Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.

Resoconto Milos

Roma, Italia
Contributore livello
50 post
5 recensioni
Resoconto Milos

In considerazione dei soli 6 giorni effettivi di permanenza sull’isola, abbiamo scelto di visitare solo il Sud e il Nord.

SPIAGGE:

- Agios Sostis: Per i miei gusti personali la migliore di Milos. In realtà, contrariamente a quanto si legge sul web, la spiaggia è formata da due baie, l’una accanto all’altra. La prima, la mia preferita, si raggiunge dalla scalinata che scende dal Tarantella. Per raggiungere la seconda bisogna passare per un complesso di studios distanti un centinaio di metri dalla suddetta taverna e da lì intraprendere un sentiero ripido ma fattibilissimo.

Il mare, pur non mostrando i colori assurdi di altre spiagge, è trasparentissimo e soprattutto sempre calmo (e anche abbastanza caldo.). La sabbia è dorata, ma soprattutto qui regna la pace più assoluta.

- Provatas: Si trova poche centinaia di metri prima di Agios Sostis. Il mare è ovviamente lo stesso, ma la spiaggia sembra Rimini in Agosto. Vista solo dall’alto e scappati via.

- Firiplaka: Forse la più famosa di Milos, e per questo le aspettative erano altissime. Dall’alto la vista è meravigliosa, per arrivare alla spiaggia bisogna passare su alcuni piccoli scogli, ma è veramente semplice e alla portata di tutti. Inizialmente il mare, pur mantenendo il colore che si vedeva dalla cima del promontorio che la sovrasta, era abbastanza torbido, e c’era anche già un bel po’ di gente. Dopo la delusione iniziale siamo andati avanti, sino quasi alla fine della spiaggia, e qui le trasparenze promesse si sono fatte realtà. Acqua meravigliosa, abbastanza fredda, e colori della celeberrima parete rocciosa realmente fantastici. C’eravamo soltanto noi con il nostro ombrelloncino. Da quest’anno non è più attrezzata, quindi bisogna portarsi qualcosa perché nelle vicinanze non c’è niente di niente.

- Paleochori: Anche qui si deve dividere la spiaggia in due parti. Noi siamo andati dove c’è il Deep Blue, in quanto il mare ci è sembrato più bello, e soprattutto quel tratto di arenile è attrezzato solo con pochi ombrelloni e con un piccolo baretto (molto caro per la verità). Invece l’altra parte della spiaggia era sovraffollata e piena di barche, gommoni, giochi d’acqua etc etc. Il mare a Paleochori ha colori incredibili, visti dall’alto sono impressionanti. Se si procede verso le ultime rocce che delimitano la baia l’acqua diventa rossa e ci sono queste famose bollicine termali, che noi però non abbiamo visto.

- Agia Kyriaki: Altro giro, altro mare incredibile. La spiaggia è un’ampia baia attrezzata solo dalla parte della taverna. C’è sabbia ma sulla battigia ci sono sassi e perlite. Proprio quest’ultima dona all’acqua un colore magnifico, sembra una frase fatta ma sembra realmente di nuotare dentro una piscina.

- Psarovolada: E’ la continuazione di Agia Kyriaki. Ci si arriva scendendo da una scalinata ripidissima e non curata che parte dal parcheggio dello Psarovolada Resort. La fatica è notevolissima, ma la ricompensa sarà senza eguali. Solo chi ha visto questa baia incredibile può capire cosa intendo. Dopo Tsigrado è quella che più fa strabuzzare gli occhi.

- Tsigrado: La spiaggia più spettacolare di Milos, una tra le cale più belle d’Europa. Noi siamo arrivati alle 9, e ce la siamo goduta per un paio d’ore con altre 6 persone. Purtroppo per le 11.30 siamo andati via, in quanto a quell’ora comincia ad arrivare una fiumana assurda di gente e di barconi turistici che oltretutto rendono torbida l’acqua del mare. La famosa discesa con la corda non è impossibile da fare, ma qui dipende esclusivamente dalla sensibilità di ogni singola persona. Andateci al mattino presto e godetevi uno spettacolo incredibile della natura.

- Sarakiniko: Siamo stati solo per fare le foto, perché il contesto naturale è oggettivamente pazzesco, ma il mare certamente non era all’altezza del resto dell’isola. Stesso discorso per Papafragas.

TAVERNE:

Anche qui la scelta è più che ampia. I prezzi del cibo sono in linea con le altre isole cicladiche, ma le bevande costano di più, facendo alzare un pochino il costo totale. Il livello è nella media , ma si debbono segnalare Oh Hamos ed Ergina. Il primo sta a Adamas, bisogna fare la famosa fila all’ingresso ma ne vale veramente la pena. Per me è certamente la miglior taverna di Milos, e non solo. Si mangia sotto un caratteristico pergolato, ma soprattutto si mangia meravigliosamente, e si è assistiti da un servizio molto più che cordiale. Altra menzione d’onore per Ergina a Tripiti. Si mangia su una splendida veranda, e anche qui la cucina è quella tipica ma fatta veramente veramente bene.

