Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.

Oceano, mare, onde e sicurezza

LPA
Las Palmas, Spagna
Contributore livello
247 post
14 recensioni
5 voti utili
Oceano, mare, onde e sicurezza

Premessa 1: non mi sono permesso di aprire un argomento che avesse la presunzione di "insegnare" qualcosa, mi sono sempre limitato a rispondere alle domande. Questo argomento lo reputo però importante ed estremamente sottovalutato, quindi vorrei parlarne, anche perché l'ho vissuto quando "approdai" alle Canarie.

Premessa 2: non spaventatevi, l'acqua è sempre acqua... solo che l'oceano forse richiede qualche attenzione in più.

L'arcipelago delle Canarie, come tutti sanno, è bagnato dall'Oceano Atlantico, pur trovandosi a poche miglia dal continente Africano, l'impeto del mare spesso si fa sentire, specialmente nelle zone esposte a nord.

Senza dilungarmi in spiegazioni lunghissime e tecniche, il consiglio che vi do è di non sottovalutare mai le condizioni meteorologiche e di fare il bagno in sicurezza, cioè su spiagge attrezzate (dove sono sempre presenti i bagnini) e di non entrare in acqua se c'è bandiera rossa (e di non farlo se c'è bandiera gialla e se avete poca acquaticità o se si tratta di bambini).

Lo dico perché quello che conosciamo come "mare agitato" in Italia, alle Canarie (così come in molti altri paesi bagnati dall'oceano) assume tutt'altro significato. Anche se le onde possono sembrarvi "addomesticabili", hanno una potenza differente rispetto a quella a cui siete normalmente abituati, inoltre la risacca (la forza con cui il mare vi trascina verso il largo) è molto forte e potrebbe creare difficoltà anche a nuotatori esperti. Inoltre molte spiagge Canarie hanno fondo roccioso o presenza di scogli ed essere travolti dalle onde e battere la testa, come potete capire, è pericoloso.

Mi sono permesso di aprire questo post non per spaventarvi, ma per cercare di aumentare la soglia di attenzione. Alle Canarie abbiamo un certo numero di incidenti che riguardano spesso turisti che sottovalutano le condizioni dell'oceano, oppure che sopravvalutano la propria preparazione (fortunatamente pochi hanno esiti gravi, molto vengono semplicemente "raccolti" con le motovedette o con l'elicottero).

Riassumendo: l'Oceano non è la spiaggia di Rimini, se vedete onde alte e imponenti, evitate di usarla come "divertimento" (ammenoche' non siate surfisti), fate il bagno in spiagge dove sono presenti i bagnini o comunque quando l'acqua è (relativamente) calma, esistono molte spiaggia "protette" dove è possibile divertirsi anche con i più piccoli o con chi ha poca acquaticità.

Buone Vacanze. :)

Modificato: 17 luglio 2019, 21:27
4 risposte su questo argomento
Italia
Esperto locale
di Spagna, Valencia, Malaga, Tenerife, El Hierro, La Gomera, Viaggiare in treno, Siviglia, Madrid
Contributore livello
37.829 post
375 recensioni
249 voti utili
1. Re: Oceano, mare, onde e sicurezza

Grazie, Vittorio, hai fatto bene a sottolineare il potenziale pericolo, benché ritenga che l'avvertimento possa valere anche per il mare delle coste italiane ogniqualvolta il vento sia forte.

LPA
Las Palmas, Spagna
Contributore livello
247 post
14 recensioni
5 voti utili
2. Re: Oceano, mare, onde e sicurezza

Ciao, naturalmente il mare va sempre rispettato, però proprio quello sottolineato nella tua affermazione è l'errore più comune che commettono i turisti impreparati ad affrontare l'oceano, cioè quello di credere che a parità di moto ondoso (relativamente all'altezza delle onde), ci voglia pari destrezza ed esperienza per poterle fronteggiare: non è così, ed è questo il senso del mio post iniziale.

