Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.

Genova: che scoperta!

Bari, Italia
Contributore livello
120 post
33 recensioni
11 voti utili
Genova: che scoperta!

Lo scopo del nostro viaggio era visitare l’Acquario, per far felice mia figlia che lo chiedeva da tempo. Come regalo per il compleanno ho organizzato questo weekend a Genova e soprattutto la visita dell’Acquario con l’esperto.

Venerdì: Il volo da Bari è di sera, quindi arriviamo a Genova alle 22.15, sotto il diluvio universale, e ci facciamo portare in hotel da un taxi (25 euro).

Lasciamo i bagagli e usciamo subito per un giretto: andiamo a fare una passeggiata alla darsena, a vedere le bellissime barche, i bar e i ristoranti, tutti chiusi, vediamo l’antico galeone e arriviamo all’acquario. Ricomincia a piovere, passeggiamo sotto i portici, ma le frequentazioni sono abbastanza preoccupanti. Dato che è tutto chiuso rientriamo in hotel.

23 risposte su questo argomento
Bari, Italia
Contributore livello
120 post
33 recensioni
11 voti utili
1. Re: Genova: che scoperta!

Sabato: ci svegliamo per tempo e facciamo una ricca colazione, con la quale arrivare almeno fino al pomeriggio. Alle 10,30 abbiamo appuntamento con l’esperto, per cui andiamo a piedi velocemente verso l’acquario dove, nonostante la pioggia, c’è già la coda, ma noi abbiamo fatto il biglietto on line saltafila e andiamo direttamente all’ufficio di Costa edutainment . Incontriamo Lara, che ci guiderà in un percorso emozionante e istruttivo, dedicato a conoscere tutto su pesci, mammiferi e uccelli ospiti dell’acquario. Grazie a Lara, professionale e simpatica, abbiamo fatto percorsi fuori dalla folla, visitando molti “dietro le quinte”: dopo il video di accoglienza si inizia con la grotta delle murene, enormi!, emozionante l’incontro con i lamantini, le sirene del mare, ghiotti di insalata; poi si passa all’antartide, con meravigliose stelle marine fucsia e si accede alla vasca dei buffissimi pinguini. Lara ci ha spiegato le differenze tra le due razze ospitate e ci ha mostrato i “cuccioli”, raccontandoci la loro storia. Velocemente la vasca degli squali, le tenere foche con l’ultimo nato, Pesto, e la storia di Elica, tartaruga salvata più di una volta dagli affronti del mare aperto. Siamo entrati nei laboratori dove si allevano le meduse e poi abbiamo visto al microscopio il loro “pranzo”, siamo stati nelle cucine dove si prepara il pranzo per tutti gli ospiti, ma la cosa più emozionante è stato vedere i delfini da una posizione privilegiata: un “retro vasca” tutto per noi, dove gli splendidi e giocosi mammiferi venivano a guardarci.

Alle 12 c’è il pasto dei delfini e li abbiamo ammirati anche dalla passerelle, mentre gli addestratori davano loro i comandi per eseguire i movimenti di controllo del loro stato di salute: giochi, salti, immersioni, nuotate laterali ….. tutto molto molto entusiasmante.

Quando Lara ha terminato il giro con noi, dopo 2 ore, abbiamo continuato a girare da una vasca all’altra, godendo dei mille colori dei pesci e delle scogliere. Ma a sorpresa la cosa più entusiasmante per mia figlia è stata accarezzare le razze: sarà stata un’intera mezz’ora china sulla vasca ad aspettare che passassero.

Verso le 14.30 siamo riusciti finalmente a “riemergere”, per fare la visita della biosfera, che occupa non più di 10 minuti, dopo aver ritirato la foto scattata all’inizio del percorso dell’acquario (con 15 euro abbiamo avuto una foto, una calamita con foto e un calendario).

Abbiamo scelto di non salire sul bigo a causa del cattivo tempo e della coda, il biglietto delle 3 attrazioni permette di visitarle separatamente.

Dopo un giretto per il porto antico ci siamo diretti verso il centro storico. In piazza della Raibetta ci siamo fermati ad ammirare i maestosi edifici e ci siamo imbattuti in “Ravioli orientali”, un negozietto che fa ravioli ai vari gusti, da asporto o da mangiare lì in piedi. La sapienza delle mani che chiudevano i ravioli ci ha rapito e abbiamo deciso di pranzare lì: abbiamo mangiato i ravioli classici e abbiamo provato i “cristallo”, veramente buonissimi e anche piuttosto economici (3 € i ravioli classici).

Da lì, nonostante la stanchezza, la curiosità ci ha spinto a seguire il flusso di folla che si dirigeva verso la Cattedrale di San Lorenzo, bellissimo esempio di architettura ligure medievale, in pietra bianca e nera. Da lì abbiamo cominciato l’esplorazione casuale dei caruggi, scegliendo quelli che ci ispiravano di più. Ogni angolo ha qualcosa di notevole: una scultura, un’edicola, una scritta, un elemento architettonico che rimanda ad altre epoche …. Girare in quel labirinto di strade, case, finestre, esseri umani, botteghe è un’esperienza unica … arrivati a piazza Campetto mi sono ricordata di due posti che mi avevano colpito leggendo le varie guide di Genova e che desideravo vedere: l’antica confetteria Romanengo e la pasticceria Fratelli Klainguti. Dopo aver ammirato le antiche vetrine della prima, ci siamo fermati nella seconda per gustare la famosa torta Zena e la deliziosa torta Sacher, entrambe di una bontà indescrivibile!

