Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.

Indonesia fai da te

Siena, Italia
Esperto locale
di Trentino-Alto Adige, Lago di Garda, Israele, Toscana
Contributore livello
2.040 post
444 recensioni
191 voti utili
Indonesia fai da te

Come sempre di ritorno da un viaggio di una certa importanza in termini di durata e distanza, eccomi qui con l'ennesimo racconto. Da un lato per condividere con voi la realizzazione della nostra grande passione comune, viaggiare, dall'altra perché spero che le mie indicazioni possano servire ainprossimi viaggiatori in partenza per questa meravigliosa metà: l'Indonesia.

21 risposte su questo argomento
Siena, Italia
Esperto locale
di Trentino-Alto Adige, Lago di Garda, Israele, Toscana
Contributore livello
2.040 post
444 recensioni
191 voti utili
1. Re: Indonesia fai da te

Come sempre desidero iniziare con alcune informazioni pratiche.

abbiamo prenotato il volo di andata e ritorno con un mese circa di anticipo, i primi di giugno, perché come spesso succede mio marito non ha grande preavviso per le ferie.

15 giorni a disposizione, quindi, dopo ricerche su ricerche, decidiamo di partire per l'Indonesia. Periodo: 9-24 luglio

Volo di andata e ritorno con Etihad, Roma - Jakarta trovato miracolosamente a 560 euro a testa.

Da qui siamo partiti organizzando il nostro itinerario ne prenotando di conseguenza anche i voli interni.

Voli interni:

Jakarta - Yogyakarta con Lion air

Surabaya - Labuan Bajo con Batik air

Labuan Bajo - Denpasar con Nam air

Denpasar - Jakarta con Air Asia

Tutti i voli interni sono stati prenotati sul sito tiket.com con il quale ci siamo trovati benissimo anche in considerazione del fatto che i siti delle singole compagnie sono invece intricatissimi. Costo medio di ogni volo interno circa €45 a testa comprensivo di acquisto del bagaglio da stiva di 10 kg per i voli con Lion Air e nam Air mentre Air Asia e batik air avevano il bagaglio da stiva compreso.

consiglio al momento dell'acquisto di controllare bene la politica sui bagagli perché il costo del singolo bagaglio al momento del check-in è veramente altissimo. Noi abbiamo viaggiato leggeri con un solo bagaglio a mano e quindi abbiamo anche limitato il costo dell'acquisto del bagaglio che ovviamente aumenta con l'aumentare del peso.

Ulteriore trasferimento interno è stato il treno da Yogyakarta a Probolinggo acquistato sempre su tiket.com per 17 euro a testa.

Hotel prenotati su booking:

Ibis Styles Yogyakarta 2 notti https://www.google.com/url…

Ibis malioboro Yogyakarta 1 notte https://www.google.com/url…

Gubuk ndeso 1 notte https://www.google.com/url…

Ibis budget Surabaya Airport 1 notte https://www.google.com/url…

Komodo lodge per 2 notti https://www.google.com/url…

Alam terrace cottage a Ubud per 6 notti

https://www.google.com/url… per 13 notti in due: 400 euro

Solo per Ubud avevamo prenotato in anticipo i vari transfer giornalieri con un autista. Spesa in media con quello richiesta cioè 600.000 RP (circa 37 euro) al giorno.

Desidero fare un appunto purtroppo negativo sulla guida Indonesia della lonely planet Che generalmente ci dà grandi soddisfazioni ma che questa volta abbiamo trovato carente e datata (3 anni hanno davvero cambiato molto in questo paese dal punto di vista turistico evidentemente).

Il visto di ingresso è gratuito se si arriva in determinati aeroporti/porti tra cui quello di Jakarta. Prayica veloce sbrigata quindi all'arrivo.

Siena, Italia
Esperto locale
di Trentino-Alto Adige, Lago di Garda, Israele, Toscana
Contributore livello
2.040 post
444 recensioni
191 voti utili
2. Re: Indonesia fai da te

giorno 1:

Dopo un viaggio lunghissimo, arrivati a Yogyakarta a metà pomeriggio, ce la prendiamo con calma e usciamo solo per cena nella zona intorno al nostro hotel che per altro era già nei piani di visitare per le cene. Un primo assaggio di cosa vedremo in questa città: gente in strada a qualsiasi ora, bancarelle per il cibo ad ogni angolo (ci caliamo subito nell'atmosfera e compriamo degli spiedini senza sapere cosa fossero…), profumi di spezie e odori pungenti che si fondono. Come inizio non c'è male!

giorno 2:

