Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.

etna escursione semplice

Lecco
Contributore livello
10 post
22 recensioni
Salva argomento
etna escursione semplice

Siamo una coppia in vacanza a fine agosto in sicilia orientale...vorremmo fare una piccola escursione sull'etna, senza necessariamente le guide..Abbiamo auto, quindi non avremmo bisogno di bus, scarpe da trekking e minima attrezzatura abitando già in montagna. Ci potete consigliare un'escursione semplice per poter apprezzare l'etna, senza dispendio di soldi esagerato in guide ecc? grazie

4 risposte su questo argomento
Messina, Italia
Contributore livello
419 post
11 recensioni
Salva risposta
1. Re: etna escursione semplice

Non puoi avventurarti senza la guida sul vulcano per le escursioni,gran parte delle zone sono accessibili solo accompagnati da guide e ci arrivi con i bus loro

Torino, Italia
Esperto locale
di Crociere, Sicilia
Contributore livello
3.556 post
163 recensioni
Salva risposta
2. Re: etna escursione semplice

Ciao con la tua auto puoi arrivare al Rifugio Sapienza, dopodichè l'unica cosa che puoi fare da sola è un giro ai Crateri Silvestri che sono lì vicino, oppure prendere la funivia , ma una volta in quota, se vai con le guide alpine, loro ti portano più in alto con i loro mezzi speciali, per poi fare il trekking ai crateri sommitali. Se vai da sola ti arrangi, e comunque il regolamento del Parco dell'Etna è molto chiaro in proposito: non è in assoluto vietato fare escursioni da soli in area sommitale, ma è altamente sconsigliato. L'ambiente somma alle difficoltà consuete di ogni trekking in alta montagna, le particolarità dell'ambiente di un vulcano attivo.

etnalife.it/regolamento-per-attivita-fruizio…

L'art. 5.2 spiega tutto molto bene, ti consiglio di leggerlo attentamente:

"Art.5.2. Escursionismo a piedi con accesso nelle aree alle Quote Sommitali

Per quote sommitali s’intende la parte dell’edificio vulcanico in cui si trovano bocche eruttive prossime alla sommità, in attività persistente, in atto situate all’interno della zona individuata dalla fascia a minore pendenza che circonda il cono terminale che presenta la maggiore probabilità di ricaduta di materiali emessi dall’attività vulcanica. L’attività escursionistica nelle aree alle quote sommitali è consentita; tuttavia, trattandosi di un vulcano attivo, la fruizione è consigliata fino alle quote ove risulta assicurata la individuazione dei sentieri opportunamente tracciati e attrezzati di segnaletica e/o pannelli informativi. Ciò consente di garantire che le escursioni si svolgano in condizioni di sicurezza. Nelle aree dove, per la conservazione dell’integrità naturale, non è possibile realizzare sentieri ed attrezzature idonei e dove, di massima, l’esposizione al rischio sismico e vulcanico è costantemente elevata, l’escursione libera è sconsigliata, e ciò sarà opportunamente evidenziato con apposita segnaletica. L’attività esplosiva e sismica del vulcano può, infatti, subire improvvise e inaspettate variazioni, esponendo settori più o meno ampi dei suoi versanti ad elevati rischi anche per la incolumità dei visitatori. L’Ente Parco non può pertanto che dissuadere l’escursionista dalla salita autonoma nelle suddette aree, in particolare se lo stesso non ha le conoscenze necessarie alla mitigazione delle possibili situazioni a rischio. Qualora l’escursionista decida di effettuare autonomamente la salita, in base alle norme riportate in questo regolamento se ne assumerà la piena responsabilità civile e penale nei confronti di sè stesso e di terzi accompagnati qualora siano minori o palesemente meno esperti del territorio e non in grado di valutare autonomamente il pericolo. Saranno inoltre poste a suo carico le spese per le eventuali attività di ricerca e soccorso. Nei periodi in cui non sia assolutamente interdetto l’accesso da provvedimenti emessi dall’Autorità Istituzionale preposta, nelle suddette aree si consiglia, pertanto, in particolare per coloro che non sono conoscitori dei luoghi, che l’escursione avvenga con l’accompagnamento di guide professionalmente abilitate all’attività. Le guide abilitate all’accompagnamento dovranno assicurare, a favore degli escursionisti che accompagnano, una dettagliata informazione sulle difficoltà e sui rischi cui potranno andare incontro durante la visita alle aree sommitali e dovranno altresì verificare che gli escursionisti siano fisicamente preparati e adeguatamente attrezzati, soprattutto per quanto riguarda l’equipaggiamento indispensabile.

