Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.
Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.

Parigi e "sicurezza"

Parigi, Francia
Contributore livello
2.729 post
18 recensioni
Salva argomento
Parigi e "sicurezza"

Dopo aver letto le numerose "esperienze" negative di molti utenti del forum riguardo "le reveillon du nouvel an" e i numerosi thread aperti da utenti che puntualmente si interrogano sulla sicurezza a Parigi proporrei dunque di fare un punto della situazione (con dati alla mano).

Parigi considerando anche l'aerea urbana (ovvero la corona periurbana dunque tutti i dipartimenti che "circondano" la capitale) conta più di 12 milioni di abitanti. Se poi vogliamo considerare anche i turisti bisogna aggiungere 27 milioni di persone l'anno che "affollano" la città.

Già questo potrebbe far suppore che, indipentemente dai dati della questura riguardo il tasso della criminalità, il rischio di episodi criminosi sia piuttosto alto (come in qualsiasi altra grande città ).

In questo forum spesso io, Carlina e Valerio sottolineamo che come in ogni altra città bisognerebbe avere delle accortezze per non avere spiacevoli "souvenirs" ovvero evitare di andare in giro con il Rolex, con apparecchi fotografici costosi al collo, con borse aperte, con portafogli in bella vista, con gioielli costosi , e iphone in mano soprattutto nei luoghi più affollati e turistici (dunque il métro e le linee Rer, i luoghi turistici come Tour Eiffel, Trocadero e Champs Elysées, la zona intorno al Centre Pompidou ).

Oltretutto queste "accortezze" valgono ovunque non credo che prendendo il métro o un bus a Roma o Milano o Napoli voi andiate con borsa aperta e soldi in mano.

Parlando strettamente di "sicurezza" i problemi per un turista probabilmente si raddoppiano proprio perché in generale seppur presidiate dalla polizia le zone degli Champs Elysées o di Trocadero sono il fulcro di due tipi di "criminalità" da una parte scippi e "arnaque" (su cui c'è un lungo thread qui su TA) verso i bersagli più semplici ovvero i turisti proprio perché si presume che abbiano più soldi con loro e non sappiano gestire una situazione di panico in una nazione differente dalla loro, dall'altra essendo le zone "più chic e residenziali" c'è un altro tipo di "criminalità" ovvero quella che qui si può identificare con la "racaille" che cerca di creare disordini rompendo semplicemente le scatole alla gente, aggredendo verbalmente e spesso anche cercando lo scontro fisico (nella maggior parte dei casi poi sono giovani piuttosto "alticci") . Ora non credo che questo non succeda anche in Italia visto che prendendo ad esempio una città come Roma tra Campo de' Fiori, Rione Monti, Trastevere e Testaccio aggressioni e risse sono all'ordine del giorno.

Dunque il giorno di Capodanno era scontato che succedessero "disordini" di questo tipo visto che già normalmente quelle zone soprattutto gli Champs Elysées sono il fulcro delle risse e delle "embrouilles" notturne, e in una serata "speciale" in cui vero sì che le forze dell'ordine erano state triplicate ma sicuramente il caos risultava totale da poter "agire" seminando il panico sugli "sprovveduti" (ma neanche troppo visto che io , Carlina e Valerio da ottobre scriviamo che in genere il Capodanno in strada a Parigi è un caos ed è pieno di gente ubriaca e che cerca "rogne") e tutte le spiacevole esperienze scritte testimoniano la difficoltà anche da parte delle istitutizioni di fare fronte ad alcune situazioni.

Ma contestualmente c'è da dire che il Capodanno in qualunque altro posto d'Italia non è che sia così "sicuro" visto che le città si trasformano in Bagdad allo scoccare della mezzanotte e visto che in molti paesini come - credo tutti sappiano- qualcuno non si fa nessuno scrupolo nello "sparare" con un arma....

