Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.

Parigi, novembre 2012

Castelnuovo Belbo
Contributore livello
62.665 post
373 recensioni
309 voti utili
Parigi, novembre 2012

Mercoledì 14 novembre 2012:

Dopo ben due anni di lontananza (davvero "aspro è l'esilio"...), torno a Parigi in una fredda, grigia giornata d'autunno.

Il tempo di ricaricare il mio Navigo Découverte, salgo su un Orlybus che non tarderà a riempirsi e che, in una ventina di minuti, mi conduce alla place Denfert-Rochereau. In un'altra ventina di minuti, grazie alle linee 6 e 7 del métro, arrivo al mio "solito" hotel, al 51 della rue Monge, nel 5ème arrondissement, http://www.hotel-des-arenes.com

Il portiere, come sempre, mi riconosce e mi accoglie con grande cordialità. Salgo in camera, sistemo velocemente il mio scarno bagaglio e riparto alla volta della Galerie des Gobelins, uno dei miei "luoghi-feticcio" parigini. La mostra che vi è attualmente allestita, però, non mi sembra all'altezza di quelle che l'hanno preceduta dalla riapertura al pubblico di questa magnifica struttura (chiusa dal 1972), nella primavera del 2007. In particolare, trovo piuttosto deludente l'allestimento.

In compenso, apprezzo per l'ennesima volta l'atmosfera ovattata che regna sotto le altissime volte della galleria, la luce morbida che mette in risalto le ricche tinte degli arazzi, realizzati nella seconda metà del Grand-Siècle. Fa un certo effetto pensare che nemmeno Luigi XIV abbia avuto modo di ammirare nella sua interezza questo ciclo di arazzi (una "tenture", appunto), rimasti per secoli in uno stato di semi-abbandono e recentemente riportati all'antico splendore dagli abilissimi restauratori del Mobilier national, …gouv.fr/fr/…la-tenture-de-moise

Non resisto alla tentazione di tornare bambina per qualche minuto e, ripresa la linea 7 del métro, raggiungo il bd Haussmann e mi unisco alla folla di grandi e piccini che si assiepa davanti alle vetrine natalizie delle Galeries Lafayette (decorate dalla maison Louis Vuitton) e del Printemps (decorate dalla maison Dior). Fa una tale tenerezza stare a osservare le espressioni colme di meraviglia dei bimbi e ascoltare i loro entusiastici commenti!:-)

Si è fatta l'ora di cenare con l'amica Marianne da "Flam's", in rue du Colisée, http://www.flams.fr/restaurant_colisee.php Chi ha inventato la Flammeküche avrà la mia eterna gratitudine!;-)

Rifocillate a dovere, Marianne e io andiamo poi a visitare *la* mostra della rentrée parigina 2012, ovvero la favolosa retrospettiva di Hopper al Grand Palais (fino al 28 gennaio 2013), www.grandpalais.fr/grandformat/expo-hopper

E' un affascinante excursus attraverso tutte le fasi dell'opera di Hopper, dalle tele giovanili (messe a confronto con alcuni dipinti di suoi contemporanei o di artisti che lo hanno ispirato), agli amati paesaggi del New England, ai celeberrimi "ritratti della solitudine".

Castelnuovo Belbo
Contributore livello
62.665 post
373 recensioni
309 voti utili
1. Re: Parigi, novembre 2012

Giovedì 15 novembre 2012:

Sono emozionatissima mentre varco, pochi minuti dopo le 9, l'ingresso alle nuove sale della Cour Visconti del Louvre, dedicate all'arte islamica e inaugurate il 18 settembre scorso. Quanto ho aspettato questo momento! Ad accogliermi è una melodiosa voce femminile, che recita una poesia di 'Abd al-Rahman I al-Dakhil che parla d'esilio (in altri punti, sono diffuse poesie in farsi o in turco).

La struttura, che ricorda sia le tradizionali tende beduine, che le dune del deserto, è estremamente suggestiva e fa da degna cornice a una sontuosa profusione di ceramiche, tappeti, acquamanili, cofanetti intarsiati, leggii, antiche e preziose rilegature ...

