Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.
Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.

Birmania da Vivere e Amare

Yangon
Contributore livello
63 post
Salva argomento
Birmania da Vivere e Amare

BIRMANIA : IL MIO GIOIELLO PREZIOSO

Da circa tre anni vivo a Yangon,in Myanmar ( o chiamatela pure Birmania ) e sono uno dei pochi ad aver avuto la fortuna di girarla da Nord a Sud e da Est a Ovest,anche in posti dove i turisti non passano se non qualche avventuriero zaino in spalla ma dove comunque è una esperienza forte esserci andato. Questa è la mia Birmania,una terra affascinante,essenza pura dell' Estremo Oriente,un Paese sospeso nel tempo,fiero,orgoglioso,ma anche molto ospitale,genuino,raffinato e umile,terra di

storie millenarie che hanno lasciato indelebilmente nei suoi

straordinari abitanti un sorriso perenne e una voglia di trasmetterlo agli altri ma anche un Paese dove i contrasti fra i paesaggi lo rendono fra i piu belli e pittoresci del Mondo,dalle catene himalayane al Nord alle giungle tropicali a Ovest e nel cuore della Birmania piu selvaggia e rurale,dalle immense distese di vigneti a ridosso del lago Inle,alle pianure alluvionali,ai grandi letti dei fiumi,alle spiagge incontaminate

e dal mare azzurro piu del cielo, alle maestose foreste di

conifere.....questo è il Myanmar,un cuore pulsante di mille

colori,paesaggi ed esperienze .

Organizzare un viaggio in Birmania non è per nulla complicato ! Basta solo per chi ha la pazienza di leggere,sapersi affidare completamente a certi piccoli consigli. Ricordartevi sopratutto che un viaggio qui in Myanmar non è un semplice " viaggio",come si intende nel comune senso della parola,ma è quasi una tappa obbligata di maturazione e conoscenza di se stessi !!!!! siamo in una delle culle del Buddhismo...

AEREO

Superfluo dire che prima si prenota e meglio è. Le compagnie che volano in Birmania sono oltre alle rinomate Thai Airways, Malaysian e Singapore che danno la possibilità di un solo scalo per chi parte da Roma o low Cost come Air Asia che collegano Yangon a Bangkok e Kuala Lumpur a prezzi davvero irrisori. L'importante è sempre vedere la differenza nelle tariffe aeree in proporzione anche al tipo di servizio che offrono ciascuna e al numero di ore di scalo . Volando di notte,gli effetti del

fuso orario ( - 5 ore quando vige l'ora legale / - 6 quando c'è l'ora

solare) sono molto inferiori.

Per la maggior parte degli spostamenti in Birmania si utilizzano i voli interni operati da compagnie birmane,le migliori restano comunque la Yangon Airways e la Air Bagan,anche per servizio a bordo e puntualità sul piano voli. Attenzione sempre di farsi riconfermare i voli anche interni almeno 24 ore prima e che molti voli interni sono stagionali e si operano esclusivamente nella stagione secca da ottobre a maggio,oltre che al tassativo obbligo dei 20 kg massimo da caricare in stiva ( anche se in Birmania non si badano alle formalità,per cui chi eccede a 25 kg

non paga multe o altre penali). Un consiglio mio personale ,per chi volesse concedersi una estensione alla meravigliosa Angkor Wat,per evitare scali e voli via Bangkok o Singapore,c'è la Myanmar Airways ( di ottimo livello) che ha un volo diretto da Yangon ma soltanto al mercoledì e sabato ed il costo è davvero basso: da 85 a 135 USD piu o meno,tasse incluse.

CONSIGLI UTILI SUL CLIMA

Anche se la Birmania è un paese a clima monsonico a differenza dei suoi vicini risente di meno dei suoi effetti e questo grazie anche alla sua conformazione geografica. La temperatura costante media è di 32 gradi durante tutto l'arco della giornata, 25 - 28 gradi la notte e al mattino presto. Il periodo della stagione secca va da ottobre a maggio e corrisponde al estate australe,quindi al inverno europeo. I mesi piu caldi sono aprile e maggio dove si possono sfiorare punte di 37 / 39

gradi,ma niente paura ! I birmani una cosa che hanno sempre e che si trova in ogni angolo sono le bottigliette di acqua. Nonostante questi consigli bisogna comunque specificare che il Myanmar si può dividere in quattro diverse fasce climatiche. Il sud,dove sorge Yangon, è sempre costantemente caldo-umido,con maggiori precipitazioni piovose durante

