Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.

Faenza, bella, discreta e sconosciuta

Roma
Esperto locale
di Roma
Contributore livello
13.919 post
746 recensioni
Faenza, bella, discreta e sconosciuta

Ciao a tutti,

siamo in un forum di esperti viaggiatori ma mi viene da chiedermi quanti conoscono già, o hanno una vaga idea di poter includere in un futuro viaggio, la città di Faenza. Suppongo non moltissimi. L'ultima discussione in questo forum risale al 2013 e fra l'altro è stata aperta, con scarsi riscontri, da un mio concittadino.

Io mi ci sono trovato quasi per caso poco tempo fa e per me è stata assolutamente una sorpresa. Vorrei premettere subito che probabilmente non ha molto senso fare paragoni, non solo con realtà come Venezia o Firenze, ma nemmeno, che so, con Bologna o Ferrara. Non è fra le città più grandi dell'Emilia-Romagna, ma non è nemmeno tanto piccola (58.000 abitanti, più di Mantova o di Siena quindi). Eppure mi sembra la classica città di cui tutti bene o male "sanno che esiste", ma che nessuno sente il bisogno di conoscere.

Non è aiutata dal mare, che resta piuttosto lontano, al contrario che per altre località romagnole, né da una squadra di calcio di qualche importanza (sembrerà assurdo ma mi risulta che città come Udine o Cesena finiscono per essere conosciute e talvolta apprezzate da chi le scopre durante le trasferte della propria squadra "grande"). Girando per le sue strade è quasi impossibile imbattersi in altri che nei residenti. Eppure dei motivi per interessarsi a questa città ci sarebbero.

Faenza ha indubbiamente un fiore all'occhiello che è il Museo Internazionale della Ceramica, un museo di settore ricchissimo e probabilmente fra i primi del mondo del suo genere. Per il resto sembrerebbe offrire poco. Eppure la piazza centrale, se non può competere con altre italiane omologhe, ha una notevole armonia e risulta in definitiva una specie di prototipo della piazza principale della città di provincia italiana: gli ingredienti ci sono tutti, dalla cattedrale alla torre dell'orologio, dal palazzo pubblico alla fontana, dal municipio ai portici. Un po' di medioevo, un po' di rinascimento, un po' di barocco, un po' di neoclassico, tutto fuso insieme, ma senza traumi e senza cadute di gusto. Forse non capolavori assoluti, niente che lasci a bocca spalancata, ma una certa bellezza discreta sì.

Non mancano altri musei interessanti considerato che non si tratta di una grande città: spiccano il Museo Nazionale dell'Età Neoclassica in Romagna e la Pinacoteca Comunale (contenente fra l'altro un San Girolamo di Donatello), che non ho fatto in tempo a visitare, come non ho fatto in tempo a soffermarmi sulle numerose chiese e sui numerosi palazzi che affollano il centro storico, anche in questo caso forse non dei capolavori assoluti, ma neppure da ignorare per chi sa conoscere e godere dei posti senza necessariamente pretendere il richiamo turistico più sfacciato.

Mi ha sorpreso favorevolmente anche il Parco Bucci, al limite del centro storico, tutt'altro che piccolo date le dimensioni medie della città, molto ben curato, con una splendida tavolozza di colori autunnali data la stagione, e popolato da un incredibile numero di conigli e uccelli che vagano liberamente.

Soprattutto, ciò che colpisce in una città del genere è l'assoluta mancanza di orientamento turistico. Chi non è del luogo viene accolto, anche con cordialità, ma non trova nulla che sia fatto su misura per compiacerlo. La città è quello che è, ad alcuni piacerà e ad altri no, ma non viene fatto nessuno stravolgimento per renderla interessante o tantomeno per "venderla".

Faenza è appartata, nel senso che ci vanno in pochi, ma non isolata: si trova all'incrocio fra la Via Emilia e l'asse di comunicazione di interesse regionale che va da Firenze a Ravenna, un tempo più importante di oggi, prova ne sia che Firenze ha un'importante Via Faenza, ma non molte altre strade con nomi di città. I collegamenti sia stradali che ferroviari permettono di raggiungerla facilmente da tutta l'Emilia-Romagna, dalle Marche e anche da Firenze e dintorni: oltretutto la ferrovia secondaria Firenze-Faenza, poco frequentata e generalmente sconosciuta a chi non è dei luoghi, si snoda attraverso l'Appennino offrendo bellissime vedute su monti e boschi. È possibile raggiungere Faenza in una gita di un giorno anche da Roma o da Milano, benché non sia proprio una passeggiata.

