Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.

Boston: una città stupefacente

Italia
Esperto locale
di Spagna, Valencia, Malaga, Tenerife, El Hierro, La Gomera, Viaggiare in treno, Siviglia, Madrid
Contributore livello
34.648 post
355 recensioni
Boston: una città stupefacente

Sono tornata da una settimana da uno dei regali di Natale e provo a raccontarvi la mia settimana di vacanza.

54 risposte su questo argomento
Torino, Italia
Esperto locale
di Crociere, Sicilia
Contributore livello
4.266 post
166 recensioni
1. Re: Boston: una città stupefacente

Bentornata!

Chi ti ha fatto questo regalo ha un ottimo gusto...da quello che ho potuto vedere nella mia toccata e fuga a Boston, è una città davvero interessante... aspetto il tuo racconto, buona serata!

Italia
Esperto locale
di Spagna, Valencia, Malaga, Tenerife, El Hierro, La Gomera, Viaggiare in treno, Siviglia, Madrid
Contributore livello
34.648 post
355 recensioni
2. Re: Boston: una città stupefacente

Con le ultime miglia Alitalia regalatemi da mia sorella sono riuscita a trovare il biglietto premio per Boston in classe economica per un prezzo (credo) inferiore alla metà di quello normale.

All'andata il volo dura nove ore e mezza, al ritorno poco più di sette, ma sono passate velocemente tra un pasto e l'altro, una pennichella e l'altra davanti allo schermo su cui passavano film nel complesso trascurabili: colossal di guerra come "Dunkirk", commedie italiane insulse come "Non è un paese per giovani", commedie francesi altrettanto insulse com "Jour J", thriller irlandesi come "Calvario" e drammoni messicani come "Las hijas de Abril"; ho anche cominciato a vedere un film indiano ma al primo ballo bollyhoodiano ho preso profondamente sonno e non me ne ricordo nemmeno il titolo.

Ho alloggiato per una settimana nell'albergo più antico della città ancora in attività per il quale ho trovato un'offertona su booking a un prezzo "umano" rispetto a quelli impossibili del resto degli alberghi altrettanto centrali e anche più lontani

tripadvisor.it/Hotel_Review-g60745-d89599-Re…

Sino all'ultimo ero indecisa se cancellare la prenotazione e alloggiare in un altro che avevo prenotato ma che era meno comodo oltre che molto più costoso; nonostante la posizione ideale e la sua lunga storia (vi ha alloggiato Dickens e l'attentatore di Abramo Lincoln, vi hanno lavorato da giovani Malcom X e Ho Chi Minh, J.F. Kennedy ha fatto la proposta di matrimonio a Jackeline nel ristorante) mi hanno un po' impressionato delle recensioni non particolarmente positive mentre è stata di certo la scelta giusta, in primo luogo perché dall'aeroporto l'ho potuto raggiungere gratuitamente e velocemente. Infatti l'aeroporto internazionale dista dalla città non più di 3km ed è collegato tra gli altri con la linea Silver della metropolitana che in realtà è un autobus lungo che, nel tragitto tra l'aeroporto e la South Station, è gratuito

http://www.massport.com/logan-airport

massport.com/logan-airport/…taking-the-t

Dalla stazione all'albergo ho percorso un breve tratto di strada e in meno di dieci minuti sono arrivata.

Dall'aereo il paesaggio cittadino non era dei più confortanti; tutti i dintorni erano vagamente innevati, forse i resti della bufera che aveva bloccato la città una settimana prima, e le previsioni non erano delle migliori ma durante la breve passeggiata l'aria non era assolutamente fredda e c'era anche un pallido sole che stava tramontando.

Erano soltanto le 19,30 ma non avevo le forze per uscire, ho disfatto i bagagli, acceso la televisione per le notizie della CNN e affrontato l'orribile letto alto quasi un metro da terra dal quale avevo paura di cadere e farmi tanto male.

Milano, Italia
Esperto locale
di Milano, Provincia di Milano, Liguria, Venezia, Riviera ligure, Cinque Terre
Contributore livello
9.275 post
322 recensioni
3. Re: Boston: una città stupefacente

Bel viaggio xyzeta ... vai avanti che sono curiosa !

