Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.

In Kenya… per caso

Milano, Italia
Esperto locale
di Repubblica Dominicana, Caraibi, Giamaica
Contributore livello
4.084 post
265 recensioni
Salva argomento
In Kenya… per caso

Scrivo qui il mio breve diario sul nostro viaggio in Kenya appena concluso, sperando di dare qualche info utile a chi si appresta a partire per questa terra meravigliosa.

Il perché del titolo è presto spiegato: un anno fa, complice un’offerta di Air France, avevo acquistato dei biglietti per trascorrere Natale 2017 e Capodanno ai Caraibi. Peccato che l’uragano di Settembre abbia rovinato in parte i nostri piani: infatti l’aeroporto dell’isola che avevamo scelto (St. Marteen) è stato completamente devastato e la linea aerea, non sicura di poter ripristinare le operazioni in tempi brevi, ci ha proposto dei voucher di pari valore da utilizzare entro l’estate 2018. Abbiamo ovviamente subito accettato e dopo varie elucubrazioni famigliari, abbiamo scelto il Kenya come destinazione delle nostre vacanze Pasquali. Avendo verificato un pò i prezzi dei Safari, se avessimo potuto evitare di pagare anche i soldi del biglietto aereo (in realtà corrisposti, ma un anno prima, quindi già “assimilati”) ci saremmo potuti permettere determinate soluzioni senza guardare il centesimo.

Non è stato facilissimo acquistare i biglietti con dei voucher e dopo varie minacce di rivolgermi ad associazione consumatori ed avvocato, ecco che i biglietti sono magicamente apparsi, circa due settimane prima della partenza…per la serie con le buone si ottiene tutto.

28 risposte su questo argomento
Firenze, Italia
Esperto locale
di Firenze, Discussione generale, Toscana
Contributore livello
3.998 post
99 recensioni
Salva risposta
1. Re: In Kenya… per caso

Ciao @Vale,

Accidenti che velocità!

Appena rientrata già pronta con il diario? Complimenti!

A volte le cose che nascono per caso, sono proprio quelle che riescono meglio e che riservano le sorprese più belle :-)

Modificato: 10 aprile 2018, 18:33
Milano, Italia
Esperto locale
di Repubblica Dominicana, Caraibi, Giamaica
Contributore livello
4.084 post
265 recensioni
Salva risposta
2. Re: In Kenya… per caso

Ciao @Claudia, si in effetti a volte é meglio partire meno preparati ma più "pronti" alle novità... scrivo subito altrimenti il ricordo affievolisce...

Ravenna, Italia
Contributore livello
2.992 post
37 recensioni
Salva risposta
3. Re: In Kenya… per caso

Ciao Valentina,

Ben trovata!

Un’avventura ancor prima di iniziare, si direbbe... :-)

Milano, Italia
Esperto locale
di Repubblica Dominicana, Caraibi, Giamaica
Contributore livello
4.084 post
265 recensioni
Salva risposta
4. Re: In Kenya… per caso

ciao Clopp!! ebbene si, un'avventura via l'altra, ma l'Africa si sa, é terra di avventure!!! ;-)

Milano, Italia
Esperto locale
di Repubblica Dominicana, Caraibi, Giamaica
Contributore livello
4.084 post
265 recensioni
Salva risposta
5. Re: In Kenya… per caso

La squadra di viaggio è composta da me, marito e figlio di 12 anni, abbiamo approfittato delle vacanze di Pasqua e qualche ricorrenza in cui la scuola avrebbe chiuso per evitare che il figlio perdesse troppi giorni.

Dopo numerose ricerche, molte domande sia qui sul forum, che su altri siti specializzati, abbiamo deciso di non fare nessuna profilassi/vaccino per malaria, epatite, tifo né niente del genere; abbiamo adottato una “profilassi comportamentale” ovvero mangiando solo cibi cotti, bevendo acqua in bottiglie sigillate, niente ghiaccio, usando repellente e zanzariera in camera; siamo stati graziati e siamo stati sempre benissimo, perfino di zanzare ne abbiamo trovate davvero poche.

