Recensione del viaggio in Nigeria: Calabar, Benin City, Osog

Difronte ai Giardini botanici di Limbe c’è il posteggio dei taxi collettivi diretti a Idenau. Essi partono quando sono pieni. Ho atteso circa 30 minuti. La corsa costa 1.500 CFA e dura meno di 1 ora.

La strada asfaltata è in buone condizioni. C’è un posto di controllo di Polizia, dove ho dovuto scendere. Lì mi hanno controllato il Passaporto, mi hanno fatto alcune domande, ma non mi hanno chiesto soldi.

Il taxi collettivo succitato ha terminato la sua corsa nel Parcheggio dei taxi, ubicato 2 km a sud del centro di Idenau.

Da lì ho preso una motobike taxi per 200 CFA, che mi ha portato al porto di Idenau.

Tenere presente che ad oggi, a causa della specie di Guerra Civile in corso nei territori anglofoni del Camerun sud – occidentale, il posto di frontiera terrestre di Ekok, tra la il Camerun e la Nigeria, rimane chiuso agli stranieri e quindi la scelta migliore per andare in Nigeria dal camerun è di prendere una imbarcazione da Idenau.

Dal porto di Idenau, ogni giorno partono diverse imbarcazioni per Oron e Calabar in Nigeria. Ci sono diverse compagnie che offrono questo servizio, ma io mi sono affidato a Big J Shipping Service, al costo di 18.000 CFA. L’ideale è partire la mattina presto, ma io mi sono presentato alle ore 13.00 e quindi ho dovuto viaggiare in una barca piena di merci con la pioggia che scendeva a catinelle.

Prima di partire l’addetto della Compagnia Big J Shipping Service, mi ha accompagnato a piedi, all’ufficio Immigrazione di Idenau, ubicato sulla Via Principale a 150 mt. dal porto, dove ho ottenuto facilmente il timbro di uscita dal Camerun sul mio Passaporto.

Poi, prima di salire sulla barca, ho dovuto sottoporre il Mio Passaporto ad un ulteriore controllo andato a buon fine.

Il Viaggio in barca da Idenau (Camerun) a Oron (Nigeria), è durato circa 3 ore scarse.

Fuso orario: Stessa ora rispetto all’Italia, -1h quando in Italia vige l’ora legale.

Per entrare in Nigeria risulta necessario il Visto d'ingresso, per turismo, da richiedersi presso l’Ambasciata della Nigeria a Roma, oppure appoggiandosi ad una Agenzia di viaggi che consegna la pratica per te. Io mi sono affidato al Sig. Robero dell’Agenzia Vistonline, con sede in Via di San Romano n. 24-26 - 00159 Roma, Telefono: 06-40801108 06-43598913, Fax 06-43562756, e-mail: roberto@vistonline.it, sito internet: www.vistonline.it, al quale ho trasmesso i seguenti documenti:

• modulo della Nigeria compilato e sottoscritto;

• Passaporto originale con validità di oltre 6 mesi con più di 2 pagine consecutive libere;

• Fotocopia del Passaporto;

• 2 foto tessere;

• Prenotazioni alberghiere a totale copertura del viaggio, effettuate tramite il sito “Bookinh.com”;

• Piano dei voli;

• Lettera indirizzata all'Ambasciata scritta in Inglese dove ho dichiarato dii recarmi in Nigeria solo per motivi turistici e di non aver nessun rapporto con persone nigeriane sul posto;

• Estratto conto bancario degli ultimi 3 mesi;

• Fotocopia della vaccinazione contro la febbre gialla;

• Ricevuta del pagamento dei diritti consolari online di 108 USD ottenuta compilando il modulo direttamente sul sito del Consolato http://www.immigration.gov.ng

• Modulo PRIVACY sottoscritto;

• Modulo richiesta Incarico compilato e sottoscritto;

Tenere presente che nonostante sul sito dell’Ambasciata Nigeriana a Roma, ci sia scritto che per ottenere il visto turistico, è necessario recarsi personalmente in Ambasciata a Roma per prendere le impronte digitali, io lo ho ottenuto senza recarmi a Roma per prendere le impronte digitali.

La copia del Bonifico Bancario dell’importo di Euro 143,00 Iva compresa (80 Euro di tariffe Consolari + 61 Euro per le competenze dell’Agenzia Vistonline + 2 Euro di Bollo), l’ho eseguito e trasmesso per e-mail prima di ricevere per posta il passaporto con apposto il visto turistico.

