 voti utili
“MI ASPETTAVO DI PIU'”
Punteggio 3 su 5 Recensito il 6 marzo 2012

Nell'insieme non male, scelto dopo aver consultato la Guida Michelin.
Nell'insieme non male, intimo ed accogliente con posate in argento e ambiente retrò.
Per quanto avevo letto sulla guida mi aspettavo qualcosa di più, più scelta di piatti e migliore qualità di vini, comunque rapporto qualità prezzo buono.
I tortelli ripieni di patate con sugo ai funghi erano molto buoni e freschi.
La carta da parati e la boiserie secondo me è da rifare e "rinfrescare".
Abbiamo preso 2 antipasti, 2 primi, 2 caffè, acqua e due calici di vino Totali euro 65,00.

  • Visitato a Marzo 2012
    • Punteggio 4 su 5
      Qualità/prezzo
    • Punteggio 4 su 5
      Atmosfera
    • Punteggio 3 su 5
      Servizio
    • Punteggio 3 su 5
      Cibo
È utile?
1 Grazie, VALENTINA N
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Reggio Emilia, Italia
Contributore livello
369 recensioni
176 recensioni di ristoranti
common_n_restaurant_reviews_1bd8 236 voti utili
“Locale di classe”
Punteggio 5 su 5 Recensito il 3 marzo 2012

Confermata la validità della scelta. Ogni volta che sono a Parma mi piace pranzare in questo ristorante, discreto e un pò appartato, sia pure in zona centrale, ma di grande qualità.
Non molti tavoli, con mise en place molto curata. Cucina tradizionale emiliana rivista in ottica moderna. Antipasti squisiti (scelti da noi: strudel di verdure e sformato di carciofi). Primi tutti molto interessanti, scelti gnocchi (deliziosi) e tortelli di patate ai funghi. Non avevamo molta fame e quindi non abbiamo approfondito i secondi, ma a giudicare dalla carta sembravano interessanti. Ottimi i dolci.

  • Visitato a Marzo 2012
    • Punteggio 5 su 5
      Qualità/prezzo
    • Punteggio 5 su 5
      Atmosfera
    • Punteggio 5 su 5
      Servizio
    • Punteggio 5 su 5
      Cibo
È utile?
Grazie, veciaf53
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
parma
Contributore livello
14 recensioni
8 recensioni di ristoranti
common_n_restaurant_reviews_1bd8 3 voti utili
“ottimo ristorante”
Punteggio 5 su 5 Recensito il 27 febbraio 2012

Nel cuore di Parma e in un palazzo storico molto bello si trova questo ristorante adatto a qualsiasi occasione.
La cucina ha basi tradizionali ma con tocchi di sapiente creatività.
Difficile consigliare un piatto piuttosto che un altro, perchè difficilmente troverete un piatto anonimo.
Se riuscite fatevi organizzare una piccola degustazione così da potere assaggiare più cose!
L'ambiente è molto curato e romantico, e il personale molto cortese.

È utile?
Grazie, dafne_libellula
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.

Gli utenti che hanno visto LA FILOMA hanno visto anche

 
Parma, Provincia di Parma
 

Conosci LA FILOMA? Condividi la tua esperienza!

Proprietari: qual è la vostra versione dei fatti?

Siete proprietari o gestori di questa struttura? Richiedete gratuitamente il profilo per tenerlo aggiornato,
rispondere alle recensioni e tanto altro ancora.

Richiedete il vostro profilo