Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.

Appena rientrati da viaggio Bali + Gili: i nostri consigli

piacenza
Contributore livello
26 post
18 recensioni
Appena rientrati da viaggio Bali + Gili: i nostri consigli

Ciao a tutti, siamo una coppia di 35enni (circa +/-) appena rientrata da 10gg pieni a Bali, esperienza bellissima che vorrei condividere attraverso alcuni piccoli consigli spero utili per chi ancora deve recarsi lì prossimamente. Nessun diario di viaggio, ma alcune indicazioni sulla base dei dubbi che anche noi avevamo prima di partire, ed ora invece che siamo freschi di conoscenza possiamo chiarire le idee, anche basandoci sulle dritte impartite da gente locale incontrata durante il percorso.

[parte #1]

BASSA/ALTA STAGIONE

Se possibile evitare agosto e settimane limitrofe

Meglio giugno, metà luglio anche per scuole chiuse

Traffico e turismo saranno sempre presenti, ma meno congestione e più disponibilità nelle strutture

SOGGIORNO ITINERANTE

Non pernottate sempre nella stessa zona, ma prevedete un itinerario con tappe strategiche in modo da vedere più cose e guadagnare tempo negli spostamenti.

Se siete in low season (quindi anche giugno/luglio come detto sopra), potete fare base ad Ubud alcuni giorni e strutturare day tour limitrofi e poi allungare le distanze con pernottamenti localizzati, prenotando un giorno per l’altro in totale autonomia. Per garanzia potete utilizzare Booking.com o qualsiasi altro sito simile, anche se non avrete problemi semplicemente arrivando in loco, guardare le sistemazioni e magari contrattarne il prezzo.

La varietà di scelta è immensa anche per rapporto q/p.

METEO

Ogni sito di viaggi consiglia giugno per visitare Bali, stagione secca inoltrata ma affollamento ancora parziale: poca pioggia e ore luce.

In realtà dipende molto dalla zona, l’isola è grande e montuosa, i venti possono modificare velocemente le previsioni o grosse perturbazioni rimanere a volteggiare per giorni. Nei giorni vissuti sull’isola, direi che le nuvole sono state molto più presenti nel centro (Ubud, Kintamani, Batur, ecc.) e molto meno sulla costa: ad Ubud e pressi per due giorni c’era una grossa perturbazione, quindi mattina presto e notte pioveva spesso (ma pioveva pioveva..), durante il giorno un paio di secchiate da mezz’ora circa (se si è in giro non rimane che ripararsi da qualche parte in attesa che perda di intensità). K-way e ombrello non vi aiuteranno molto ma meglio averceli, quanto meno per riparare il più grosso.

Siti-App utilizzate per il meteo:

AccuWeather

www.weather.com

www.yr.no/sted/Indonesia/Bali

www.bali.com/news_weather.html

weather-forecast.com/topographic-maps/bali

Anche se i migliori meteorologi rimangono i pescatori o la gente del posto.

VULCANO

Già dall’eruzione di fine 2017 si è instaurata una certa fobia sul vulcano, che rimane comunque attivo tuttora anche se, quando c’è nuvolo, non si vede.

Sia le autorità che gli abitanti rassicurano sulle condizioni, oggi ci sono sistemi di previsione e prevenzione diversi dal passato, pertanto l’area coinvolta direttamente è solo quella limitrofa al vulcano, che comunque in caso di problemi è sempre stata evacuata dopo le prime avvisaglie. Diversamente per l’aeroporto, sono vari i fattori che ne influenzano l’operatività in questi casi (vento, altezza ceneri, visibilità, ecc.): certamente l’eventuale chiusura è sempre preventiva e al max per le sole ore/giorni necessarie a fare passare l’allerta.

Non è piacevole né da sottovalutare, ma a modo mio e di tanti altri, l’attività del vulcano non dovrebbe precludere un viaggio sull’isola (ovvio se la situazione non genera, ma credo sia nell’interesse di tutti scongiurarlo, aldilà del turismo).

VOLO/AEROPORTO

Volato con Qatar Airways, bene ma pensavo in qualche coccola in più.

Scalo a Doha di 1 ora andata e 2 al ritorno: più che sufficienti per il transfer.

L’aeroporto in Qatar non è enorme, 5 gate e con un buon passo si effettua il transfer in 20-25min circa.

C’è anche un treno sopraelevato per spostarsi da gate A-B a C-D-E.

Leggete sul volo dall’Italia il manuale della Qatar dove viene indicata mappa dell’aeroporto, all’arrivo aiutandovi coi monitor sarete facilitati sulla direzione da tenere.