l'arco della giornata e del anno (ma sono piogge che durano al massimo 40 minuti) influenzato dal delta dell' Irrawady e della sua pianura alluvionale circostante. Il centro- ovest del Paese ( Mandalay e Bagan i luoghi piu famosi) è sempre caldo ma con un minore tasso di umidità anche perchè iniziano le prime catene montuose che da nord favoriscono l'azione dei venti e proteggono maggiormente dagli aquazzoni monsonici in estate. Al centro-est la situazione cambia,dove si trova il lago Inle o la cittadina di Kalaw,si è gia in altitudine ( dai 750 ai 1250 mslm) e il clima è costantemente " primaverile" tutto l'anno,quindi la notte e

al mattino presto il termometro non supera mai i 15 gradi,ma puo

arrivare a 30 / 32 durante il giorno anche se secchi e molto

piacevoli,grazie a questo clima ad esempio in questa zona crescono dei vigneti molto floridi oltre che si incontrano boschi di conifere. Infine c'è l'estremo nord,dal clima himalayano ( freddo di notte,temperato di giorno),che è forse la parte piu curiosa del Paese,qui infatti durante la stagione monsonica se a Yangon ci sono 38 gradi qui nevica abbondantemente.

Per quanto riguarda il clima delle località balneari come Ngapali e Ngwesaung,sappiate che la prima è chiusa da giugno a novembre perchè costantemente presa d'assalto dai monsoni indiani e dalle forti precipitazioni (p.s. piu si è vicini all'India e maggiore è la forza del monsone),mentre le Mergui sono praticamente soleggiate durante tutto l'anno

ORGANIZZAZIONE DEL VIAGGIO

Prima di tutto è d'obbligo sapere quello che si vuole da un viaggio in Myanmar,avere le idee molto chiare e precise. Un consiglio è di essere sempre curiosi,aperti e sopratutto sorridenti,chiedere e non solo ascoltare. Il popolo birmano è uno dei piu ospitali del Mondo e oltre a un grande orgoglio e fierezza per la sua cultura composita e costituita da millenni di intrecci fra etnie e tradizioni distinte che l'hanno resa una delle piu affascinanti espressioni antropologiche dell'Asia e anche molto cordiale e servizievole.

Evitate gli scempi edilizi a cinque stelle come i Sedona e catene

similari e puntate sempre ad operatori che vi danno ottimi alberghi in stile boutique e che ricalcano lo stile tradizionale del Paese e sopratutto non siate diffidenti di dormire anche in guest house o alberghi di categoria inferiore,la Birmania è estremamente pulita e anche nelle strutture piu semplici c'è la stessa cura che si trova in un quattro o cinque stelle. Una cosa che vi farà subito aprire il cuore di questo popolo straordinario è imparare qualche parola di commiato come " Shzwezube" (Grazie) ," Mingalabar" ( Buongiorno , Ciao e altri quindici diverse espressioni di encomio) e " Shwezube Tata " ( Grazie a presto!),è un modo semplice ed efficacie per esprimerli il rispetto e la gratitudine di essere li al pari di come loro rispettano e gratificano il visitatore.I viaggi fai da te non pensateli proprio !!!!! Non perchè non si possono fare a livello logistico o per altri motivi ( la Birmania è un Paese a delinquenza quasi zero !) ma perchè l'embargo ingiusto su questo Paese,ha imposto a chi lo amministra il controllo capillare del turista,ma niente paura ! Il regime è inesistente e tutto quello che in Italia si dice sul Myanmar sono al 80% menzogne o strumentalizzazioni :

i birmani sono un popolo estremamente sereno,fiero del proprio Paese e sono comunque liberi di sapere,di chiedere e di essere e la sola cosa che li infastidisce è la ostentazione !!!!! Affidatevi sempre a una ottima agenzia che abbia ottimi contatti qui in loco ( io ne conosco e collaboro con alcune di loro) e chiedete sempre una guida,solo grazie a questa si possono accedere anche dove normalmente i circuiti turistici da catalogo platinato non prevedono : esempio dormire in un monastero o