Ora appunto i "pericoli" sono ovunque ma bisogna pur vivere... e come a Roma, Napoli o Milano di certo a mezzanotte non si scende per strada visto che la possibilità di essere preso in pieno da un petardo è altamente plausibile.... a Parigi si dovrebbe evitare (parlo ovviamente al condizionale visto che poi ognuno può scegliere di fare quello che vuole ma coscientemente) di andare nella "tana dei lupi"....

Ora se qualcuno ha dei dubbi su zone, orari e luoghi di Parigi può domandare qui.

Tenendo conto che il tasso di delinquenza verso persone nell'ultimo anno si è abbassato del 3,7% sicuramente le zone "più pericolose della città" restano effettivamente le grandi stazioni Gare du Nord, Gare de l'Est, Gare de Lyon, Saint Lazare, Montparnasse, le stazioni Rer come Chatelet-Les Halles, Gare du Nord, Nation, La Défense. Ma questo non vuol dire non passarci vuol dire semplicemente stare doppiamente attenti...

Modificato: 07 gennaio 2013, 00:53
Cesena
Contributore livello
1.904 post
96 recensioni
Salva risposta
1. Re: Parigi e "sicurezza"

Ciao Zazie,

bello questo post, effettivamente hai fatto bene a farlo perchè nel post sulle lamentele di capodanno si era raggiunto un livello un pò esagerato.

Mi auguro che il prossimo anno i turisti siano più accorti..

(E che aumentino i controlli)

Ciao e buona serata,

Valerio

Parigi, Francia
Contributore livello
2.729 post
18 recensioni
Salva risposta
2. Re: Parigi e "sicurezza"

Grazie e...

Bonne année... ;-)

Cesena
Contributore livello
1.904 post
96 recensioni
Salva risposta
3. Re: Parigi e "sicurezza"

grazie e altrettanto a te ;)

Ricordo che questi infiniti auguri coincidono con quella deliziosa usanza delle galettes des rois. Se ne mangi una gustala anche per me, qualsiasi gusto va bene :D

Ciao,

Valerio

Cropani, Calabria
Contributore livello
7 post
109 recensioni
Salva risposta
4. Re: Parigi e "sicurezza"

Mi sta venendo un'ansia assurda a leggere tutte queste cose a due giorni dalla partenza! è così semplice incontrare gente brutta quindi?

Parigi, Francia
Contributore livello
2.729 post
18 recensioni
Salva risposta
5. Re: Parigi e "sicurezza"

Ciao Claudia,

no, non si incontra "gente brutta" ma visto che sembra che il panico si sia diffuso negli ultimi giorni è meglio essere chiari.

Io vivo a Parigi da anni, esco da sola e rientro a casa anche con l'ultimo métro da sola, è capitato spesso che rientrassi anche a piedi da sola ed ho preso noctilien senza aver avuto mai un problema... ma c'è da dire che bisogna sempre stare attenti soprattutto se non si conoscono i quartieri oppure non si conosce bene la lingua...

@ Valerio: bonne année et bonne santé! (oggi l'ho ripetuto solo 30 volte al lavoro)

Per la Galette de Roi t'inkiete posso mangiarle anche per qualche tuo amico che ne sente la mancanza :P

L'unica che ho assaggiato però è quella fatta in casa dalla compagna del fratello del mio compagno... la mia prima galette fait maison lol

Ti ho già fatto gli auguri per questo... bonne année lol

Sassari, Italia
Contributore livello
61 post
13 recensioni
Salva risposta
6. Re: Parigi e "sicurezza"

dico anche la mia, certo non posso portare chissà quale testimonianza rispetto a zazie carlina e valerio comunque negli ultimi 2 anni e mezzo ci sono stato 4 volte , in queste 4 volte non mi è mai successo nulla, eravamo in 3 ma è successo alla mia amica di uscire da sola per qualche commissione mai nessun problema anche noi non rientravamo prima di mezzanotte alcune volte anche dopo l'01.00 ma mai niente.........

come dice zazie, bisogna prendere le stesse precauzioni di quando vai in metropolitana nelle grandi città, evitare di tenere il portafoglio nella tasca dei jeans di dietro o tenerlo in mano, o appoggiare cellulare e borsa per cercare i biglietti e comunque tutte le precauzioni che si prendono.......