Se siete abituati a "saltare tra le onde" in Italia (lo abbiamo fatto tutti, anche da giovanissimi), anche se quelle onde dall'esterno sembrano uguali, una volta in acqua hanno un impeto differente, perché la massa d'acqua che crea l'onda non è solo superficiale, si viene violentemente travolti e a rendere il tutto più pericoloso c'è il fatto che nel fondo spesso si nascondo rocce (data la natura vulcanica delle isole), ma il pericolo maggiore è la corrente di risacca: l'onda dopo averti travolto può trascinarti verso il largo per decine di metri (a Las Palmas per questo motivo vengono recuperati molti bagnanti, perché a causa de La Barra, una sorta di barriera a protezione della spiaggia interna, si formano correnti molto forti quando il mare è agitato).

Per concludere quindi e riallacciandomi alla tua considerazione: se siete abituati a fare il bagno in Italia con il mare mosso e siete sicuri di avere una adeguata esperienza per fronteggiare le onde, ponete molta più attenzione alle Canarie, perché l'Oceano non è il mare e quando c'è bandiera rossa, non è come quella che mettono in Italia e che talvolta ignoriamo perché tanto "io so nuotare", la bandiera rossa alle Canarie vi dice davvero di evitare di entrare in acqua.

Di nuovo, spero di non aver "spaventato" nessuno e buon bagno (calmo) a tutti! ;)

Italia
Esperto locale
di Spagna, Valencia, Malaga, Tenerife, El Hierro, La Gomera, Viaggiare in treno, Siviglia, Madrid
Contributore livello
37.829 post
375 recensioni
249 voti utili
3. Re: Oceano, mare, onde e sicurezza

Ti garantisco che in alcune zone della Sardegna le correnti che tu descrivi nell'Oceano Atlantico si creano regolarmente e non soltanto quando ci sono onde che si vorrebbero/potrebbero cavalcare, il mare può essere insidioso ovunque. Secondo me quando la bandiera è rossa in acqua non si entra mai, in una spiaggia del Mare Mediterraneo come in quella dell'Oceano Atlantico e i bagnini sono sempre pronti e fischiano per richiamare l'attenzione di chi tenta di avventurarsi, il problema sono le spiagge non presidiate.

LPA
Las Palmas, Spagna
Contributore livello
247 post
14 recensioni
5 voti utili
4. Re: Oceano, mare, onde e sicurezza

Ciao, se il mare può essere insidioso, l'oceano lo è molto di più.

Naturalmente esistono zone in Italia dove è altrettanto pericoloso fare il bagno, il mio discorso è generico piuttosto che incentrato su una singola località.

Come giustamente dici, con bandiera rossa non si dovrebbe mai entrare in acqua, ma questo è ancora più importante alle Canarie per le ragioni descritte sopra, e pure la "sola" bandiera gialla (che talvolta in Italia viene presa alla leggera) alle Canarie assume tutt'altro significato.

Per quanto riguarda le spiagge non presidiate, se in Italia qualcuno fa il bagno in queste zone, evitate di farlo alle Canarie, perché le correnti oceaniche sono molto forti e potrebbero cogliervi di sorpresa anche con mare apparentemente calmo o poco mosso.

Soprattutto, prestate attenzione ai bambini, non lasciateli sul bagnasciuga senza qualcuno che li sorvegli costantemente (mentre fanno il classico castello di sabbia), è una cosa che naturalmente non andrebbe mai fatta, nemmeno in Italia, ma proprio per il fenomeno descritto sopra (una forte corrente di risacca) qui è molto più pericoloso e basta davvero poco per essere trascinati in acqua.

Buoni tuffi! :)

Rispondi a: Oceano, mare, onde e sicurezza
Verrai avvisato per e-mail quando riceverai una risposta
Ottieni le risposte alle domande più frequenti su Isole Canarie.