Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.

il mio contributo da New York di giugno 2018

Contributore livello
22 post
Salva argomento
il mio contributo da New York di giugno 2018

Ciao ragazzi,

sono appena tornato dalla bellissima New York dove ho passato circa 10 giorni.

Ho pensato che tutto il bagaglio di informazioni che sia prima che in loco sono riuscito ad ottenere non andasse disperso, e perciò ho pensato di pubblicarvi ogni giorno qualcosa sulla mia esperienza.

Iniziamo con i biglietti aerei e hotel:

io dopo varie ricerche di voli e coincidenze (partendo dalla Sardegna ho dovuto cercare anche un volo che mi facesse arrivare o a Roma o a Milano) ho optato per un pacchetto su expedia che comprendesse sia volo che albergo. Ho notato da subito che le offerte migliori erano su Milano e perciò ho deciso di partire da li, ho scelto un volo con scalo a Londra (mi faceva risparmiare ancora qualche euro) ed un albergo a Brooklin perchè era conveniente e ne parlavano bene.

Ho deciso successivamente di cambiarlo (era compreso il cambio gratuito) perchè viaggiando con mia moglie, mio figlio e mia sorella, il fatto di essere a Brooklin ci avrebbe limitato un pò nelle scelte e ci avrebbe costretto a considera almeno mezz'ora in più ogni giorno ad andare e tornare da Manhattan.

Ho scelto l'Even hotel di Time Square, davvero molto bello, personale cordiale, acqua gratuita al piano, borraccia omaggio, caffè e te in camera gratis, inoltre era sulla 35esima, vicino alla Penn Station e comodissima per qualsiasi spostamento. Inoltre è a un centinaio di metri dal madison square garden ed a 400 dall'Empire e da Time Square.

Ho fatto i biglietti solo dopo aver avuto conferma delle ferie, non si sa mai, ma ho comunque fatto a parte assicurazione che comprendesse rimborso dei voli (ve ne parlerò a parte).

Il volo era della British Airways ed il checkin l'ho fatto direttamente in aeroporto 2,5 ore prima del volo (comunque c'è scritto anche sul sito nel caso quando aprono il checkin), da Milano avevo già i biglietti sia per Londra che della coincidenza per JFK. A bordo si pul portare un bagaglio a mano da cabina più una piccola borsa (io avevo quella del pc, ma va bene anche borsetta o piccolo zainetto) più potete imbarcare un grande bagaglio da 23 kg a testa; tenteranno di dirvi che avete troppi bagagli e di imbarcarli, io ho detto che avevo già tutto organizzato nelle valigie e me le son portate appresso, non volevo avere problemi di smarrimento di bagagli e dover perdere tempo a comprare indumenti dal primo giorno.

Nel volo per Londra vi offriranno da bere gratuitamente, mentre in quello per JFK vi daranno sia da bere sia la cena e la colazione (dipende dagli orari) tutto gratis. Quando arrivate al vostro posto ci saranno cuffiette (gratuite ma vi chiedono di lasciare offerta che va in beneficenza), cuscinetto e copertina, quindi non portatevele..

In economy se potete scegliete i posti 40, non hanno nessuno davanti e quindi siete più liberi, mentre se siete fortunati da avere la businness tanto meglio (a proposito, quando effettuate il check in chiedete se hanno upgrade gratis liberi, spesso vi offrono la business se non è del tutto occupata). I posti finestrino hanno poco senso, le ali sono giganti e vedreste comunque poco o niente.

Altro consiglio, prima di prenotare verificate passaporti ed esta, ci vuole tempo soprattutto per il passaporto (Ve ne parlerò alla prossima volta)

Per il momento credo sia tutto a presto

È probabile che la disponibilità si esaurisca
Tour delle Cascate del Niagara di 2
465 recensioni
a partire da 320,00 USD*
Tour di un giorno a Washington DC da
1.153 recensioni
a partire da 145,00 USD*
Offerta Speciale
New York City Explorer Pass
479 recensioni
a partire da 84,00 USD*
89,00 USD
45 risposte su questo argomento
Contributore livello
22 post
Salva risposta
1. Re: il mio contributo da New York di giugno 2018

Roaming e Mappe:

Come un pò tutti mi ero organizzato tutto alla perfezione prima di partire, scaricato la mappa offline di New York, verificato che le sim funzionassero all'esterno, caricato un congruo credito per pagare il roaming dati (con vodafone è 3 euro al giorno con 200mb e 50 minuti di chiamate se non erro, con tim avevo un abbonamento di 10 giorni da 2gb se non ricordo male più chiamate).