Devo dire che l’Agenzia succitata ha fatto un ottimo lavoro e in 10 giorni ho ottenuto il visto d’ingresso valido per 90 giorni dalla data in cui l’Ambasciata Nigeriana a Roma lo ha rilasciato, ma che permette una permanenza nel Paese di 30 giorni. Per il corriere mi sono arrangiato io, affidandomi al Corriere online “Spedire.com”, al prezzo di Euro 6,98 a tratta, anche se c’è da dire che volendo l’Agenzia provvede anche al Corriere ma ad un prezzo più alto rispetto a quanto l’ho pagato io. Il visto turistico, occupa una pagina del Passaporto.

Lingue: inglese, yoruba, hausa, igbo e altre.

Religioni: musulmani (poco piu' del 50%), cristiani (poco meno del 50%), nella parte meridionale e centrale del Paese permane l'influenza dei culti tradizionali locali.

Una volta che l’imbarcazione proveniente da Idenau (Camerun), giunge in acque territoriali Nigeriane è necessario sottoporsi a 4 controlli delle Imbarcazioni dell’Immigrazione e dell’esercito Nigeriano, che sono pesantemente armate. Quindi prima di arrivare a questi controlli, ogni volta e per 4 volte è necessario alzare le mani prima di avvicinarsi. Poi bisogna dare dei soldi ogni volta per 4 volte per un ammontare complessivo di 4.000 NGN, che logicamente ho dovuto pagare io, anche se ero in possesso solo di CFA, EURO e USD, ma gli addetti all’imbarcazione mi hanno cambiato i CFA, al seguente tasso di cambio: 10.000 CFA = 6.000 NGN. Comunque i Soldati delle imbarcazioni succitati mi hanno controllato il Passaporto, mi hanno posto alcune domande ma si sono rivelati gentili.

Si arriva dunque alla piccola Cittadina di Oron, dove è necessario recarsi all’ufficio d’immigrazione, per farsi porre sul Passaporto il timbro di Ingresso in Nigeria. Tenere presente che anche se puoi stare 30 a giorni in Nigeria con il visto turistico, se tu dichiari che vuoi stare solo 15 giorni in Nigeria, il personale dell’immigrazione lo scriverà sul timbro di ingresso e quindi sarai costretto a lasciare il Paese dopo 15 giorni. Lì ti faranno una fotografia. Poi un altro addetto ti verificherà il passaporto, poi nell’ufficio adiacente ti verrà controllato il certificato della Febbre Gialla. Il personale si è dimostrato Gentile.

Tenere presente che a Oron, è possibile cambiare solo CFA, per ottenere NGN. Qui non vengono accettati Euro e Dollari Americani.

Per raggiungere Calabar da Oron, è necessario prendere una imbarcazione al prezzo di 1.500 NGN, anche se l’imbarcazione che avevo utilizzato per venire in Nigeria si è offerta di portarmi a Calabar immediatamente per 2.000 NGN e io ho accettato. Il viaggio è durato 40 minuti circa.

Una volta giunto a Calabar, nella periferia sud della stessa, ho pagato 200 NGN, per un TUC – TUC a 3 ruote che mi ha portato fino in centro Città.

Da lì ne ho preso un altro per raggiungere 500 NGN dove ho cambiato moneta ai seguenti tassi di cambio: 1 Euro = 390 NGN, 1 USD = 355 NGN . Questo tasso di cambio si ottiene con pezzi da 50 o 100 USD. Con pezzi da 20 o 10 o 5 USD, si ottiene un tasso nettamente più sfavorevole.

A Calabar ho riposato al Achieves Hotel, ubicato in centro Città, al prezzo di 3.000 NGN, per una doppia con bagno in camera con acqua in secchi e ventilatore, senza WIFI. Ci sono anche Camere con bagno in comune che costano 2.000 NGN.

 Calabar l’ho girata a piedi.

Tenere presente che se si vuole andare a Lagos, Ibadan, Benin City e Abuja, bisogna recarsi alla Bus Station di Calabar, difronte al Central Market, prima delle sette di mattina.

Lì al desk ho ottenuto il ticket per Benin city al costo di 5.000 NGN e sono salito su un Minibus, che mi ha portato al Peace Mass Transit Bus Terminal, dove mi sono registrato e poi sono salito su un Minibus diretto a Ibadan, che ferma anche a Benin City. Ho atteso quasi un’ora prima che il Bus si muovesse. Il viaggio è durato circa 9 ore.

La prima parte della strada fino alla Città di Aba, è in pessime condizioni. Ci sono molti posti di blocco dove mi hanno controllato il Passaporto e il Certificato della febbre Gialla. In una occasione il poliziotto mi ha chiesto gentilmente una piccola mancia e io gli ho dato 500 NGN, mentre nell’altra occasione il Soldato è stato più deciso chiedendomi di pagare 1.000 NGN, perché avevo attraversato il ponte sul Cross River nei pressi di Ikot Essien. Io glieli ho dati.

A Benin City il minibus succitato mi ha lasciato alla periferia est della stessa in Località Iguomo a circa 12 km dal centro Città.

