Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.

trekking laugavegur

Terni, Italia
Contributore livello
189 post
5 recensioni
3 voti utili
trekking laugavegur

meglio fare questo trek dormendo nei rifugi o portandosi la tenda secondo voi?

11 risposte su questo argomento
Cinisello Balsamo
Esperto locale
di Islanda
Contributore livello
1.588 post
213 recensioni
122 voti utili
1. Re: trekking laugavegur

Prima di decidere guarda qualche video su YouTube di chi ha optato per la tenda... inoltre se scegli i rifugi assicurati di prenotare con mooolto anticipo. Ho il sospetto che a questo punto della stagione sia già tutto esaurito se non si va con un tour accompagnato.

Ciao!

Castelverde, Italia
Contributore livello
25 post
7 recensioni
5 voti utili
2. Re: trekking laugavegur

Per i mesi di Agosto e Luglio i rifugi erano già al completo un mese e mezzo fa. Io vado la prima settimana di settembre.

Terni, Italia
Contributore livello
189 post
5 recensioni
3 voti utili
3. Re: trekking laugavegur

Infatti mi hanno risposto poco fa dicendomi la stessa cosa. Io sono indeciso se andare il 5-6-7 e 8 settembre nei rifugi oppure il 24-25-26 e 27 agosto con la tenda

Contributore livello
204 post
1 recensione
4. Re: trekking laugavegur

E' una domanda a cui è difficile dare una risposta.

Se il meteo è inclemente (e a fine agosto potrebbe anche nevicare) avere un tetto sopra la testa per dormire e un posto caldo dove far asciugare le cose è cosa non da poco. Non portare tenda, materassino etc permette di alleggerire non poco lo zaino.

D'altra parte è la soluzione che alleggerisce di più il portafogli e che non lascia flessibilità.

Dipende molto anche quanta esperienza hai di trekking e di campeggio itinerante. Se si becca il giorno sbagliato c'è il rischio di vedersi la tenda demolita dal vento, soprattutto se si ha l'attrezzatura sbagliata e/o non la si sa utilizzare.

Rischio mitigato dal fatto che comunque si campeggia in aree non del tutto isolate, ma non è comunque una esperienza che può essere spiacevole.

Venezia, Italia
Esperto locale
di Islanda
Contributore livello
2.999 post
160 recensioni
47 voti utili
5. Re: trekking laugavegur

Io sconsiglio vivamente la tenda a meno che non si abbia esperienza di campeggio in alta montagna e/o in condizioni estreme. Tanto più a fine agosto, quando il tempo mediamente è molto peggiore che a luglio.

Terni, Italia
Contributore livello
189 post
5 recensioni
3 voti utili
6. Re: trekking laugavegur

Ho letto molti diari di viaggio di gente che é stata in campeggio in Islanda, ovvio che tutti parlavano del vento ma nessuno ha scritto che é una cosa da non fare in assoluto. credo che con gli accorgimenti del caso sia fattibile..... certo se mi dite che il vento soffia mediamente a 100 km/h allora é diverso ma a quel punto diventa un problema proprio affrontare il trekking.Ho controllato le previsioni medie annuali e la differenza tra luglio ed agosto non é troppo marcata,non é attendibile il sito dove ho controllato il meteo quindi?Nel caso in cui ci siano bufere o situazioni estreme ti fanno entrare nei rifugi?

Contributore livello
204 post
1 recensione
7. Re: trekking laugavegur

Attenzione, io non stavo sconsigliando la tenda in termini assoluti.

Lo scorso anno ho tentato di prenotare i rifugi a gennaio ed erano già pieni. Non volendo restare nell'incertezza delle liste d'attesa abbiamo optato per la tenda.

Studiando un po' il percorso abbiamo deciso di non fermarci a Hrafntinnusker e fare le prime due tappe in una sola giornata.

Come "premio" abbiamo prenotato una notte a Hvangill (Alftavatn nel frattempo si era riempito) e siamo stati graziati perchè il primo giorno e la prima notte si è scatenata una tempesta con pioggia e raffiche di vento da almeno 80/90 km/h.