in un villaggio tipico o fare qualunque cosa in Birmania è

possibilissima e non ci sono restrizioni,se non per alcune zone tribali e per motivi di sicurezza o di supporto logistico ma sempre organizzato mai fai da te.....questo anche perchè con un visto di ingresso si viene automaticamente segnalati all'ambasciata di riferimento che deve sapere ogni singolo spostamento. Non è vero e non credeteci alle notizie fallaci del tipo " Non fare domande su Aung Sang Su Kyi ( che ora è una libera cittadina) " o "Non fotografate i monaci" o peggio ancora " Ci sono militari in ogni angolo",sono solo false notizie messe in giro per

creare timore infondato e si capisce subito che sto dicendo il vero gia dal arrivo in aeroporto,hostess di terra e non poliziotti o militari a vidimarvi il visto,vigili per la strada a controllare il caotico

traffico di Yangon e altri paradossi affascinanti della capitale (

raccolta differenziata dei rifiuti,zone pedonali,guardie giurate private agli ingressi di parchi,musei e templi e che vigilano solo su una cosa : il rispetto degli orari di apertura e chiusura dei vari luoghi).Il vestiario ovviamente estivo ( da trekking e alpino se andate nella zona di Putao ai piedi del Kakaborazi,nel Himalaya birmano),evitando però abiti troppo succinti,minigonne o scollature,è una mancanza di rispetto verso i luoghi sacri dove si deve entrare sempre e rigorosamente scalzi.

Ultima cosa,poichè questa è solo una mia infarinatura generale ( chi ha poi delle informazioni piu dettagliate da chiedermi sono qui a disposizione), mangiate sempre birmano,la cucina qui è ottima ed è un sincretismo di sapori e tradizioni thai,cinesi,shan,tibetane,mon,gurkha,karen,chin e naga,cucinata con eleganza inglese e bevete sempre e solo birre e vini birmani !!!!!! apprezzerete questo affascinante angolo di mondo anche dalla sua peculiarità gastronomica

Sono qui, postate le vostre domande e vi rispondo volentieri appena mi è possibile ( p.s. fuso orario permettendo)

BIRMANIA : IL MIO GIOIELLO PREZIOSO

Da circa tre anni vivo a Yangon,in Myanmar ( o chiamatela pure Birmania

) e sono uno dei pochi ad aver avuto la fortuna di girarla da Nord a Sud

e da Est a Ovest,anche in posti dove i turisti non passano se non

qualche avventuriero zaino in spalla ma dove comunque è una esperienza

forte esserci andato. Questa è la mia Birmania,una terra

affascinante,essenza pura dell' Estremo Oriente,un Paese sospeso nel

tempo,fiero,

orgoglioso,ma anche molto ospitale,genuino,raffinato e umile,terra di

storie millenarie che hanno lasciato indelebilmente nei suoi

straordinari abitanti un sorriso perenne e una voglia di trasmetterlo

agli altri ma anche un Paese dove i contrasti fra i paesaggi lo rendono

fra i piu belli e pittoresci del Mondo,dalle catene himalayane al Nord

alle giungle tropicali a Ovest e nel cuore della Birmania piu selvaggia

e rurale,dalle immense distese di vigneti a ridosso del lago Inle,alle

pianure alluvionali,ai grandi letti dei fiumi,alle spiagge incontaminate

e dal mare azzurro piu del cielo, alle maestose foreste di

conifere.....questo è il Myanmar,un cuore pulsante di mille

colori,paesaggi ed esperienze .

Organizzare un viaggio in Birmania non è per nulla complicato ! Basta

solo per chi ha la pazienza di leggere,sapersi affidare completamente a

certi piccoli consigli. Ricordartevi sopratutto che un viaggio qui in

Myanmar non è un semplice " viaggio",come si intende nel comune senso

della parola,ma è quasi una tappa obbligata di maturazione e conoscenza

di se stessi !!!!! siamo in una delle culle del Buddhismo...

AEREO

Superfluo dire che prima si prenota e meglio è. Le compagnie che volano

in Birmania sono oltre alle rinomate Thai Airways, Malaysian e Singapore

che danno la possibilità di un solo scalo per chi parte da Roma o

Milano,anche molte altre di ottimo livello per non parlare anche delle

Low Cost come Air Asia che collegano Yangon a Bangkok e Kuala Lumpur a

prezzi davvero irrisori. L'importante è sempre vedere la differenza

nelle tariffe aeree in proporzione anche al tipo di servizio che offrono

ciascuna e al numero di ore di scalo . Volando di notte,gli effetti del

fuso orario ( - 5 ore quando vige l'ora legale / - 6 quando c'è l'ora

solare) sono molto inferiori.

