Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.

Sicilia, destinazione Eolie: il nostro diario di viaggio

Firenze, Italia
Esperto locale
di Israele
Contributore livello
384 post
170 recensioni
Salva argomento
Sicilia, destinazione Eolie: il nostro diario di viaggio

Cari amici del forum,

anche se datato agosto 2016, abbiamo deciso di pubblicare questo diario anche sul forum della Sicilia, sperando possa essere utile a chi prossimamente avrà come destinazione le favolose isole Eolie!!!

COSE DA SFATARE (secondo noi)

Hotel a Canneto = hotel a Lipari?

Sinceramente no. A nostro avviso, infatti, sostenere che soggiornare a Canneto è - tutto sommato - come stare a Lipari non sta in piedi. A parte il fatto che in alcuni casi è anche più costoso!?! Il paesino di Canneto è davvero bruttino: un lungo mare con una concentrazione di auto e traffico (tutto il giorno) mai viste, la spiaggia con stabilimenti belli ma a 10 metri dal traffico e tutto il resto; i bussini passano molto spesso, è vero, ma capita molto spesso che essendo pieni non si fermano e quelli che vogliono andare a Lipari devo aspettare quello successivo. Unica comodità è avere a portata di piedi una delle spiagge e degli stabilimenti più belli (il bluelounge), ma per tutto il resto assolutamente soggiornare in un hotel o B&B a Lipari è la scelta migliore e più comoda!!!

Eolie care? …venite in Toscana!

In agosto (2016) il prezzo medio era sui 15-20 euro (2 lettini+ombrellone dalla seconda fila) con il record di risparmio allo stabilimento ex lido Pomiciazzo dove si pagava SOLO 5 euro per 2 lettini+ombrellone!!! Le cene - se non si prende il pesce a peso e vini sofisticati - hanno costi sostenibili (per essere in Italia e in agosto).

Agosto super affollato?

Dire proprio di no, almeno nel 2016 e almeno fino al 10-12 agosto (stabilimenti deserti o quasi fino alle 11.00, ristoranti vuoti o quasi fino alle 21.00, etc).

Granite da Alfredo a Lingua (Salina)?

Anche no, grazie. Onestamente non riusciamo a capire come TA e tutte (!) le guide più famose e rinomate inseriscano questo locale tra i migliori se non il miglior delle Eolie. La granita è assolutamente mediocre, servita in un bicchiere di plastica (ma!?), lontanissima dalla vera e strepitosa granita siciliana che potete mangiare a Lipari al Bar il Gabbiano (provare per credere).

Qualche CONSIGLIO

La più bella delle Eolie?

Avendole girate tutte (ci manca solo Alicudi, ma ci rifaremo) senza ombra di dubbio Filicudi, isola che ti respinge o ti accoglie…per fortuna ci ha abbracciato fin dal primo momento facendoci innamorare. Difficilmente dimenticheremo il cielo stellato, il tramonto dal Belvedere, il mare di una trasparenza imbarazzante, le gite in barca, le lunghe e meravigliose camminate tra le antiche mulattiere.

La migliore delle Eolie come base logistica?

Certamente Lipari.

La miglior pasticceria?

Pasticceria D’Ambra a Lipari: cannoli eccezionali, freschi, “leggeri”, grandi, una qualità che difficilmente si può trovare in altri posti!

La miglior granita?

Al bar Il gabbiano di Marina Corta a Lipari.

Ne abbiamo provate tante, in giro per Lipari e per le Eolie, ma quelle del Gabbiano sono le uniche e vere granite siciliane!!! (consigliamo quelle alla mandorla, al pistacchio, al caffè e alla pesca).

La miglior cena?

“Da Marisa” a Pianoconte (Lipari).

Arrivati al ristorante siamo stati deliziati dall’antipasto a buffet (molto buono e abbondante) e dai primi di pesce (rigorosamente pasta fresca fatta in casa) notevoli e abbondanti (segnalo quello al sugo di gamberetti di nassa di Filicudi...strepitoso!!!). Ma il vero must del locale sono i dolci, sublimi, di altissima pasticceria, che vengono presentati e raccontati da Giacomo uno per uno (segnalo la fragolosa, di una bontà e freschezza indescrivibili!!!). Offerti in chiusura malvasia e biscottini. Altra nota di merito: il coperto non è previsto.

Il miglior pranzo (e pane cunzato)?

“Fiore di Pomice” presso lo stabilimento Bluelounge a Lipari.

Purtroppo apre solo a pranzo (e una volta a settimana a cena). Tutto è squisito, in un ambiente nuovissimo, pulitissimo e ben curato. Qui abbiamo mangiato in assoluto il miglior pane cunzato (altro che quello rifilato al Bar Alfredo di Lingua!) e la miglior macedonia di frutta fresca. Il tutto con un rapporto qualità/prezzo imbattibile.

Il miglior stabilimento?

Il Bluelounge a Lipari.

Tutto è perfetto: lettini e ombrelloni nuovissimi, molto comodi e ben distanziati; doccia gratuita; ottimo wi-fi; angolo lettura; servizi igienici “veri”; bar ben fornito e con personale molto simpatico; musica di sottofondo sempre gradevole. Si può arrivare via mare con Sonia (6 euro a/r un po’ troppo caro!!!) oppure, molto meglio, via terra percorrendo la bella mulattiera che parte dal capolinea dei bussini Urso.

