Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.

Le sedie blu della Promenade des Anglais

pisa
Esperto locale
di Francia, Bretagna, Provenza, Parigi
Contributore livello
5.756 post
100 recensioni
Salva argomento
Le sedie blu della Promenade des Anglais

Buongiorno a tutti/e,

la "Promenade des Anglais" è entrata nella leggenda della storia di Nizza e con essa sono entrate nella leggenda le sedie blu, “le chaises bleues”.

Questa storia nasce nel dopoguerra e per scoprirla dobbiamo trasferirci di qualche km per andare in un borgo dell'entroterra, Tourrette-Levens.

https://tourrette-levens.fr/

Questa è la strada che percorre una sera di Settembre del 1948

Monsieur Ballanger.

Jacques Ballanger era il titolare della concessione per la fornitura di poltrone (così venivano chiamate all'epoca) sulla Promenade des Anglais.

Gestiva la fabbricazione e la riparazione ,mentre il noleggio avveniva per mezzo dei “chaisières”.

Infatti a quel tempo era necessario pagare per sedersi e il "chaisière", per una piccola somma, dava una ricevuta per il diritto di uso giornaliero.

Traghetto da Nizza a Saint-Tropez
142 recensioni
a partire da 87,68 USD*
Crociera turistica nella Riviera
70 recensioni
a partire da 23,04 USD*
5-Hour Provencal Market Tour and
a partire da 142,70 USD*
9 risposte su questo argomento
pisa
Esperto locale
di Francia, Bretagna, Provenza, Parigi
Contributore livello
5.756 post
100 recensioni
Salva risposta
1. Re: Le sedie blu della Promenade des Anglais

Ballanger ha sentito parlare di un uomo geniale ,dalle cui mani escono oggetti ed attrezzi per l'uso quotidiano e per il lavoro della terra.

Questo uomo è Charles Tordo (1914-2003) e potremmo parlare di ingegno italiano se non che Nizza ed i territori dell'entroterra passarono alla Francia con il trattato di Torino del 1860,ma questa zona come sappiamo è stata per secoli terra dei Savoia ed il nostro Charles ha sangue italiano nelle vene in quanto sua madre era originaria di Garessio (Cuneo).

Charles Tordo in quegli anni del dopoguerra lavorava per una ditta(Michel) che faceva le manutenzioni per conto delle ferrovie francesi.

Si ingegnava nel tempo libero nella costruzioni di mobili componibili, passeggini per bambini, motocoltivatori per gli agricoltori del paese.

Come racconta su figlio Louis quando il comune di Tourrette-Levens ha voluto intitolare a Charles un giardino (square Charles-Tordo) :

“mio padre non era un ingegnere,non aveva studiato, ma era un tipo ingegnoso, sempre al servizio degli altri..”

La sera che Ballanger propose e commissionò a Tordo la costruzione di 800 sedie,mettendo sul tavolo di cucina 50 mila vecchi franchi,cambiò la vita di Charles e della sua famiglia e le “sedie blu” entrarono a far parte del mito della Promenade.

pisa
Esperto locale
di Francia, Bretagna, Provenza, Parigi
Contributore livello
5.756 post
100 recensioni
Salva risposta
2. Re: Le sedie blu della Promenade des Anglais

La vecchia stalla dove suo padre teneva gli animali divenne una fucina o meglio una catena di montaggio : il legno di faggio o di platano veniva dai boschi vicini di Peïra-Cava , tagliato a strisce e levigato e la parte in ferro piegata con una macchina di sua invenzione.

La verniciatura all'inizio veniva fatta in strada poi con il tempo si mise su una piccola catena.

Anche i figli e la moglie Henriette partecipavano alle varie fasi.

Il colore delle sedie all'inizio era bianco, poi i due (Tordo e Ballanger) pensarono al blu perchè era il colore naturale:

il mare è blu,il cielo è azzurro e la Cote è d'Azur.....

il bianco rimase per le sedie installate nei giardini.

pisa
Esperto locale
di Francia, Bretagna, Provenza, Parigi
Contributore livello
5.756 post
100 recensioni
Salva risposta
3. Re: Le sedie blu della Promenade des Anglais

Le sedie arrivarono a Menton, a Cannes ed Antibes e la produzione negli anni successivi era talmente migliorata che passò da 16 a 90 sedie al giorno.