Per la maggior parte degli spostamenti in Birmania si utilizzano i voli

interni operati da compagnie birmane,le migliori restano comunque la

Yangon Airways e la Air Bagan,anche per servizio a bordo e puntualità

sul piano voli. Attenzione sempre di farsi riconfermare i voli anche

interni almeno 24 ore prima e che molti voli interni sono stagionali e

si operano esclusivamente nella stagione secca da ottobre a maggio,oltre

che al tassativo obbligo dei 20 kg massimo da caricare in stiva ( anche

se in Birmania non si badano alle formalità,per cui chi eccede a 25 kg

non paga multe o altre penali). Un consiglio mio personale ,per chi

volesse concedersi una estensione alla meravigliosa Angkor Wat,per

evitare scali e voli via Bangkok o Singapore,c'è la Myanmar Airways ( di

ottimo livello) che ha un volo diretto da Yangon ma soltanto al

mercoledì e sabato ed il costo è davvero basso: da 85 a 135 USD piu o

meno,tasse incluse.

CONSIGLI UTILI SUL CLIMA

Anche se la Birmania è un paese a clima monsonico a differenza dei suoi

vicini risente di meno dei suoi effetti e questo grazie anche alla sua

conformazione geografica. La temperatura costante media è di 32 gradi

durante tutto l'arco della giornata, 25 - 28 gradi la notte e al mattino

presto. Il periodo della stagione secca va da ottobre a maggio e

corrisponde al estate australe,quindi al inverno europeo. I mesi piu

caldi sono aprile e maggio dove si possono sfiorare punte di 37 / 39

gradi,ma niente paura ! I birmani una cosa che hanno sempre e che si

trova in ogni angolo sono le bottigliette di acqua. Nonostante questi

consigli bisogna comunque specificare che il Myanmar si può dividere in

quattro diverse fasce climatiche. Il sud,dove sorge Yangon, è sempre

costantemente caldo-umido,con maggiori precipitazioni piovose durante

l'arco della giornata e del anno (ma sono piogge che durano al massimo

40 minuti) influenzato dal delta dell' Irrawady e della sua pianura

alluvionale circostante. Il centro- ovest del Paese ( Mandalay e Bagan i

luoghi piu famosi) è sempre caldo ma con un minore tasso di umidità

anche perchè iniziano le prime catene montuose che da nord favoriscono

l'azione dei venti e proteggono maggiormente dagli aquazzoni monsonici

in estate. Al centro-est la situazione cambia,dove si trova il lago Inle

o la cittadina di Kalaw,si è gia in altitudine ( dai 750 ai 1250 mslm) e

il clima è costantemente " primaverile" tutto l'anno,quindi la notte e

al mattino presto il termometro non supera mai i 15 gradi,ma puo

arrivare a 30 / 32 durante il giorno anche se secchi e molto

piacevoli,grazie a questo clima ad esempio in questa zona crescono dei

vigneti molto floridi oltre che si incontrano boschi di conifere. Infine

c'è l'estremo nord,dal clima himalayano ( freddo di notte,temperato di

giorno),che è forse la parte piu curiosa del Paese,qui infatti durante

la stagione monsonica se a Yangon ci sono 38 gradi qui nevica

abbondantemente.

Per quanto riguarda il clima delle località balneari come Ngapali e

Ngwesaung,sappiate che la prima è chiusa da giugno a novembre perchè

costantemente presa d'assalto dai monsoni indiani e dalle forti

precipitazioni (p.s. piu si è vicini all'India e maggiore è la forza del

monsone),mentre le Mergui sono praticamente soleggiate durante tutto l'anno

ORGANIZZAZIONE DEL VIAGGIO

Prima di tutto è d'obbligo sapere quello che si vuole da un viaggio in

Myanmar,avere le idee molto chiare e precise. Un consiglio è di essere

sempre curiosi,aperti e sopratutto sorridenti,chiedere e non solo

ascoltare. Il popolo birmano è uno dei piu ospitali del Mondo e oltre a

un grande orgoglio e fierezza per la sua cultura composita e costituita

da millenni di intrecci fra etnie e tradizioni distinte che l'hanno resa

una delle piu affascinanti espressioni antropologiche dell'Asia e anche

molto cordiale e servizievole.