Denpasar altresì è piuttosto semplice: sul volo riceverete il foglio da compilare per controllo immigrazione (anche solo uno per famiglia) con dati personali, motivi viaggio e luogo pernottamento.

E’ la prima cosa che viene fatta all’arrivo, poi si recuperano i bagagli e dopo il controllo passaporti.

Non occorre pagare alcuna tassa ne ulteriori visti (per tutte le info consultare http://www.viaggiaresicuri.it)

CONTANTI A BALI

Cambiare prima di partire non ha senso: si arriva in aeroporto con un po’ di contante da casa e si cambia ai money change in aeroporto, oppure si ritira da ATM.

In entrambi i casi scambiare poco, cifra ragionevole per i primi 2gg max, tanto da capire il tenore di vita.

Per pagare taxi, cibo e spese extra, direi max 80/100€ poi il resto in base alle necessità.

Il cambio è circa 1€ = 16.000 IDR, significa avere con sé tanta carta.

Verificate i prezzi in IDR, sforzandovi di non paragonare con l’euro, sarà più facile capire dove spendere meno.

Money change presenti quasi, idem per ATM e banche: cambi differenti, spesso più bassi ma senza commissioni. Fare attenzione e avvalersi sempre di agenzie ufficiali che emettono ricevute.

Spesso vedrete i prezzi scritti 100k IDR, significano 100.000 IDR, per semplificare le migliaia visto che il cambio è per gli occidentali ben diverso.

SPOSTAMENTI-TRAFFICO

Da aeroporto concordate prima di partire driver con auto/navetta col vostro hotel/homestay, 0 problemi e costi comunque vantaggiosi.

Scooter se si ma solo per brevi tragitti: ok libertà ed economia ma…regole nel traffico nessuna e nei grandi centri è un delirio, distanze elevate per le escursioni, richiesta patente internazionale (noleggiano comunque anche senza), rischio controlli polizia (comunque mai visti), se piove forte si allagano le strade, specie in zone con dislivelli, rischio bruciature o escoriazioni.

Noleggio auto con driver, costo maggiore ma per me preferibile: confronto sull’itinerario, possibilità di cambiare anche in corsa, comodità dell’auto, esperienza dei driver nel traffico (con eventuali scorciatoie), sfruttare il driver anche per chiedere alcune curiosità su ciò che si vede (magari scegliete un driver che sia anche guida turistica, di solito si capisce subito dall’approccio/offerta).

Per 7-8 ore al giorno si parla di 550-650K IDR (35/38€ max).

Noleggiare auto in autonomia lo escluderei, per l’insieme dei motivi sopra.

Bus pubblici pochi, Perama Tour, sicuramente la soluzione più economica ma da organizzare totalmente oppure i Bemo, taxi collettivi.

Siti-App utilizzati per trasporti/traffico:

Go-Jek

Ubur

Grab

Google Maps

Waze/livemap

Here

NOTTE CUSCINETTO: NUSA DUA/JIMBARAN

Tenersi notte di cuscinetto tra eventuali rientri da Gili e volo ritorno: penisola di Bukit può essere ok per allontanarsi da Kuta e Seminyak ma rimanere in zona aeroporto.

Jimbaran a ovest, belle strutture sulla spiaggia (ville e hotel stellati), ristoranti di pesce sulla sabbia, mercato del pesce, qualche chiosco per bere.

Nell’interno, verso strada Raya Uluwatu, la vita commerciale un po’ più rustica.

Mare non eccelso se paragonato a Gili, spesso leggermente mosso, ristoranti di pesce fresco a prezzi interessanti da contrattare, interi bus la sera di cinesi/japponesi che vengono a cena (dalle 19-22).

Ideale per aperitivo al tramonto e breve escursione a Uluwatu Temple.

Nusa Dua è più tranquilla, mega resort e ristoranti sulla spiaggia, mare più calmo e carino, un grande shopping centre e golf club.

ZAINO/TROLLEY

Tutta la vita zaino, più comodo e flessibile se dovete muovervi e il consiglio è di muovervi.

Soprattutto su isole (strade di sabbia e no motori) scaricare il peso sulle spalle, anche se un po’ faticoso è molto più pratico

FAST BOAT GILI

Per low season non serve prenotare, in loco si trovano offerte migliori ovunque.

Preferire compagnie più grandi, i mezzi più piccoli fanno soffrire di più il mare mosso.

Preferire i viaggi la mattina, il mare è spesso meno mosso.