Nell’attesa mi venissero confermati i voli ho cominciato a chiedere preventivi per i vari Safari, alla fine la nostra scelta è caduta su In2Kenya, la mia recensione qui:

https://www.tripadvisor.it/ShowUserReviews-g…

I voli per il Kenya di Air France sono operati da Kenya Airways, che mi è sembrata una buona compagnia, recensione qui:

https://www.tripadvisor.it/ShowUserReviews-g…

Milano, Italia
Esperto locale
di Milano, Provincia di Milano, Liguria, Venezia, Riviera ligure, Cinque Terre
Contributore livello
8.512 post
306 recensioni
Salva risposta
6. Re: In Kenya… per caso

Ciao Valentina !

Mi sembri molto soddisfatta, sono contenta

Milano, Italia
Esperto locale
di Repubblica Dominicana, Caraibi, Giamaica
Contributore livello
4.084 post
265 recensioni
Salva risposta
7. Re: In Kenya… per caso

ciao Mariarita, sono molto soddisfatta!! grazie!! :-)

Milano, Italia
Esperto locale
di Repubblica Dominicana, Caraibi, Giamaica
Contributore livello
4.084 post
265 recensioni
Salva risposta
8. Re: In Kenya… per caso

Siamo partiti il giovedì 29/3 alla sera con l’ultimo volo da Milano a Parigi, mentre il volo successivo (Parigi – Nairobi) partiva il giorno dopo verso le 12, per cui abbiamo deciso di dormire la prima notte nell’hotel IBIS Paris CDG Airport.

https://www.tripadvisor.it/ShowUserReviews-g…

Per fortuna il nostro volo era operato da Kenya Airways perché il giorno 30 c’era uno sciopero del personale air France e molti aerei sono rimasti in terra, mentre noi siamo partiti puntualissimi.

Dopo circa 7 ore atterriamo in terra keniota; il volo è andato via abbastanza liscio, l’aereo è nuovo, non è pienissimo, il servizio di bordo è apprezzabile, il cibo discreto, forse manca un po’ di intrattenimento (film, giochi, etc) ma non è una durata eccessiva, quindi si può sopportare.

L’aeroporto di Nairobi ci presenta il primo impatto con la realtà del Paese, sono tutti super tranquilli, la vita qui scorre “pole-pole” (piano piano), e ovviamente il caos regna sovrano; la coda per l’immigrazione è la cosa più disordinata che io abbia mai visto: diversi sportelli per i diversi passaporti (Kenya, East Africa, others…) presi d’assalto da chiunque, gente che ti passa davanti, un’infinità di persone e di bambini che non capisce cosa deve fare perché non ci sono informazioni chiare.

Ci infiliamo nella fila per l’acquisto del visto, poiché avevamo scelto l’opzione dell’ottenimento in arrivo, e abbiamo azzeccato lo sportello giusto al primo colpo! Prima di partire mi ero scaricata tutti i moduli e li avevo compilati molto precisamente proprio per evitare di perdere tempo avendo un volo in coincidenza, ma il funzionario che si é occupato di noi ha preso i fogli e li ha lanciati sotto la scrivania (non so se in qualche cassetto o direttamente nella spazzatura) e ci ha chiesto solo “money!” – pagati gli 80 Euro (40€ per adulto, i ragazzi sotto i 16 anni non pagano), prese le impronte digitali e fatta la foto, possiamo andare alla ricerca del nostro terminal per il volo interno, il che vuol dire uscire dall’edificio e costeggiare l’aeroporto fino ad arrivare all’ultimo terminal, il più lontano, isolato e neanche a dirlo vuoto… Sarà l’ora tarda, ma ci siamo solo noi.

La sera del nostro arrivo piove e fa fresco – infatti all'atterraggio il comandante informa che ci sono 20° e ho notato che le persone di pelle bianca si spogliavano, mentre quelle di pelle molto più scura si coprivano bene – differenze di percezione termica!

Le misure di sicurezza negli aeroporti sono imponenti – si passa un primo controllo di bagagli e body scanner solo per entrare nell’edificio, e dopo se ne passa un altro uguale per raggiungere i gates. Il consiglio è di tenere le scarpe slacciate o usare i sandali, perché vi faranno togliere tutto ogni volta.