Evitate gli scempi edilizi a cinque stelle come i Sedona e catene

similari e puntate sempre ad operatori che vi danno ottimi alberghi in

stile boutique e che ricalcano lo stile tradizionale del Paese e

sopratutto non siate diffidenti di dormire anche in guest house o

alberghi di categoria inferiore,la Birmania è estremamente pulita e

anche nelle strutture piu semplici c'è la stessa cura che si trova in un

quattro o cinque stelle. Una cosa che vi farà subito aprire il cuore di

questo popolo straordinario è imparare qualche parola di commiato come "

Shzwezube" ( Grazie) ,

" Mingalabar" ( Buongiorno , Ciao e altri quindici diverse espressioni

di encomio) e " Shwezube Tata " ( Grazie a presto!),è un modo semplice

ed efficacie per esprimerli il rispetto e la gratitudine di essere li al

pari di come loro rispettano e gratificano il visitatore.

I viaggi fai da te non pensateli proprio !!!!! Non perchè non si possono

fare a livello logistico o per altri motivi ( la Birmania è un Paese a

delinquenza quasi zero !) ma perchè l'embargo ingiusto su questo

Paese,ha imposto a chi lo amministra il controllo capillare del

turista,ma niente paura ! Il regime è inesistente e tutto quello che in

Italia si dice sul Myanmar sono al 80% menzogne o strumentalizzazioni :

i birmani sono un popolo estremamente sereno,fiero del proprio Paese e

sono comunque liberi di sapere,di chiedere e di essere e la sola cosa

che li infastidisce è la ostentazione !!!!! Affidatevi sempre a una

ottima agenzia che abbia ottimi contatti qui in loco ( io ne conosco e

collaboro con alcune di loro) e chiedete sempre una guida,solo grazie a

questa si possono accedere anche dove normalmente i circuiti turistici

da catalogo platinato non prevedono : esempio dormire in un monastero o

in un villaggio tipico o fare qualunque cosa in Birmania è

possibilissima e non ci sono restrizioni,se non per alcune zone tribali

e per motivi di sicurezza o di supporto logistico ma sempre organizzato

mai fai da te.....questo anche perchè con un visto di ingresso si viene

automaticamente segnalati all'ambasciata di riferimento che deve sapere

ogni singolo spostamento. Non è vero e non credeteci alle notizie

fallaci del tipo " Non fare domande su Aung Sang Su Kyi ( che ora è una

libera cittadina) " o "Non fotografate i monaci" o peggio ancora " Ci

sono militari in ogni angolo",sono solo false notizie messe in giro per

creare timore infondato e si capisce subito che sto dicendo il vero gia

dal arrivo in aeroporto,hostess di terra e non poliziotti o militari a

vidimarvi il visto,vigili per la strada a controllare il caotico

traffico di Yangon e altri paradossi affascinanti della capitale (

raccolta differenziata dei rifiuti,zone pedonali,guardie giurate private

agli ingressi di parchi,musei e templi e che vigilano solo su una cosa :

il rispetto degli orari di apertura e chiusura dei vari luoghi).

Il vestiario ovviamente estivo ( da trekking e alpino se andate nella

zona di Putao ai piedi del Kakaborazi,nel Himalaya birmano),evitando

però abiti troppo succinti,minigonne o scollature,è una mancanza di

rispetto verso i luoghi sacri dove si deve entrare sempre e

rigorosamente scalzi.

Ultima cosa,poichè questa è solo una mia infarinatura generale ( chi ha

poi delle informazioni piu dettagliate da chiedermi sono qui a

disposizione), mangiate sempre birmano,la cucina qui è ottima ed è un

sincretismo di sapori e tradizioni thai,cinesi,shan,tibetane,mon,

gurkha,karen,chin e naga,cucinata con eleganza inglese e bevete sempre e

solo birre e vini birmani !!!!!! apprezzerete questo affascinante angolo

di mondo anche dalla sua peculiarità gastronomica

Sono qui, postate le vostre domande e vi rispondo volentieri appena mi

è possibile ( p.s. fuso orario permettendo)

Nuova Delhi, India
Esperto locale
di India, Ladakh
Contributore livello
1.502 post
Salva risposta
1. Re: Birmania da Vivere e Amare

grazie Nat,

(sei italiano?)

per tutte le preziose info di prima mano per tutti quelli che vogliono visitare questo paradiso!

solo una informazione: io ci sono stato nel dicembre 2004 (proprio durante lo tsunami..) e tra l'altro, sono proprio andato a fare trekking nella zona tribale sopra Kengtung, nel triangolo d'oro birmano fin su ai confini con la Cina (una esperienza unica, portando medicinali , in maniera assolutamente "fai da te", con un ragazzo di Kengtung con l'XT, portando medicinali ai villaggi piu' isolati (5-6h di cammino al giorno..) e nessuno mi ha controllato ne chiesto qualcosa..