Ne approfitto per visitare anche la sezione degli "arts premiers", aperta nel 2000 nel Pavillon des Sessions, come "avant-goût" del Musée du Quai Branly: 108 sculture di altissimo livello che popolano uno spazio essenziale, pensato dal designer J.M. Wilmotte, louvre.fr/departments/le-pavillon-des-sessio…

Non posso lasciare il Louvre senza fare un saluto a qualche "vecchio amico";-), dall'autoritratto di Dürer, al Sigismondo Malatesta di Piero della Francesca, alla giovane principessa del Pisanello, al gentiluomo col guanto di Tiziano, al Condottiero di Antonello da Messina, alla Nike di Samotracia, così maestosa, in cima allo scalone d'onore...

Si sono già fatte le 14 e, fra mezz'ora, ho appuntamento all'Institut du Monde Arabe (un altro luogo che adoro!) con Marianne, per partecipare alla visita guidata del museo, che è stato da poco radicalmente ristrutturato, http://www.imarabe.org/musee , imarabe.org/page-sous-section/visites-guidees

E' stata un'esperienza estremamente positiva, sia per la qualità del nuovo allestimento (di gran lunga più suggestivo di quello precedente, a mio avviso), che per la straordinaria erudizione e vivacità della conférencière, che dialoga amabilmente con i partecipanti alla visita, anziché assumere - come spesso avviene - un distaccato atteggiamento "cattedratico".

Queste due ore sono letteralmente volate!:-)

Lasciato l'IMA, Marianne e io ci dirigiamo verso il Marais, dove prendiamo un aperitivo con la mia collega EL di TripAdvisor, l'adorabile Zazie, per poi cenare da "Pain, Vin, Fromages", http://www.painvinfromage.com

La loro fondue bourguignonne è sempre squisita, e anche il Brouilly che l'accompagna non è niente male!;-)

Castelnuovo Belbo
Contributore livello
62.665 post
373 recensioni
309 voti utili
2. Re: Parigi, novembre 2012

Venerdì 16 novembre:

Questa sarà una giornata all'insegna delle mostre che oserei definire "rasserenanti". Parto da quella all'Orsay, "L'Impressionismo e la moda" (fino al 20 gennaio 2013), http://tinyurl.com/c232qox

Mi piace tutto, di questa esposizione: l'allestimento, i dipinti, gli abiti e gli accessori (guanti, scarpette, ventagli, parasoli, calze di seta, giarrettiere...).

Ma sono tornata per l'ennesima volta in questa ex-stazione ferroviaria trasformata in un fantastico museo (il pensiero va, inevitabilmente, a Gae Aulenti, mancata da poco) anche per poterne ammirare la nuova versione coloratissima.

Come al Louvre, ne approfitto per "rendere omaggio" alle mie opere preferite: "Il principe imperiale e il suo cane Néro", di Carpeaux, http://tinyurl.com/ck72dl2 ; "Composizione in Grigio e Nero No. 1", di Whistler, http://tinyurl.com/fhjdy ; "La Rue Montorgueil a Parigi. Festa del 30 giugno 1878", di Monet, http://tinyurl.com/d6wapvo ; "Julie Manet", di Renoir, http://tinyurl.com/c9quzyd ; "Le foyer de la danse à l'Opéra de la rue Le Peletier", di Degas, http://tinyurl.com/d2yxyxs , e tanti altri ancora...

Dopo aver ottimamente pranzato con l'amica Claudine da "Naoko", all'11 della rue Biot (17ème arr., M° Place de Clichy), prendo la linea 13 del métro per sole tre fermate, fino a Miromesnil. In una manciata di minuti, sono al "mio" (magari!;-)) adorato museo Jacquemart-André, per la mostra "Canaletto - Guardi. I due maestri di Venezia" (fino al 14 gennaio 2013), musee-jacquemart-andre.com/fr/evenements/can…

In un primo momento, non avevo intenzione di visitare tale esposizione, avendone già visitate molte di questi due artisti, ma un'entusiastica recensione dell'Economist mi ha fatto cambiare idea, http://www.economist.com/node/21564527 (seconda parte dell'articolo).