Mi sembra di aver sproloquiato abbastanza su una realtà che tutto sommato conosco poco e in cui ho passato non più di alcune ore, comunque sono graditi commenti di ogni tipo.

8 risposte su questo argomento
Milano, Italia
Contributore livello
11.035 post
384 recensioni
1. Re: Faenza, bella, discreta e sconosciuta

Credo che Faenza condivida lo stesso destino delle altre cittadine romagnole (penso,solo a titolo d'esempio,a Santarcangelo di Romagna) : una costa troppo famosa (il cosiddetto 'divertimentificio d'Italia', termine giornalistico orrendo,ma rende l'idea), che attira un certo tipo di turismo che,per ragioni diverse,non e' interessato ad esplorare il territorio circostante.

Non stigmatizzo la riviera romagnola, anzi, le rendo il merito di essere riuscita ad entrare nell'immaginario collettivo come sinonimo di 'estate italiana',pur essendo uno dei tratti di costa meno attraenti del nostro paese.Bravi i romagnoli che,con le risorse a disposizione,sono riusciti a fare quello che era possibile fare.

Tutto questo pero' fa passare in secondo piano il resto della regione che,infatti,non risulta battuto dal turismo. Altro esempio : Rimini, nome conosciuto ovunque,soprattutto nel nord Europa (i bagni,i bagnini,i vitelloni,la piadina,generazioni di piccoli dai tratti scandinavi e dall'accento romagnolo:-) Oggi e' tutto diverso,ci sono i russi),ma quanti ne conoscono il centro storico?

Roma
Esperto locale
di Roma
Contributore livello
13.919 post
746 recensioni
2. Re: Faenza, bella, discreta e sconosciuta

Io credo che una certa quantità di turisti attirati dalla riviera poi faccia anche qualche escursione nell'interno: grosso modo, quelli un po' più raffinati visitano Ravenna, quelli più di bocca buona vanno a San Marino. Una volta a Rimini, magari la foto col Tempio Malatestiano (che ha 358 recensioni su TripAdvisor, neanche pochissime) se la faranno pure.

E' la Romagna ancora più interna (e più autentica) che sembra semplicemente non esistere. E al contrario di altre zone d'Italia, sembra che non sia nemmeno interessata a promuoversi in nessun modo. Potrebbe essere perfino una strategia (i turisti restino sulla costa e a noi ci lascino in pace), chissà.

Comunque la piadina naturalmente c'è anche a Faenza, e non quella piatta e standardizzata (se non ossequente a mode e fisime di attualità, fino a vere e proprie contraddizioni di termini come "piadina vegetariana" e simili) riminese. E' grossa, spessa e farinosa, e ovviamente è piadina vera, punto e basta. Chi la vuole la può mangiare, chi non la vuole cercherà qualcos'altro. Alla faccia dell'OMS che ora vorrebbe che tutti si cibassero di insetti al vapore.

Toscana, Italia
Esperto locale
di Amsterdam, Paesi Bassi
Contributore livello
2.298 post
158 recensioni
3. Re: Faenza, bella, discreta e sconosciuta

Faenza è sempre stata un mio piccolo luogo "del cuore". Una città a misura d'uomo, con un'architettura interessante, gente cordiale e genuina e con proposte gastronomiche di alto livello.

Bei ricordi di soste quando, in treno, mi è capitato di tornare a Firenze dalla costa adriatica (ho sempre preferito il trenino d'altri tempi della "faentina" all'alta velocità). Molto vicino a Faenza (e facilmente raggiungibile col trenino) segnalo anche Brisighella, un paese molto piacevole e ricco di storia

http://www.brisighella.org/

Ma anche Lugo è d'interesse, così come alcune altre piccole località di campagna, borghi e ville agricole assolutamente deliziosi.

Io sono contento che esistano posti così dietro l'angolo e senza turismo di massa (ma con un discreto turismo di nicchia, almeno nel caso di Faenza che è meta anche internazionale per gli amanti delle ceramiche), che rappresentano il giusto premio per il viaggiatore più consapevole e curioso. E' per questo che adoro così tanto l'Emilia-Romagna.

