Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.
Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.

Queste si possono considerare vasanze?

Riccione, Italia
Esperto locale
di Riccione, Vacanze in bici
Contributore livello
1.193 post
57 recensioni
Queste si possono considerare vasanze?

l'inviato del Washignton Post racconta di un viaggio turistico in Corea del Nord, Il suo resoconto è abbastanza dettagliato io cercherò di sintetizzarlo.

In pratica il gruppo turistico viene confinato in un albergo sopra un isolotto nel fiume Taedong, i lettori mp3 sono proibiti di conseguenza vengono lasciati in aereoporto in appositi sacchetti di plastica. Non si possono scattare foto con la gente del posto, non si possono mandare messaggi di posta elettronica ma attenzione non si può assolutamente girare da soli. Si visitano solo determinate zone prestabilite.

Ma secondo voi queste sono vacanze?

p.s.Sarebbero solo 5 all'anno gli italiani che si avventurano a visitare la Corea del Nord.

Modificato: 19 novembre 2011, 17:22
Riccione, Italia
Esperto locale
di Riccione, Vacanze in bici
Contributore livello
1.193 post
57 recensioni
1. Re: Queste si possono considerare vasanze?

Scusate l'errore nel titolo a me fa molto ridere.......

Cambio vasanze in vacanze ok?

Roma
Contributore livello
3.024 post
74 recensioni
2. Re: Queste si possono considerare vasanze?

Beh di sicuro é un'esperienza. Se al tuo concetto di vacanza ideale, più che attività eminentemente diportistiche, é associata l'esplorazione di posti e culture assolutamente lontane e diverse dalla tua (con tutti gli oneri che questo comporta), si può anche dire che quella sia stata una vacanza. Magari mancava un po' di quel sano divertimento che spesso si prova nel visitare posti nuovi e sconosciuti.

Del resto se come destinazione ti scegli la Corea del Nord non é che tu non ti possa aspettare una certa diffidenza verso gli stranieri da parte delle autorità e rimanere poi sorpreso di fronte alle conseguenti restrizioni (del resto parliamo del paese più "chiuso" del mondo verso le altre nazioni).

Torino, Italia
Esperto locale
di Hamata and Berenice, Marsa Alam
Contributore livello
5.151 post
12 recensioni
3. Re: Queste si possono considerare vasanze?

In effetti è vero: se non si considera la vacanza solo come svago può anche essere concepibile. Ma continuo a chiedermi una cosa: quando andiamo in posti particolari, lontano dal nostro modo di essere e di vivere, siamo pur sempre turisti, come possiamo farci un'idea reale della realtà? E' già così difficile capire a fondo ciò che accade qui, dipende da troppi fattori. Fare un viaggio come questo, in un albergo in un isolotto, riesce davvero a rappresentare ciò che vivono le persone in Corea del Nord? Secondo me no.A volte mi viene il sospetto che sia solo un modo per sentirsi avventurosi, per distingersi. Boh, è una mia idea personale, magari sbaglio.

Riccione, Italia
Esperto locale
di Riccione, Vacanze in bici
Contributore livello
1.193 post
57 recensioni
4. Re: Queste si possono considerare vasanze?

Condivido ciò che dici @Kro ma le mie perplessità sono simili a quelle di @rlana, il paese che stiamo visitando è relmente quello che vediamo? Oppure è una spazio simile agli Universal Studios?

L'obiettivo del regime è concentrare i turisti in "riserve" internazionali come la zona del monte Kumgang ma così facendo ai visitatori non converrebbe guardare dei documentari ? Dove naturalmente i registi sarebbero sempre loro Pyongyang end C.

Modificato: 20 novembre 2011, 10:01
Tulum, Messico
Contributore livello
15.917 post
47 recensioni
5. Re: Queste si possono considerare vasanze?

queste cose succedevano regolarmente a Cuba.

Succedono in tutti i paesi totalitari.

Una vacanza condizionata.

Queste cose sono successe in Messico con la visita del papa, quando davanti alle favelas innalzavano enormi cartelloni di benvenuto e davano pesos perchè la gente andasse a sventolare bandierine al suo passaggio.

Modificato: 20 novembre 2011, 11:11
Roma
Contributore livello
3.024 post
74 recensioni
6. Re: Queste si possono considerare vasanze?

E' ovvio che un'idea precisa di come vivono gli abitanti del luogo non te la fai, o te la fai nella misura in cui decidono loro... il che vuol dire che no te la fai.

Però te lo puoi immaginare, quantomeno a livello di diritti civili.

