Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.
Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.

Tutto è consentito in nome della satira??

Trieste, Italia
Contributore livello
1.802 post
198 recensioni
Salva argomento
Tutto è consentito in nome della satira??

Ciao a tutti.Da un pò di anni e sempre di più in televisione i "comici" dicono di tutti i colori ai nostri politici e alle istituzioni, credo a mio parere anche a volte esagerando!In nome della satira si può dire di tutto su di tutti??' ci vorrebbe un pò di rispetto per le "istituzioni"??e se si quali??

Il mio parere personale è che ci vorrebbe sempre del rispetto per le istituzioni nazionali anche se a volte non siamo d'accordo con quello che rappresentano!!

Cordiali saluti a tutti

Max

Tulum, Messico
Contributore livello
15.917 post
47 recensioni
Salva risposta
1. Re: Tutto è consentito in nome della satira??

« È quella manifestazione di pensiero talora di altissimo livello che nei tempi si è addossata il compito di castigare ridendo mores, ovvero di indicare alla pubblica opinione aspetti criticabili o esecrabili di persone, al fine di ottenere, mediante il riso suscitato, un esito finale di carattere etico, correttivo cioè verso il bene. »

(Prima sezione penale della Corte di Cassazione, sentenza n. 9246/2006)

Così la definisce la Corte di Cassazione

Se la satira deve aver rispetto delle Istituzioni, solo perchè tali, non fa più la sua funzione ed è di parte.

Bologna, Italia
Esperto locale
di Bologna
Contributore livello
2.395 post
115 recensioni
Salva risposta
2. Re: Tutto è consentito in nome della satira??

Rispetto sì... ammesso che siano rispettabili... e in questi ultimi tempi... inzomma...

Trieste, Italia
Contributore livello
1.802 post
198 recensioni
Salva risposta
3. Re: Tutto è consentito in nome della satira??

Direi che bisognerebbe trovare una via di mezzo a quello che è successo al duo Tognazzi-Vianello nel 1959 e quello che succede adesso!!

Genoa ITALY
Contributore livello
1.697 post
152 recensioni
Salva risposta
4. Re: Tutto è consentito in nome della satira??

A me piace la satira delicata alla Forattini....altro genio...altra educazione.

I comici di adesso poco mi interessano, poi alcuni non li giudico comici, mi riferisco ovviamnete a coloro che fanno satira poltica.

Emilia-Romagna
Contributore livello
73 post
28 recensioni
Salva risposta
5. Re: Tutto è consentito in nome della satira??

Poche vie di mezzo, il rispetto va meritato...

6. Re: Tutto è consentito in nome della satira??

-:- Messaggio dallo staff di TripAdvisor -:-

Questo post infrange il regolamento che proibisce pubblicità autopromozionale, pertanto è stato rimosso dai nostri moderatori.

Chiediamo ai membri della nostra community di escludere qualsiasi messaggio di pubblicità auto-promozionale, sollecitazioni, contatti e URL di enti e organizzazioni turistiche dai propri post.

Per leggere il regolamento dei forum di TripAdvisor, visita: http://www.tripadvisor.it/pages/forums_posting_guidelines.html

I messaggi che non rispettano le linee guida vengono cancellati, e TripAdvisor si riserva il diritto di cancellare messaggi senza spiegazioni.

Cancellato il: 28 gennaio 2012, 04:23
Vicenza
Contributore livello
6 post
35 recensioni
Salva risposta
7. Re: Tutto è consentito in nome della satira??

si, tutto consentito in nome della satira!!!!

Roma
Contributore livello
3.024 post
74 recensioni
Salva risposta
8. Re: Tutto è consentito in nome della satira??

La satira é satira e per ciò stesso irrispettosa. Paesi come la Gran Bretagna, dove il rispetto delle istituzioni é molto più vivo e sentito che da noi, hanno una satira feroce... Perché in fondo la satira consiste nell'amplificare determinati aspetti della vita sociale e politica, portandoli sull'orlo del paradosso.

Poiché insomma consiste nel mettere in luce problemi reali attraverso la descrizione di comportamenti irreali, il problema dei contenuti della satira é relativo, laddove le istituzioni si mantengano all'altezza del loro ruolo e dei loro compiti.

Si pone invece maggiormente in paesi come il nostro, dove i contenuti della satira coincidono quasi perfettamente con i reali comportamenti delle istituzioni. Perché in questo caso essa tocca dei punti davvero dolenti.

Genoa ITALY
Contributore livello
1.697 post
152 recensioni
Salva risposta
9. Re: Tutto è consentito in nome della satira??

Diciamo che in Italia negli ultimi anni è sempre stata a senso unico.

Rimane satira certo, ma è un modo UNICO di tirare avanti con contratti milionari.

Essendo a senso unico forse non è nemmeno satira ma fa ridere e rende; poi magari arriva il furbetto che frega 400 mila euro e più a quei "Poveretti" che magari una volta all'anno vanno in Chapas, per una settimana, perchè fa figo , poi se ne ritornano nell'attico ai Parioli o all'Olgiata cantando "O bella ciao"; in pratica nulla di nuovo sotto il sole.

Cose che vediamo da anni.

Riccione, Italia
Contributore livello
1.193 post
77 recensioni
Salva risposta
10. Re: Tutto è consentito in nome della satira??

Anche io la penso in modo simile a @topaz, o meglio tutto è consentito in nome della satira (quando si parla di politica) ma il problema è che molti comici fanno politica! Prendendo di mira solo una parte e per anni fanno si che non siano obiettivi, così diventando scontati e ripetitivi il loro ruolo può essere messo in discussione.

Altra cosa se si parla di satira nel mondo religioso o quando si scherza su malattie e disgrazie, allora non sono d'accordo.