Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.

Il mio Iran

Milano, Italia
Esperto locale
di Repubblica Dominicana, Caraibi, Giamaica
Contributore livello
4.168 post
267 recensioni
Il mio Iran

Erano diversi anni che leggevo, mi documentavo, chiedevo informazioni a chi ci era stato sulla possibilità di visitare l’Iran – nonostante gli straordinari giudizi di chi ci era stato, rimanevo un po’ titubante sia per la consueta instabilità Mediorientale, sia perché avrei portato mio figlio con me e non sapevo se il tipo di tour era adatto ad un bambino di 11 anni.

Mettendo tutti i pro e i contro sui piatti della bilancia, ho visto che tutto faceva propendere per il SI e così, messi da parte dubbi, timori e incertezze ho prenotato il volo.

Ci sono diversi modi per raggiungere l’Iran: da Milano la migliore opzione è con Iran Air, che offre voli diretti Malpensa – Tehran 2 volte alla settimana; oppure con Alitalia via Fiumicino ma anche con Pegasus da Bergamo con scalo a Istanbul. Tutte valide alternative, noi abbiamo scelto il volo diretto che aveva decisamente un appeal maggiore anche considerando che in andata si arriva nella Capitale Iraniana ad un’ora decente (19:00) e si riparte alle 7 del mattino, mentre tutte le altre hanno operativi nel cuore della notte; con il senno di poi, un ritorno da Tehran alle 3 di notte di Alitalia, Pegasus (ma anche Austrian, Air France, etc) non è così malvagio, visto che bisogna essere in aeroporto almeno 3 ore prima – arrivando a mezzanotte si è ancora in una fascia oraria decente per mangiare qualcosa, e partire in un orario in cui si può poi dormire sul volo; al contrario, decollando alle 7, bisogna essere in aeroporto alle 4, senza dormire ed aspettare l’alba per poter finalmente chiudere gli occhi, una volta a bordo.

A Milano c’è un’agenzia (Adineh) facente funzione di agenti di Iran Air per il Nord Italia, ed avendo gli uffici sotto il Consolato Iraniano, fanno anche da tramite per le pratiche del visto, includendo nella tariffa l’assicurazione obbligatoria per il suo ottenimento (per info: non tutte le società assicurative coprono l'Iran e quelle che lo fanno sparano prezzi altissimi).

La cosa bella è che ti permettono di non recarti personalmente in Consolato a lasciare foto ed impronte digitali, ma ti mandano tutti i documenti da compilare via mail e poi si fa tutto via corriere.

Avendo 12 giorni a disposizione abbiamo optato per un tour abbastanza “classico” dell’Iran – toccando le città principali Persiane che moltissime agenzie propongono a dei prezzi assurdi (a noi sono arrivati a chiedere 2.000€ a testa!!) – quindi Tehran, Shiraz, Persepolis, Yazd, (Maybod, Nain), Isfahan, Kashan.

50 risposte su questo argomento
Torino, Italia
Esperto locale
di Crociere, Sicilia
Contributore livello
3.773 post
166 recensioni
1. Re: Il mio Iran

Ciao Valentina,prima di tutto complimenti per il coraggio che hai dimostrato nell'intraprendere un viaggio verso una destinazione non facilissima e con un bambino,per giunta!

Da quello che hai scritto mi sembra di capire che sia stato un tour fai da te,giusto?

Aspetto con curiosità di leggere tutto il resto...

Milano, Italia
Esperto locale
di Milano, Rapallo, Provincia di Milano
Contributore livello
41.440 post
2.838 recensioni
2. Re: Il mio Iran

Ciao!

In attesa del seguito...

Milano, Italia
Esperto locale
di Repubblica Dominicana, Caraibi, Giamaica
Contributore livello
4.168 post
267 recensioni
3. Re: Il mio Iran

@ Gabi72, in realtà l'organizzazione é stata molto più facile del previsto - gli Iraniani sono persone straordinarie e si fanno in 4 per aiutarti a risolvere qualsiasi cosa. E' stato tutto organizzato da me, prenotando voli ed hotel dall'Italia e poi arrangiandoci per il resto in loco.

@Stefano 91 grazie, sto riordinando le idee, le cose da dire sono tantissime!! :-)

Italia
Esperto locale
di Croazia, Slovenia, Montenegro, Bosnia e Erzegovina, Barca a vela, Macedonia, Serbia
Contributore livello
8.591 post
8 recensioni
4. Re: Il mio Iran

Una terra a me sconosciuta e che desidero conoscere, spero in questa vita ... ti seguo

Modificato: 28 aprile 2017, 22:10
Napoli, Italia
Esperto locale
di Viaggi e disabilità, Provincia di Napoli
Contributore livello
2.967 post
47 recensioni
5. Re: Il mio Iran

Mi accodo

Firenze, Italia
Esperto locale
di Firenze, Discussione generale, Toscana
Contributore livello
4.090 post
101 recensioni
6. Re: Il mio Iran

Ciao @Vale

Ti faccio anch'io i miei complimenti per la scelta coraggiosa ma molto affascinante, e per aver fatto tutto da sola, a tal proposito ti chiederei, quanti mesi prima hai cominciato l'organizzazione del viaggio?