Coprite i vostri zaini o si bagneranno dagli schizzi d’acqua.

Sedevi all’interno o vi bagnerete come gli zaini.

Pick-up incluso, avviene quasi sempre in hotel se soggiornate in aree predefinite.

Drop-off incluso, avviene sempre in punti fissi delle aree (se volete farvi portare all’hotel occorre trattare un supplemento).

Dal porto di Amed c’è il tragitto più veloce (45min circa).

I tempi sono molto dilatati per tutto: check-in ticket, tragitto, scarico, ecc.; regolarsi di conseguenza.

AMED

Ottima ed inaspettata soluzione (consigliata da un driver, ndr) intermedia per viaggio verso le Gili, punto più veloce ed economico per raggiungerle (circa 45min).

Area turistica ma non troppo affollata, prezzi buoni e camere fronte mare, ristoranti economici e autentica vita di mare.

Spettacolare tramonto sulla spiaggia e dal Sunset point sulla collina, con sfondo del vulcano Agung.

Uno dei migliori punti per fare snorkeling a pochi metri dalla costa sull’isola di Bali, Jameluk beach.

Si può affittare il materiale (maschere, pinne, giubbotttini) a pochi IDR al giorno.

Lettini e sdrai non si pagano, si paga la consumazione per mangiare o bere qualcosa.

Consiglio per cena Warung Enak, buono e sempre affollato, ma in generale tutti.

Centinaia di bellissime barche tradizionali dei pescatori locali.

Il “porto” è vicino a jameluk, la barca parte al mattino presto non c’è disturbo per i bagnanti.

COSA FARE SE PIOVE…

Trovate un centro per un buon massaggio rigenerante, prezzi svariatissimi.

Partecipare ad un corso di yoga, anche se non è proprio una disciplina tradizionale balinese ma sta spopolando.

Girate qualche mercato locale, meglio se almeno parzialmente coperto.

Partecipare ad un cooking class di cucina balinese.

Provare un buon Babi Guling (piatto tradizionale con maialino arrosto), servono ore per cucinarlo.

Se siete in visita a qualche tempio, c’è sempre un punto pubblico riparato potete ripararvi in attesa che passi.

Trovate un warung e ordinate una Bintang large ghiacciata! (opzione valida in qualsiasi luogo e condizione climatica)

UBUD

Centro nevralgico per approcciarsi alla vita balinese, centrale per le escursioni, ancora autentico nonostante il turismo.

Soggiornare a nord della via principale, meno traffico e sistemazioni in tranquillità.

Visitare il Traditional market, magari approfittando per fare qualche acquisto contrattando il prezzo (dopo aver capito un po’ i prezzi e i valori).

Warung Ibu Oka se volete provare il miglior Babi Guling della zona, ma non è aperto a cena.

Monkey Forest carina e divertente ma più per il fascino dell’appena arrivati.

Jalan Goutama, la strada pedonale con i localini anche per cena più carini.

Jalan Monkey Forest, la strada con qualche bel locale per bere qualcosa

Campuhan Ridge Walk, la passeggiata nel verde appena fuori Ubud

GILI AIR

La giusta via di mezzo tra vita di mare e qualche drink.

No motori, solo a piedi, bici, cidomo (carretti con cavalli), pochi scooter elettrici.

Bici utile per centro isola, per perimetro la sabbia la rende inutile.

Il giro a piedi si fa in 45min-1h, per la sera dotarsi di una pila o flash cellulare.

Sulla spiaggia i localini più turisitici, ristoranti pesce, cocktail bar e mushroom bar (polizia non c’è).

Ada Ngolo, snorkeling trip by glass bottom boat: 100k per persona esclusi i pasti, 4 ore abbondanti e programma di 4 tappe sulle varie isole, con pausa a Meno. Rapporto q/p davvero ottimo, una guida che vi accompagna nell’uscita anche in acqua per indicare cosa vedere e tutto il materiale fornito.

Ideale anche per tour privati, costano di più ma esperienza unica.

Altro nome provato Bedolo, molto bene.

In generale valutare i prezzi proposti e contrattare.

42 risposte su questo argomento
Switzerland
Contributore livello
123 post
249 recensioni
1. Re: Appena rientrati da viaggio Bali + Gili: i nostri consigli

Grazie mille!

Milano, Italia
Contributore livello
180 post
2. Re: Appena rientrati da viaggio Bali + Gili: i nostri consigli

Atterrando a Jakarta alle 23, si trovano i cambiavalute aperti? I treni per la città sono ancora operativi?