Non posso che concordare con il critico d'arte dell'Economist (chissà come ne sarebbe lusingato, se lo sapesse...;-)): è proprio una mostra da cui si esce sorridendo.

Vi consiglio di acquistarne on-line il biglietto, …getaticket.com/Information.aspx , altrimenti rischiate di fare un bel po' di coda.

Il Jacquemart-André, oltre a una pregevolissima collezione d'arte rinascimentale italiana, conserva un dipinto a me particolarmente caro, il "Ritratto di Mathilde de Canisy, Marchesa d'Antin", all'epoca quattordicenne, di Jean-Marc Nattier, http://tinyurl.com/bnr74u7 , pittore attivissimo alla corte di Luigi XV.

Da Miromesnil, passando per Havre-Caumartin, in pochi minuti di métro sono all'Opéra. Al no. 10 della rue Volney, non potevo mancare la bellissima mostra di uno dei miei fotografi preferiti, Elliott Erwitt (la cinofilia ci unisce:-)), elephantpaname.com/fr/…elliott-erwitt

Avrei, teoricamente, ancora il tempo di visitare "Parigi, vista da Hollywood", all'Hôtel de Ville, http://www.paris.fr/hollywood , ma non le forze necessarie!;-) Sarà meglio che vada a riposarmi un po' in albergo, prima di andare a cena da dei simpaticissimi amici di Marianne, nel 13ème arrondissement.

Castelnuovo Belbo
Contributore livello
62.665 post
373 recensioni
309 voti utili
3. Re: Parigi, novembre 2012

Sabato 17 novembre:

Che meraviglia poter iniziare la mia giornata con una tranquilla passeggiata sull'Île Saint-Louis! A quest'ora, e trattandosi del week-end, c'è ancora pochissima gente, in giro. Sul quai de Bourbon, passano, lenti, due poliziotti a cavallo. I due magnifici sauri bruciati sono perfettamente "in tono" con lo scenario secentesco dell'isola...

Non avendo alcuna voglia di richiudermi nel métro, per raggiungere la mia prossima meta, il Museo della Vita Romantica, nel quartiere della Nuova Atene (9ème arr.), prendo il bus no. 67, che fa capolinea in place Pigalle.

Il "pretesto" per tornare in quello che fu l'atelier dell'artista di origini olandesi e tedesche, Ary Scheffer, è una mostra di acquerelli francesi, inglesi, tedeschi, austriaci, russi, parecchi dei quali provenienti dal Cooper-Hewitt Museum di New York, http://tinyurl.com/8rakdov

Regna una tale quiete, qui, nel piccolo giardino, dove le ultime rose d'autunno ravvivano questa uggiosa giornata novembrina, o nel salotto, in cui risuona, struggente, la musica di Chopin.

Dalla Nuova Atene, mi sposto in una delle zone più esclusive della città, il 16ème arrondissement, e, più precisamente, la rue Léonce-Reynaud (M° Alma-Marceau), una traversa dell'avenue Marceau. Al no. 3, ha la sua elegante (prevedibilmente;-)) sede la Fondazione Pierre Bergé - Yves Saint-Laurent, che vi allestisce regolarmente delle splendide esposizioni temporanee.

E' la volta di "Du côté de chez Jacques-Émile Blanche. Un salon à la Belle Époque", http://tinyurl.com/bq46a3h

La mostra evoca la raffinata atmosfera della residenza e atelier di Blanche - grande amico di Proust, Gide, Whistler e Cocteau - a Auteuil, presentando 52 dipinti e 17 disegni dell'artista, la cui carriera di ritrattista verrà distrutta dal primo conflitto mondiale e dalla diffusione della fotografia.

Ogni domenica pomeriggio, in casa di Jacques-Émile, che era il figlio del famoso psichiatra Esprit Blanche, si riunivano i più brillanti intellettuali dell'epoca, fra i quali i fratelli Edmond e Jules de Goncourt.

Dopo pranzo, arriva un altro momento atteso da lungo tempo: la visita (guidata) del Musée d'Ennery, sull'ultra-chic avenue Foch (M° Porte Dauphine), e rimasto chiuso al pubblico per 16 anni, fino all'aprile di quest'anno.