Il più bel tramonto?

Dal belvedere di Filicudi.

Il più bel belvedere?

Quello godibile e unico (altro che Santorini!) da Quattropani (Chiesa vecchia) a Lipari…da lasciare senza fiato: al centro domina la scena Salina, a sinistra Filiduci e Alicudi, a destra Panarea e lontana Stromboli con la sua nuvoletta. Un consiglio: andateci - all'andata con il bus ma il ritorno fate la bellissima (lunghissima) camminata verso Acquacalda lunga la strada carrabile (tutta in discesa) circondati da paesaggi magnifici e mangiando more; arriverete dopo circa 90 minuti a Acquacalda per poi ritornare (stanchi ma felici) a Lipari con il bus!!!

La più bella escursione via terra?

La salita allo Stromboli!!!

Indimenticabile, ma non proprio per tutti. La fatica infatti non è poca, non tanto per la salita quanto per la discesa tutta o quasi camminando o meglio sprofondando al buio nella sabbia vulcanica…

La più bella escursione via mare?

Il giro in barca di Filicudi con la bravissima Monica (Filicudi WildLife Conservation).

3 risposte su questo argomento
Catania, Italia
Esperto locale
di Sicilia, Catania
Contributore livello
1.299 post
69 recensioni
Salva risposta
1. Re: Sicilia, destinazione Eolie: il nostro diario di viaggio

Grazie per la tua testimonianza.

Tuttavia non mi sento di condividere alcuni punti.

Innanzitutto su Canneto.

E' la località su cui mi indirizzo ogni volta che soggiorno alle Eolie e, pur essendo alta stagione, non ho riscontrato mai problemi. Probabilmente dipende dalla zona della frazione. Io preferisco la zona finale.

Peraltro per chi ha bambini è una scelta migliore rispetto a Lipari Centro, data la maggiore idoneità del litorale alla loro fruizione.

Mi spiace ma i cannoli segnalati sono piuttosto ordinari e non sono minimamente paragonabili a quelli che si mangiano altrove in Sicilia, in particolare nel palermitano.

Capisco che i giudizi siano soggettivi ma, da siciliano, posso dire di aver provato parecchie pasticcerie dell'isola e credo di parlare a ragion veduta.

Firenze, Italia
Esperto locale
di Israele
Contributore livello
384 post
170 recensioni
Salva risposta
2. Re: Sicilia, destinazione Eolie: il nostro diario di viaggio

Gentile @Ricky,

ogni diario è tale e ha senso perchè porta con se opinioni strettamente personali e anima il forum.

Penso cmq sia utile conoscere anche sguardi di "non siciliani" - come il sottoscritto - che però amano fin dal primo incontro (correva l'anno 1996) questa meravigliosa isola, girovagata (pasticcerie comprese) in lungo e in largo in questi ultimi 20 anni.

alla prossima!

mp

Provincia di
Contributore livello
500 post
14 recensioni
Salva risposta
3. Re: Sicilia, destinazione Eolie: il nostro diario di viaggio

Ciao Miciplan sono appena tornata dalle Eolie, mi permetto anch io di dire il mio punto di vista: la granita da Alfredo é la piu buona che abbiamo mai assaggiato. servita in una coppa di vetro non so perche a voi ve l abbiamo messa in un bicchiere di plastica. e cremosa come un gelato. Ce la ricorderemo per sempre!

Il fatto di prendere Lipari come base per visitare le altre secondo noi è una cosa che non ha senso: le isole vanno assaporate non visitate in giornata.. quindi la cosa ideale è trascorrere almeno 2 notti su ogni isola come abbiamo fatto noi.

L isola che ci è piaciuta di più e senz' altro Alicudi un piccolo gioiello ancora poco esplorato. E una vera isola nel vero senso della parola! Comunque a noi le Eolie non hanno entusiasmato molto, ci aspettavamo meglio, le abbiamo viste in stato di degrado e abbandono sia come edilizia che dall' incuria della gente (a Panarea purtroppo non vi è una foglia di cactus ancora integra sono tutte state scarabocchiate con firme o iniziali! Bisognerebbe tagliarli la mano a chi ha fatto ciò!!) Comunque ciò che ci è piaciuto è stato: i fanghi a Vulcano(consiglio di lasciare il bancomat in albergo onde evitare che si smagnetizzi come successo a noi); il villaggio preistorico capo milazzese e la bellissima cala junco a Panarea; il vulcano a Stromboli visto dalla barca(il prezzo è 20euro a persona se siete in 4 non 25euro come hanno chiesto a noi!); spiaggia dello scario a Salina; il giro in barca a Filicudi con la fantastica Monica (costo 30euro a testa ma li valgono tutti! Durata dalle 15 alle 18.30 comprese soste bagno).

L unica isola che voglio tornare è Alicudi ci ho lasciato il cuore..

Rispondi a: Sicilia, destinazione Eolie: il nostro diario di viaggio
Verrai avvisato per e-mail quando riceverai una risposta
Ottieni le risposte alle domande più frequenti su Sicilia.