L’ascensione dovrà comunque essere compiuta unicamente lungo le tracce già percorse e visibili sul terreno, utilizzate dalle guide autorizzate. Queste ultime eserciteranno la propria attività professionale nella piena consapevolezza delle proprie responsabilità, delle difficoltà del percorso, dei pericoli derivanti dall’attività vulcanica, sismica e meteorologica, nonché delle vigenti limitazioni di accesso. Durante il corso dell’escursione le guide autorizzate dovranno essere dotate di apparati rice-trasmittenti che garantiscano il collegamento con i presidi istituzionalmente preposti alle attività di soccorso, di protezione e difesa civile. Coloro che non intendono avvalersi dell’ausilio delle guide, prima di effettuare l’escursione dovranno prendere atto delle informazioni fornite sulle condizioni di rischio in atto e previste e comunicare, al presidio, le proprie generalità, il programma del percorso e la presumibile durata dell’escursione, ciò al fine di consentire l’eventuale assistenza. Comunque l’attività escursionistica nelle aree crateriche sommitali del vulcano dovrà essere prontamente interrotta dopo il calar del sole e si dovrà immediatamente far ritorno alle piazzuole di sosta degli autoveicoli o alle piazzuole di servizio delle società autorizzate all’esercizio di trasporto pubblico. È fatto divieto assoluto di permanere e bivaccare nelle quote sommitali del vulcano durante le ore notturne. Escursioni notturne potranno essere effettuate soltanto con l’accompagnamento di guide professionali e per un numero massimo di dieci escursionisti. Per motivi di sicurezza tali escursioni dovranno essere preventivamente comunicate all’Ente Parco. In particolare, le Società autorizzate dall’Ente Parco allo svolgimento del servizio turistico di accompagnamento alle parti sommitali del vulcano, sono tenute obbligatoriamente, al fine di una regolazione degli afflussi in termini di sicurezza, a fornire compiute informazioni sulle difficoltà e sui rischi connessi all’escursione su un vulcano attivo, a provvedere, con le guide professionalmente abilitate all’attività, all’accompagnamento di quanti intendano proseguire fino alle quote sommitali, nonché a dotare gli automezzi utilizzati di cassette di primo soccorso. Sono fatte salve le condizioni previste dalle norme degli enti istituzionalmente preposti, specifiche per il servizio di autonoleggio con conducente per le attività di escursione."

Mio marito ha fatto l'escursione ai crateri sommitali con le guide ed è tornato estasiato: per l'ambiente straordinario e per le spiegazioni della guida, che completano l'esperienza. I costi sono elevati, ma ne vale la pena.

Modificato: 31 maggio 2018, 13:29
Catania, Italia
Esperto locale
di Sicilia, Catania
Contributore livello
1.297 post
69 recensioni
Salva risposta
3. Re: etna escursione semplice

Il percorso più semplice ed immediato è quello dei Crateri Silvestri.

Per chi ha un po' di spirito di iniziativa in più, vi sono Schiena dell'Asino e Monte Nero degli Zappini. Abbastanza sicuri e poco impegnativi.

A mio parere, più che i crateri sommitali, l'esperienza migliore è quella dei sentieri che conducono ad affacciarsi sulla Valle del Bove. Per esempio, Schiena dell'Asino e Monte Zoccolaro (di poco più impegnativo, in quanto la pendenza è lievemente più accentuata).

Sul web trovate tutte le indicazioni. Schiena dell'Asino è visualizzabile anche tramite Street View di Google.

E' ovvio che in assenza di guida non si disporrebbe di un adeguato supporto descrittivo (sembra poco ma non lo è affatto).

Precauzioni basilari per gli escursionisti fai da te: tornare indietro se il clima volge al peggio e non allontanarsi mai dai sentieri tracciati.

catania
7 post
1 recensione
Salva risposta
4. Re: etna escursione semplice

Ciao ti consiglio il percorso Schiena dell'Asino, abbastanza semplice, poco impegnativo e potrete arrivare fino ai bordi della valle del bove.. Come ti hanno suggerito anche monte zoccolaro.

Ci sono anche altri percorsi dalla parte del rifugio citelli, ma già aumenta la difficoltà per via della pendenza.

Rispondi a: etna escursione semplice
Verrai avvisato per e-mail quando riceverai una risposta
Ottieni le risposte alle domande più frequenti su Catania.