LOCALITA’:

Noi abbiamo alloggiato a Tripiti, alle porte di Plaka. E’ un piccolo paesino caratteristico, abitato principalmente da gente del posto. Ci è rimasto nel cuore. Come la maggior parte degli altri studios in zona avevamo una terrazza privata da dove gustare il bellissimo tramonto, in santa pace.

Plaka è obiettivamente molto bella, il tipico sogno cicladico tra bouganville, persiane blu e tavolini dove mangiare tra i vicoli. Sta forse diventando troppo turistica, anche nei prezzi delle taverne. Il famoso tramonto visto dalla terrazza della chiesa cattolica è un’esperienza da fare, ma anche qui la cosa si è sputtanata e bisogna pure assistere alla gente che applaude al calar del sole (sigh).

Adamas mi ha molto deluso. E’ il centro principale, qui approdano le navi, ma mi è sembrato veramente un posto senza identità. La sera tante strade non sono pedonalizzate. Bruttina.

Pollonia: La località si trova a Nord dell’isola, è un porticciolo molto bello attrezzato con un’infinità di taverne che affacciano sul mare, dove dicono si mangi il miglior pesce di Milos, e anche quello più costoso. Completamente diverso dal resto dell’isola, sembra di stare in un porticciolo della Florida più che in Grecia. Può piacere o meno.

Klima: Famoso villaggio di sirmata colorate, ormai tutte adibite a studios per turisti. Molto suggestivo.

CONSIDERAZIONI GENERALI:

Milos ha veramente tante cose da offrire, specialmente a livello di mare e di spiagge, tanto è vero che servirebbero probabilmente due settimane piene e la clemenza del meltemi per godersele tutte. Non è un’isola semplice, sia perché il viaggio in traghetto è abbastanza lungo e soggetto a cancellazioni, sia perché le distanze all’interno non sono brevissime. Per quanto ho potuto vedere, Milos sta vivendo una crescita esponenziale di turismo (di matrice spiccatamente statunitense, italiana e francese) con conseguente trasformazione del territorio e della mentalità. Difatti è pieno di studios in costruzione o in ristrutturazione, i prezzi tendono a lievitare e tutto inevitabilmente rischia di diventare a misura di turista. Se non ci si va entro una decina di anni si rischia di trovare una nuova Santorini. Non so se sia l’isola più bella, anche perché fare classifica di bellezza è del tutto privo di senso e di utilità, ma certamente i colori, i panorami e il mare che offre sono unici.

Scusate la lunghezza, ma era difficile trovare meno parole.

Modificato: 25 luglio 2019, 21:02
17 risposte su questo argomento
Roma, Italia
Contributore livello
2.968 post
381 recensioni
1.029 voti utili
1. Re: Resoconto Milos

Ciao Vido87,

ottimo report, complimenti!

Contributore livello
8 post
17 recensioni
7 voti utili
2. Re: Resoconto Milos

Grazie per le utili informazioni.

Roma, Italia
Contributore livello
59 post
32 recensioni
27 voti utili
3. Re: Resoconto Milos

Aggiungo alla tua ottima recensione, il suggerimento di una tappa all'isola di Kimolos . Si parte da pollonia e si raggiunge la spiaggia caraibica di Prassa

Roma, Italia
Contributore livello
50 post
5 recensioni
4. Re: Resoconto Milos

Vero, purtroppo il meltemi ha soffiato forte da nord e i traghetti da Pollonia non sono partiti

Bologna
Contributore livello
289 post
145 recensioni
94 voti utili
5. Re: Resoconto Milos

Grazie mille per il dettagliatissimo report! Molto utile a chi è in partenza per Milos!

Complimenti!

2 post
1 recensione
6. Re: Resoconto Milos

Complimenti,bellissimo report! Mi hai chiarito le idee sul mare di Milos,visto che per alcuni commenti sembra non sia un gran che.

Altamura, Italia
Contributore livello
9 post
48 recensioni
18 voti utili
7. Re: Resoconto Milos

Niente di eccezionale,la Grecia offre davvero tanta tanto di più.

Roma, Italia
Contributore livello
50 post
5 recensioni
8. Re: Resoconto Milos

@Marco F dipende dai gusti ....

Genova, Italia
1 post
9. Re: Resoconto Milos

Grazie per il bellissimo report.

Dove avete noleggiato l'auto, vi siete trovati bene? Lo consigli?

A breve partirò anch'io per milos

grazie

Antonio

Padova, Italia
Contributore livello
4 post
24 recensioni
34 voti utili
10. Re: Resoconto Milos

Trovo strano che nessuno vada nella zona mineraria o perlomeno ne parli , Milos se notate , non è molto proposta dai tour operator , ho come l'impressione che la società americana degli scavi , non voglia troppa gente tra i piedi , non credo quindi che Milos possa diventare una futura santorini

Rispondi a: Resoconto Milos
Verrai avvisato per e-mail quando riceverai una risposta
Ottieni le risposte alle domande più frequenti su Milos.
Discussioni recenti