Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.

Trasferimento per lavoro a Cuba

Roma, Italia
Contributore livello
2 post
76 recensioni
Salva argomento
Trasferimento per lavoro a Cuba

Buongiorno,

Ho accettato un’offerta di lavoro ottima da una importante ditta all’Avana. Ancora non sono stata sull’isola ma ho letto tanti commenti contrastanti sull’isola e mi sento molto ansiosa. La mia domanda è per gli italiani residenti. Come si vive veramente a Cuba? Posso portare con me il mio cane con me? Grazie della risposta.

4 risposte su questo argomento
Treviso, Italia
Contributore livello
1.045 post
29 recensioni
Salva risposta
1. Re: Trasferimento per lavoro a Cuba

Ciao Sory

La domanda più facile è quella sul cane. Certo che puoi portartelo a Cuba !

Premetto che non sono residente a Cuba ma ormai da tanto tempo ogni anno ci passo almeno un paio di mesi (puoi dare un’occhiata ai miei racconti su Santiago e Cuba). Solo una cosa, come a te, mi preoccupa : non sei mai stata a Cuba. Cuba provoca reazioni contrastanti al primo impatto nel senso che si è catapultati in un mondo molto distante dal nostro per più di un aspetto : io lo definisco un altro mondo come a sottolineare che difficilmente lascia indifferenti : quasi sempre o la si odia o la si ama ; ma lo scoprirai solo sul posto e non farti già da ora paranoie mentali. Mi auguro vivamente che tu riesca a rientrare nella seconda fascia . Dal punto di vista pratico occorre un buona dose di capacità di adattamento ma sostanzialmente non ci sono problemi insormontabili e sarà comunque una esperienza entusiasmante. Ti invidio molto e ti auguro ogni bene (l’invidia non è sempre una cosa cattiva) . Saludos. PS. Senti se c’è un posto anche per me !

Italia
Contributore livello
307 post
Salva risposta
2. Re: Trasferimento per lavoro a Cuba

Per il fattore cane, questo è capitato ma non a me:

Mantenere cani costa, anche a Cuba.

Forse meno che in Italia, non molto meno visto che e' totalmente assente il cibo specifico per loro, comunque mantenere gia' due cani, come fa la mia familia, ha il suo bel gasto (costo).

Cerco sempre di lasciare qualcosa ma la famiglia non vuole mai nulla, dicono che ci pensano loro, pero' nel caso dell'arrivo di un terzo eventuale cane di grossa taglia sono riuscito a convincerli che...avrei pensato io a...tutto il pacchetto.

Ottenuto l'ok dalla moglie del boss che, ripeto, adora ed e' adorata dai cani ma e' poi quella che se li deve puppare ogni giorno, ho iniziato a pensare a quale cane avrei voluto prendere.

Las Tunas non e' La Habana, non esiste una Calle Obispo dove i venditori di cachorros (cuccioli) si ritrovano con i loro cuccioli.

A Tunas o conosci qualcuno che ha una cucciolata oppure c'e' un tizio che, in condizioni igieniche precarie, vende cachorros nella piazza culturale.

Quale razza di cane prendere?

Avendolo avuto tanti anni fa mi e' venuta la malsana idea di cercare un cucciolo di Siberian Husky, perfetto per il clima cubano essendo, in natura, predisposto a tirare slitte in mezzo alla neve.

Dietro lo stadio piccolo della pelota c'e' un tipo de la seguridad dello stato, mezzo parente de la familia, che ne ha 2 belli grossi a guardia del patio, ma di cachorros neanche l'ombra.

Alla fine il tipo che vende cuccioli nella piazza culturale e' apparso con un cucciolo di Husky bianco, una razza leggermente diversa da quella originale ma bellissima.

Il tipo tiene 5/6 cani di razze differenti nella stessa gabbia, sotto il sole, in attesa di compratori, non il massimo dal punto di vista igienico.

L'epilogo di tutta la faccenda mi ricorda che avrei dovuto lasciare perdere in attesa di situazioni migliori, pero' mi fermavo in citta' pochi giorni e non avevo tempo di aspettare.

L'ho preso pagandolo...come spesso mi ricordava la sciura l'equivalente di 3 ojas arrozeras.

Uno spettacolo di cagnetto.

Lo tenevamo alternativamente nelle due case, era troppo piccolo per fargli fare la pentavalente, forse era anche troppo piccolo in generale.

Decido, facendo una stupidata immane, di accelerare la conoscenza con Tifon, avendo un Beagle che ha la stessa bonta' di Madre Teresa di Calcutta, commetto l'errore di pensare che tutti i cani siano come lui.

Faccio entrare in casa Tifon mentre il cachorro e' fra le mie ginocchia, Tifon lo vede e gli si avventa addosso, metto la mano per proteggerlo e Tifon mi pinza il mignolo, le donne di casa acchiappano il bestione e lo portano fuori.

Una scena degna del miglior Lino Banfi...

Una stupidata mia appunto, Tifon difendeva il territorio e ci sarebbe voluto tempo perche' accettasse un nuovo compare.

Propongo come nome, visto gli antecedenti Sovietici, “Sacha” e qua' iniziano i primi problemi...culturali.

Intanto mi chiedono se sono sicuro che si tratti di un nome da macho....visto che finisce con la A....poi ci sono i problemi di pronuncia.

In Italiano si pronuncia “Sascia” ma per il cubano la pronuncia della “sc” e' ostica quindi il cane viene chiamato “Sacia”, “Ciacia” “Ciasia” e via discorrendo.

Non si puo' fare.

Dico allora a loro di trovargli un nome, optano forse per usarmi una cortesia, per Birillo come il mio Beagle che, ovviamente, visto che la doppia consonante e' un fattore misterioso per i cubani si trasforma in “Birilo”.

L'ultimo giorno prima della mia partenza per La Habana il piccolo inizia ad avere problemi di diarrea, non sta' benissimo, lo portiamo dal veterinario che ci azzecca poco e non ha neanche i mezzi per azzeccarci.

Parto preoccupato.

Infatti 3 giorni dopo il mio rientro in Italia mi chiamano per dirmi che....non ce l'ha fatta.

Evidentemente non era destino.

Il modo di vivere è molto diverso dal nostro quindi ci vuole una buona dose di adattabilità come ricorda Antonio M e alla fine Cuba la potresti amare oppure no. La fortuna che hai avuto per poter fare questa esperienza te la "invidio" pure io.

Modificato: 08 giugno 2018, 17:34
Treviso, Italia
Contributore livello
1.045 post
29 recensioni
Salva risposta
3. Re: Trasferimento per lavoro a Cuba

Ciao Angelmik

A Cuba ho uno splendido dalmata : Gina . Anzi avevo uno splendido dalmata : le ultime notizie mi attribuiscono anche una cucciolata (meticcia). E’ cubano quindi si adatta a tutto. Saludos.

Italia
Contributore livello
307 post
Salva risposta
4. Re: Trasferimento per lavoro a Cuba

Hola Antonio M

Hasta pronto aquí sobre trip

Modificato: 08 giugno 2018, 21:29
Rispondi a: Trasferimento per lavoro a Cuba
Verrai avvisato per e-mail quando riceverai una risposta
Ottieni le risposte alle domande più frequenti su Cuba.