Da lì, per raggiungere Ring Road, e cioè la grande rotonda, che rappresenta il Fulcro di Benin City, ho preso un taxi collettivo pagandolo 200 NGN

A Benin City ho riposato al Lixborr Hotel ubicato in centro Città, in Sakponba Road a 100 mt. da Ring. Road e di fronte a Brass Casters Street, famosa per i Bronzi, al prezzo di 7.500 NGN, per una doppia con bagno in camera, acqua calda, aria condizionata, tessera magnetica, ventilatore, WIFI non funzionante.

Benin City, si gira bene a piedi.

Se da Benin City, ti vuoi recare a Osogbo, devi recarti al motor park, ubicato in Mission Road, prendendo un taxi collettivo poco oltre l’incrocio tra Oba Market Road e Mission Road, a poche decine di metri da Ring Road, al costo di 10 NGN.

Dal Motor park di Benin City, partono quando sono pieni, taxi collettivi diretti a Osogbo. Essi partono quando sono pieni. Ho atteso circa 40 minuti. La corsa costa 3.050 NGN e dura meno più di 5 ore.

La strada asfaltata è in buone condizioni.

A Osogbo, sono sceso sulla strada principale, nei pressi del bivio per Osun Sacred Grove, 2,5 km a nord dello stesso.

Da lì ho preso una moto bike taxi per 150 NGN, che mi ha portato al Osun Sacred Grove.

Osun Sacred Grove, è dichiarato dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità. L’ingresso allo stesso costa 500 NGN, l’utilizzo della macchina fotografica 2.000 NGN, l’utilizzo dello smartphone per fare fotografie costa 1.000 NGN. La Guida che parla Inglese non obbligatoria l’ho pagata 500 NGN. La visita è durata circa 2 ore, durante la quale ho visto decine di Sculture, un Santuario all’interno del quale non ho potuto entrare ma per il quale ho dovuto donare 200 NGN e il Fiume Sacro.

Dallo Osun Sacred Grove, ubicato 3 km a sud del centro della Città, ho preso una moto bike taxi per 200 NGN, che mi ha portato al Motor park, dove ci sono Taxi collettivi per Ibadan.

Dal Motor park di Osogbo, partono quando sono pieni, taxi collettivi diretti a Ibadan. Essi partono quando sono pieni. Ho atteso circa 15 minuti. La corsa costa 1.000 NGN e dura da 1 ora a 2 ore a seconda del traffico che spesso e volentieri è eccessivo nella Città più grande dell’Africa per estensione ma non per numero di Abitanti.

Il taxi collettivo succitato termina la corsa al Gate Motor Park, nella periferia est di Ibadan, dove puoi prendere un taxi collettivo per Abeokuta, la cui corsa costa 1.000 NGN e dura da 1 a 2 ore a seconda del traffico. Esso parte quando è pieno. Ho dovuto aspettare solo 15 minuti prima di partire.

Il taxi collettivo succitato termina la corsa nella periferia est di Abeokuta.

Da lì puoi prendere o una moto Bike taxi o un taxi vero e proprio per raggiungere la tua destinazione. Io, visto che ero in compagnia di un Signore Nigeriano, che avevo conosciuto in taxi, ho optato per la seconda soluzione, al costo di 600 NGN, che però ha pagato lui per me.

Ad Abeokuta ho riposato al Quarry Imperial Hotel, ubicato in centro Città, in Quarry Road n. 52, al prezzo di 11.800 NGN, per una doppia con bagno in camera, con acqua calda, aria condizionata, con WIFI non funzionante, tessera magnetica e TV con schermo piatto.

Ad Abeokuta, tenere presente che ogni Anno ad Aprile si tiene il Drume Festival, dedicato alla Musica, dove si riuniscono band di percussionisti provenienti da tutto il continente. Lo stesso si tiene dal Giovedì al Sabato dalle ore 16.30 alle ore 22.30. L’ingresso è gratuito. C’è posto per 10.000 persone. Lo stesso viene trasmesso in TV sulla rete Nigeriana. Io ci sono andato, accompagnato, da un addetto del Quarry Imperial Hotel. La moto bike taxi mi è costata 200 NGN per l’andata e 200 NGN, per il ritorno.

Ad Abeokuta, dal Quarry Imperial Hotel, ho preso una moto bike taxi, che al costo di 400 NGN, mi ha portato a Olumo Rock, luogo Sacro. In teoria i cancelli vengono aperti alle 9.00 di mattina, ma io mi sono presentato alle 7.00 e mi hanno fatto entrare al costo di 1.000 NGN. Più hai la facoltà di ingaggiare una Guida al costo di 1.000 NGN. Io gliene ho dati 700 NGN. La roccia è alta 140 mt. In teoria c’è un ascensore che ti porta in vetta, ma all’epoca del mio viaggio non funzionava. Quindi ho dovuto sorbirmi i numerosi scalini. Prima di arrivare in cima la guida mi ha mostrato alcuni luoghi Sacri. Dalla Vetta si gode di un sublime panorama sulla Città e sui dintorni.