Stanchi e soddisfatti siamo tornati in hotel per una pausa rigenerante.

Alle 20.30 siamo usciti per la serata, che avevamo deciso di passare al mercato del Carmine, antica struttura liberty, costruita con i binari della ferrovia precedente. Ci fermiamo a mangiare all’Enoteca regionale, un aperitivo di focacce, per le quali però è gia troppo tardi, e una frittura, in attesa del DJ set. Prendo un calice di vino bianco locale, però molto deludente. Gentilissimi e professionali i gestori del locale e molto piacevole l’atmosfera. Andiamo via mentre il posto comincia ad affollarsi e con una breve passeggiata siamo di nuovo in hotel.

Milano, Italia
Esperto locale
di Milano, Rapallo, Provincia di Milano
Contributore livello
41.889 post
3.223 recensioni
2.953 voti utili
2. Re: Genova: che scoperta!

Molto bello!

Ravenna, Italia
Contributore livello
2.992 post
37 recensioni
70 voti utili
3. Re: Genova: che scoperta!

Ciao mdelia,

Ben trovata!

Gran bella esperienza per tua figlia, complimenti!

Torino, Italia
Esperto locale
di Crociere, Sicilia
Contributore livello
4.513 post
168 recensioni
119 voti utili
4. Re: Genova: che scoperta!

Ciao @mdelia, Genova è una città davvero da scoprire, negli ultimi 25 anni ha subito una trasformazione che l'ha resa ancora più bella, per chi non la conosce è una sorpresa, ma merita davvero! Non solo per il centro storico, ma anche per i quartieri a levante, da Nervi a Boccadasse, e per i suoi musei, i Palazzi dei Rolli...

Sono felice che il vostro fine settimana sia stato piacevole!

Milano, Italia
Esperto locale
di Milano, Rapallo, Provincia di Milano
Contributore livello
41.889 post
3.223 recensioni
2.953 voti utili
5. Re: Genova: che scoperta!

Genova (assieme a Milano, Napoli e Torino) è una delle città italiane maggiormente vittima di pregiudizi, preconcetti e luoghi comuni.

Sono contento che ti sia piaciuta!

Genova, Italia
Esperto locale
di Cinque Terre, Genova, Riviera ligure, Portogallo, Norvegia, Germania
Contributore livello
8.650 post
739 recensioni
387 voti utili
6. Re: Genova: che scoperta!

Concordo pienamente con la tua impressione del centro storico sono anni che lo giro e trovo sempre qualcosa che non avevo notato. Come ti sei trovata in via degli orefici?

Genova, Italia
Contributore livello
3.685 post
207 recensioni
175 voti utili
7. Re: Genova: che scoperta!

Ciao,

sono contenta che la citta' ti sia piaciuta. Il centro storico è veramente un valore aggiunto, e ogni volta è una scoperta. E' un luogo che anche noi che ci viviamo non possiamo fare a meno di girarlo spesso.

Firenze, Italia
Esperto locale
di Firenze, Toscana
Contributore livello
4.376 post
119 recensioni
118 voti utili
8. Re: Genova: che scoperta!

Ciao @Mdelia

È insolito leggere su questo forum diari di città italiane, chissà perché, per questo motivo il tuo mi ha attratto e mi è piaciuto molto il tuo modo di descrivere una città che amo perché vi trovo una bellezza non convenzionale e non immediata, inoltre mi hai fatto tornare in mente le mie visite all'acquario, la prima volta aveva aperto da pochissimo, poi ci sono tornata con i miei figli, che ovviamente ne sono stati entusiasti.

Complimenti, mi hai fatto rivivere delle belle emozioni.

Modificato: 30 gennaio 2018, 22:32
Bari, Italia
Contributore livello
120 post
33 recensioni
11 voti utili
9. Re: Genova: che scoperta!

grazie a tutti per i complimenti

presto aggiungerò gli altri due giorni trascorsi

@Matteo Z, ho deciso di scendere in hotel e devo dire che mi sono pentita, perchè la zona di via degli Orefici è il cuore pulsante della città, la parte che più porterò nel cuore e sarebbe stato bellissimo soggiornare lì

la prossima volta ....

@Claudia mi sono davvero imposta di far conoscere a mia figlia l'Italia, perchè credo che non ci sia posto più bello. Finora è stato più facile andare all'estero, perchè in genere i costi sono inferiori

@Stefano91, avevo sentito tante opinioni negative su Genova, e in particolare sull'acquario, che stavo per cambiare idea e non partire. Non mi vergogno di dire che al video iniziale sul mare avevo le lacrime agli occhi (eppure io sul mare ci vivo tutto l'anno!)

Italia
Esperto locale
di Spagna, Valencia, Malaga, Tenerife, El Hierro, La Gomera, Viaggiare in treno, Siviglia, Madrid
Contributore livello
34.964 post
360 recensioni
204 voti utili
10. Re: Genova: che scoperta!

Sono anch'io, Mdelia, una grande appassionata di Genova e del suo centro storico; ho visitato l'acquario da adulta ma sono ritornata bambina e non mi volevo staccare dalla vasca dei pinguini, creature meravigliose! Fa piacere leggere delle impressioni positive su Genova che cerco sempre di sponsorizzare tra amici e parenti, che talvolta al ritorno mi ringraziano e più spesso evitano di parlarne per delicatezza.

Rispondi a: Genova: che scoperta!
Verrai avvisato per e-mail quando riceverai una risposta