Grazie.

piacenza
Contributore livello
26 post
18 recensioni
3. Re: Appena rientrati da viaggio Bali + Gili: i nostri consigli

@Bruceas

Purtroppo non sono passato per Jakarta, pertanto non saprei darti info veritiere. Prova a chiedere nel forum, oppure ricercare qualche info sul sito dell’aeroporto di jakarta

Germania
Contributore livello
30 post
50 recensioni
4. Re: Appena rientrati da viaggio Bali + Gili: i nostri consigli

Grazie per i consigli!

5 post
1 recensione
5. Re: Appena rientrati da viaggio Bali + Gili: i nostri consigli

Consigli preziosi..grazie mille!

chioggia
Contributore livello
14 post
4 recensioni
6. Re: Appena rientrati da viaggio Bali + Gili: i nostri consigli

Quanto ti sei fermato a Gili? fattbile in 10 gg fare sia Bali x cultura e un pò di vita che Gili per il relax e il mre più bello??

ps: prime 2 settimane di novembre secondo te... rischiose per il tempo?

Grazie

piacenza
Contributore livello
26 post
18 recensioni
7. Re: Appena rientrati da viaggio Bali + Gili: i nostri consigli

@valeb

Si per me è fattibile, noi abbiamo fatto 3 notti a Gili Air (su un totale di 10), chiaramente dovrete concentrare un pò di più le cose che vorrete fare/vedere.

In tutti i casi importante tenetevi un giorno cuscinetto al rientro prima di ripartire col volo: non fidatevi troppo dei tempi del trasporto.

Sul meteo a novembre non saprei con certezza, in generale novembre decreta l'inizio della stagione umida con piogge intense ma dipende sempre dalle zone: sud e coste sono più ventilate e quindi meno piovose, internamente la zona è montuosa e quindi più soggetta a perturbazioni con forti piogge.

piacenza
Contributore livello
26 post
18 recensioni
8. Re: Appena rientrati da viaggio Bali + Gili: i nostri consigli

[parte #2]

BALI BELLY

Nome simpatico per descrivere la diarrea del viaggiatore, che difficilmente non vi accompagnerà nel vostro viaggio. Nulla di grave, ma qualche accortezza potrà rendere meno antipatico questo fenomeno.

Lavarsi molto bene le mani con sapone o disinfettante per mani, prima dei pasti e dopo toilet.

Bere acqua da bottiglie sigillate.

Tenere chiusa la bocca durante la doccia.

Lavarsi i denti con acqua in bottiglia.

Attenzione al ghiaccio delle bevande, preferibile quello industriale.

Tenere a portata di mano imodium o simili.

Preferire frutta/verdura con la buccia.

Questo non annullerà le possibilità di contrarre la diarrea ma ne ridurrà le probabilità: quindi non siate maniacali e godevi il viaggio.

NEI SITI/TEMPLI

Nei luoghi da visitare si paga un ticket praticamente per tutto: parcheggio, ingresso, toilet.

Parcheggi: in base al veicolo, generalmente dai 5000 IDR per auto, scooter più economico.

Ingresso: dai 20k ai 60k IDR dipende dal luogo

I siti meno turistici ad ora non hanno un ticket ma si basano su donazioni: all’ingresso c’è un libro da firmare, controllate la media donata dagli altri visitatori e fate l’offerta (in genere dai 20k ai 50k IDR)

Toilette: 2k-4k

Per entrare nei templi è necessario coprire le gambe (sia uomo che donna) con il sarong (volgarmente simile ad un pareo), potrete ritirare quello messo a disposizione per i visitatori all’ingresso o utilizzarne uno proprio (infatti va bene anche un pareo).

I visitatori non possono accedere ad alcune zone dei templi durante le funzioni di preghiera.

Le grandi e frequentissime cerimonie raggruppano molti fedeli, spesso vengono momentaneamente chiuse le strade per fare procedere la gente in entrata/uscita dai templi.

Mattina presto e orario pranzo sono forse i momenti meno affollati di visitatori.

Besakih Temple: Tempio Madre e più grande dell’isola, tappa obbligata per ogni balinese almeno una volta all’anno. Il ticket comprende sarong e guida dedicata, non occorre pagare altro, ma alla fine del tour sicuramente la guida vi chiederà con un po’ di insistenza un’offerta, spesso anche sostanziosa (anche fino a 20USD); fate capire che siete informati del fatto che è tutto compreso o al max date poche migliaia di IDR.

