Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.

La Polinesia : 4 miti da sfatare

Raiatea
Esperto locale
di Polinesia francese
Contributore livello
1.674 post
76 recensioni
84 voti utili
La Polinesia : 4 miti da sfatare

Verso la fine dell'estate sono stato contattato ( come altri EL di TA) da Panorama Travel per scrivere qualcosa sulla Polinesia ed in particolare qualcosa tipo " le 10 cose da non perdere " o similari .

Ho preferito impostarlo in modo diverso ed è stato accettato e pubblicato così in novembre ( non so se lo trovate ancora in edicola ma in ogni caso è qui )

4 miti da sfatare

1)- Le spiagge polinesiane: Sulle pagine patinate per turisti non si vede altro che lunghe spiagge di sabbia bianca con le palme che tendono verso il mare. Sulle palme niente da eccepire, ma per quanto riguarda le spiagge è tutto un po’ ricostruito ad uso e consumo degli hotel. Le spiagge non sono così larghe e frequenti, l’aspetto è più naturale e selvaggio e la sabbia è mischiata a frammenti di corallo morto e cespugli o altra vegetazione. Le spiagge degli hotel vengono costantemente rifornite di sabbia bianca che viene estratta dal fondo della laguna. Negli atolli delle Tuamotu, intorno ai “motu”, le isolette che separano la laguna interna da quella esterna, si possono trovare alcune belle spiaggie bianche naturali. Al contrario, nelle isole potete trovare una vegetazione tropicale straordinaria e prorompente fino quasi a lambire l’acqua del mare e montagne a più di mille metri : tutta un’altra Polinesia!

2)- Una destinazione costosa: E’ la prima cosa che ci si sente dire entrando in agenzia viaggi.

Certo il volo è costoso e in alta stagione si arriva anche a 2000€ ma siamo dall’altra parte del mondo e benché ci si auguri che le compagnie scendano sui costi resta una destinazione lontana. Il soggiorno è costoso perché nell’immaginario turistico c’è l’overwater in laguna che le agenzie propongono, trascurando volutamente gli “hotel famigliari” o piccole pensioni; anzi vengono decisamente sconsigliate perché sporche e inaffidabili. Falso, non vengono proposte solo perché costano dalle 3 alle 6 volte meno e rischiereste per davvero di vivere la Polinesia in compagnia dei polinesiani e di restarne stregati. Quindi, ancora una volta informatevi e se proprio volete togliervi lo sfizio dell’overwater fate 2 giorni, non di più, ci sono tante soluzioni alternative, basta informarsi su internet .

3)- Il mito delle vahinè (ragazze polinesiane)

Un po’ come per le spiagge, anche in questo caso nelle pagine patinate vengono mostrate ragazze con il seno al vento e lo sguardo ammiccante. Una falsa immagine della donna polinesiana che non è mai esistita, neppure ai tempi di Cook o del Bounty. Le donne e le ragazze qui fanno il bagno vestite ed è rarissimo vederne qualcuna in costume da bagno poiché da una parte sono molto pudiche e dall’altra la religione ha azzerato millenni di spontaneità. La donna polinesiana si sente offesa quando vede questi depliant turistici perché è una immagine non vera, che non le appartiene.

Se poi si vuole parlare della sensualità della donna polinesiana… allora è tutto vero! E’ sufficiente guardarle quando si muovono e danzano, la loro gestualità e quel sorriso che parla di cose semplici e genuine. Da metà giugno a metà luglio si svolge l’Heiva, una festa tradizionale polinesiana e in questo periodo potrete ammirare in tutti i villaggi le danze tipiche polinesiane e la sensualità che trasmettono.

4)-Tahiti, Moorea, Bora, Rangiroa … Queste sono le isole che hanno hotel a 5 stelle e i mitici “overwater” . E tutto il resto della Polinesia?

La Polinesia è fatta da centinai di isole e atolli, ma a parte quelli disabitati e meno conosciuti, c’è la splendida e piccola Maupiti che, non a caso, viene chiamata la piccola Bora sia per una certa somiglianza come disposizione che per la sua laguna. Tahaa, l’isola selvaggia o della vaniglia con uno dei giardini di corallo in acque basse tra i più belli del sud pacifico. Raiatea, l’isola più grande dopo Tahiti e il suo “marae” (altare sacro) internazionale di Taputapuatea. Huahine l’autentica, dove sembra che il tempo si sia fermato e si riesce ad assaporare la dolcezza dei mari del sud. Come non inserire l’atollo di Fakarava , patrimonio dell’Unesco, certo, senza hotel con gli overwater ma con oneste pensioni di famiglia ma , d’altra parte, si viene in Polinesia per vivere gli hotel o ciò che questa terra e queste lagune possono offrire ?

Questa è la Polinesia che conosco io , non quella che vi viene proposta nelle lussuose pagine patinate .

Ovviamente aspetto commenti.......

Michele

277 risposte su questo argomento
1 post
271. Re: La Polinesia : 4 miti da sfatare

Ciao Michele siamo una coppia di italiani che desidererebbe fare un viaggio in Polinesia in ottobre circa venti giorni. Abbiamo letto che tu la conosci.... Non è che per caso avresti tempo di aiutarci a organizzare il viaggio.... Dove pernottare.... Senza spendere cifre allucinanti? A noi degli hotel di lusso non interessa vorremmo fare una vacanza bella e vedere posti belli. Ti ringraziamo in anticipo e attendiamo una risposta. Ciao Giuliano

Raiatea
Esperto locale
di Polinesia francese
Contributore livello
1.674 post
76 recensioni
84 voti utili
272. Re: La Polinesia : 4 miti da sfatare

Buona giornata Giuliano ,

non sarebbe questo il post con l'argomento centrato , comunque no problem per dare una mano .

