Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.

Romania, che delusione. Cara spietata!

Milano, Italia
4 post
2 recensioni
1 voto utile
Romania, che delusione. Cara spietata!

Pubblicizzata spesso come destinazione economica (o addirittura la più low-cost di tutta la UE), poi di persona ti rendi conto che ha prezzi da Svizzera. A Bucarest ma non solo, nelle altre città anche peggio per la minore concorrenza di negozi.

Esempi:

- Fagioli in lattina non di marca: primo prezzo 5 lei a barattolo (1,10 €). In Italia anche nelle catene più chic si trovano a 0,38 €

- Dentifricio: dai 5 lei per il più scarso da 75 ml, fino a 25 lei (5€!) per i migliori. Lo stesso tubetto pagato a Zurigo circa 1,35€ a Bucarest veniva oltre 2€.

- 1 LT di latte: il primo prezzo (latte locale, manco importato) va dai 0,65 € in su per il parz. scremato. Almeno 0,90 per LL scremato. Che in un noto discount italo-tedesco viene dato fisso a 0,45€.

- Carne e pasta: come o più che in Italia. Yougurt decisamente più cari che in Italia, e non sono di marche note o internazionali.

Avete notato anche voi questo falso mito dei prezzi romeni? Forse per gli hotel. Ma per il mangiare, se andavo a Parigi al market sotto la Torre Eiffel spendevo meno...

22 risposte su questo argomento
Milano, Italia
4 post
2 recensioni
1 voto utile
1. Re: Romania, che delusione. Cara spietata!

PS: per il dentifricio in Italia ci sono catene che danno tubetti di marca in offerta a 0,45 per 100 ml. Ora, capisco che magari in Romania a parte 2-3 noti gruppi francesi non ci sono grosse aziende di grande distribuzione, ma da qui a far pagare lo stesso tubetto 2,70 € (cioè sei volte) in un Paese che ha stipendi che sono 13 dei nostri, sinceramente qualcosa non quadra. E non parliamo di zone turistiche. Ci vedo un certo zampino di corruzione, e il bello è che nessuno in Italia lo sa e c'è il mito che tutto costa meno in Romania perché i prezzi sono rapportati agli stipendi...

Modificato: 20 marzo 2019, 08:20
Milano, Italia
4 post
2 recensioni
1 voto utile
2. Re: Romania, che delusione. Cara spietata!

* stipendi che sono un terzo dei nostri

CiCi_MM da Roma
Esperto locale
di Romania
Contributore livello
2.339 post
200 recensioni
95 voti utili
3. Re: Romania, che delusione. Cara spietata!

I Brezel, cioe i covrigi caldi al centro di Bucarest 1leu cioe 0,25€. Volete prezzi più bassi ? Andate nei mercati, dai contadini. I mercati sono aperti dalla mattina la sera, tutti i giorni.

La corruzione ? Si, c’e. Per questo ogni tanto i romeni escono in piazza. Tutti i prodotti romeni, da abbigliamento a medicine, oggetti in legno sono stati distrutti dalla globalizzazione e dalla corruzione arrivata dopo ‘89. Gli alberghi nelle grandi città hanno prezzi medio-alti ma qualitativamente di buona qualità.

Alba, Italia
Contributore livello
44 post
365 recensioni
133 voti utili
4. Re: Romania, che delusione. Cara spietata!

Alcuni cibi in proporzione costano di più (ho notato acqua e alcune verdure), ma in generale i prezzi sono molto bassi... A Timisoara abbiamo mangiato in un bellissimo locale del centro ad un prezzo impensabile in Italia.

Sasso Marconi
Contributore livello
1.751 post
321 recensioni
335 voti utili
5. Re: Romania, che delusione. Cara spietata!

Bho…non so che dire…io in Romania in mezza settimana non sono riuscita a spendere ciò che in altre città europee spendevo in un giorno. Ho mangiato fino a scoppiare nei ristoranti non spendendo nulla, preso mezzi pubblici a prezzi stracciati così come comprato roba al supermercato a prezzi che in Italia mi sarei sognata. Bucarest inclusa. Quindi no, per me non è stato un falso mito

Monaco di Baviera
Esperto locale
di Monaco di Baviera
Contributore livello
1.585 post
255 recensioni
173 voti utili
6. Re: Romania, che delusione. Cara spietata!