Modificato: 12 aprile 2018, 22:15
Italia
Esperto locale
di Spagna, Valencia, Malaga, Tenerife, El Hierro, La Gomera, Viaggiare in treno, Siviglia, Madrid
Contributore livello
34.648 post
355 recensioni
4. Re: Boston: una città stupefacente

@Gabi

Con quelle stesse miglia avrei potuto fare due viaggi in Europa (dove preferisco sempre viaggiare) ma mia sorella ha insistito per pagarmi il biglietto per Boston e "mi sono dovuta rassegnare".

@Mariarita

Appena posso continuo, mi fa piacere che siate interessate.

Genova, Italia
Esperto locale
di Cinque Terre, Genova, Riviera ligure, Portogallo, Norvegia, Germania
Contributore livello
8.369 post
739 recensioni
5. Re: Boston: una città stupefacente

Ciao xyzeta

da te mi aspetto un diario super come sempre!!

Milano, Italia
Esperto locale
di New York City, Great Exuma
Contributore livello
13.695 post
49 recensioni
6. Re: Boston: una città stupefacente

Anch'io in linea!

Boston è nei miei prossimi obiettivi.

Modificato: 13 aprile 2018, 15:39
Ravenna, Italia
Contributore livello
2.992 post
37 recensioni
7. Re: Boston: una città stupefacente

Ben trovata xyzeta!

Un bel salto dalla Puglia all’America :-)

San Marcello, Italia
Contributore livello
2.773 post
8. Re: Boston: una città stupefacente

ciao@xyzeta FORZA che sono curioso di sapere se sei stata al MIT (io non riuscivo più a venirne fuori ma purtroppo dovevo riconsegnare la macchina al logan)

https://goo.gl/maps/BoPnq5Nn2QH2

Italia
Esperto locale
di Spagna, Valencia, Malaga, Tenerife, El Hierro, La Gomera, Viaggiare in treno, Siviglia, Madrid
Contributore livello
34.648 post
355 recensioni
9. Re: Boston: una città stupefacente

@Matteo @VALE

dovrete pazientare, lo sapete che sono sempre un po' lenta con i miei diari

@Clopp

Il viaggio in Puglia era stato fatto per risparmiare in vista del salasso americano

@Roberto

Il MIT era l'ultimo mio pensiero e, a causa del brutto tempo, non ci sono andata ma l'argomento farà parte delle mie considerazioni finali, non mi sembra il caso di cominciare dalla fine.

Italia
Esperto locale
di Spagna, Valencia, Malaga, Tenerife, El Hierro, La Gomera, Viaggiare in treno, Siviglia, Madrid
Contributore livello
34.648 post
355 recensioni
10. Re: Boston: una città stupefacente

La sveglia del mattino del giovedì è arrivata all'alba, com'era prevedibile, con le previsioni del tempo della CNN delle 6: la temperatura in gradi Farenheit non la ricordo e non riesco mai a regolarmi ma ho capito che faceva freddo (forse di poco superiore allo 0 Celsius) con nuvole ma senza pioggia/neve.

Lo scomodissimo letto, simile a quello delle figure dei libri di fiabe dove c'era "La principessa sul pisello", ho scoperto che era così, oltre che perché antico, anche perché aveva il piumone disteso sul materasso invece che sopra le lenzuola: era come dormire su un'amaca riscaldata.

Per cominciare la giornata ho deciso di sperimentare la colazione dell'albergo prendendo la colazione a buffet in modo da rendermi ben conto di che tutto potesse offrire: praticamente è stato un pasto equivalente a quello che sarebbe potuto essere la cena del giorno prima che avevo saltato; ho assaggiato tutto tranne i cereali, quasi tutto era eccellente anche se non mi ha soddisfatto il salmone affumicato presentato con scalogno crudo tritato e capperi e il croissant che doveva essere avanzato dalla colazione del fondatore Harvey D. Parker. E non mi ha garbato tanto nemmeno la scarsa considerazione del personale che avrebbero dovuto servire le bevande ma pensavano agli affari loro oppure ai clienti business presenti nella sala perché ospiti di un convegno organizzato in una delle sale dell'albergo.

Rispondi a: Boston: una città stupefacente
Verrai avvisato per e-mail quando riceverai una risposta
Ottieni le risposte alle tue domande