Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.

Agosto in Toscana

Provincia di
Contributore livello
10 post
1 recensione
Agosto in Toscana

Ciao!

Da sabato 18 agosto p.v. a venerdì 24 agosto, saremo in Toscana per le vacanze. Abbiamo la macchina per i nostri spostamenti. Noi amiamo camminare, visitare i paesi più o meno famosi. Cerchiamo oltre alle cose imperdibili, anche quelle poco turistiche ma che lasciano il segno!

In base un po' ai vari siti turistici e ai diari di viaggio trovati in rete, ho stilato questo programma che è ancora in fase embrionale, proprio perchè vorrei sapere se è fattibile e se ha una logica giornaliera, per sfruttare al meglio il tempo! Se ho messo troppo o troppo poco per una giornata e cosa quindi aggiungere.

Qualsiasi consiglio, aggiunta, modifica, sono ben accetti!

Noi soggiorneremo in un agriturismo a Bettolle-Sinalunga.

DOMENICA

Siena

Abbazia di San Galgano

Eremo di Monte Siepi

LUNEDI'

Volterra

Monteriggioni

MARTEDI'

Arezzo

Cortona

MERCOLEDI'

San Gimignano

Paesini della zona Chianti (Greve, Panzano e Castellina)

Il percorso della zona del Chianti, l'ho inserito per i paesaggi. E' qui che ci sono i paesaggi da cui arrivano le stupende foto associate alla Toscana, di saliscendi nel verde, coi cipressi e i casali?

Noi non beviamo vino, per gente astemia come noi, questa zona è consigliata proprio per i paesaggi e i paesini oppure è importante solo per gli estimatori di vino?

GIOVEDI'

Montalcino

S. quirico

Pienza

Montepulciano

VENERDI'

Crete senesi: Asciano, Buonconvento,Monteroni, Rapolano, san giovanni.

Anche qui, ho letto un po' ma non sono riuscita a capire cosa siano le crete? Sono famose per i paesaggi lunari oppure per i paesini da visitare?

Infine, solitamente nelle precedenti vacanze fatte, dedicavamo la mattina alle visite e il pomeriggio se e dove possibile, al mare. Qui per alcuni giorni, sarebbe possibile fare una capatina al mare o al lago?

So che chiedo molto con questo post, ma le cose sono tantissime da vedere e vorrei davvero vedere tutto quello che c'è di più bello ed ho bisogno di Voi e della Vostra esperienza.

Grazie anticipatamente!

7 risposte su questo argomento
Firenze, Italia
Esperto locale
di Toscana
Contributore livello
5.442 post
1.030 recensioni
1. Re: Agosto in Toscana

Ciao, rispondo solo su due questioni generali.

1) La risorsa del Chianti, oltre che ovviamente il vino, è a prima vista soprattutto il paesaggo viticolo da cui il vino si origina.

Ma, direi ancor più, la buona conservazione del rapporto tradizionale fra il costruito (villaggi e cittadine tradizionali) da un lato, e il non costruito (campagna) dall'altro. Nel senso che, a parte eccezioni che ci possono sempre essere e che però confermano la regola, la campagna è rimasta libera da macroscopiche costruzioni moderne, come se si fosse cristallizzata a un centinaio di anni fa. E questa "apparenza di paesaggio tradizionale" risulta rassicurante per l'uomo contemporaneo, e dunque costituisce la principale attrattiva per visitatori anche non particolarmente acculturati.

Sul perchè questo sia avvenuto in particolare nella Toscana centrale (ma anche in Umbria, Marche e altrove) è questione complessa. Possiamo limitarci a osservare che un ruolo fondamentale lo ha avuto la mezzadria, con il suo mosaico di poderi compatti, dai confini certi e costanti per decenni o secoli, e che non ammettevano spezzettamenti, questi ultimi in genere via privilegiata per il moltiplicarsi delle costruzioni. Per questo raccomando sempre chi gira in zona di non perdere il "Museo della mezzadria" di Buonconvento, ben diverso dai tradizionali musei d'arte e però probabilmente più utile di molti di essi per una comprensione del territorio che si attraversa:

museisenesi.org/musei/museo-della-mezzadria-…

E' legittimo parlare di "apparenza di paesaggio tradizionale", perché il vigneto specializzato del Chianti (ma anche, poniamo, di Montalcino), che oggi fa trasecolare i visitatori, in realtà non è affatto tradizionale. Fino a meno di cento anni fa esso praticamente non esisteva: vigeva, al contrario, la "coltura promiscua" di campi inframmezzati ai filari di vigna, olivi e altri alberi. Oggi di tale cultura promiscua quasi non c'è traccia, e quei pochi resti che ci sono richiedono un occhio attento per essere riconosciuti.

2) Anche le Crete sono famose innanzitutto per i paesaggi rurali. I paesini sono pittoreschi come spesso nella Toscana centrale, ma non sono sostanzialmente diversi da quelli delle altre zone.