Ciao ragazzi, ho letto con molto interesse questo thread prima e dopo il mio viaggio in Transilvania.

Sí, é vero, alcuni prodotti non sono economici ma in linee generali ho trovato la Romania (o meglio, la Transilvania) abbastanza economica.

In base alla mia esperienza, mangiare fuori costa meno o decisamente di meno che in Italia (ovviamente se si evitano i ristoranti super turistici).

Il discorso "spesa al supermercato" é molto interessante..... prima di tutto, se si fa la spesa da Lidl in Italia, bisogna considerare i prezzi di Lidl in Romania, altrimenti non é un termine di paragone corretto. Noi abbiamo trovato che la maggior parte dei prodotti costa meno in Romania, ma solo se si tratta di prodotti locali. I prodotti di importazione (tipo mozzarelle e parmigiano italiani, tanto per citarne due) costano come, o in alcuni casi anche di piú che in Italia.

I taxi costano decisamente meno che in Italia.

Le attrazioni costano generalmente meno che in Italia.

I campeggi costano decisamente meno che in Italia.

Per chi sta programmando un viaggio in Romania e vuole avere un'idea dei prezzi, ecco qua un elenco di quello che abbiamo pagato noi durante il nostro viaggio in Transivania a maggio:

https:/…

Ci tengo peró a specificare che i prezzi indicati da me sono quelli che abbiamo pagato noi durante il nostro viaggio... non escludo che a Bucarest o sulla costa (specialmente nel periodo estivo, che é gettonatissimo) i prezzi siano piú alti!!!!

Poi é anche chiaro che é tutta una questione di aspettative..... se ci si aspetta di trovare prezzi bassissimi, come in alcuni paesi asiatici, allora é chiaro che si rimane fortemente delusi!!!!

Sasso Marconi
Contributore livello
1.751 post
321 recensioni
335 voti utili
7. Re: Romania, che delusione. Cara spietata!

Certamente non costa come i paesi asiatici…certamente sulla costa e in estate, e a Bucarest, i prezzi sono più alti. Ma a Bucarest, anche se più alti, non sono comunque alti come nella maggior parte delle altre città europee. Io non ho mai speso così poco come in Romania, per mangiare e in generale per spese varie, in termini di viaggi in Europa.

CiCi_MM da Roma
Esperto locale
di Romania
Contributore livello
2.339 post
200 recensioni
95 voti utili
8. Re: Romania, che delusione. Cara spietata!

Ci sono nelle città più grandi, come Bucarest, Cluj, Iasi, Brasov, locali " di tendenza" che non sono "turistici" dove paghi il nome, la presentazione, l'ambiente.

Volete un po' di nomi ? -:) Alcuni sono anche di qualità, altri sono proprio per i snob. Hanno aperto da relativamente poco tempo una pasticceria a Bucarest - Piazza Victoriei - French revolution - dove hanno solo ecler in tutti i colori e gusti ma costano troppo !! e come gusto sono di plastica.

Un altro ristorante di tendenza, sempre pieno, dove mangi solo se prenoti, ma dove il cibo = gusti, presentazione sono stupendi : Caju, dietro l'Ateneo Romeno - ma è caro e non turistico. Turistici sono : Caru cu bere, Hanul lui Manuc e altri della catena City Grill.

Sasso Marconi
Contributore livello
1.751 post
321 recensioni
335 voti utili
9. Re: Romania, che delusione. Cara spietata!

Caru cu bere l ho trovato decisamente troppo turistico. Deludente. E prezzi sopra la media di quanto ho speso in generale nel paese

CiCi_MM da Roma
Esperto locale
di Romania
Contributore livello
2.339 post
200 recensioni
95 voti utili
10. Re: Romania, che delusione. Cara spietata!

Jessica, hai pagato anche lo spettacolo, la musica e i ballerini. Se vai a pranzo ci sono delle formule economiche e la cosa più importante, dal mio punto di vista, meno chiasso.

Rispondi a: Romania, che delusione. Cara spietata!
Verrai avvisato per e-mail quando riceverai una risposta
Ottieni le risposte alle domande più frequenti su Romania.