Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.

Santiago de Cuba

Falconara
Contributore livello
4 post
3 recensioni
1 voto utile
Santiago de Cuba

Ciao a tutti, vorrei andare a Santiago nei primi giorni di novembre e vi chiedo se la città ha mantenuto lo spirito rivoluzionario e fascino decadente che aveva 10 anni fa oppure se è cambiata così come successo all'Avana. Sono infatti tornato nella capitale questo inverno e, rispetto a 10 anni fa, l'ho trovata veramente occidentalizzata, tanti ristoranti e pochi paladar, prezzi paragonabili ai nostri, automobili ultimo modello e scooter elettrici, grandi alberghi costruiti e in costruzione che poco hanno a che fare con l'anima cubana, gente un pò meno genuina e più affarista... che mi dite di Santiago?

Grazieeeee

11 risposte su questo argomento
Treviso, Italia
Contributore livello
1.389 post
31 recensioni
27 voti utili
1. Re: Santiago de Cuba

Ciao Gherla

Non troveresti la Santiago di 10 anni fa; purtroppo (o per fortuna, dipende sempre dai punti di vista) il tempo passa per tutti e tutto inevitabilmente si porta con se cose buone e cattive ; consciamente o inconsciamente siamo portati più a rimpiangere determinate cose che non ci sono piuttosto che apprezzare le novità che non sempre sono così negative come sembrerebbero a prima vista ma aiutano e semplificano la vita di turisti e cubani . Santiago è sempre stata diversa da l’Avana e continua ad esserlo in quasi tutto. I Paladar , molti se non altro, sono diventati ristoranti veri e propri perché i cubani del settore si aggiornano professionalmente e cercano di dare un servizio sempre migliore ai loro clienti ; 10 anni fa avevano appena liberalizzato le licenze e chi si cimentava in questo settore erano quelli che fino ad allora lo avevano fatto di nascosto illegalmente o si inventavano ristoratori, e andava bene tutto perché i prezzi erano bassi e la qualità del mangiare migliore rispetto ai ristoranti dello stato; oggi la concorrenza è spietata e hanno imparato che il prezzo è solo una variabile da tenere in considerazione, per molti, me compreso, neppure la più importante : per questo i paladars sono veri e propri ristoranti in molti dei quali vengono curati anche altri dettagli, la posizione e l’arredamento ( la location per usare un termine alla moda), la professionalità di chi ci lavora con divise pulite e ordinate (anche eleganti), impiattamento, carta dei vini ecc. : oggi il posto dei vecchi paladar (come li intendi tu), è stato preso dalle case particular che cucinano per i loro clienti , ma non solo per loro, con standard di qualità tutto sommato accettabili e con prezzi più bassi. I prezzi a Santiago restano comunque sempre migliori rispetto alla capitale ed è più facile trovare il paladar (pardon, il ristorantino) giusto, che fa al caso nostro. Sul fatto delle auto ultimo modello ( a Santiago noleggiano Mercedes nuove di pacca), sugli scooter elettrici, sugli alberghi moderni , non vedo cosa c’entri con l’anima cubana ; se vuoi vedere le case fatiscenti e i carretti trainati da cavalli e muli non devi andare a L’Avana o Santiago ma nelle campagne dove i turisti sono merce rara, dove alcuni non hanno mai visto un Cuc (ma solo Cup) ma dubito che ti piacerebbe e ci faresti una vacanza intera tra povertà e mancanza di tutto, compresa l’energia elettrica che se ne va senza preavviso e torna non si sa quando.. E’ questa la genuinità che cerchi ? E’ questa “l’anima cubana” che ti manca . Ti do una notizia : questa Cuba esiste ancora ed è più Cuba di 10 anni fa, basta cercarla : il mio consiglio è di non farlo ; potresti rimanerci male. O forse ti piacerebbe solo guardarla da distanza di sicurezza, il tempo di qualche foto, un caffè con un capesino, una diretta feisbuk con la maglietta del Chè, e raccontare al ritorno di avere vissuto la vera Cuba. Si può fare anche questo. Tutte le risposte alle tue domande su Santiago puoi trovarle su https://www.tripadvisor.it/ShowTopic-g147270… e https://www.tripadvisor.it/ShowTopic-g147270… ; è una lettura lunga ma ti piacerà ….. e ti servirà : Santiago vale sempre la pena ! Perché Santiago es Santiago ! Pregooooo

11 post
2. Re: Santiago de Cuba

Ciao Antonio, sempre un piacere leggerti!