La caratteristica delle Crete sono i campi nudi, senza alberi in mezzo, in questo caso effettivamente facenti parte del paesaggio tradizionale. Anche qui c'era la mezzadria (come si vede dalle case ancora oggi spesso isolate in cima alle colline) ma con caratteristiche sue proprie: appunto la grande prevalenza del grano e del pascolo rispetto agli alberi. Ci si può sbizzarrire a osservare come l'affresco "Gli effetti del Buon governo" di Ambrogio Lorenzetti nel Palazzo pubblico di Siena presenti già per il '300 il contrasto fra i due tipi di campagna (alberata e non).

Peraltro, anche il paesaggio delle Crete si è alquanto modificato di recente. Nel senso che i calanchi e le cupolette di argilla (dette "biancane") una volta erano molto più numerosi; buona parte di essa è stata spianata dalle pratiche agricole degli ultimi decenni, e solo una piccola parte si è potuta salvare mediante l'apposizione di un vincolo paesaggistico.

Forse il migliore (certo il più famoso) sito dove osservare il superstite paesaggio delle Crete, e quindi immaginarne gli assetti passati, è quello del cosiddetto "Deserto di Accona" che si osserva bene raggiungendo la frazione di Arbia, a sud-est di Siena, e da là proseguendo lungo la statale 438 per Asciano:

https:/…

:

Viareggio, Italia
Contributore livello
2 post
13 recensioni
2. Re: Agosto in Toscana

Ciao dalle località che hai inserito, il mare è abbastanza distante! Se riesci ad inserire per esempio la città di Lucca, puoi raggiungere il mare della Versilia in 20 minuti. Per qualsiasi informazione ti invito a visitare il sito www.destinazionetoscana.it

Firenze, Italia
Esperto locale
di Firenze, Discussione generale, Toscana
Contributore livello
4.237 post
109 recensioni
3. Re: Agosto in Toscana

Ciao

ti ho risposto al messaggio privato

Siena, Italia
Esperto locale
di Granada, Andalusia, Siena, Turismo sostenibile
Contributore livello
8.365 post
208 recensioni
4. Re: Agosto in Toscana

mi sembra molto ambizioso come itinerario , sopratutto perchè dedicherete poco tempo ad ogni località , in particolare quelle più grandi e ricche come Siena .... facendo invece molti km .....

Per quanto riguarda il mare o il lago da Bettolle è vicinissimo il lago Trasimeno (in 10-15 minuti arrivi , non so esattamente dove sarete alloggiati) ; potreste farvi un giro a Passignano per esempio e mangiare in qualche ottimo ristorante vicino al lago, tutto intorno ci sono molti paesini dove si mangia bene ....

Per il mare potresti metterlo o dopo San Galgano (eliminando però Siena nella stessa giornata), se prosegui per questa strada passerai per Prata e arrivi a Follonica in meno di 1 ora (da San Galgano) .

TORINO
Esperto locale
di Torino, Firenze, Toscana
Contributore livello
4.663 post
89 recensioni
5. Re: Agosto in Toscana

Buongiorno, eccomi qua. Brun066 ti ha gia' speiegato le "crete senesi", in pratica un paesaggio dai colori contrastanti, dal verde dei cipressi e la tipica terra grigia. In altre parti i campi assumono il caratteristico colore "rosso di Siena". Ora al viaggio, concordo con Fladg, un viaggio abbastanza ambizioso, con tante cose da vedere e godere. Ma secondo me, la campagna toscana, per la varieta' dei suoi colori, non ha pari al mondo.

Mi sembra che il viaggio principalmente si svolga nella provincia di Siena. Giungendo in A1, da Bologna, si giunge nel tratto che abbtaccia Firenze, fino all'uscita Impruneta. Da li la superstrada Firenze Siena, che velocemente vi conduce verso il senese. Uscita Poggibonsi Nord, direzione San Gimignano, a circa 30 minuti.

Tornando sul'autostrada, direzione Siena, alla vostra sinistra il Chianti Classicoa, con i paesini di Greve (il piu' caratteristico e capitale del Chianti) poi gli altri paesini di Radda Gaiole e Castellina.Ma tornate verso Colle Val d'elsa, con la sua parte medioevale in alto (Colle Alta). Proseguendo per autostrada, si trova l'uscita di Monteriggioni, una breve visita, ma particolare. E' piccolo centro, completamente circondato da mura turrite a circolo. L'effetto e' abbastanza poetico. All'interno una piccol chiesetta, dei locali, qualche egozio turistico. Si puo' fare un breve giro sulle mura. Dopo questa breve, ma necessaria visita, si arriva a Siena.

Da Colle Val d'Elsa, il 30 minuti si raggiunge Volterra, direzione Cecina. Da Volterra al mare (marina di cecina, marina d Bibbona )ci sono 35 minuti di macchina (tornanti sotto Volterra).

Sempre da Siena, verso Sud (Roma, Via cassia) si raggiunge Moneroni d'Arbia, fino a S:Quirico (da visitare).