Interamente dedicato alla visita di Yogyakata che esploreremo a piedi e che si rivelerà piuttosto veloce da vedere (mezza giornata la troverei anche sufficiente) se non fosse che noi ci perdiamo come al nostro solito nell'esplorare ogni mercato che incontriamo (fino a quello sconvolgente degli uccelli che abbandoniamo presto) e nell'infilarci in qualsiasi vicolo, il che ci permette di scoprire angoli di pace nel caos della città: sembra un altro mondo, case basse, stradine strette, bimbi che giocano...e qualche topo che ci taglia la strada. Con questo stride l'eleganza del Kraton, il palazzo del sultano, meraviglioso, l'eleganza del Taman Sari (almeno della sua parte recuperata, eccezionale con la sua piscina, e il mistero della moschea abbandonata di Sumur Gumuling con la sua particolare scala centrale.

Nel complesso la città merita la visita per un giorno per lo più in quanto base per esplorare i templi di Borobudur e Prambanan ma si rivela comunque affascinante e piacevole da esplorare per l'atmosfera che si respira. Siamo soddisfatti. Nel frattempo abbiamo contattato un driver che il giorno seguente ci possa accompagnare ai due citati templi.

Siena, Italia
Esperto locale
di Trentino-Alto Adige, Lago di Garda, Israele, Toscana
Contributore livello
2.040 post
444 recensioni
191 voti utili
3. Re: Indonesia fai da te

prima di proseguire lascio alcune immagini della giornata a Yogyakarta:

https://ibb.co/fnBQx3q

https://ibb.co/MS4cbRv

https://ibb.co/1vydZmV

giorno 3:

al mattino partiamo alla buon ora per raggiungere l'immenso tempio buddhista di Borobudur. Assolutamente imponente, ci avviciniamo estasiati.

La cosa divertente sarà che..la vera attrazione saremo noi e i pochi altri turisti occidentali. Non si fa in tempo a fare due metri che tutti ci chiedono di fare una foto insieme. Comunque il tempio è davvero un luogo suggestivo ed architettonicamente stupefacente. Da lì ci spostiamo a visitare un monastero buddhista, luogo di vera spiritualità e di silenzio. Di tutt'altra specie invece la chicken Church: no non ho sbagliato a scrivere, è proprio un'immensa chiesa a forma di gallina, di certo inusuale da vedere ma francamente trascurabile per pregio artistico.

La giornata termina invece in uno dei luoghi più belli dell'intero viaggio ovvero il complesso di templi induisti di Prambanan: alti, imponenti e così tanti, tutti insieme da rimanere assolutamente senza parole. Purtroppo il tramonto, che pare il momento migliore, ci regala un cielo nuvoloso, ma poco importa: la giornata è stata favolosa.

https://ibb.co/ZMMZzMj

https://ibb.co/xX0TNdg

https://ibb.co/G2KCyZ0

https://ibb.co/26WHN89

Siena, Italia
Esperto locale
di Trentino-Alto Adige, Lago di Garda, Israele, Toscana
Contributore livello
2.040 post
444 recensioni
191 voti utili
4. Re: Indonesia fai da te

Giorno 4:

giornata di trasferimento verso Cemoro Lawang. Al mattino prendiamo un treno che in 8 ore ci porterà a Probolinggo e da lì abbiamo organizzato il trasferimento ai piedi del monte Bromo direttamente con la struttura che ci ospita e che organizza anche la salita al monte per assistere all'alba.

Il tempo di sistemarci, cenare con l'ennesimo nasi goreng (ufficialmente piatto preferito della cucina indonesiana) e dormire qualche ora perché alle 2.30, implacabile la sveglia ci farà scendere dal letto per iniziare un'affollatissima salita in jeep e poi a piedi. Fuori fa freddo, saranno 6-8 gradi ma alle prime luci dell'alba non lo sentiamo nemmeno più e non tanto perché i primi raggi del sole ci riscaldano ma perché davanti ai nostri occhi si staglia uno dei panorami più belli che mai potremo vedere nella nostra vita.