Ebbene la 1° delusione è stata che il roaming dati è in edge e quindi inutilizzabile, sia con tim che con vodafone, perciò sfruttavo il wireless aperto che trovavo in giro (nelle metro, musei, starbuck, negozi e catene, eccetera), ma comunque non consente di utilizzare in modalità navigatore maps. Ovviamente non pagavo i 3 euro alla vodafone per ricevere chiamate, avendo disattivato il roaming dati, occhio che per loro la giornata inizia e finisce con le 24 italiane...

Maps offline è di aiuto ma non troppo, questo perchè se ricercate un punto offline (esempio un ristorante), lui vi mostra la mappa con al centro lo stesso, ma non ve lo indica con il classico segnaposto, inoltre non vi da nemmeno le informazioni sull'indirizzo, quindi dovete segnarvi prima via e numeri.

Io avevo anche una mappa su mymaps, ma quella non funziona off-line, perciò la utilizzavo la notte prima in albergo per segnarmi punti e vie sul cartaceo.

Due applicazioni che invece ho usato come il pane quotidiano mi aiutavano con i mezzi e non solo:

una la app ufficiale NYC Subway, che funziona offline e vi mostra la mappa delle metro, da cui potete verificare le varie fermate e linee vicino a voi, con anche gli indirizzi delle strade in cui ci sono le fermate;

l'altra è Citymapper, la vera app che mi ha salvato, funziona solo on-line, ma intanto vi servirà per capire i treni da prendere in metro, quindi vi collegherete alla loro linea. Indicando qualsiasi luogo e via oppure la fermata della metro dove siete e la destinazione vi fornirà in tempo reale le varie soluzioni. i proporrà diversi mezzi, ma la soluzione più in alto è sempre la migliore, ed una volta selezionata vi indicherà tra quanti minuti passa il mezzo ed anche qual'è la direzione ed il nome che potrete leggere sulle carrozze dello stesso. Vi salverà, è affidabile e vi indica anche eventuali variazioni di fermate per lavori o ritardi, fidatevi ciecamente di lui..

per il momento è tutto, al prossimo consiglio

Roma, Italia
Esperto locale
di Barbados, Great Exuma, Eleuthera, California, New York City, Parco nazionale di Los Roques, Turks e Caicos, Venezuela, Caracas, Stati Uniti, New York
Contributore livello
36.561 post
1.253 recensioni
Salva risposta
2. Re: il mio contributo da New York di giugno 2018

Grazie danilo.

Cosa ti ha colpito particolarmente di NY ?

Italia
Esperto locale
di New York City
Contributore livello
4.189 post
80 recensioni
Salva risposta
3. Re: il mio contributo da New York di giugno 2018

Danilo c a Manhattan con i totem della link si trova la connessione wifi praticamente dappertutto, in aggiunta a quelli descritti da te.

Io utilizzo come mappa Ulmon ottima anche offline.

Per la metro NYC subway è imbattibile.

Volevo segnalarvi invece l'inaffidabilità di Maps per quanto riguarda la metro.

Saluti, un abbraccio a bat!!

Modificato: 25 giugno 2018, 10:34
Contributore livello
22 post
Salva risposta
4. Re: il mio contributo da New York di giugno 2018

Guitek è vero mi son scordato di indicarli perchè non ho potuto usarli, erano sempre occupati sigh, ma bastava avvicinarsi ad uno starbacks ;-)

Contributore livello
22 post
Salva risposta
5. Re: il mio contributo da New York di giugno 2018

Bat999 ci arriverò con gli altri post credo, perchè di cose piacute ce ne sono tantissime. Abbiamo anche un altra passione in comune la Ducati ;-)

Roma, Italia
Esperto locale
di Barbados, Great Exuma, Eleuthera, California, New York City, Parco nazionale di Los Roques, Turks e Caicos, Venezuela, Caracas, Stati Uniti, New York
Contributore livello
36.561 post
1.253 recensioni
Salva risposta
6. Re: il mio contributo da New York di giugno 2018

@Danilo sei una brava persona allora!!!

Un saluto desmodromico .

Milano
Esperto locale
di New York City, Great Exuma
Contributore livello
13.239 post
48 recensioni
Salva risposta
7. Re: il mio contributo da New York di giugno 2018

Grande Danilo!

Mi accomodo accanto a Bat e Guitek (che saluto con affetto) e ti seguo con interesse; grazie per essere tornato a raccontarci la tua esperienza.