 Questo forum è nato anche per questo .

Intanto puoi scaricare questa Brochure di Tahiti Tourisme con tutte le Pension de famille in Polinesia così riesci da orientarti un po .

fr.calameo.com/read/003461503c8ed41a26583

Puoi anche scaricare l'app di Tahiti Tourisme che puoi utilizzare anche off line

A dopo

Michele

1 post
273. Re: La Polinesia : 4 miti da sfatare

Ciao Michele,

per puro caso ho letto il tuo commento su 4 miti da sfatare sulla Polinesia da te pubblicato diversi anni fa.

Sono stato sulle isole maggiormente pubblicizzate, ed hai perfettamente ragione, è come dici, per carità tutto bellissimo e perfetto

per il prossimo viaggio vorrò seguire il tuo consiglio e visitare le isole da te menzionate e penso che troverò una Polinesia più vera.

PS. sei ancora in Polinesia ?

grazie

Gino

Raiatea
Esperto locale
di Polinesia francese
Contributore livello
1.674 post
76 recensioni
84 voti utili
274. Re: La Polinesia : 4 miti da sfatare

Grazie per i commenti

Si sono ancora in Polinesia ed il prossimo anno sono 20 anni tondi tondi

Un abbraccio da Tahaa

Pinerolo, Italia
Contributore livello
1 post
4 recensioni
3 voti utili
275. Re: La Polinesia : 4 miti da sfatare

Ciao Michele mi sono imbattuta nel tuo commento ed essendo che noi a Settembre del 2020 ci sposiamo, il nostro viaggio di nozze lo volevamo passare in Polinesia. Ho letto che tu hai un Gulliver, hai ragione a dire che le agenzie di viaggi vendono con foto e descrizioni gli hotel a 4/5*, noi all'inizio eravamo di quell'idea passare 3 sett in questo modo, poi ho pensato "ma se passiamo 3 sett in barca" ci godiamo in lungo e in largo la Polinesia" ma non so se è fattibile. Quindi chiedo a te. Si può improntare un viaggio di nozze in barca per tre settimane? Resto in attesa di una tua cortese risposta. Ti ringrazio un saluto Greta P

Venezia, Italia
Esperto locale
di Isole della Società, Polinesia francese
Contributore livello
797 post
10 recensioni
6 voti utili
276. Re: La Polinesia : 4 miti da sfatare

Ciao Greta, ti rispondo in attesa che Michele dica la sua... sicuramente si può fare, ma molto dipende anche dal vostro budget. Se potete permettervi di charterizzare una barca in uso esclusivo per tutto il soggiorno potete fare un po' quel che volete in 3 settimane, anche se resta sconsigliato spostarsi da un arcipelago all'altro perchè sarebbero diversi giorni di navigazione a vela. Se non avete un budget molto sopra la media l'alternativa sarebbe quella di prendere più crociere "a la cabina", magari una alle isole della società e una alle Tuamotu. Il problema in questo caso potrebbe essere quello che le crociere in questo caso avrebbero spesso delle date fisse e bisogna vedere se sono compatibili, ma sei in buon anticipo un incastro si dovrebbe trovare. Puoi anche prevedere il Gulliver per l'itinerario classico Raiatea - Tahaa - Bora Bora o vv. e chiedere un'estensione privata di qualche giorno per fare anche Huahine.

Raiatea
Esperto locale
di Polinesia francese
Contributore livello
1.674 post
76 recensioni
84 voti utili
277. Re: La Polinesia : 4 miti da sfatare

Ciao Greta

Per fortuna non esistono solo hotel 5 stelle ma anche delle Petite hôtellerie e pensioni di famiglia . Se prenotate per tempo e, fai bene a programmare già con anticipo , puoi scegliere quelle che più ti di confanno come itinerario e servizi offerti

Per la scelta della crociera , premesso che a mio avviso il modo migliore per visitare e conoscere la Polinesia ed in generale le isole è dal mare , concordo con Kiaora . Gli arcipelaghi sono a giorni di navigazione quindi la scelta più razionale per un itinerario potrebbe essere quella di effettuare una crociera nelle isole sottovento ed una allé Tuamotu con due differenti imbarcazioni che effettuano questo itinerario . Nel caso alternando qualche giorno di soggiorno in strutture a terra .

Nelle isole sottovento se trovi alloggi potresti scegliere Maupiti per un soggiorno a terra , nel caso come prima tappa dell’itinetario , poi una crociera tra Bora Tahaa e Raiatea con il Gulliver ad esempio e poi alle Tuamotu vedere che itinerari in barca propongono , ad esempio potresti vedere con la barca Selavi e nel caso , se hai ancora giorni , un soggiorno in un atollo oppure a Moorea come ultima tappa dell’itinetario .

Un itinerario di questo tipo mi sembra completo e ben distribuito .

Buone scelte

Michele

Rispondi a: La Polinesia : 4 miti da sfatare
Verrai avvisato per e-mail quando riceverai una risposta
Ottieni le risposte alle domande più frequenti su Polinesia francese.