Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.

“Con le sue meravigliose imperfezioni”
Recensione di Basilica di San Petronio

Basilica di San Petronio
Prenota in anticipo
Altre info
Da 83,94 USD*
Tour privato: tour a piedi della Bologna Classica
Al n.27 in classifica su 368 Cose da fare a Bologna
Certificato di Eccellenza
Maggiori dettagli sull'attrazione
Dettagli sull'attrazione
Durata consigliata per la visita: 1-2 ore
Recensito 3 settimane fa

Basilica dalle dimensioni gigantesche che le hanno permesso di arrivare sesta nella classifica europea, celebre per le sue parti incompiute tra cui la facciata. Essa è realizzata unicamente in stile gotico permettendogli di risultare più affascinante e pregiata dato che è difficile trovare chiese completate con un singolo stile senza ritocchi durante i secoli, anche se la presenza minore di elementi la rendono differente da quelle ortodosse. Infine al suo interno potrete visitare il museo a ingresso libero, tuttavia per effettuare foto e per accedere alla cappella Bolognini sono richiesti per la prima 2€ e per la seconda 3€.

Grazie, Derry94
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Scrivi una recensioneRecensioni (3.186)
Valutazione
Tipo di viaggiatore
Periodo dell'anno
Lingua
  • Altre lingue
Filtra

20 - 24 di 3.189 recensioni

Recensito 3 settimane fa

Visitando Bologna è impossibile non inciampare in questa bellissima Basilica. Consiglio vivamente la visita.

Grazie, Naamah N
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito 3 settimane fa

Durante viaggi di lavoro ero già stata nella Basilica di San Petronio ma mai avevo avuto il tempo di soffermarmi sulla famosa Cappella dei Magi. Solo ora mi sono resa conto della sua grandiosità e ho cercato di capirne il significato. E’ la cappella di Bartolomeo Bolognini, ricchissimo industriale tessile e mercante della seta nato nella seconda metà del XIV° secolo, personaggio potente e influente a Bologna. Acquistò una cappella in San Petronio e la volle di squisita fattezza. Quando morì nel 1411 la decorazione non era ancora terminata ma lui si preoccupò di lasciare in testamento una somma cospicua per il completamento, l’abbellimento e la conservazione. La storia fu generosa con la sua cappella, perché oggi quando entriamo in San Petronio la troviamo, quarta a sinistra, tale e quale com’era agli inizi del ‘400, con all’ingresso la sontuosa transenna di marmo veronese, al centro la lastra tombale di Bartolomeo Bolognini e all’intorno la preziosa decorazione, tutta di grande livello. Siamo subito colpiti dalle bellissime vetrate policrome, il rosone e la quadrifora con i dodici santi seduti sui troni, e intorno al finestrone affreschi che illustrano la vita di San Petronio, patrono di Bologna. Arricchisce la cappella l’altare con il polittico con figure in legno policromato e soprattutto i meravigliosi affreschi delle pareti laterali, eseguiti fra il 1408 ed il 1420 da Giovanni da Modena. A destra ci sono gli affreschi con le storie dei Re Magi in viaggio verso Betlemme, la partenza dei Re Magi, la natività e i doni offerti a Gesù, i Re Magi e la cometa, l’incontro con Erode… A sinistra il Giudizio Universale, in alto il Paradiso, una visione serena e perfetta che contrasta con l’Inferno in basso ove troneggia l’orrendo mostro Lucifero. Una rappresentazione curiosa, realisticamente oscena e particolareggiata, ci mostra i peccatori contro Dio e la Chiesa, gli scismatisti , i sacrileghi, i bestemmiatori, gli idolatri, gli eretici e sotto ai piedi di Lucifero i colpevoli di vizi capitali. Fra tanta “gentaglia” spicca (ai giorni nostri assai pericolosamente e si capisce il perché !!!) anche Maometto. Il committente voleva che il pittore incutesse orrore e terrore delle pene dell’inferno e ci ha lasciato un bellissimo ciclo di affreschi (ben conservati), esempio significativo di pittura tardo medioevale. Se andate in San Petronio non perdetela assolutamente. Merita proprio di più dei 3 euro che vi chiedono.

Grazie, Raffaella B
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito 3 settimane fa

Luogo di culto ma imperdibile per chiunque visiti Bologna, si affaccia su Piazza Maggiore ed è prova tangibile della storia della città. Con la sua caratteristica meridiana, le alte cupole e gli affreschi è uno dei simboli del capoluogo emiliano.

Grazie, Paolo B
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Vedi altre recensioni
Recensito 3 settimane fa

nulla da dire bellissima e grande. la sua costruzione non è stata ultimata perchè sarebbe stata una chiesa più grande di quella di Roma.

Grazie, Alberto S
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.

Gli utenti che hanno visto Basilica di San Petronio hanno visto anche

 

Conosci Basilica di San Petronio? Condividi la tua esperienza!

Proprietari: qual è la vostra versione dei fatti?

Siete proprietari o gestori di questa struttura? Richiedete gratuitamente il profilo per tenerlo aggiornato, rispondere alle recensioni e tanto altro ancora.

Richiedete il vostro profilo