Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.

“Il villaggio Industriale di Crespi d'Adda,patrimonio Unesco!La sua storia..visit”
Recensione di Crespi d'Adda

Crespi d'Adda
Al n.2 in classifica su 8 Cose da fare a Capriate San Gervasio
Certificato di Eccellenza
Maggiori dettagli sull'attrazione
Dettagli sull'attrazione
Descrizione del proprietario: Villaggio industriale della fine dell'Ottocento e tuttora abitato, divenuto Sito UNESCO nel 1995. Visite guidate, passeggiate, noleggio bici e molto altro ti aspetta a Crespi d'Adda!
Bergamo, Italia
Contributore livello 6
182 recensioni
74 recensioni per questa attrazione
common_n_attraction_reviews_1bd8 432 voti utili
“Il villaggio Industriale di Crespi d'Adda,patrimonio Unesco!La sua storia..visit”
Recensito il 17 giugno 2011

L‟insediamento, fondato nel 1878, situato sulla sponda sinistra del fiume Adda, è tra i più importanti esempi di villaggio operaio e di archeologia industriale in Italia e nel mondo. Voluto dalla famiglia Crespi, imprenditori tessili di Busto Arsizio, mirava, sulla
scia di precedenti modelli anglosassoni, alla creazione di una vera e propria comunità ideale, nella quale si fondessero armonicamente le necessità imprenditoriali e i bisogni
della classe operaia.
Il villaggio operaio, portato a termine alla fine degli anni Venti, si è mantenuto praticamente inalterato nel corso del tempo, tanto da fargli meritare l‟inserimento nella World Heritage List dell‟UNESCO. Il villaggio è costituito, oltre che dal complesso
manifatturiero del cotonificio, anche da residenze stabili per i lavoratori dello stabilimento. Il paese è dominato dalla presenza, sulla destra del viale principale, dalla ripetizione seriale dei capannoni della fabbrica che si distinguono per le decorazioni in cotto e laterizio.
Di fronte all‟ingresso principale della fabbrica, dove si trovano le palazzine dirigenziali e la slanciata ciminiera, è stato costruito l‟ospedale, la sede dei vigili del fuoco e la centrale termica dove veniva riscaldata l‟acqua, usata sia per lo stabilimento che per i
bagni pubblici.
Accanto al cotonificio, all‟ingresso del paese, sorge la Villa Padronale, costruzione in stile neomedievale usata dalla famiglia Crespi come dimora estiva. Dalla piazza del
paese è possibile raggiungere la maggior parte degli edifici di pubblico interesse tra cui la chiesa, in stile neorinascimentale, ed il lavatoio accanto al dopolavoro. Alzando lo sguardo, sull‟altura, le case che un tempo appartenevano al medico ed al
cappellano. Lungo la strada per quest‟altura, si trova anche il campo sportivo che al tempo dei Crespi comprendeva una sorta di velodromo, considerato il vero fiore all‟occhiello del villaggio. Accanto alla chiesa, dalla parte opposta della piazza, si trova
l‟edificio scolastico con la scuola materna ed elementare, e sul retro un teatro cinematografo.
La quasi totalità del villaggio è occupata dalla zona residenziale che rappresenta di per sé motivo di attenzione: dalle villette bi o trifamiliari degli operai si passa alla zona dei villini per gli impiegati ed i capi reparto fino ad arrivare alla parte più tranquilla e isolata del villaggio, dove si trovano le eclettiche ville monofamiliari per i dirigenti.
Il viale principale del villaggio termina, simbolicamente, con il cimitero, dove si erge maestoso il mausoleo della famiglia Crespi che si distingue per la sua forma piramidale e per la presenza di un emiciclo che simboleggia l‟abbraccio del ”padrone” nei confronti dei propri lavoratori qui sepolti. Questa simbologia si inserisce pienamente nella filosofia del paternalismo industriale che ha sicuramente ispirato la
costruzione dei villaggi operai di tutto il mondo.

È utile?
8 Grazie, sciucran
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Scrivi una recensione

399 recensioni dei viaggiatori

Valutazione dei visitatori
    180
    161
    37
    9
    12
Data | Punteggio
  • Francese per primo
  • Giapponese per primo
  • Inglese per primo
  • Italiano per primo
  • Portoghese per primo
  • Russo per primo
  • Spagnolo per primo
  • Tedesco per primo
  • Tutti
  • Tutte le più recenti in italiano
Italiano per primo
Bergamo, Italia
Contributore livello 6
69 recensioni
31 recensioni per questa attrazione
common_n_attraction_reviews_1bd8 34 voti utili
“A room with a view”
Recensito il 14 giugno 2011

Il titolo non l'ho scelto a caso. Oltre ad essere una citazione del famoso libro di Forster volevo condividere la fortuna di averlo proprio fuori dalla finestra. Una meraviglia. Non ho compilato il campo "quando" perchè ci sono sempre andata, ci vado spesso e mi piacerebbe che questo luogo abbia più visibilità! E' l'unico esempio italiano di villaggio operaio ancora intatto. Spero nel futuro di vedere più persone in questo magico angolo di mondo.