se posso dire la mia nella mia piccola esperienza su parigi a livello di sicurezza è migliore di roma, in zona termini tardi è proibitivo gironzolare da quelle parti dove non c'è controllo ........

p.s. riandrò ad agosto a parigi tranquillo come sempre ma con le giuste precauzioni che si prendono in qualsiasi città e non solo a parigi

Parigi, Francia
Contributore livello
2 post
7 recensioni
Salva risposta
7. Re: Parigi e "sicurezza"

Condivido l'analisi di Zazie dall'alto dei miei 8 anni di vita parigina.

Pur non avendo statistiche che confrontano la sicurezza di Parigi con quella di altre capitali, in generale ho avuto poche volte la sensazione di insicurezza a Parigi. C'è da dire pero' che mi muovo sempre con un mezzo proprio (scooter): quelle poche volte che prendo la metro/RER, mi rendo conto che la sicurezza sotto terra è differente e che le stazioni dei mezzi pubblici sono in effetti tra i posti più brutti della città (e non solo per la sicurezza, ma anche per la sporcizia e lo stato di abbandono di alcune stazioni): oltre le stazioni pericolose citate da Zazie aggiungo anche Opéra, che con i suoi lunghi corridoi è piuttosto alienante ed inquietante.

 

Tutto questo nelle zone centrali della città, quelle solitamente frequentate dai turisti: diverso è il discorso nella zone ai limiti della città: per esempio mia moglie segue dei corsi serali vicino a Porte de Montreuil e vi posso assicurare che la zona non è affatto rassicurante, soprattutto per una ragazza.

Questa la mia visione da maschio che abita e frequenta Parigi.

Parigi, Francia
Contributore livello
2.729 post
18 recensioni
Salva risposta
8. Re: Parigi e "sicurezza"

Ciao Walter,

essendo un forum per viaggiatori spesso occasionali il discorso sicurezza concerne sicuramente un perimetro limitato di luoghi e attazioni e ovviamente la vita e la percezione della sicurezza per chi ci vive è altra rispetto a quella di semplici turisti.

E' normale dire persomalmente farei molta attenzione a passare per Rue de l'Evangile ma non vedo come un turista si possa ritrovare lì...

Bah ho abitato per mesi vicino al periph a Porte de Clignancourt e non ho mai avuto problemi seri diciamo che probabilmente è anche la nostra percezione dei quartieri e il nostro modo di porsi verso la "città" (o chi ci abita) che ci fa sentire più o meno tranquilli in certe zone..,

Buona serata

Valle d'Aosta
Contributore livello
17 post
10 recensioni
Salva risposta
9. Re: Parigi e "sicurezza"

Buongiorno a tutti e piacere di conoscervi :)

sto organizzando qualche giorno a Parigi e dopo aver dato una lettura ai vari post farò sicuramente qualche domanda a voi esperti.... volevo però inserirmi qui dato che mi interessa il tema "sicurezza"....

io potrò alloggiare solo in uno di due hotel che riportano questi indirizzi :

Timhotelopera Saint Lazare

9 Rue De Constantinople

Timhotel Gaite' Montparnasse

8 Rue D'Odessa

rientrano nelle zone "a rischio" se ho capito bene? conoscete il posto?

grazie :)

Parigi, Francia
Contributore livello
2.729 post
18 recensioni
Salva risposta
10. Re: Parigi e "sicurezza"

Ciao Davide

come ho detto e ripetuto ovunque basta utilizzare solo un po' di buon senso... quando ho elencato le stazioni e le fermate mi riferivo semplicemente all'interno delle stazioni e delle fermate non a tutta l'aerea circostante proprio perché come in ogni grande città i mezzi pubblici sono i posti più "in voga" per microcriminalità e spacci vari... (poi ci sono anche zone limitrofe poco sicure come nei dintorni di Les Halles e dei giardini di Les Halles ma non è che se uno cammini gli succede qualcosa)

Quindi non credo cambi molto per la scelta del tuo albergo...