Attendevo la tua risposta.

Io due volte a Santiago (2010 e 2016) e mi è sempre piaciuta molto!

Falconara
Contributore livello
4 post
3 recensioni
1 voto utile
3. Re: Santiago de Cuba

ciao Antonio, grazie per la risposta esauriente! In effetti Cuba la conosco molto bene, ci sono stato in 6 occasioni e le volte che più mi sono rimaste nel cuore sono state quelle in cui, affittando un'auto, l'ho girata in lungo e in largo dando continuamente passaggi ai cubani per andare a lavorare in mezzo alle campagne. Esperienza unica parlare contemporaneamente con i campesinos e con ragazzi dei servizi sociali preoccupati perchè un ragazzo di campagna non si vedeva a scuola da oltre una settimana. La sierra con la Comandancia del Che e Fidel, villaggi storici come Quedo, Altocedro, le campagne cubane danno emozioni intense e le popolazioni che le abitano sono di una autenticità, dignità e solidarietà unica! Ho vissuto esperienze e imprevisti che mi hanno fatto innamorare di questa popolazione e la carenza dei servizi e talvolta l'inefficienza li ho sempre apprezzati come elemento fondante del loro spirito solidale. A marzo di quest'anno, invece, sono andato a Cayo Largo per poi passare una settimana tra l'Avana e Trinidad, che dire... come già scritto sono rimasto abbastanza deluso dalla capitale, a distanza di dieci anni ho trovato ben poco di quello spirito solidale/rivoluzionario che nel passato mi ha colpito, ho avuto l'impressione che il business sia diventato il cardine della città e tutto ruoti ormai solo intorno ai CUC! Spero che Santiago si sia mantenuta più "CUBANA".

11 post
4. Re: Santiago de Cuba

Ciao,

vado a Cuba dal 2007, una ex/no ex moglie Cubana, tanti amici Cubani (di tutti i ceti meno che politici) e una proprietaria di una casa particular che è come una sorella.

Sinceramente, come dice Antonio tutto evolve, ma lo spirito del Cubano, inteso come popolo cubano, per me non è cambiato...verissimo che ora La Habana è molto trasformata

Treviso, Italia
Contributore livello
1.389 post
31 recensioni
27 voti utili
5. Re: Santiago de Cuba

Ciao Gherla

Solo ora mi rendo conto di averti sottovalutato e di essere stato con te un po’ troppo ironico, più di quanto lo sia in genere su questo forum con i radical chic che parlano di cubanità, di solidarietà, di comunismo e che non riescono a vedere al di la’ delle certezze che si sono costruiti da soli in testa, lontano dalla realtà delle cose ; e che hanno capito tutto dopo una settimana di vacanza. Se hai letto le mie “ letture consigliate” sai come vivo io a Cuba, anzi sai come vivo Cuba, e non mi sorprende affatto, anzi mi meraviglierei del contrario, che il passaggio da Cueto (e non Quedo !) e Altocedro ad Havana, Trinidad, Cayo Largo sia stato a dir poco traumatico. Ma sono facce della stessa medaglia ; che dobbiamo accettare. Come dobbiamo accettare che molti comportamenti disinteressati di un tempo nemmeno molto lontano, diventino opportunità non di arricchimento culturale , ma di arricchimento e basta. E non dobbiamo mai dimenticare le necessità a cui i cubani debbono far fronte quotidianamente. Tutto si evolve nella vita, anche noi stessi che con l’età diventiamo sempre più quelli del “si stava meglio quando si stava peggio” mentre forse perdiamo anche molta di quella ingenuità e di quella idealità di pensiero che mette i soldi sempre dopo, come se fossero la cosa meno importante : non sempre e non tutti ci si può permettere il lusso di pensarla in questo modo. Nonostante il mio amore per questa terra non posso non constatare come ormai anche la Rivoluzione stia diventando sempre più una attrazione folcloristica ad uso e consumo dei turisti, o una continua prova di forza istituzionale ; vedo sempre meno entusiasmo verso un ideale per la gente comune di cui essere orgogliosi anche se nessuno rinnega il passo che a suo tempo è stato fatto e chi lo ha compiuto ; diventerà (speriamo di no) a poco a poco come la salsa che quasi nessuno a Cuba balla più e che rimane in vita solo per fare contenti i turisti . Il mio amico Daniguevara non sarà contento di questa affermazione ma lui ha più vera fede rivoluzionaria di tutti i cubani che ho incontrato nella mia vita ; ce lo vedrei bene a Santiago!! A L’Avana tutto è più evidente essendo la città che muove più business (leggi soldi) e dove tutti cercano di partecipare alla festa, magari anche solo raccogliendo le briciole che cadono dai più ricchi tavoli imbanditi. Santiago è sempre più fuori dagli itinerari turistici per scelte governative (taglio investimenti) e di conseguenza dai tour operator internazionali : o il contrario : le agenzie hanno abbandonato Santiago e al governo non conviene investire qui in turismo. Questo è un bene o un male ? Quello che è bene per un turista come e come te non è detto lo sia altrettanto per un cubano d’oriente; inutile stia a spiegarti il perché : sei una persona intelligente e hai capito già tutto. Ti saluto con Chan Chan del mitico santiaghero Compay Segundo : “ De Alto Cedro voy para Marcarè ; llego a Cueto voy para Mayari !!!!!!!!!!! “