Da lì ho preso una moto bike taxi per tornare al mio Hotel. Stavolta ho trovato un tipo disonesto che prima mi ha chiesto 500 NGN e poi una volta giunti a destinazione ha raddoppiato la sua parcella, con tono aggressivo, con la sensazione che volesse aggredirmi. Quindi dopo una breve ma accesa discussione glieli ho dati.

Ad Abeokuta, dal Quarry Imperial Hotel, ho preso una moto bike taxi, che al costo di 200 NGN. Mi ha portato al motor park dove partono, quando sono pieni, taxi collettivi per Lagos. Ho dovuto attendere quasi 1 ora prima di partire. La corsa l’ho pagata 1.000 NGN ed è durata quasi 3 ore.

La strada tra Abeokuta e Lagos è in buone condizioni.

 Il taxi succitato, mi ha lasciato però a nell’estrema periferia nord di Lagos, dove ho dovuto prendere un altro minibus al costo di 150 NGN, che mi ha portato in Località Oshodi (sulla strada principale, dietro l’Aeroporto). Da lì, un Nigeriano mi ha aiutato a trovare la Via giusta. Ho attraversato il ponte pedonale, sono sceso dalla parte opposta della strada e ho camminato per 300 mt. prima di trovare un tuc tuc, al presso di 50 NGN, per il Bus Stop della linea BRT (Lagos Bus Rapid Transit System – Bus di colore blu). Da lì ho preso un bus, di colore blu, per il quartiere di Fadeyi, pagandolo prima di salire, 100 NGN e poi un altro al prezzo di 100 NGN che mi ha portato a Lagos Island a 200 mt. circa dalla Cathedral of Christ.

Lagos, con i suoi 23 Milioni di abitanti, pur non essendo la Capitale della Nigeria, è la Città più popolosa dell’Africa. E’ annoverata tra le Città più pericolose del Mondo anche se negli ultimi anni la sicurezza è aumentata notevolmente e almeno a Lagos Island, di giorno puoi girare a piedi senza problemi, così come ho fatto io. Quindi ho visitato la Cathedral of Christ, Tinubu Square che è il fulcro di Lagos Island, poi la Moschea Centrale.

Successivamente ho preso una moto bike taxi al prezzo di 100 NGN, che mi ha portato al Freedom Park.

Per entrare al Freedom Park, è necessario pagare 200 NGN. Esso è un posto piacevole pieno di Statue. Tenere presente che non puoi utilizzare la macchina fotografica, ma puoi fare fotografie con lo Smartphone.

 Poi ho visitato l’esterno della Holy Cross Cathedral e infine mi sono recato in Tifawa Balewa Square e mentre stavo facendo alcune fotografie. Mi si sono avvicinati 2 tizi, dicendomi che era vietato fare fotografie e quindi io mi sono scusato e gli ho detto che le avrei cancellate, davanti a loro, ma mi hanno risposto che potevo tenerle, basta che avessi pagato. Mi hanno chiesto 5.000 NGN, ma alla fine ho trattato e gli ho dato 500 NGN.

Da lì ho preso un tuc – tuc che mi ha portato per 50 NGN in Old Marine Street, dove ho preso un minibus giallo per 2 Miles Bus Station, nella periferia est di Lagos. Al prezzo di 400 NGN.

Da 2 Miles Bus Station. nella zona ovest di a Lagos partono quando sono pieni taxi collettivi per la Frontiera con il Benin di Seme Krake o per Cotonou (Benin).

Quel giorno però per diversi motivi eccezionali non c’erano passeggeri diretti in Benin, ma solo un altro oltre a me e quindi la Corsa per Cotonou, l’ho pagata il doppio, perché eravamo solo 2 passeggeri al posto di 4. Quindi ho pagato 12.000 NGN, al posto della tariffa normale di 6.000 NGN. Il viaggio è durato circa 3 ore.

La strada tra Lagos e Seme Krake è in pessime condizioni (piena di buche).

Alla Frontiera di Seme Krake, ho ottenuto facilmente il timbro di uscita dalla Nigeria, compilando l’apposito modulo, senza pagare alcuna mazzetta, mentre tutte le altre persone di Colore che mi precedevano hanno dovuto farlo su richiesta dell’addetto allo sportello (500 o 1000 NGN).

La descrizione del viaggio completo con la mappa, le fotografie e i video è disponibile a questo link: https://vivendosalendo.blogspot.com/2019/07/…