Charles Tordo lascia nel '70 il testimone al figlio Louis che prosegue con una società che ha fondato insieme al genero,la Torbel (Tordo-Belgrano), che produce serrature,infissi e lavorazione di metalli,con diverse sedi,anche in Italia.

Nel 1992 Ballanger muore e la collaborazione con la famiglia Tordo finisce.

Successivamente sarà il comune stesso a gestire le “chaises bleues” e a demandare la produzione ad una nuova ditta (edmond & fils) che saranno ridisegnate dall'architetto Willemotte

edmond-fils.com/mobilier-en-acier-pour-parcs…

pisa
Esperto locale
di Francia, Bretagna, Provenza, Parigi
Contributore livello
5.756 post
100 recensioni
Salva risposta
4. Re: Le sedie blu della Promenade des Anglais

Oggi è la nipote di Charles, Gisèle Tordo, che porta avanti la storia ed il mito della famiglia Tordo nel piccolo negozio di famiglia,oltre a gestire

alcuni gîtes nel borgo di Tourrette-Levens.

Ha scritto anche un libretto che racconta la storia della prima sedia blu

(La véritable histoire de la première chaise bleue).

Una giovane signora gentile che ho avuto il piacere di incontrare, che mi ha aperto la boutique (la vecchia stalla di famiglia) e con la quale abbiamo ripercorso quegli anni e parlato pure di un antenato famoso, Joseph Tordo, diventato generale napoleonico.

Per gli appassionati ed i nostalgici di ogni latitudine ,la boutique è piena di oggetti con il logo stilizzato della sedia blu, piccole sedie in miniatura come soprammobili, inoltre è possibile acquistare in kit rimontabile una vera sedia blu modello anni '50.

https://www.lachaisebleuecollection.com/fr/

http://www.lerelaisdelachaisebleue.com/

https://www.20minutes.fr/nice/2238079-201803…

pisa
Esperto locale
di Francia, Bretagna, Provenza, Parigi
Contributore livello
5.756 post
100 recensioni
Salva risposta
5. Re: Le sedie blu della Promenade des Anglais

La città di Nizza ha reso omaggio nel 2014 con un'opera dell'artista SAB (Sabine Géraudie) al simbolo della Promenade (109,Quai des États-Unis)

https:/…

Sempre a Nizza un ristorante “ La Chaise Bleue Gourmande », gestito da Antoine Soave rende omaggio a questo oggetto entrato nel mito

https://www.tripadvisor.fr/Restaurant_Review…

qui sotto alcune foto storiche ed un incontro nel ristorante promosso dall'Associazione culturale “Brasil Azur”

brasilazur.com/2018/…

pisa
Esperto locale
di Francia, Bretagna, Provenza, Parigi
Contributore livello
5.756 post
100 recensioni
Salva risposta
6. Re: Le sedie blu della Promenade des Anglais

Sopravvivono ancora oggi alcuni esemplari delle vecchie sedie prodotte dalla famiglia Tordo,nella zona tra l'Hotel Negresco e la Plage de Rhul

e a Cannes vicino alla Plage du Goéland, chi vuole può ancora sedersi ed

entrare nel mito.

Il vecchio Charles lavoratore infaticabile è stato visto in Paradiso a

fabbricare un nuovo tipo di sedie blu per la Promenade des Anges......

Marco

Friuli-Venezia
Contributore livello
1.071 post
411 recensioni
Salva risposta
7. Re: Le sedie blu della Promenade des Anglais

Grazie Marco,le storie che racconti,sono sempre molto interessanti ed estremamente affascinanti!

Abruzzo, Italia
Esperto locale
di Abruzzo, Teramo
Contributore livello
3.512 post
17 recensioni
Salva risposta
8. Re: Le sedie blu della Promenade des Anglais

Buongiorno Marco

la storia narrata va oltre l'oggetto sedia, narra di un' epoca e soprattutto ci riporta alla memoria l' abilità geniale degli artigiani italiani.

Grazie

pisa
Esperto locale
di Francia, Bretagna, Provenza, Parigi
Contributore livello
5.756 post
100 recensioni
Salva risposta
9. Re: Le sedie blu della Promenade des Anglais

Buongiorno cricet,

ti ringrazio per aver letto questa storia.

Saluti

Marco

Rispondi a: Le sedie blu della Promenade des Anglais
Verrai avvisato per e-mail quando riceverai una risposta
Ottieni le risposte alle domande più frequenti su Nizza.