Non hanno "chiuso" il sentiero ma molti hanno deciso di rimandare comunque la partenza.Chi aveva in programma di dormire in tenda a Hrafntinnusker o Alftavatn è stato fatto proseguire sino a Hvangil (che ha delle piazzole più riparate) o rispedito indietro a Landmannalaugar.

Quando siamo arrivati a Hvangil il custode ci ha detto che aveva solamente 4 prenotazioni. Per l'ora di cena il rifugio era al completo.

Qualcuno ha dormito in tenda in una zona abbastanza riparata, ma non li ho invidiati per niente.

Dal pomeriggio del giorno dopo abbiamo avuto tempo discreto per tre giorni di fila e abbiamo campeggiato senza alcun problema. La settimana successiva (fine agosto), per dire, a Hrafntinnusker c'è stata una mezza bufera di neve.

l Laugavegur in tenda si può fare, ma bisogna mettere in conto che a quelle latitudini l'estate è un concetto molto relativo e che ci sono giornate in cui il vento può letteralmente demolire una tenda, soprattutto se inadatta e/o montata senza le dovute accortezze. Non è una spedizione al Nanga Parbat e se la tenda viene giù non si rischia la vita (in genere), ma può essere una esperienza miserabile.

Poi ogni cosa ha i suoi pro e contro, i rifugi costano, sono affollati, non sono sempre pulitissimi e sono decisamente rumorosi. La tenda può essere paradossalmente più confortevole e lascia molta più flessibilità, ma pone l'incognita del meteo.

In ogni caso attenzione campeggiare "in Islanda" e campeggiare nelle highlands islandesi sono due cose ben diverse, sia per questioni climatiche, sia per la distanza dalla civiltà...

Per quanto riguarda i rifugi, i campeggiatori non sono ammessi oltre i posti disponibili, nemmeno se fa brutto tempo. Ovviamente immagino che nessuno sia mai stato lasciato a morire sulla soglia di un rifugio, ma in linea di massima ci si deve arrangiare.

In alcuni rifugi/campeggi (ma non a Hrafntinnusker) ci sono aree comuni dove si può mangiare ed eventualmente anche ripararsi in caso di brutto tempo.

Comunque se stai programmando il trekking tieni conto che se si ha un po' di allenamento accorpare le tappe non è una impresa titanica. Lo sviluppo è tanto ma i dislivelli sono abbastanza contenuti e le ore di luce sono tante.

Noi siamo partiti con l'idea di terminarlo in tre giorni e l'abbiamo finito in due (altro vantaggio della tenda), poi gli abbiamo attaccato il Fimmvörðuháls (con un giorno di riposo nel mezzo).

Terni, Italia
Contributore livello
189 post
5 recensioni
3 voti utili
8. Re: trekking laugavegur

Ottimi consigli, grazie mille! L'unica cosa é che ho letto che si deve prenotare il bus in anticipo sia per andare che per tornare da reykja ik.é vero o si può tranquillamente fare lo stesso giorno in base a quanti giorni ci metti a finire il trekking?

Contributore livello
204 post
1 recensione
9. Re: trekking laugavegur

Reykjavik Escursions vende un pass apposito che comprende un biglietto A/R.

I posti vanno prenotati in anticipo ma la prenotazione è modificabile.

Noi siamo arrivati a Skogar in anticipo e siamo saliti su un bus precedente semplicemente avvisando l'autista, quindi credo che un cambio di programma comunicato la sera prima non sia un problema, se i posti non sono esauriti.

Con le altre compagnie non sarà molto diverso, credo.

Terni, Italia
Contributore livello
189 post
5 recensioni
3 voti utili
10. Re: trekking laugavegur

Quindi comunque potrei anche trovare posto nei rifugi senza prenotare!ovvio che non devo fare affidamento su questa cosa.credo che Reykjavik excursion non faccia piú il discorso del pass ma si debba prenotare la data fissa... comunque mi informo meglio oppure prenoto andata e ritorno e poi se finisco il trekking in meno giorni mi faccio una giornata di relax a porsmork o un trek in giornata.Grazie mille,se mi servono altre info ti contatto ok?

Rispondi a: trekking laugavegur
Verrai avvisato per e-mail quando riceverai una risposta
Ottieni le risposte alle domande più frequenti su Islanda.