Penglipuran e Tenganan Village: sono due di diversi tipici villaggi tradizionali balinesi sui monti (700m circa), il primo carino, pulitissimo ma anche abbastanza turistico con ogni casa adibita a negozio o attività evoluta in favore del turismo. Il secondo invece è molto più rustico, l’unico originale e realmente abitato: molti meno turisti (la distanza dai grandi centri è importante), anche qui botteghe di lavorazione del legno, tessuti , cestini e uova colorate, il tutto in un’atmosfera silenziosa e pacifica.

Jatiluwih e Tegallalang Rice Terrace: belle entrambe, le prime molto più vaste e tradizionali, le seconde un po’ più turistiche e raccolte, con il paesino appena nei pressi, e diversi cafè con vista.

ESPERIENZE PARTICOLARI

Vedere la migrazioni degli aironi bianchi a Petulu: ogni sera al tramonto stormi di aironi arrivano qui per la sosta notturna, può essere piacevole godersi lo spettacolo.

Sunrise trekking su Mount Batur: diverse agenzie organizzano il trekking per fare colazione in altura e vedere l’alba dal vulcano, prezzi vari intorno i 40€, percorso accessibile inizialmente poi più duro nella seconda parte. Attrezzarsi con acqua e scarpe trekking, valutare il meteo e chiedere consiglio preventivo alle guide, si rischia di fare camminata e trovare nuvolo in vetta senza godersi del panorama.

Partenza con prelievo in struttura di notte (ore 2 circa), rientro per metà mattina/pranzo.

Hot Spring: sorta di piscine termali con acqua calda generata da soffioni sotterranei dei vulcani. Zona laghi Batur e Bratan le più famose, se chiedete a driver o guide spesso hanno convenzioni con strutture dove accompagnarvi. Piacevole e molto rilassante.

Kopi Plantation: visita carina alle piantagioni bio di tea, caffè, cacao e radici varie, con degustazioni gratuite e spiegazioni sulle lavorazioni. Nella zona del monte Batur ce ne sono tantissime, si può provare e acquistare anche Luwak Cofee.

Incontro con sciamano (guaritore): esperienza sempre più difficile da fare in maniera autentica, poichè forse un po’ inflazionata dal turismo post libro/film. Potete provare a chiedere in loco (allo staff del vostro pernottamento, al vostro driver, ecc.) se conoscono a chi rivolgersi, e valutare se può valerne la pena.

Altalene in risaie

Cooking class

Corsi di artigianato locale

Workshop fotografici

Surf school

Rafting

Bike tour

Private snorkeling

Lezioni diving

Puddle yoga sunset

Potete consultare le ricerche Esperienze su Airbnb, diverse idee proposte in modo dettagliato.

CUORIOSITA VARIE

La disciplina dello yoga è molto praticata sull’isola, ma non è tradizionale di Bali.

Sambal è la salsa di pomodoro piccante che accompagna molti piatti locali.

Infradito (flip flaps) utilizzatissime: perché se piove ci si bagna comunque i piedi e per comodità per entrare nei locali si entra scalzi (i piedi sono una parte impura nell’induismo).

Le offerte agli dei avvengono quotidianamente e ovunque, in particolare nei punti di ingresso che siano strade o abitazioni.

A Bali più dell’80% della popolazione è hindu, in Indonesia sono poco più dell’1%.

Nelle Gili (sotto regione Lombok) vige un islamismo moderato, piuttosto tollerante anche verso alcol e droghe leggere.

Qualsiasi prezzo che non sia scritto su un listino ufficiale è trattabile.

Gallarate, Italia
Contributore livello
47 post
9 recensioni
9. Re: Appena rientrati da viaggio Bali + Gili: i nostri consigli

Grazie mille per i consigli! E invece l'impressione generale - cosa vi è piaciuto e cosa no?

Milano, Italia
Contributore livello
19 post
6 recensioni
10. Re: Appena rientrati da viaggio Bali + Gili: i nostri consigli

Ciao,

Grazie per aver condiviso le tue molteplici esperienze..

Io staró a Bali 3 giorni per poi proseguire a Gili air e Gili meno(o forse ne faró solo una).

Dato il poco tempo che passerò a Bali posso chiederti in che zona potrei alloggiare? Più che altro qual é la zona migliore per gli spostamenti?

Ti ringrazio

Rispondi a: Appena rientrati da viaggio Bali + Gili: i nostri consigli
Verrai avvisato per e-mail quando riceverai una risposta
Ottieni le risposte alle domande più frequenti su Bali.
Discussioni recenti