Ricordo che nel 2003 il regime era ancor piu' "oppressivo" nei confronti della eroina Aung Sang Su Kyi e dissidenti politici..

Dimmi, la situazione e' peggiorata davvero cosi tanto?

Davvero il fai da te e' impossibile?..

grazie

Carlo

Siena, Italia
7 post
Salva risposta
2. Re: Birmania da Vivere e Amare

Ciao Natyangon

Ti faccio i complimenti per la bellissima descrizione sulla Birmania. Vedo che non sono solo io ad amarla. So che molti italiani continuano ad andarci e molti altri vorrebbero andarci anche se purtroppo come anche hai giustamente evidenziato tu stesso le notizie sul Myanmar sono parzialmente false e di parte e quindi a livello turistico non ha quella promozione come mete piu blasonate ma certo molto meno affascinanti e autentiche possono vantare. In Italia abbiamo dei validissimi Tour Operator con cui ho avuto la fortuna di collaborare e mi piacerebbe molto anche consigliartene qualcuno a cui potresti proporre la tua esperienza

Per il momento ti saluto

Yangon
Contributore livello
63 post
Salva risposta
3. Re: Birmania da Vivere e Amare

Ciao

Grazie per la tua risposta. Si sono italiano ma abito a Yangon da alcuni anni

Conosco molto bene la zona tribale di Kengtung e non solo...

Ti posso solo dire che la situazione non è per nulla come viene dipinta.

Da alcuni anni il regime ha allentato molto la presa su alcune questioni interne al Paese,aprendo anche a un settore nevralgico come il sostegno agli investimenti esteri, all'imprenditoria e le agevolazioni molto forti al settore turistico.

Aung San Su Kyi ora è una libera cittadina ed è anche stata chiamata dal regime di Naypidaw per collaborare alla stesura di alcune riforme graduali che portino a dei cambiamenti senza troppi sconvolgimenti sopratutto nella cultura e nel atteggiamento civico e sociale della maggioranza bamar o birmana che ha una visione karmica anche del proprio destino politico.

Le elezioni che ci sono state alcuni mesi fa hanno costituito un primo passo verso una armoninazzione fra il vecchio regime e la nuova società civile birmana che sarà un domani. Devono essere chiare due cose : i birmani sono molto sereni e non si curano piu di tanto della situazione istituzionale che vige nel Paese, la democratizzazione sta partendo gradualmente e ci vorranno molti anni prima che la Birmania si allinei a un modello di democrazia come la Thailandia o l'India anche se ti posso dire che il regime di Naypidaw è molto meno repressivo di quelli di Laos, Cina o Corea. La seconda cosa è che bisogna pensare che fino a quando non saranno i poteri forti ad allentare sanzioni inutili sul Myanmar la maggioranza della popolazione sosterrà ancora il regime di Than Shwe oltre al fatto che Aung San Su Kyi alimenta un meccanismo di sensibilizzazione al boicottaggio che non a molti birmani piace : il turismo è conoscenza e quindi è pure una strada " democratica " di apertura al Mondo, boicottare il turismo in Myanmar è molto piu letale che il sostenerlo!!!!

Il turismo fai da te si può fare solo se rigidamente prestabilito per quanto riguarda le zone che si intendono visitare,i permessi e i visti tribali che si devono ottenere. Se un viaggiatore vuole girare la Birmania zaino in spalla nessuno glielo vieta nonostante i divieti che ci sono molto rigidi sull'accesso in alcune zone o lo svolgimento di determinate attività !!!!!!

Nuova Delhi, India
Esperto locale
di India, Ladakh
Contributore livello
1.502 post
Salva risposta
4. Re: Birmania da Vivere e Amare

sono d'accordo con te!

e per fortuna che allora c'e' piu' liberta' anche qui, (ma gia' nel 2004 c'erano queste avvisaglie..) e concordo sopratutto con il fatto che la popolazione birmana (la gente comune) vada avnti cmq con il suo spirito, e che, come in tutti i paesi del mondo desideri solo pace e lavoro! tutto il resto (o quasi..) sono solo speculazioni politiche dei "poteri forti"...