Aggiungo saluti …. e dedica a DiggioAlex : E’ sempre un piacere anche mio con chi è stato due volte a Santiago e gli è piaciuta !!

11 post
6. Re: Santiago de Cuba

Ciao Antonio,

ti leggo da anni.

Ho anche io la mia opinione di Cuba e mi viene da ridere quando leggo, soprattutto sui social diversi da questo, commenti di chi a Cuba c'e' stato mezza volta e pensa che ha capito tutto.

Io vico Cuba, prettamente da qui, quotidianamente perché ho amici Cubani in Europa e amici a Cuba che sento più o meno tutti i giorni.

Io ricordo che la prima volta che andai a Cuba, più di 10 anni fa, tornai a casa e mi ripetevo: io devo tornarci quanto prima perché non ho capito nulla di come questo popolo tanto socievole vive e sopravvive.

Così ho iniziato ad andare con continuità e ha frequentare delle persone Cubane a Roma, Milano, Pavia, Germania e Spagna.

Persone conosciute a Cuba o in Italia e con le quali ho rapporti da un decennio.

Nonostante ciò Cuba continua ad affascinarmi ad inebriarmi come il primo giorno e penso che ancora ho tanto da scoprire :)

Buona giornata e grazie per deliziarci con i tuoi post, a presto!!!!

Italia
Contributore livello
423 post
7. Re: Santiago de Cuba

Ciao Antonio M il Casino Cubano (salsa che deriva dal son, cha cha cha e mambo) e la salsa portoricana qui in Europa sono il ballo principe caraibico, certo il reggaeton sta occupando ora il panorama musicale anche italiano, se mi ricordo bene era un ballo vietato a Cuba perché troppo spinto e come tute le cose proibite aveva una forte attrazione sui giovani.

Ma non dimentichiamo la bachata ed il merengue che hanno origine a Santo Domingo.

Cubanita83 noi continuiamo con la salsa?

Antonio M cosa si balla in questo momento a Cuba?

Treviso, Italia
Contributore livello
1.389 post
31 recensioni
27 voti utili
8. Re: Santiago de Cuba

Ciao Angelmik

Tutti i balli cubani da te citati rimangono vivi in quella che rimane sempre la patria della musica e del ballo. Per non andare del tutto fuori OT ti prometto che ne scriverò su notizie e curiosità…. In maniera più completa. Quando si parla di Cuba, musica e ballo sono ottimi argomenti su cui discutere, sia per appassionati di Cuba che per quelli di musica e ballo. Quindi , tu e Cubanita tenetevi pronti a intervenire in qualità di espertissimi.Alla prossima.

Castiglione Della
Contributore livello
672 post
35 recensioni
10 voti utili
9. Re: Santiago de Cuba

Ciao mitico Antonio, buon ferragosto!

Treviso, Italia
Contributore livello
1.389 post
31 recensioni
27 voti utili
10. Re: Santiago de Cuba

Appena rientrato da una fiesta cubana senza copertura internet. Buon ferragosto !!

Rispondi a: Santiago de Cuba
Verrai avvisato per e-mail quando riceverai una risposta
Ottieni le risposte alle domande più frequenti su Santiago de Cuba.