Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.
Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.

Vaccinazioni e precauzioni varie

Milano
Contributore livello
1.929 post
40 recensioni
Salva argomento
Vaccinazioni e precauzioni varie

Visto che il tema Vaccinazioni è stato molto trattato in questo periodo, riepilogo in questo post tutte le informazioni che ho raccolto.

Per prima cosa, sul sito del Ministero degli Esteri trovate, nella scheda paese dell’India, tutte le informazioni di tipo sanitario:

http://www.viaggiaresicuri.it/?india#599

In particolare vi riporto il paragrafo relativo alle Vaccinazioni

“Vaccinazioni: non è richiesta alcuna vaccinazione obbligatoria per i viaggiatori provenienti dall’Italia. Prima del viaggio è opportuno consultare la competente ASL sulla necessità di effettuare vaccinazioni o profilassi del caso. In genere, previo parere medico, sono consigliate le vaccinazioni contro: la difterite, l’epatite A e B, il tifo, la tubercolosi, la polio e il richiamo antitetanico e, particolarmente per chi viaggia durante la stagione calda (da maggio a settembre) e soggiorna in zone rurali, la meningite e l’encefalite giapponese.

Per quanto riguarda la profilassi antimalarica, la vaccinazione contro l’encefalite giapponese (difficilmente reperibile in Italia) e la meningite sono consigliate solo per chi soggiorna a lungo nel periodo monsonico e post-monsonico nelle zone a rischio ed in particolare quelle rurali. Si suggerisce di contattare il proprio medico o strutture sanitarie per ulteriori consigli del caso.”

Da qui si deduce che la vaccinazioni antimalarica NON è necessaria per un normale viaggio di tipo turistico, nel quale non si soggiorna di solito in zone “rurali”.

In ogni caso portatevi un buon repellente per le zanzare.

Sulle altre vaccinazioni fatevi consigliare dal vostro medico di base.

Tenete conto che è molto semplice fare la anti-tifica (3 pastigliette, almeno 10 giorni prima di partire), da programmare per tempo invece quella per l’epatite A (contraibile attraverso del cibo infettato dalla Salmonella), che ha bisogno di un richiamo dopo qualche mese. L’epatite B si contrae attraverso il sangue e quindi è meno frequente nei viaggiatori, a meno che non ci si esponga a rischi specifici.

Durante il viaggio vanno seguite scrupolosamente le solite raccomandazioni: bere solo acqua in bottiglie chiuse, niente ghiaccio nelle bibite, non mangiare verdure crude e frutta già tagliata, ecc.

Questo non tanto perché le condizioni igieniche in India siano sempre pessime, ma soprattutto perché il nostro corpo non ha gli “anticorpi” verso i batteri presenti nell’acqua indiana.

Ovviamente le precauzioni di tipo alimentare valgono soprattutto per le situazioni più “disagiate”, negli hotel di alta categoria personalmente sempre mangiato anche frutta tagliata e verdura cruda senza nessun inconveniente (essendo frequentati soprattutto da occidentali usano precauzioni particolari).

Il Lassi (bevanda a base di yogurt) non da nessun problema, anzi lo yogurt è molto utile per la flora batterica intestinale e mitiga i problemi dati dal piccante dei cibi.

Portatevi comunque nella vostra “farmacia di viaggio”, degli antidiarroici e magari degli antibiotici specifici, oltre ai soliti medicinali di uso comune.

Il vero problema possono essere invece le “botte di freddo” da aria condizionata. Negli aeroporti, negli hotel, sui treni ed in macchina gli indiani la usano in modo scriteriato. E’ indispensabile avere quindi sempre a portata di mano un golf o una sciarpa.

Durante l'estate attenzione anche ai colpi di calore, non fate eccessive attività all'aperto quando la temperatura e l'umidità sono troppo alte, indossate vestiti chiari e leggeri, copritevi il capo e bevete spesso.

Nella regione Himalayana, se andate ad alte quote, informatevi sul "mal di montagna" e cercate di darvi il tempo per un graduale acclimatamento all'altezza.

Influenza N1H1: anche l’India ha avuto nel 2009 casi di questa pandemia e ha adottato una serie di formalità all’ingresso del paese da parte di cittadini di paesi che hanno avuto casi (come l’Italia). In aereo vi daranno, insieme alla carta per l’immigrazione, anche un modulo da compilare in cui dichiarare che “non avete la N1H1” e che non siete stati a contatto con persone infette.