Roma
Esperto locale
di Roma
Contributore livello
13.919 post
746 recensioni
4. Re: Faenza, bella, discreta e sconosciuta

Riapro questa discussione non solo perché ritengo ancora valida l'idea di richiamare l'attenzione su questa città generalmente ignorata, ma anche perché ho notato che il bellissimo Parco Bucci ha ricevuto la sua prima recensione con la votazione "pessimo".

Motivazione? non mi hanno lasciato entrare con il cane. Processo mentale? il mio cane è il centro dell'universo, chi non lo considera tale merita la votazione pessimo. Non sono io a dovermi adattare ai contesti portando o no il mio cane, io e il mio cane siamo "quelli buoni" per definizione, e sono i contesti che devono essere giudicati a seconda se ci lasciano fare i nostri porci comodi.

Per chi non lo sapesse, il Parco Bucci è particolarmente apprezzabile anche perché presenta un gran numero di uccelli non volatili (pavoni, faraone, anatre, oche e molte altre specie), nonché di conigli e tartarughe, che girano nel parco in assoluta libertà. Vorrei vedere solo che lasciassero entrare legioni di cani senza guinzaglio e museruola, pronti a sgozzare una faraona oggi e un coniglio domani. Peccato che chi si considera "amante degli animali" in quanto proprietario di un cane abbia spesso così poca considerazione non solo degli altri esseri umani, ma anche degli animali diversi dai cani. Onore comunque a Faenza che sa far rispettare una ovvia regola di convivenza civile nel suo verde pubblico, e scusate per lo sfogo.

Bologna, Italia
Contributore livello
53 post
113 recensioni
5. Re: Faenza, bella, discreta e sconosciuta

Segnalo che a Faenza durante le festività natalizie non fanno i soliti "mercatini di natale" ma i GIARDINI di Natale. Trattasi di installazioni decorative, a tema: quest'anno è l'orto dei semplici... sono sparse nelle vie del centro storico, tutte diverse tutte particolari! Si può anche votare la preferita presso Palazzo Esposizioni e Ufficio Turistico.

Contributore livello
1 post
4 recensioni
6. Re: Faenza, bella, discreta e sconosciuta

Ho vissuto a Faenza per 6 mesi da dicembre 2015 a giugno 2016...non mi stupisce affatto che non ci sia interesse a renderla più attraente e turistica, ció dovuto al fatto che gli abitanti sono molto chiusi e diffidenti ... Entri nei negozi e nessuno ti dà il buongiorno, il sorriso è una rarità da queste partI. Ho girato spesso in Italia ed un popolo così chiuso non lo avevo ancora incontrato. E, parlando con altre persone provenienti da altre città extra regione, questo risulta essere un pensiero comune... La città è anche carina ( specie in primavera ) ed il parco Bucci è un parco unico e meraviglioso ma non basta.

Roma
Esperto locale
di Roma
Contributore livello
13.919 post
746 recensioni
7. Re: Faenza, bella, discreta e sconosciuta

Emiliano C: dalla mia limitata esperienza non mi risulta di aver trovato gente così chiusa; in ogni caso località come ad esempio Torcello o Civita di Bagnoregio possono costituire ottime mete di visita anche se praticamente non sono abitate, quindi non vedo in che senso il carattere o l'atteggiamento dei faentini dovrebbe influire negativamente sull'opportunità di visitare il Museo della Ceramica o il Parco Bucci.

Fra l'altro, personalmente preferisco - entro certi limiti, è vero - un atteggiamento "chiuso" e senza fronzoli rispetto alla cordialità pelosa condita da sorrisi forzati, particolarmente frequente nelle mete più popolari fra il turismo di massa.

Faenza, Italia
Contributore livello
141 post
438 recensioni
8. Re: Faenza, bella, discreta e sconosciuta

Abito a Faenza, da non moltissimo, mi è sempre piaciuta, molto verde ed a pochi minuti dalle colline ed a 45 minuti d'auto dal mare. Vi sono molte ville private, quindi non visitabili, una visitabile è Villa Laderchi, conoscuta meglio come " Villa la Rotonda", era adibita alle riunioni massoniche, ancora presenti bellissimi affreschi.

https://it.wikipedia.org/wiki/Villa_Laderchi

Rispondi a: Faenza, bella, discreta e sconosciuta
Verrai avvisato per e-mail quando riceverai una risposta
Ottieni le risposte alle domande più frequenti su Faenza.