Visitato a Giugno 2011
È utile?
2 Grazie, Sneg_blondinka
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Milano, Italia
Contributore livello 3
20 recensioni
common_n_attraction_reviews_1bd8 17 voti utili
“Una visita interessante alle porte di Milano”
Recensito il 2 maggio 2011

Bella sorpresa. Alle porte di Milano c'è Crespi d'Adda. Tecnicamente è una frazione di Capriate (sull'autostrada Milano - Bergamo). Si tratta di un villagio operaio ideato e voluto dal signor Crespi, un industriale "illuminato" della fine '800. In controtendenza con i tempi che correvano Crespi voleva che i suoi operai vivessero bene, e costruì per loro una sorta di città modello. Ogni lavoratore aveva a disposizione una casetta con porzione di giardino, un ospedale, la chiesa, il centro ricreativo, la scuola per i figli, giardini. Oggi Crespi è un piacevolissimo borgo in cui è bello fare una passeggiata mangiando un gelato. Sembra lo scenario di un film perchè le casette si susseguono, tutte uguali, stesse dimensioni, stesso disegno, stesse distanze l'una dall'altra. E poi è bello pensare che in quegli anni bui per i diritti dei lavoratori un imprenditore fosse così avanti da considerare i suoi dipendenti come esseri umani, e non come macchine intercambiabili. Riconosciuto dall'Unesco Patrimonio dell'intera Umanità.

Visitato a Luglio 2010
È utile?
3 Grazie, mirko187849
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Cantu, Italia
Contributore livello 6
421 recensioni
100 recensioni per questa attrazione
common_n_attraction_reviews_1bd8 218 voti utili
“Paese affascinante”
Recensito il 4 aprile 2011

Gioiello lombardo poco conosciuto anche per me, abitante in Lombardia da sempre, Crespi è un autentico capolavoro dell'edilizia industriale creato dalla famiglia Crespi attorno alla grande fabbrica che, alla fine dell'800, dava lavoro a tutto il villaggio.
L'intenzione della famiglia era di creare una cittadina "perfetta", efficiente, esteticamente gradevole, autonoma sotto tutti i punti di vista e attenta ai bisogni dei suoi abitanti e, ancora adesso, che le casette sono abitate dai discendenti degli impiegati della grande fabbrica (dismessa dal 2003), Crespi resta un paesino suggestivo dal fascino d'altri tempi, piacevolissimo da visitare e ricco di spunti di riflessione sulla nostra civiltà "moderna", con un cimitero che da solo vale la visita. Consigliata visita guidata (ogni domenica alle 16) per capire storia e significato di tanta perfezione.

Visitato a Aprile 2011
È utile?
1 Grazie, i_viaggiatoripercaso
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Milano, Italia
Contributore livello 6
82 recensioni
13 recensioni per questa attrazione
common_n_attraction_reviews_1bd8 121 voti utili
“Veramente suggestivo.”
Recensito il 11 gennaio 2011

Sono stata a Crespi d'Adda più volte, perchè la particolarità del posto è veramente unica. Il paese si è fermato ai tempi in cui è stato costruito verso la fine dell'800. Creato dal Sig. Crespi imprenditore tessile che ha voluto investire sulle sponde dell'Adda, per costruire la sua azienda e dare ai propri operai, impiegati, dirigenti la possibilità di vivere vicino al luogo di lavoro. Infatti sono state costruite case specifiche per ogniuno di loro, dalle palazzine con piccoli appartamenti per gli operai (con bagno all'interno, cosa che per l'epoca era una rarità) a splendide ville per i dirigenti, una scuola, una chiesa, un ospedale, negozi per alimenti e anche il cimitero. Il luogo, sotto il patrimonio dell'Unesco, è rimasto identico a quando è stato costruito. Consiglio veramente di andarlo a vedere, soprattutto è molto istruttivo per i ragazzi.

Visitato a Marzo 2010
È utile?
2 Grazie, chiacca10
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.

Gli utenti che hanno visto Crespi d'Adda hanno visto anche

Capriate San Gervasio, Provincia di Bergamo
Capriate San Gervasio, Provincia di Bergamo
 
Capriate San Gervasio, Provincia di Bergamo
Capriate San Gervasio, Provincia di Bergamo
 

Conosci Crespi d'Adda? Condividi la tua esperienza!

Proprietari: qual è la vostra versione dei fatti?

Siete proprietari o gestori di questa struttura? Richiedete gratuitamente il profilo per tenerlo aggiornato,
rispondere alle recensioni e tanto altro ancora.

Richiedete il vostro profilo