Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.

Di ritorno dal Giappone - La nostra esperienza di viaggio

Napoli, Italia
Contributore livello
9 post
21 recensioni
Di ritorno dal Giappone - La nostra esperienza di viaggio

Salve a tutti

di rientro da poco dal mio viaggio in Giappone, volevo condividere con voi la nostra esperienza, così che magari qualcuno magari possa prenderne spunto come ho fatto io prima di partire leggendo su TA i vari post

Innanzitutto l’itinerario:

Tokyo 4 giorni con un giorno a Kamakura

Hiroshima e Miyajima due giorni

Kyoto 4 giorni con una mezza giornata a Nara

Hakone 1giorno

Tokyo 1 giorno

Che dire, viaggio fantastico. Al di là dei posti belli da vedere, un viaggio del genere ti fa capire la diversa cultura di questo popolo che per quanto si sia occidentalizzato in alcuni aspetti, resta però ancorato a tradizioni e modi di fare appartenenti solo a loro

Per quanto riguarda Tokyo, non mi aspettavo potesse sorprenderci a tal punto. Prima di partire avevamo molte più aspettative su Kyoto, ma alla fine è l’attuale capitale giapponese ad averci lasciato il ricordo più bello. Abbiamo soggiornato ad Asakusa, all’APA HOTEL

Credo che la scelta, a livello logistico sia più che buona. La metro (linea Ginza) è di fronte l’albergo e arriva direttamente a SHIBUYA. Ho letto spesso di trovare alloggio a SHINJUKU perché più facile spostarsi. Ci siamo stati l’ultima notte quando siamo ritornati a Tokyo. Beh, onestamente io lo sconsiglio invece. Molto più caotica e l’impatto, se è la prima cosa che si vede del Giappone, fa pensare semplicemente a una metropoli occidentale. Di sicuro per chi vuole avere uno svago anche serale e notturno è perfetto (molto carina anche se ormai turistica la zona di GOLDEN GAI). Per chi la consiglia invece perchè uno snodo importante per i mezzi di trasporto, non posso che confermare. Però, a mio parere, chi si appresta a fare un viaggio in Giappone non credo che ci vada con i soldi contati e se pure si deve prendere una metro in più ( si può fare comunque l’abbonamento giornaliero a 600yen o utilizzare la PASMO/SUICA, tra l’altro utili in tutto il Giappone) e perdere un quarto d’ora tra uno spostamento e l’altro non credo sia la fine del mondo. Per cui se la sera, dopo una bella cena in un ristorante cercato su TA o altre guide o a caso, si desidera poi andare a riposare per stare freschi il giorno seguente io consiglio di trovare alloggio in quartieri diversi

Per il resto, in ogni quartiere abbiamo trovato qualcosa di diverso, dai già citati ultramoderni SHINJUKU e SHIBUYA e zone limitrofe, al lusso di GINZA, alla storia di ASAKUSA e le botteghe di YANAKA, al parco di UENO e la zona “orientale” di AMEYOKO, al “paese dei balocchi” di AKIHABARA

Davvero una scoperta in tutti i sensi

Per il daytrip abbiamo optato per KAMAKURA, essendo più vicina e non avendo ancora a disposizione il JR PASS. Molto carina, parecchi templi da vedere compreso il BIG BUDDHA. Ma purtroppo noi essendo capitati durante la Golden Week abbiamo trovato il delirio. Merita però sicuramente una visita

HIROSHIMA purtroppo ha “poco” da vedere, essendo una città ricostruita. Molto toccante il museo della pace ma gli okonomiyaki mangiati lì non hanno eguali! E poi il giorno dopo a MIYAJIMA. Davvero caratteristica e al di là del torii in mezzo al mare e dei cerbiatti (piuttosto aggressivi in alcuni casi!) c’è forse uno dei complessi di templi più bello che abbiamo visto, il DAISHO-IN. Tra l’altro gratuito

E passiamo a KYOTO, l’impatto è stato strano, sicuramente una città diversa dalle precedenti. E poi bisogna davvero pianificare bene le cose da vedere, essendo tante e come già stradetto molto sparpagliate tra loro. Tutti i posti tra l’altro sono iper affollati e quindi per goderseli bisogna andare in orari non convenzionali oppure avventurarsi lì dove la gran massa non arriva (ad esempio al FUSHIMI INARI e alla foresta di bambù continuare i percorsi quanto più possibile). Nonostante le quattro giornate a disposizione, alcune cose che avevamo in agenda non siamo riusciti a vederle. Questo è dovuto al fatto principale che organizzandosi il viaggio da soli magari ci si ferma di più in un posto a discapito di un altro a differenza di un tour che ha tutti i tempi programmati.

Per consigliare un percorso ad esempio noi dal KINKAKU-JI (padiglione d’oro) siamo poi scesi al RYOAN-JI e poi al NINNA-JI e lì di fronte preso il trenino per arrivare direttamente ad ARASHIYAMA (foresta di bambù)

Oppure abbiamo unito FUSHIMI INARI con NARA essendo sulla stessa linea ferroviaria, sacrificando però un po’ entrambi.

