Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.
Salva
Il meglio delle recensioni
Un monumento suggestivo

Come da titolo, un monumento suggestivo e davvero particolare. Ben restaurato, al suo interno è Leggi il seguito

Recensito 2 settimane fa
Derfel_88
,
Copertino, Italia
Un frammento di storia che ha ripreso vita !!!

Entrare in una struttura, dopo molti anni di chiusura per restauri, fa sempre una certa sensazione Leggi il seguito

Recensito il 13 settembre 2018
Carlo L
,
Zagarolo, Lazio, Italy
Leggi tutte le 119 recensioni
  
Recensioni (119)
Filtra recensioni
113 risultati
Valutazione
57
40
10
2
4
Tipo di viaggiatore
Periodo dell'anno
LinguaTutte le lingue
Altre lingue
57
40
10
2
4
Scopri i commenti dei viaggiatori:
Filtra
Aggiornamento elenco in corso…
1 - 10 di 113 recensioni
Recensito 2 settimane fa

Come da titolo, un monumento suggestivo e davvero particolare. Ben restaurato, al suo interno è presente anche uno schermo interattivo che permette di ottenere tutte le informazioni necessarie

Grazie, Derfel_88
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito il 13 settembre 2018

Entrare in una struttura, dopo molti anni di chiusura per restauri, fa sempre una certa sensazione ...
luogo di culto, dedicato come battistero a San Giovanni come questo, ti da un senso di pace unico.
Il tavolo elettronico, ti da tutte le spiegazioni e la storia di quel luogo ...
Bello veramente bello e suggestivo ...
Grazie ai restauratori ed al Comune, per aver reso fruibile tale tesoro !!!

Grazie, Carlo L
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito il 12 settembre 2018

Dopo essere stata al Santuario di san Michele ho scoperto quasi per caso questo interessante edificio.
Edificio a pianta centrale, con capitelli riccamente decorati, dotato di un touch screen che illustra ampiamente storia, struttura, apparato decorativo.

Biglietto d'ingresso solo 1 euro ben speso!
Consigliatissimo

1  Grazie, uffa-67
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito il 11 settembre 2018

In realtà è il battistero di San Giovanni.
La denominazione "Tomba di Rotari" deriva dall'ipotesi che qui sia stato sepolto re Rotari, longobardo, cosa improbabile.
Fondato agli inizi del XII secolo, è bellissimo.

Grazie, CHT570
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito il 27 agosto 2018 da dispositivo mobile

Scendendo la scalinata che porta al centro storico,si trova il complesso monumentale di S.Pietro e il Battistero di San Giovanni in Tomba,detto "Tomba di Rotari".Un complesso architettonico imponente con capitelli eccezionali.Il Battistero del 1109 commissionato da Rodelgrimo e Pagano. Una cattiva interpretazione di un epigrafe presente all'interno svela che si tratta di Battistero e non di una tomba.Una struttura merita di essere visitata.

Grazie, 206Paolo
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito il 27 agosto 2018 da dispositivo mobile

Luogo interessante con alcuni elementi architettonici notevoli spiegati nel dettaglio dallo schermo a touch screen presente all'interno. Per accedervi bisogna comprare un ticket dal costo di 1€. Esperienza breve ma per il prezzo pagato ci sta.

Grazie, LucaGio03
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito il 20 agosto 2018

Rotari, chi era costui? Il nome della tomba deriva dal famoso re longobardo, che nella sua vita avrebbe espresso il desiderio di essere seppellito in questo luogo. La certezza della sua presenza in questo mausoleo risulta alquanto dubbiosa. Le cronache nei libri di storia individuano una realta' alquanto lontana da Monte Sant'Angelo , in quanto il re longobardo mori' e venne sepolto a Pavia. La tomba, meglio conosciuta come il battistero di San Giovanni, fu fondato nel XII secolo, ed e' la piu' antica chiesa del paese, sede della prima parrocchia cittadina, demolita verso la fine del 1800. A sinistra dell'abside si accede alla tomba, che non ha nulla di sepolcrale, ma e' il citato battistero che nel XII secolo fecero sopraelevare fino a ricoprirlo a cupola. Per questo l'appellativo "Tumba" e' una errata interpretazione del costruttore.
Da sottolineare i bassorilievi dell'ingresso, i capitelli e gli affreschi interni.

2  Grazie, Gian franco R
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito il 20 agosto 2018

Appena usciti dalla Basilica , attraverso una breve rampa di scale si raggiunge la chiesa meglio conosciuta come la tomba di Rotari cui si accede attraverso facciata dellachiesa di San Pierìtro , la facciata presenta un magnifico rosone, la tomba è ritenuta la tomba del re Longobardo , , interessante il battistero ,

1  Grazie, Dino S
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito il 14 agosto 2018

Nonostante fossi già stato nel passato in questo paese, non conoscevo questo luogo e ho trovato affascinante la sua storia.

Grazie, Leonardo G
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito il 14 agosto 2018

Dopo la visita dell’adiacente chiesa di Santa Maria Maggiore eccoci alla Tomba di Rotari che, assieme alla chiesa di Santa Maria Maggiore, formano il complesso monumentale di San Pietro. Ciò che resta oggi della chiesa di San Pietro sono le basi di quattro colonne di granito, e la struttura absidale a semicatini scavata da nicchie, risalente al XII secolo. A sinistra dell’abside abbiamo potuto accedere alla Tomba di Rotari, che però non è un sepolcro, come il nome lascerebbe credere, ma un battistero dedicato a San Giovanni che, nei primi del XII secolo, fu fatto sopraelevare e coprire con una cupola. L’appellativo sarebbe dovuto all’errata interpretazione del nome del costruttore e del vocabolo “tumba” (cupola). Pregevole la fattura del suo portale, costituito da un‘architrave con bassorilievo riproducente la “Cattura di Gesù”, la “Deposizione”, le “Marie al Sepolcro”, la “Resurrezione”. Degni di attenzione sono i bassorilievi che sormontano l’ingresso e i capitelli e gli affreschi interni. Assolutamente da non perdere !!!

Grazie, digioma1
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Visualizza più recensioni