La successiva salita attraverso il cosiddetto mare di sabbia, fino al cratere del Bromo, fumante, è faticosa ma la vista dall'alto e camminare sull'orlo del vulcano sono un'emozione indimenticabile.

https://ibb.co/jrdgH5P

https://ibb.co/9wgC6Cw

https://ibb.co/HVVDB3s

https://ibb.co/ZfQDDj0

Siena, Italia
Esperto locale
di Trentino-Alto Adige, Lago di Garda, Israele, Toscana
Contributore livello
2.040 post
444 recensioni
191 voti utili
5. Re: Indonesia fai da te

Quando torniamo alla nostra base sono solo le 10 di mattina ma noi siamo ridotti in condizioni abbastanza pietose: tra il sonno e la polvere respirata (abbiamo capito cammin facendo perché vendessero le mascherine nel percorso di salita al cratere) l'unico desiderio è una bella doccia e la colazione. Fatto questo approfittiamo però del luogo che di per sé non offre molto di più oltre alla salita al Bromo, per una passeggiata nella natura e un po' di relax nella terrazza della nostra baita. Dopo pranzo percorreremo la distanza che ci separa dall'aeroporto di Surabaya dove abbiamo prenotato il nostro nuovo hotel per essere già sul posto per il volo successivo: direzione Flores.

Giorno 5:

Finalmente eccoci a Labuan Bajo, meta tanto agognata di questo viaggio e base per visitare il Parco Nazionale di Komodo. La cittadina in sé non è bella, si tratta per lo più di una sequenza di agenzie che vendono le escursioni per le isole, disposte una dopo l'altra e interrotte da negozi di souvenir e bar o warung. Vista però da uno dei pontili colorati che si allungano in mare, riesce forse ad avere anche qualcosa di romantico, le abitazioni sono ammassate ma colorate e guardando il mare si gode dello spettacolo della baia costellata da decine di più o meno grandi isole. Per cena scopriremo il mercato del pesce, un posto sicuramente turistico (si entra cambiando i soldi con una card su cui caricare un credito e con la quale fare acquisti ai diversi banchi del mercato) ma molto bello e soprattutto dove abbiamo mangiato benissimo (al punto da tornare la sera successiva)

Giorno 6:

al mattino l'ennesima sveglia all'alba per partire per la nostra escursione verso l'isola di Komodo. Abbiamo prenotato con l'agenzia Grand Komodo (stessi proprietari del nostro hotel, quindi abbiamo sperato che ciò garantisse un buon servizio, avendo letto di numerose avventure andate poco bene, specialmente in termini economici), scelta che si è rivelata perfetta. Costo dell'intera giornata: 1.300.000 rupie a testa, all'incirca 80 euro comprensivi di viaggio con la speed boat, soste a Padar, Komodo (con escursione di 2 ore), Pink beach, Manta point e Palau Siaba, pranzo e noleggio dell'attrezzatura da snorkeling compresi. (escluso l'ingresso al parco che abbiamo pagato 300.000 rupie, poco meno di 20 euro)

La prima sosta quindi è l'isola di Padar: il caldo è veramente insopportabile ma la salita fino al punto più alto dell'isola (in realtà già dal momento dello sbarco) regala dei panorami indimenticabili. Dopo aver guardato foto su foto di questa isola, finalmente ci siamo anche noi e quello che vediamo ci lascia davvero a bocca aperta:

https://ibb.co/7n7frSZ

https://ibb.co/fMsRBrh

Insieme a Bromo resterà il panorama più toccante visto durante questo viaggio.

La tappa successiva è il Parco di Komodo: verremo accompaganti da due rangers lungo il sentiero alla "ricerca" dei vaani omonimi. Virgoletto la parola ricerca perchè devo premettere che tutto ci è sembrato molto costruito, i varani proprio dove "dovevano essere", due addirittura all'ingresso dell'unico bar, non di meno scorgere il primo drago da lontano ed avvicinarsi poco a poco, cogliendone la grandezza e anche la temibilità, è stato molto emozionante.

https://ibb.co/Vm3QVLC

https://ibb.co/mCPwMWk

https://ibb.co/KDXwYwG

Lasciato il parco, ci dirigiamo nella parte sud dell'isola per raggiungere (a nuoto) la più bella spiaggia mai vista nella mia vita: la pink beach con la sua sabbia rosa appunto e una sensazionale barriera corallina. Trascorriamo un paio d'ore tra la spiaggia e l'acqua (più quest'ultima..il fondale è davvero favoloso), poi raggiungiamo la nostra barac per spostarci verso il cosiddetto Manta point, dove però di mante nemmeno l'ombra, il mare, meraviglioso, è un po' mosso quindi l'avvistamento impossibile. Terminiamo con altro snorkeling al lago dell'isola di Siaba, mare cristallino, costa dalla vegetazione lussureggiante. Un bellissimo finale per questa giornata strepitosa.