Reggio Emilia
Esperto locale
di New York City, New York
Contributore livello
1.649 post
104 recensioni
Salva risposta
8. Re: il mio contributo da New York di giugno 2018

Ciao Danilo, seguo con interesse il tuo diario

Contributore livello
22 post
Salva risposta
9. Re: il mio contributo da New York di giugno 2018

Passaporto:

io il passaporto dovevo farlo ex novo, perciò mi son recato il prima possibile in questura con:

il modulo stampato e compilato della richiesta passaporto(si trova anche online);

la carta di identità ed anche una copia della stessa;

2 foto formato tessera recenti;

bollettino postale di 42.50 euro. va fatto sul c.c. n. 67422808 intestato al Ministero dell’Economia e delle Finanze – Dipartimento del tesoro, con causale "Importo per il rilascio del passaporto elettronico";

Una marca da bollo da 73,50 euro (si compra dal tabaccaio).

In molte questure ricevono solo per appuntamento, anche la mia, ma il primo appuntamento utile era dopo un mese (si può fare anche la procedura di urgenza nel caso bisogni partire prima), perciò ho provato ad andarci direttamente ed ho consegnato il tutto dopo una piccola fila. Vi prederanno le impronte di tutte le dita, quindi non andateci se avete tagli, perchè poi al JFK fanno il controllo con l'indice della mano destra mi pare.

Il tempo dopo la consegna della documentazione è di 15 giorni per poterlo ritirare, ma anche per il rinnovo i tempi son quelli. Ho visto che si può fare delega, ma credo sia solo per il rinnovo, la delega deve essere scritta in un certo modello e bisogna avere i documenti in originale della persona a cui dovete farlo.

Prima di prenotare i viaggi assicuratevi di avere i passaporti validi, senza non vi faranno mai partire, anche perchè all'estero l'unico documento riconosciuto è il passaporto, la carta identità non vale perchè non si evince il vostro visto, e dovrete sempre averlo con voi in originale, magari fategli una foto con il cellulare per averne comunque gli estremi in caso di smarrimento

Al prossimo consiglio

Contributore livello
22 post
Salva risposta
10. Re: il mio contributo da New York di giugno 2018

Buongiorno ragazzi, allora biglietto fatto, passaporto ok, siamo in viaggio ed arriviamo al JFK

JFK-Manhattan

Come forse avrete già letto anche da qualche altra parte quando si arriva al JFK si arriverà in un terminal specifico, da cui bisogna prendere l'Airtrain per arrivare alla Jamaica Station.

Ci sono diverse indicazioni con la scritta Airtrain da seguire, arriverete alla fermata da cui prendere la circolare per andare a Jamaica, passano diversi mezzi, leggete bene sui monitor dove va, perchè ce n'è uno che fa tutti i terminal e non va a Jamaica, è la linea gialla.

L'airtrain si paga in uscita da JFK a Manhattan ed in ingresso se si va al JFK da Manhattan, il costo è di 5 dollari, ma potete anche risparmiare prendendo alle macchinette una metrocard con 10 ticket airtrain al costo di 25 dollari. Si può usare per un numero consecutivo massimo di 4 persone, ve la dovete passare, e nel caso siate anche in 3 risparmiate lo stesso.

Io alla fine non l'ho fatta perchè quando sono arrivato al JFK l'airtrain era in manutenzione ed il servizio era stato sostituito da bus fuori dai terminal, ragion per cui non ci hanno fatto pagare Airtrain che era gratuito a causa del disagio.

Dimenticavo di dirvi che prima di Jamaica si ferma anche alla Federal Circle, quindi non scendete li.

Siamo arrivati a Jamaica, ora a voi la scelta su come andare a Manhattan, ci sono diversi metodi, sia la metro, che fa molte fermate oppure la LIRR, io preferito quest'ultima, costa 8 dollari(si fanno alla macchinette prima di scendere le scale o all'edicola se aperta), il bambino pagava ridotto, e mi portava direttamente a Penn Station. Differenza principale rispetto alla metro è che è più veloce, più comoda, soprattutto per chi ha bagagli e ferma a Penn Station, che per me era ottimo, mettete comunque in conto di fare qualche rampa di scale con le valigie ma si può fare.

Per il ritorno, sempre da Penn, si può riprendere la LIRR, biglietti o alle macchinette o biglietteria, seguite le indicazioni per i binari, ci sono diversi treni che usano quella linea, vanno bene tutti tranne la linea rossa che va a Whashington che non passa per Jamaica. I biglietti non vanno obliterati, passerà il controllore che vi ritirerà il biglietto dopo averlo timbrato.

Credo di avervi dato le informazioni necessarie, giusto per farvi capire io con la LIRR sono arrivato a Manhattan alle 00:30, la stazione è sicurissima nonostante ci sia comunque da stare attenti, c'è un presidio fisso di 6 poliziotti che girano più ranger vari, dovete solo godervi l'uscita verso New York

Rispondi a: il mio contributo da New York di giugno 2018
Verrai avvisato per e-mail quando riceverai una risposta
Ottieni le risposte alle domande più frequenti su New York City.