Io consiglierei di fare sempre una assicurazione sanitaria (tipo Europe Assistance o altre) a copertura dell’assistenza medica locale e dell’eventuale rientro in patria. Ne esistono di vario tipo e con massimali variabili.

Detto tutto ciò, non temete, l'India non è poi così "pericolosa", basta solo agire con buon senso e vi godrete il vostro viaggio al meglio... come dovunque del resto!!

Giuly

Busto Arsizio
Contributore livello
3 post
64 recensioni
Salva risposta
11. Re: Vaccinazioni e precauzioni varie

grazie Giuly grazie davvero..un abbraccio roberta

Milano
Contributore livello
1.929 post
40 recensioni
Salva risposta
12. Re: Vaccinazioni e precauzioni varie

Rispondo qui ad un messaggio di Ani v:

"Ciao, io devo partire tra 10 gg per il kerala per un viaggio di volontariato. la mia sl mi ha consigliato di fare nche l'antimalarica, ma io non so che fare. Il mese di giugno è molto a rischio, per via dei monsoni?sono in un campo di volontariato, quindi non so quante zanzariere ci saranno, ma immagino poche. Cosa mi consigli?ma si può morire di malaria?"

Cara Ani,

capisco la tua ansia per il rischio di malaria in Kerala in giugno, ma sinceramente non ho mai sentito di malaria in Kerala.

Se hai dei dubbi vai sul sito del Ministero degli esteri, sulla scheda paese dell'India:

http://www.viaggiaresicuri.it/index.php?india

Qui parlano di " la profilassi antimalarica, la vaccinazione contro l’encefalite giapponese (difficilmente reperibile in Italia) e la meningite sono consigliate solo per chi soggiorna a lungo nel periodo monsonico e post-monsonico nelle zone a rischio ed in particolare quelle rurali."

Per quanto ne so io le zone a rischio sono quelle del nord est, come è mostrato da questa mappa:

http://www.fitfortravel.nhs.uk/destinations/asia-(east)/india/india-malaria-map.aspx

Se fossi in te, ma è un mio parere personale ed io non sono un medico, mi porterei una bella scorta di repellente per le zanzare ed userei quello.

Magari vestiti in modo da non lasciare troppe parti del corpo scoperte (che è anche un comportamento molto rispettoso per i costumi locali!).

Non puoi chiedere informazioni anche alla struttura di volontariato dove soggiornerai o ad altri volontari italiani che ci sono già stati?

Sul monsone in Kerala: non immaginarti piogge continue per giorni e giorni, ma acquazzoni (magari anche forti) che passano nel giro di qualche ora.

Giuly

Pontedera, Italia
Contributore livello
5 post
7 recensioni
Salva risposta
13. Re: Vaccinazioni e precauzioni varie

Ciao Giuly

grazie della tua risposta .La struttura che mi ospita mi dice per queste informazioni di fare riferimento all'organizzazione italiana che ha fatto da tramite e quest'ultima all'asl del mio territorio...insomma nessuno mi dice se c'è o no il pericolo se è meglio fare l'antimalarica o no. All'asl me l'hanno consigliata ma non avevo dubbi in merito, li ti dicono di fare 1000 vaccini e sul sito di viaggiare sicuri avevo letto anch'io ma con "zone rurali" non sapevo a cosa potesse riferirsi e quindi ho cercato qualche info su forum di viaggiatori e anche qui vedo spesso pareri discordanti.Comunque la cartina con le zone più a rischio non l'avevo vista. Credo che alla fine starò attenta con repellenti , vestiario e zanzariere e farò una "prevenzione" omeopatica. E forse a forza di navigare su vari forum ho trovato una ragazza italiana che aveva fatto anche lei questo campo di volontariato l'anno scorso ma non nel periodo dei monsoni e già la cosa cambia....speriamo bene!!!Grazie ancora

Milano, Lombardia
Contributore livello
1 post
12 recensioni
Salva risposta
14. Re: Vaccinazioni e precauzioni varie

Se vado in India da metà luglio a fine agosto nella zona di Manipal che vaccini devo fare??

Milano
Contributore livello
1.929 post
40 recensioni
Salva risposta
15. Re: Vaccinazioni e precauzioni varie

Ciao Virginia!!

Se leggi i messaggi di questo post precedenti al tuo trovi tutte le informazioni.

La Manipal dove vai tu è quella in Karnataka, vero?

Se guardi una carta geografica dell'India vedi che è nella zona sud ovest del paese.