Nato dalle collezioni d'arte orientale di Clémence d'Ennery, moglie del drammaturgo Adolphe Philippe d’Ennery, è un tipico esempio di "cabinet de curiosités" tardo ottocentesco, guimet.fr/fr/…informations-pratiques

La conférencière è assai ben preparata e simpatica, ma la durata della visita - un'ora - permette a malapena di farsi una vaga idea del museo (per il momento, sono accessibili solo le sale del primo piano), tanto le sale sono gremite di oggetti, dalle porcellane ai Netsuke, tuttora esposti sui preziosi mobili o nelle vetrinette intarsiate di madreperla, commissionati da Clémence ai migliori ebanisti dell'epoca, in special modo a Gabriel Viardot.

Stasera cenerò con l'amico Olivier al "Chez Clément Montparnasse-Vavin", http://www.chezclement.com Un soggiorno parigino non può dirsi completo, per me, se non include una squisita crêpe flambée au Grand Marnier!;-)

Castelnuovo Belbo
Contributore livello
62.665 post
373 recensioni
309 voti utili
4. Re: Parigi, novembre 2012

Domenica 18 novembre:

Questo mio "passage à Paris" si conclude su una nota di grazia e bellezza, con la mostra "Il Tè. Storie di una bevanda millenaria", al Musée Guimet, http://tinyurl.com/c3ld9dq

L'accoglienza è gradevolissima, con la degustazione di una miscela di tè verdi giapponesi creata appositamente per questa esposizione. E' uno dei tè più buoni che mi sia mai capitato di bere!

Le sale sono un autentico tripudio di maioliche, porcellane, teiere nei più diversi metalli, scatole laccate, coloratissimi sacchetti di seta, originari della Cina, del Giappone, dell'India, della Cambogia, di Giava, dell'Europa, del Marocco, della Mauritania...

Non uscirei più di qui, ma è giunta l'ora di ripassare in albergo a recuperare il borsone da viaggio, prendere il métro fino a Villejuif-Louis Aragon e infine il bus 285 per Orly Sud.

À la prochaine, mon cher Paris!:-)

*******************************************

Un caro saluto a tutti/e, in particolare alle EL del forum "Diari di viaggio",

Carla

www.faqparigine.net/faq30/index.php?id=75

Milano, Italia
Contributore livello
2.344 post
112 recensioni
91 voti utili
5. Re: Parigi, novembre 2012

Ma che bello questo diario :)

Castelnuovo Belbo
Contributore livello
62.665 post
373 recensioni
309 voti utili
6. Re: Parigi, novembre 2012

Grazie, Remo! Sono contenta che ti sia piaciuto.:-)

Bisous,

Carla

Finale Ligure
Contributore livello
1.252 post
55 recensioni
67 voti utili
7. Re: Parigi, novembre 2012

Grazie Carlina, mi vien l'impulso di darti un bacione! :)

Mi pareva di essere nascosta nella tua borsetta e guardare davvero le meraviglie che descrivi.

Ti ringrazio non soltanto per averci raccontato quelle meraviglie, ma per il palese amore verso quell'atmosfera colta e leggera al tempo stesso, che ci lasci condividere del mai vecchio vieux-Paris!

Castelnuovo Belbo
Contributore livello
62.665 post
373 recensioni
309 voti utili
8. Re: Parigi, novembre 2012

Grazie a te, cara Sandra, di aver letto e apprezzato il mio diario!:-)

Contraccambio il bacione,

Carla

Pisa, Italia
Contributore livello
118 post
1 recensione
1 voto utile
9. Re: Parigi, novembre 2012

Invidia allo stato puro!!!..ma ti voglio troppo bene e sono contenta che sia stata una bella vacanza...e grazie di cuore per aver condiviso con noi le tue emozioni,che per un attimo sono diventate nostre..

grazie ancora V.D.G.C.

Cesena
Contributore livello
2.184 post
156 recensioni
45 voti utili
10. Re: Parigi, novembre 2012

Bello bello...

Sembra proprio di essere nei luoghi descritti..

Certo che non hai lasciato un minuto di tempo sguarnito eh! :)

Ciao,

Valerio