Che poi parliamoci chiaro: con le dovute eccezioni, vivere una nazione da turista ti dà sempre una prospettiva delle cose un po' da Universal Studios. Se vuoi sapere come si vive realmente in un certo posto del mondo... ci devi vivere! Me ne rendo conto guardando i turisti americani che si aggirano per col naso per aria lungo via dei Fori Imperiali, ammaliati da un'"antichità" di cui loro posseggono solo pallide imitazioni. Ma che ne sanno quelli di come si vive in Italia? Che ne sanno di tutte le problematiche legate al vivere in un paese dove in ogni singolo metro quadro c'è tanta di quella storia e di quell'identità culturale che nessuno, neanche le istituzioni, riesce a sentirsi parte integrante di una nazione (con tutte le problematiche che da questo derivano)?

Negli primi anni '90 diedi una mancia faraonica a un tassista perché mi portasse nel Bronx, quando era ancora il famigerato Bronx. Vidi una vecchia scuola abbandonata dove spacciavano il crack, vidi una banda di ragazzi che spaccava un macchina parcheggiata, vidi i classici bambini che si bagnavano sotto un idrante aperto. Avevo paura che qualcuno mi fermasse e mi rapinasse o peggio. Ma tutto lì: neanche per un attimo mi é venuto in mente dove andavano a studiare i bambini della scuola abbandonata, chi fosse e come viveva il proprietario della macchina o come poteva crescere un bambino i cui genitori non potevano permettersi, o proprio non avevano a disposizione, una piscina comunale...

Londra, Regno Unito
Contributore livello
34.727 post
645 recensioni
7. Re: Queste si possono considerare vasanze?

Vediamo se arriva Topaz_lot a raccontare il suo viaggio in Corea del Nord intanto potete farvi un'idea qui

tripadvisor.it/ShowTopic-g294443-i9734-k3222…

Italy
Esperto locale
di Emirati Arabi Uniti, Kuwait, Qatar, Taba, Vienna
Contributore livello
1.441 post
219 recensioni
8. Re: Queste si possono considerare vasanze?

Fiko...sembra di essere al Club Med anche lì ci sono in G.O. sempre incollati addosso...lo detesto...

Lodi
Esperto locale
di Marsa Alam
Contributore livello
945 post
33 recensioni
9. Re: Queste si possono considerare vasanze?

Anche a Cuba c'è il regime, ma io da turista posso dire di non essermene neanche accorta. Non ho vissuto restrizioni di nessun tipo, ma forse è perchè negli anni le cose sono un po' cambiate e ci sono state delle aperture. Anzi, qualche mese fa mi sembra che sia stata ventilata l'ipotesi che il presidente Obama nel prossimo futuro intenderebbe aprire al turismo dagli USA verso Cuba, cosa che fino ad ora non è stata possibile per via dell'embargo che dura da decenni.

Certo bisogna dire che c'è comunque una netta distinzione fra turisti e popolazione locale: i turisti usano una moneta apposita (il peso convertible, che non ha valore al fuori di Cuba) mentre i locali usano il peso cubano; i turisti possono accedere a Internet dalle postazioni dedicate nei resort, ai locali Internet è proibito; i turisti possono fare acquisti ovunque tranne che nelle cooperative popolari, i locali devono fare la spesa solo nelle cooperative popolari con apposita tessera (tutte queste cose ci sono state spiegate dalla nostra guida). Insomma qualche restrizione c'è, ma non ai livelli della Corea del Nord. Non so che cosa si aspettasse di trovare questo inviato del Washington Post, ma è chiaro che se ci si avventura in un paese così notoriamente "chiuso" non è che si può restare meravigliati più di tanto per aver ricevuto un trattamento così rigido.

Conegliano, Italia
Contributore livello
87 post
10. Re: Queste si possono considerare vasanze?

Siamo sempre e cmq TURISTI, qualsiasi sia la nazione o il regime che lo governa. Pretendere che dopo 15 gg di soggiorno in un paese (magari spaparanzati sotto un ombrellone, sorseggiando una coca) si possa capirne la realtà culturale, sociale o politica è veramente ridicolo. Non c'è NESSUNA possibilità di farsi "un'idea reale della realtà". Si può solo entrare in contatto con una realtà e ricavarne diversi livelli di "quasi-conoscenza", livelli che sono direttamente proporzionali alla realtà oggettiva del paese (e il Nord Corea sicuramente nn aiuta molto) ma anche e soprattutto alla tua personale capacità e volontà di percepirla (e anche il Club Med nn aiuta).. In tutti i paesi ci sono delle restrizioni culturali (ci si comporta in modo diverso), religiose (ci si copre il capo) o politiche (nn si possono pronunciare certi nomi o esprimere certe idee) ecc.ecc. Chi va in Nord Corea è sicuramente attratto dal suo essere un paese "diverso"