Nel periodo in cui andrai tu ci sarà il monsone, ma se vai in città non è certo zona "rurale"... quindi niente antimalarica secondo il sito del Ministero degli Esteri.

Per le altre vaccinazioni come ti ho detto, vedi sopra.

Un caro saluto!

Giuly

Torino, Italia
Contributore livello
1 post
2 recensioni
Salva risposta
16. Re: Vaccinazioni e precauzioni varie

Ciao a tutti!

A dicembre partirò per l'India per un soggiorno studio di 6 mesi.

Purtroppo ho letto e sentito di tante brutte esperienze con l'antimalarico (effetti collaterali pre-partenza), quindi mi stavo chiedendo quanto fosse conveniente farlo. Io andrò nello specifico a Bangalore. Il periodo tra l'altro non dovrebbe essere dei peggiori, non essendo stagione monsonica.

Ho letto inoltre che per l'epatite è necessario un richiamo dopo 6 mesi. Questo significa che sono già fuori tempo massimo, o sbaglio?

I miei genitori sono andati più volte in India e non hanno mai fatto alcun vaccino. La mia unica preoccupazione è che, a differenza del viaggiatore medio, starò lì 6 mesi.

Purtroppo non ho un medico di fiducia al quale chiedere consiglio, o meglio, non ho fiducia nel mio medico (qualche anno fa mi fece rischiare l'epatite per una mononucleosi curata con antibiotici), quindi non so davvero dove sbattere la testa.

Cosa mi consigliate?? Mi fanno più paura gli effetti collaterali dei vaccini che non il rischio di prendermi effettivamente qualcosa... :(

Contributore livello
13 post
2 recensioni
Salva risposta
17. Re: Vaccinazioni e precauzioni varie

Scusa Giuly ho appena letto il tuo post e tutto l'argomento.

ti premetto che io non ho intenzione di vaccinarimi, ho solo qualche perplessità sull'antitifica, visto che dici di non mangiare verdura cruda....

Cioè andrebbe mangiata solo cotta?

Altra domanda che magari è stupida. Per lavarsi i denti è meglio usare acqua di bottiglia? A dirla così mi sembra un pò esagerato, visto che la doccia uno se la fa pure...

Grazie e scusa/scusate, ma sto organizzando il primo viaggio in India di qualche mese e mi viene qualche domandina.. :-)

Milano
Contributore livello
1.929 post
40 recensioni
Salva risposta
18. Re: Vaccinazioni e precauzioni varie

Mangiare verdura cotta, come teoricamente lavarsi i denti con l'acqua minerale, serve ad evitare di venire in contatto con l'acqua del luogo che contiene dei batteri ai quali il nostro intestino non è abituato.

La stretta osservanza di queste norme igieniche non dà la certezza di scampare le infezioni intestinali ma serve a prevenirle.

Naturalmente se i tuoi anticorpi sono abbastanza forti puoi anche 'lasciarti andare' un pò...

Per quanto mi riguarda il miglior antidoto è sempre stato lo yogurt, preso anche più volte al giorno come bevanda nel lassi.

In ogni caso l'antitifica la farei... Soprattutto se pensi di soggiornare in India alcuni mesi:-)

Giuly

Modificato: 05 agosto 2012, 23:25
Contributore livello
13 post
2 recensioni
Salva risposta
19. Re: Vaccinazioni e precauzioni varie

Grazie mille Giuly ci rifletterò.

Il discorso della verdura vale anche per gli hotel e i ristoranti più costosi o con cibo occidentale?

Milano
Contributore livello
1.929 post
40 recensioni
Salva risposta
20. Re: Vaccinazioni e precauzioni varie

In teoria nei ristoranti degli hotel più lussuosi le cose dovrebbero andare meglio sia perché dovrebbero avere migliori norme igieniche sia perché lavorano quasi esclusivamente per gli occidentali per cui lavano la verdura con acqua più 'sicura'.

Addirittura mi è capitato in un hotel molto di lusso che io per sbaglio chiedessi una bevanda col ghiaccio ed il cameriere mi ha chiesto se ero veramente sicura di volere il ghiaccio...:-)

Ovviamente che lo stile dei piatti sia occidentale o indiano non cambia.

Però non farti troppe fisime: lascia che sia il 'sentire del tuo corpo' a decidere cosa gli sembra giusto mangiare e cosa no...

Tanto in un periodo lungo è quasi scontato che degli episodi di dissenteria ti possano capitare. Attrezzati con i farmaci giusti e goditi l'India per quello che è...:-)

Giuly

Ottieni le risposte alle domande più frequenti su India.