turchia 2019 -appunti di viaggio- parte 2

ISTANBUL

Come scritto più volte, purtroppo in questo periodo numerosi dei maggiori monumenti di Istanbul sono in fase di restauro: la Moschea Blu si riesce a visitare purtroppo senza niente della magnificenza descritta, la parte migliore del Topkapi è chiusa, parte del museo archeologico e molto d’altro. Ciononostante in quattro giorni non siamo riusciti a vedere tutto il restante…..

Se ‘turisticamente’ ci assomigliate -siamo buoni camminatori, non ci soffermiamo troppo a lungo (ma neanche sorvoliamo) sulle cose che visitiamo, ogni tanto facciamo soste- questa di seguito è l’agenda di quanto siamo riusciti a vedere di questa bellissimo paese:

Giorno 1:

• museum pass al museo archeologico e visita al museo non si fa coda per fare la

                                                                                                     museum pass

• Aya Sofia/ippodromo/Moschea Blu

• Piccola S. Sofia/Sokollu Camii/Moschea di Solimano attenzione ! abbigliamento

                                                                                                          adatto nelle moschee

Giorno 2:

• Topkapi/Cisterna Basilica topkapi 4 ore, bazaar

                                                                                                               proprio un blitz

• Gran bazaar/bazaar delle spezie/ponte di Galata a Eminonu ( imbarcadero

                                                                                       prima del ponte) info per il tour del Bosforo

Giorno 3:

• Torre di Galata

• Tour del Bosforo (lungo) durata sei ore, secondo noi ottimo decongestionante

                                                                    dopo due giorni di scarpinate

Giorno 4:

• S. Salvatore in Chora/Fener/Balat con un navigatore gps non è difficile orientarsi

• S.Stefano dei Bulgari/Basilica di S.Giorgio esperienza personale: nei quartieri non è facilet

                                                                                trovare ricariche dei mezzi pubblici

Necessario un navigatore gps sul cellulare e una cartina (anche quella che ti danno in albergo) per integrare, con questo ci siamo sempre mossi in autonomia senza problemi.

Ottimi i mezzi pubblici, utilizzando l’app Moovit si gira che è un piacere.