Qui alla vostra destra si raggiunge Montalcino. Alla vostra sinistra Pienza e Montepulciano. Tornando su S:uirico, a poca distanza Bagno Vignoni, un antichissima terme, con la vasca principale che fa da piazza/piscina in un contesto di abitazioni. Nei pressi le terme moderne. Scendendo ancora, lo stesso tipo di terme. Storicamente nota per le sue acque curative, Bagni San Filippo ha uno stabilimento termale dotato di piscina e centro benessere e un'area libera, chiamata Fosso Bianco, un torrente immerso nel bosco dove confluiscono diverse sorgenti di acqua calda in un susseguirsi di “pozze” (vasche) dove è possibile fare il bagno tutto l’ anno e ammirare le particolari concrezioni di carbonato di calcio, che per le suggestive forme hanno ispirato diversi nomi come "La balena bianca".

Chiudo questa prima parte, alla prossima

Paolo

TORINO
Esperto locale
di Torino, Firenze, Toscana
Contributore livello
4.663 post
89 recensioni
6. Re: Agosto in Toscana

Allora nelle Terme magari puoi soddisfare un bagno. Io ho fatto baricentro Siena, una terra antica, molto ricca di storia. Da San Quirico, tornando verso Siena, in localita' Buonconvento, direi un altra meta e' l'Abbazia Maggiore di Monte Oliveto. L'abbazia di Monte Oliveto venne fondata nel 1313 da San Bernardo Tolomei (1272-1348), maestro di diritto nello Studio senese e appartenente a una delle famiglie nobili più potenti di Siena; giunto al quarantesimo anno di età si ritirò in questo luogo solitario conosciuto come il "deserto" di Accona, proprietà della sua famiglia. L'abbazia ebbe sempre una grande importanza nel territorio senese. Infatti i suoi possedimenti arrivavano fino al borgo di Chiusure e nella Val d'Asso. Il fatto di essere anche dei grandi proprietari terrieri fece avere agli olivetani anche un ruolo nell'organizzazione agricola del territorio delle Crete. L'imponente complesso religioso si trova nell'area meridionale del comune di Asciano

Una considerazione finale: la visita all'Abbazia di Monte Oliveto Maggiore, anche se fatta in modo frettoloso, non prende meno di due ore.

Condiderando che al pomeriggio l'orario di apertura è dalle 15:30 alle 18:00 il tempo è appena sufficiente.

Per finire una serie di buoni consigli:

Abbiate l'avvertenza di comprare, prima di entrare, la guida dell'abbazia ... senza di essa, se tutto va bene, si perde un buon 50% delle cose da vedere o capire.

Alla fine della visita trovate il tempo di assistere alla Santa Messa, officiata ovviamente dai Monaci Olivetani, e cantata in canto Gregoriano.

Se avete ancora tempo, direi un altra visita assoluta: L'Abbazia diSan Galgano e il vicino eremo di Montesiepi. Potete lasciare la macchina nel parcheggio dell'Abbazia, il vicino Eremo e' a 10 minuti a piedi.

L'Abbazia cistercense ha solo le mura, in quanto il vecchio tetto in piombo, duante gli anni del 600, venne venduto dai frati. Ormai l'abbazia era completamente dimenticata. Interessante il riferimento alla "spada nella roccia" che ricorda il ciclo britannico di Re Artu'. Di san Galgano, titolare del luogo che si festeggia il 3 dicembre, si sa che morì nel 1181 e che, convertitosi dopo una giovinezza disordinata, si ritirò a vita eremitica per darsi alla penitenza, con la stessa intensità con cui si era prima dato alla dissolutezza.

Il momento culminante della conversione, avvenne nel giorno di Natale del 1180, quando Galgano, giunto sul colle di Montesiepi, infisse nel terreno la sua spada, allo scopo di trasformare l'arma in una croce; in effetti nella Rotonda c'è un masso dalle cui fessure spuntano un'elsa e un segmento di una spada corrosa dagli anni e dalla ruggine, ora protetto da una teca di plexiglas. L'evidente eco del mito arturiano non ha mancato di sollevare curiosità e, ovviamente, qualche ipotesi ardita su possibili relazioni fra la mitologia della Tavola Rotonda e la storia del santo chiusdinese.

Per arrivare a San Galgano, da siena direzione Chiusdino e dopo la strada arriva a Massa Marittima.

Questo e' quanto avete progettto di vedere con qualche aggiunta. Arezzo la vedo un po' troppo lontana. La citta' e' bella, e merita una viita accurata, con tutta la val tiberina, Anghiari da visitare. Lo farei come programma per una prossima tappa. La Toscana e le sue citta' vanno assaporate lentamente, per il loro fascino. E qui abbiamo visitato una sola provincia.

Bene, buon viaggio, e se volete, mandateci le vostre impressioni.

Paolo

Provincia di
Contributore livello
10 post
1 recensione
7. Re: Agosto in Toscana

grazie di cuore per i preziosi consigli!

Rispondi a: Agosto in Toscana
Verrai avvisato per e-mail quando riceverai una risposta
Ottieni le risposte alle domande più frequenti su Toscana.