Il volo interno dura poco più di mezzora e finalmente atterriamo a Mombasa: qui ci attende un caldo decisamente più intenso ed umido.

L’impatto con la città è destabilizzante, anche se è notte e le strade sono poco illuminate, quello che vediamo dai finestrini dell’auto che ci porta all’hotel non ci entusiasma più di tanto; si attraversa una discarica a cielo aperto che emana un fortissimo odore di materie plastiche e copertoni bruciati rendendo l’aria irrespirabile, certi quartieri si rivelano estremamente desolati e siamo contenti di spendere solo poche ore in questa città.

Alloggiamo all’hotel Kahama, (https://www.tripadvisor.it/ShowUserReviews-g…) solo per poche ore, infatti la partenza per il safari è prevista domani mattina presto. Fa un caldo atroce, l’aria condizionata non riesce a rinfrescare la stanza e il pavimento della stanza è scivoloso da quanto è umido, ma siamo distrutti e ci addormentiamo come dei sassi. Il mattino dopo facciamo colazione e finalmente partiamo per il Safari.

Milano, Italia
Esperto locale
di Repubblica Dominicana, Caraibi, Giamaica
Contributore livello
4.084 post
265 recensioni
Salva risposta
9. Re: In Kenya… per caso

La prima tappa del nostro Safari è Taita Hills, una riserva privata che ospita al suo interno dei lodge spettacolari, come il Sarova Salt Lick Game Lodge, dove abbiamo la fortuna di alloggiare

https://www.tripadvisor.it/ShowUserReviews-g…

La distanza tra Mombasa e Taita Hilla è di soli 200 km ma sulle strade keniote vuol dire un viaggio di oltre 4 ore. Lungo questo tragitto transitiamo per piccoli paesini e grandi distese deserte, cominciamo a farci un’idea del Paese che stiamo visitando: scorgiamo una moltitudine di centri abitati composti da modeste case di fango, persone che trasportano grossi carichi, spesso in equilibrio sulla testa, ci si stringe il cuore a vedere bambini di pochi anni già dediti al duro lavoro dei pastori, incaricati di guidare mandrie di bovini e capre al pascolo invece di essere al parco giochi o a scuola, naturalmente molta povertà.

Finalmente all’ora di pranzo arriviamo al Sarova Lodge; Siamo nella savana, l’aria è fresca e pulita. Grazie alle recenti piogge tutto attorno è di un verde brillante e il silenzio è quasi assordante. Abbiamo un paio di ore per pranzare e riposarci; la nostra camera sulla palafitta si affaccia su una pozza dove ad ogni ora è possibile avvistare animali dal finestrone che sostituisce perfettamente qualsiasi televisione – è uno spettacolo!

Abbiamo qualche ora per riposarci, pranzare e partiamo subito per il primo giro nella riserva.

I primi avvistamenti comprendono elefanti, antilopi, impala, giraffe - siamo entusiasti da tanti avvistamenti anche se la stanchezza comincia a farsi sentire…

Alla sera sotto la nostra stanza abbiamo anche la fortuna di intravedere un lemure, ma subito dopo cena ci fiondiamo a letto per un sonno ristoratore, non ce la facciamo a fare il Safari notturno; credo di aver dormito 12 ore consecutivamente per la prima volta nella mia vita.

Firenze, Italia
Esperto locale
di Firenze, Discussione generale, Toscana
Contributore livello
3.998 post
99 recensioni
Salva risposta
10. Re: In Kenya… per caso

Ciao Vale

Il mio primo pensiero leggendo quest'ultimo post, è andato a tuo figlio, sia per lo spettacolo a cui ha assistito dalla vostra stanza, e durante il safari, anche per quello che avete visto lungo il tragitto; penso che farebbe bene a tutti i nostri figli poter toccare con mano quella realtà per rendersi conto della fortuna che hanno e per apprezzare meglio ciò che a loro sembra scontato, ma che non per tutti lo è.

Brava Vale :-)

Modificato: 13 aprile 2018, 17:23
Rispondi a: In Kenya… per caso
Verrai avvisato per e-mail quando riceverai una risposta
Ottieni le risposte alle tue domande