Nel complesso come detto tutto molto bello, ma forse il fatto che a TOKYO avevamo si programmato tutto ma lasciandoci poi perdere da quello che trovavamo senza fretta, ci ha fatto godere di più l’esperienza giapponese che a KYOTO invece a volte diventa solo un mordi e fuggi di cose da vedere

Infine NARA e poi HAKONE. Della prima la sensazione è stata di un continuo di KYOTO senza dilungarmi troppo, di HAKONE invece ci siamo goduti i paesaggi (intravisto anche il FUJY) e il relax con un fantastico onsen che dopo tanto camminare ci voleva proprio

Ultime sensazioni: per un viaggio organizzato da soli in Giappone è INDISPENSABILE avere una connessione dati sempre a disposizione. Ci sono già altri post che consigliano a chi rivolgersi. Per noi è stato fondamentale, aiutandoci negli spostamenti e nelle cose da vedere

Inoltre la lingua inglese non è conosciuta da tutti, anzi. E anche in giro e nei templi la maggior parte delle cose sono solo in giapponese. La sensazione è che sia un popolo molto nazionalista. Ho trovato però nelle persone con cui ci siamo relazionati (quelle poche appunto che parlavano inglese) una gentilezza e un modo di fare davvero fuori dal comune. Anche con quelle che parlavano esclusivamente giapponese era un continuo ringraziare (“arigato gozaimasu” lo sentivi ripetere ad libitum). Non mi fraintendete, ma a volte sembra fatto più per abitudine che per vera riconoscenza. Ma mi fermo qui per non scatenare reazioni :)

Ho cercato di riassumere quanto più possibile la mia/nostra esperienza. Ovviamente se qualcuno ha domande o vuole aggiungere altro può farlo tranquillamente

Un saluto a tutti. E buon viaggio in Giappone per chi si appresta a farlo

Gita giornaliera sul monte Fuji da
1.002 recensioni
a partire da 127,30 USD*
Più venduto
Gita di un giorno sul monte Fuji, al
4.332 recensioni
a partire da 140,90 USD*
Tour di Kyoto con visita al
53 recensioni
a partire da 118,20 USD*
6 risposte su questo argomento
Contributore livello
37 post
1. Re: Di ritorno dal Giappone - La nostra esperienza di viaggio

Grazie mille per aver condiviso la tua esperienza. Io partirò il 10 luglio e ti volevo chiedere qualche consiglio per la connessione dati. Pensi sia sufficiente.una sin con dati mobili? Quali app ritieni ti siano state utili? Grazie

Napoli, Italia
Contributore livello
9 post
21 recensioni
2. Re: Di ritorno dal Giappone - La nostra esperienza di viaggio

Se siete in due o più, credo convenga un piccolo router (vedi i vari post sul pocket wifi). Io l'ho preso tramite Global Advance ed eravamo connessi entrambi. Trovato in albergo e spedito poco prima di partire

Come app per Tokyo ti consiglio tokyosubaway per pianificare gli spostamenti in metropolitana. Davvero utile e semplice da usare

Bergamo
Esperto locale
di Cuba, Bergamo, Vacanze con bambini, Fuerteventura, Lanzarote, Guardalavaca, Giappone
Contributore livello
20.507 post
45 recensioni
3. Re: Di ritorno dal Giappone - La nostra esperienza di viaggio

grazie per aver riportato la tua esperienza...

sono felice che il giappone ti sia piaciuto tantissimo (ma non avevo dubbi)

Campobasso, Italia
Contributore livello
74 post
22 recensioni
4. Re: Di ritorno dal Giappone - La nostra esperienza di viaggio

Grazie mille per la tua testimonianza, vorrei sapere quali voli avete prenotato. Io sto organizzando il nostro primo viaggio per novembre e ho prenotato tutto tranne i voli... guardavo Lufthansa ma nelle ultime settimane i prezzi sono quasi raddoppiati... grazie ;)

Lucca, Toscana
Contributore livello
125 post
13 recensioni
5. Re: Di ritorno dal Giappone - La nostra esperienza di viaggio

Ciao grazie per la vostra esperienza di cui condivido molte cose!! Scrivo anche io perché a Tokyo abbiamo soggiornato nello stesso hotel Apa ad Asakusa 7 notti e lo consiglio perché da lì si possono prendere la,metro e il treno di superficie e raggiungere a piedi il tempio buddista Senso-ji ed anche la Tokyo Sky tree.È in un'ottima posizione, pulitissimo (ma sono puliti in tutto) e le camere piccole( ma non troppo per la media giapponese) fornite di tutto. La colazione occidentale non è varia solo pane, burro e marmellata invece hanno piu' colazione tipica. Per il resto anche noi a Kamakura a,passeggiare tra le ortensie e sul mare e il grande Buddha ci ha emozionato.

Roma, Italia
Contributore livello
398 post
14 recensioni
6. Re: Di ritorno dal Giappone - La nostra esperienza di viaggio

Ciao, grazie del tuo resoconto. Noi siamo stati lo scorso anno e devo dire che condivido la maggior parte delle tue impressioni. In particolare, per quanto ci sia piaciuto tutto moltissimo, Tokyo ci ha davvero colpito e ci siamo divertiti molto, mentre Kyoto (bellissima) è stata più faticosa da vari punti di vista. Speriamo di tornare in Giappone relativamente presto e sicuramente torneremo a Tokyo! :)

Rispondi a: Di ritorno dal Giappone - La nostra esperienza di viaggio
Verrai avvisato per e-mail quando riceverai una risposta