Milano, Italia
Esperto locale
di Repubblica Dominicana, Caraibi, Giamaica
Contributore livello
4.168 post
267 recensioni
7. Re: Il mio Iran

Ciao a tutti! Mi sono mossa relativamente "tardi" per via della reticenza del marito... diciamo un paio di mesi prima, forse un po' meno per l'acquisto dei biglietti e le pratiche del visto...con il senno di poi, decidendoci prima si risparmiava qualcosa sul biglietto, che comunque è stata una spesa relativamente contenuta (300€ a testa) ed evitando i festeggiamenti di Nowruz (il capodanno Persiano) che cade in contemporanea con l'inizio della primavera (il Consolato era in festa). Una volta decise le tappe da visitare ho acquistato anche un volo interno sempre da qui, più o meno un mese prima, così come la prenotazione degli alloggi. Ho deciso di partire con gli alloggi prenotati attraverso un sito iraniano perché a contattare le strutture direttamente non si ottiene risposta ed essendo Aprile un mese di altissima stagione volevo evitare di sbattermi per trovare da dormire in posti sconosciuti con figlio al seguito.

Firenze, Italia
Esperto locale
di Firenze, Discussione generale, Toscana
Contributore livello
4.090 post
101 recensioni
8. Re: Il mio Iran

@Vale,

E per convincere il marito reticente come hai fatto? Lo hai lasciato a casa? ;-)

Milano, Italia
Esperto locale
di Repubblica Dominicana, Caraibi, Giamaica
Contributore livello
4.168 post
267 recensioni
9. Re: Il mio Iran

ahahah Claudia, non ti nego che ci sono state molte discussioni e per un po' ho considerato l'idea di andare da sola, ma alla fine é prevalso il buon senso...e ancora adesso il marito mi ringrazia! ;-)

Modificato: 29 aprile 2017, 10:35
Milano, Italia
Esperto locale
di Repubblica Dominicana, Caraibi, Giamaica
Contributore livello
4.168 post
267 recensioni
10. Re: Il mio Iran

Una volta avuti i biglietti e il visto in mano é cominciata l'ansia da "cosa mi porto nello zaino"? ebbene si, ovunque si legge che l'Iran é una Repubblica Islamica, le donne devono coprire il capo, braccia e gambe e portare indumenti che dissimulino le "forme". Ecco, il primo problema - una donna "curvy" come me, come fa a dissimulare le forme senza indossare tuniche informi? E quale buona occasione per rinfrescare un pò il guardaroba? Comincia la spasmodica ricerca di informazioni, su Facebook c'é un gruppo molto utile "See you in Iran" dove dei ragazzi Iraniani rispondono a tutte le domande e dubbi di quelli che, come me, stanno per intraprendere un viaggio nel loro meraviglioso Paese. Mi hanno rassicurato dicendo che la situazione é meno "grave" del previsto e che comunque con le straniere anche la Gasht-e Ershad (polizia morale) chiude uno/due occhi...poi ci sono città e città - per esempio Tehran, la Capitale é una megalopoli di 14 milioni di abitanti, una città più moderna e più dinamica di Milano, per tante cose. Lo si vede nell’arte, nel design e nell’architettura, ma anche nelle infrastrutture e nella tecnologia. Lo si vede nello spirito di molti giovani, che lottano e non si danno per vinti; ecco che moltissime ragazze indossano jeans aderenti, tacchi a spillo, certo uno spolverino che copra il "lato B" e una sciarpina che copra lo chignon, ma alla fine sono più i capelli in vista che quelli coperti e nulla é lasciato all'immaginazione; le ragazze sono truccatissime ed ho visto la percentuale più alta di nasi rifatti (sia uomini che donne) di tutti i Paesi che ho visitato, insomma pulsioni contraddittorie fortissime, fra modernità e tradizione.

Un altro mito sfatato.

Alla fine la scelta é caduta su pantaloni (due paia leggeri e larghi, due jeans) e diversi camicioni/maglie a maniche lunghe che arrivassero a metà coscia. Per il capo, nessun problema, ho i cassetti pieni di pashmine colorate che hanno fatto il loro dovere perfettamente.

Rispondi a: Il mio Iran
Verrai avvisato per e-mail quando riceverai una risposta