La coroniamo al paradise bar che consiglio per il tramonto più bello che si possa avere sulla baia di Labuan Bajo

https://ibb.co/5TqQnbf

Siena, Italia
Esperto locale
di Trentino-Alto Adige, Lago di Garda, Israele, Toscana
Contributore livello
2.040 post
444 recensioni
191 voti utili
6. Re: Indonesia fai da te

Giorno 7:

Giornata di trasferimento verso Bali che ci accoglierà per il resto del viaggio.

Arriviamo a ubud verso le 4 di pomeriggio e dopo esserci ambientati trascorreremo la serata a casa di un amico di mio marito che vive a Bali da ormai 25 anni. Iniziamo ad assaggiare l'accoglienza di una famiglia balinese com'è la sua e a conoscere usanze e il modo di vivere. Abbiamo capito subito che la ricerca della serenità è prioritaria qui e, per quanto non esista il popolo perfetto, di certo qui troveremo una pace e una felicità difficilmente provata.

Grazie a questo amico avevamo contattato dall'Italia un driver, Made, che ci accompagnerà nei giorni successivi alla scoperta di Bali. Il nostro sarà un tour per lo più culturale, alla scoperta di templi e risaie e che ci permetterà di scoprire panorami indimenticabili.

Asti, Italia
Esperto locale
di Florida, Trasporto aereo
Contributore livello
4.489 post
276 recensioni
1.245 voti utili
7. Re: Indonesia fai da te

Ciao @Arianna, ti seguo, complimenti per il tuo diario molto chiaro e ben organizzato!

Siena, Italia
Esperto locale
di Trentino-Alto Adige, Lago di Garda, Israele, Toscana
Contributore livello
2.040 post
444 recensioni
191 voti utili
8. Re: Indonesia fai da te

Grazie @Gian_M61!

Pronta a proseguire con l'ultima parte del viaggio! Buona lettura

Siena, Italia
Esperto locale
di Trentino-Alto Adige, Lago di Garda, Israele, Toscana
Contributore livello
2.040 post
444 recensioni
191 voti utili
9. Re: Indonesia fai da te

Giorno 8:

Accompagnati da Made, iniziamo la nostra esplorazione dell'isola degli dei. L'ordine è il seguente:

TAMAN AYUN: il bellissimo tempio reale nei pressi di Mengwi è il primo che vediamo a Bali e ci immergiamo completamente nella scoperta di questa originale, radicata e meravigliosa corrente di induismo che ci affascinerà nella successiva settimana;

GOA LAWAH: la grotta dei pipistrelli, un tempio molto bello che, nella sua parte centrale ospita appunto una grotta abitata da centinaia di pipistrelli. E' davvero impressionante.

TENGANAN: un villaggio abitato dai bali aga, popolazione estremamente conservatrice e il cui villaggio, molto compatto, ha mantenuto inalterate le caratteristoiche tradizionali....almeno nell'architettura, perchè per il resto ogni casa ospita un negozio di souvenir/bottega di artigianato, Francamente la visita ci ha deluso un po', la cosa più bella è stata uscire a piedi dal villaggio addentrandoci un po' verso la giungla e trovando alcune abitazioni e un templio, questi davvero rimasti fermi nel tempo. La definirei tuttavia una visita trascurabile.

TAMAN UJUNG: strepitoso, immacolato, elegantissimo palazzo d'acqua con piscine e giardini, molto molto bello. E' il cosiddetto "palazzo gemello" della nostra successiva tappa ovvero il

TIRTA GANGAA: altro palazzo d'acqua in realtà molto diverso dal precedente, più raccolto e dall'architettura più tradizionale, vissuto non solo dai turisti ma da moltissimi locali. Ci è piaciuto molto.

Ritorniamo verso Ubud percorrendo la poco turistica Strada di Sidemen attraversando distese di risaie intervallate da tratti di giungla. Bellissimo.

Ecco alcune foto:

https://ibb.co/9vdK6h3

https://ibb.co/1rQSyrm

https://ibb.co/xGSxZWr

https://ibb.co/yq0fKTY

https://ibb.co/J3zfs2t

https://ibb.co/7QKJCWn

https://ibb.co/TRr3DBM

https://ibb.co/frvD9Jv

https://ibb.co/M9XP7Dv

Livorno, Italia
Contributore livello
3.230 post
966 recensioni
1.190 voti utili
10. Re: Indonesia fai da te

@arianna, arrivo ora e mi devo decisamente mettere in pari...ammiro la tua capacità di organizzare un viaggio del genere in un mese, per luglio e per un viaggio così impegnativo, io comincio a pensarci a gennaio,e poi ci torno su cento volte!

Rispondi a: Indonesia fai da te
Verrai avvisato per e-mail quando riceverai una risposta