Cmq sia bene anche che il turismo fai da te sia permesso (giustamente con i dovuti permessi!), anche perche' se no, queste popolazioni tribali verrebbero "spazzate via" (quindi i "problemi di sicurezza" sono per loro e non per i turisti...).

Se capiti a Delhi, fammi un fischio.. :)))

namaste

Carlo

Yangon
Contributore livello
63 post
Salva risposta
5. Re: Birmania da Vivere e Amare

ciao snoret

Grazie ancora per il contributo

Quando passo per Delhi ci vediamo dai

Ti posso rispondere dicendoti che la Birmania ha moltissime potenzialità che non puo sfruttare per un sistema ormai desueto di sanzioni inutili ed il turismo è la sola risorsa che consente al Myanmar ti farsi conoscere

Domani mattina parto per Angkor Wat ...conosco molto bene la Cambogia,se hai bisogno di domande anche per quel Paese non avere dubbi che ti saprò rispondere.......Namaste

Yangon
Contributore livello
63 post
Salva risposta
6. Re: Birmania da Vivere e Amare

ciao snoret

Grazie ancora per il contributo

Quando passo per Delhi ci vediamo dai

Ti posso rispondere dicendoti che la Birmania ha moltissime potenzialità che non puo sfruttare per un sistema ormai desueto di sanzioni inutili ed il turismo è la sola risorsa che consente al Myanmar ti farsi conoscere

Domani mattina parto per Angkor Wat ...conosco molto bene la Cambogia,se hai bisogno di domande anche per quel Paese non avere dubbi che ti saprò rispondere.......Namaste

Nuova Delhi, India
Esperto locale
di India, Ladakh
Contributore livello
1.502 post
Salva risposta
7. Re: Birmania da Vivere e Amare

grazie ma io quei posti li ho visitati a fondo diversi anni fa.. ancora con Pol Pot e Khmer in giro.. (ma nn in "piena attivita' " x fortuna..).

magari ci tornero' anche se temo con diverse aspettative..

Posti ed atmosfere magiche!

ciaoo

Carlo

Modificato: 10 luglio 2011, 13:28
Cagliari
1 post
1 recensione
Salva risposta
8. Re: Birmania da Vivere e Amare

Grazie per le preziose informazioni, ma avrei alcune domande: ci sono prescrizioni particolari per il viaggio con bambini piccoli? (io ne ho uno di due anni). Puoi fare i nomi dei tour operators affidabili che conosci? Grazie

Tullio

selinunte
Contributore livello
37 post
199 recensioni
Salva risposta
9. Re: Birmania da Vivere e Amare

visto l'ottima conoscenza di questo meraviglioso paese , vorrei avere alcune delucidazioni sull'utilizzo dei cellulari e del proprio computer. in gennaio vorrei venire in myanmar per 15 giorni, per me e mio marito è fondamentale poter utilizzare per lo meno il proprio portatile poichè essendo proprietari di un b&b è indispensabile che possiamo monitorare le nostre richieste anche da li'.

grazie sin d'ora per la disponibilità.

Yangon
Contributore livello
63 post
Salva risposta
10. Re: Birmania da Vivere e Amare

ciao carichini. Rispondo solo ora perchè la connessione va e viene. Ti rispondosubito alla tua domanda. I cellulari funzionano solo quelli naziolnali,anche comprando una sim birmana questa viene disattivata al interno di un cellulare estero,quindi consiglio sempre di usare i telefoni dei alberghi e ristoranti.Per quanto riguarda i pc vale lo stesso. Utilizzate sempre e solo le postazioni internet qui in Myanmar in quanto non sempre funziona la connessione web e una ragione c'è. Le sanzioni Usa sul Myanmar impongono la indicizzazione delle risorse energetiche,internet incluso,ma questo non significa isolarsi dal Mondo. In Birmania da alcuni mesi sono operativi Facebook,TYwitter,Skype e Messenger ma bisogna sempre e comunque convivere col fatto che comunque puo capitare di avere tre giorni di linea piena e due senza .....tuttoqui

Ottieni le risposte alle domande più frequenti su Myanmar.